venerdì 20 settembre 2019

Rallye Elba Storico: Lucky passa al comando, Da Zanche in scia. Bettini rallentato da problemi meccanici


La 1° Tappa del Rallye Elba Storico riparte dal primo scratch in gara per "Lucky" e Fabrizia Pons su Lancia Delta Integrale. La seconda giornata di corsa è iniziata sulla PS3 "Due Mari", tratto cronometrato più lungo di questa frazione con i suoi 22,48 km di asfalto, dove il leader vicentino del 4° Raggruppamento ha fatto segnare il miglior tempo in 15'58.6. "Lucky" dopo questo tratto cronometrato riesce a passare al comando della gara, sfruttando al massimo la frenata in prova per Francesco Bettini. Il pilota elbano infatti è stato rallentato dai problemi con la pompa della benzina della sua Lancia Delta Integrale. Noie che gli hanno fatto pagare un ritardo di 1'07.2 sulla piesse e perdere la leadership guadagnata nella serata di ieri.

Il secondo tempo in prova è stato invece di Lucio Da Zanche su Porsche 911 SC, ancora non al meglio sulle prove elbane ma sempre a contatto con il nuovo leader "Lucky". I due big del CIRAS ora sono distanti 31.6''. Ad inserirsi tra i rivali del "quarto" ci pensa il senese Alberto Salvini, sempre più leader del 2° Raggruppamento, terzo sulla speciale a +10.1'' e ora al secondo posto assoluto a +17.1 complessivi. Quarto crono sulla "Due Mari" per gli elbani Volpi-Maffoni, che prendono ritmo sull'altra Lancia Delta Integrale, attualmente terzi nel 4° Raggruppamento. Proprio per la speciale classifica del "quarto" non riesce a prendere quota Totò Riolo che, anche in questa nuova giornata di gara, prosegue ad avere problemi di potenza alla Ford Sierra Cosworth. Noie elettriche che lo costringono a distanza dai primi. Riolo ora è nono assoluto a +1'27.7 dopo questa piesse.
La rottura del semiasse ferma sulla PS3 il toscano Valter Pierangioli, costretto a ritirarsi con la sua Ford Sierra Cosworth.

Buona la prova di "Zippo" che si conferma tra i favoriti per il 3° Raggruppamento. Classifica che lo vede ora primeggiare e incrementare il suo vantaggio al volante di Audi Quattro davanti ad Angelo Lombardo (Porsche 911 SC) a +6.7'' in prova e +11'' complessivi. Terzo posto attuale per il leader di Campionato Roberto Rimoldi (Porsche 911 SC) sempre più staccato da "Zippo" a +55.5 complessivi.
Per il 2° Raggruppamento, mentre Salvini allunga in prima posizione, inizia a prendere continuità lo svedese Johnsen su Porsche RSR, secondo sulla PS3 davanti a Dino Vicario su Ford Escort RS che mantiene comunque la seconda posizione di raggruppamento, proprio davanti al protagonista dell'Europeo.

Sembra non esserci storia anche per quanto riguarda il 1° Raggruppamento, per il quale si dimostra subito a suo agio Marco Dell'Acqua, seguito dall'altra Porsche 911 S di Antonio Parisi che mantiene comunque il vantaggio sugli avversari dell'EHSRC.

Ora in programma altre tre prove speciali: la "Monumento" (12,37 km) alle ore 11:38, la "San Piero" (13,74 km) ore 13:38 e la "Due Colli" (11,43 km)  a partire dalle 14:36 che chiuderà la 1° Tappa di gara.

CLASSIFICA DELLA PS3: 1. ''Lucky''-Pons (Lancia Delta Hf Integrale 16V) +15'58.6; 2. Da Zanche-De Luis (Porsche 911 SC) a 5.1; 3. Salvini-Tagliaferri (Porsche 911 RS) a 10.1; 4. Volpi-Maffoni (Lancia Delta Hf Integrale 16V) a 20.5; 5. ''Zippo''-Arena (Audi Ur Quattro) a 26.0; 6. Myrsell-Junttila (Porsche 911 SC) a 29.1; 7. Lombardo-Livecchi (Porsche 911 SC) a 32.7; 8. Rimoldi-Consiglio (Porsche 911 SC) a 43.5; 9. Luise-Ferro (Fiat Ritmo 130 Abarth) a 50.1; 10. Riolo-Floris (Ford Sierra Cosworth) a 56.3;

CLASSIFICA 1°RAGGRUPPAMENTO DOPO PS1: 1. Dell'Acqua-Galli (Porsche 911 S) in 35'32.3; 2. Parisi-D'Angelo (Porsche 911 S) a 45.6; 3. Graham-Graham (Ford Escort Twin Cam) a 1'29.1;

CLASSIFICA 2° RAGGRUPPAMENTO DOPO PS3: 1. Salvini-Tagliaferri (Porsche 911 RS) in 15'43.7; 2. Vicario-Brenna (Ford Escort RS) a 2'20.0; 3. Johnsen-Johnsen (Porsche 911 RSR) a 2'26.0;

CLASSIFICA 3° RAGGRUPPAMENTO DOPO PS3: 1. ''Zippo''-Arena (Audi Ur Quattro) in 15'56.3; 2. Lombardo-Livecchi (Porsche 911 SC) a 4.3; 

CLASSIFICA 4°RAGGRUPPAMENTO DOPO PS3: 1. ''Lucky''-Pons (Lancia Delta Hf Integrale 16V) a 31'35.3; 2. Da Zanche-De Luis (Porsche 911 SC) a 31.6; 3. Volpi-Maffoni (Lancia Delta Hf Integrale 16V) a 49.3;

Coppa della Valle D’Aosta, settima prova del Trofeo Nord Ovest



Il Trofeo Nord Ovest auto storiche 2019 ritorna in Valle d'Aosta. Domenica 22 settembre si disputa infatti la seconda edizione Coppa della Valle d'Aosta, Memorial Robert Trossello, che è la settima prova del 5° Trofeo Nord Ovest.

Organizzata dalla CAMEVA, Club Auto e Moto d'Epoca Valle d'Aosta, ha come sede di partenza ed arrivo Saint Vincent, in piazza Cavalieri di Vittorio Veneto. 100 i km previsti in un circuito che si snoderà su continui e spettacolari saliscendi tra le montagne valdostane, nella Valle del Cervino, che tocca Chatillon, Pontey, Chambave, Saint-Denis, Verrayes Colle San Pantaleone ad oltre 1600 metri di altitudine, e tappa a Torgnon. quindi ritorno da , Colle San Pantaleone, Verraye, Saint-Denis, Chambave, Pontey, Chatillon, Saint-Vincent.

Sono 48 le prove cronometrate e 3 i Controlli orari. Prove tecniche e non certo semplici, che metteranno a dura prova i partecipanti per le difficoltà nei passaggi ricchi di tornanti. L'appuntamento è a Saint Vincent al Centro Congressi Comunale con partenza  da piazza Cavalieri di Vittorio Veneto -alle ore 11.


Lo scorso anno a vincere furono Luciano Cacioli e Francesco Giammarino, con una Autobianchi A 112 Abarth del 1974, che avevano preceduto Mauro Bragardo e Roberto Paglino, su Lancia Fulvia Coupé Rally del 1970 e Diego Garilli e Roberto Paradisi, su Alfa Romeo Giulia Spyder del '62. (RGC Roberto Goitre Comunicazione)

Rallye Elba Storico: due scratch in notturna, Bettini (Lancia Delta Int.) comanda in casa



Inizia nel segno di Francesco Bettini il XXXI Rallye Elba Storico. Le prime due prove della gara sull'Isola dell'Arcipelago Toscano infatti sorridono al pilota di casa, nell'equipaggio tutto elbano con Luca Acri, al volante di Lancia Delta Integrale di 4° Raggruppamento. Due scratch importanti subito in apertura, sulla "Nisporto-Cavo" (13,75 km) e "Capoliveri Innamorata" (7,24 km), che concedono a Bettini la leadership provvisoria al termine della prima giornata di corsa con il tempo complessivo di 15'21.4. Messo da parte il maltempo della mattinata, la splendida serata di Capoliveri ha permesso a tantissimi appassionati di incorniciare le prove speciali e creare una splendida atmosfera, in particola modo nella prova cittadina "Capoliveri Innamorata".


Alle spalle dei toscani si afferma il leader del CIR Auto Storiche "Lucky" su altra Delta, rispettivamente a +12.6'' nella prima piesse e +2.7'' sulla seconda. Terza posizione per l'altro big del tricolore il senese Alberto Salvini su Porsche 911 RS, tra i favoriti per il podio finale e per la vittoria di 2° Raggruppamento, ora distante 22.3'' da Bettini.


Per il "quarto" faticano a trovare il passo in queste battute iniziali gli altri due top driver del Campionato Lucio Da Zanche e Totò Riolo. I due piloti con lo score più alto nel Rallye Elba non riescono ad ingranare la marcia giusta e finiscono per pagare un distacco consistente già dopo questa frazione. Il valtellinese su Porsche 911 SC perde circa 2' a chilometro e finisce a +41.8'' di distacco dal miglior crono complessivo, in terza posizione di raggruppamento. Il siciliano su Ford Sierra Cosworth chiude invece quinto di raggruppamento a +46.7'' da Bettini, alle spalle del quarto posto occupato dall'altro pilota elbano Andrea Volpi, anche lui su Lancia Delta Integrale.


Si piazza in testa al 3° Raggruppamento e a ridosso del podio assoluto di gara "Zippo" su Audi Quattro, terzo nella seconda prova cittadina, che paga un ritardo complessivo di +34.9'' dalla vetta. Dietro di lui di 4.3'' il rivale del "terzo" Angelo Lombardo su Porsche 911 SC, mentre il leader di Campionato per il raggruppamento Roberto Rimoldi rimane piuttosto attardato, con un distacco di 15.5 accumulato da "Zippo" già dopo il primo crono. Ora Rimoldi è fuori dalla top ten assoluta e a +38'' dalla vetta del 3° Raggruppamento.


Per quanto riguarda il 1° Raggruppamento al momento è un assolo di Marco Dell'Acqua che mette tutti in fila e si lancia in testa alla gara al volante di Porsche 911 S. Alle sue spalle il rivale di una stagione Antonio Parisi, anche lui su 911 S, distante 40.3'' dopo la parentesi iniziale. Terzo posto nel "primo" a +44.1'' per Massimo Giuliani su Lancia Fulvia HF 1.3.


Ritiro anticipato per Gabriele Noberasco, fermo tra il c.o. di entrata e lo start della PS1 per un guasto alla sua BMW M3. Ancora uno sfortunato abbandono per Federico Ormezzano, su Talbot Sunbeam Lotus, che riconsegna la tabella di marcia al termine della prima speciale.


Nella foto: Francesco Bettini subito al top sulla "Nisporto-Cavo"

giovedì 19 settembre 2019

GT OPEN: RICCARDO AGOSTINI CON LORIS SPINELLI SULLA MERCEDES DI ANTONELLI MOTORSPORT A BARCELLONA

19 settembre 2019 - Cambio di programma in extremis per il team Antonelli Motorsport, che sul circuito di Barcellona, nel sesto e penultimo round dell'International GT Open, affiancherà la "new entry" Riccardo Agostini al già confermato Loris Spinelli su una delle due Mercedes-AMG GT3 schierate al via. 
Il padovano, quest'anno protagonista sempre con il team Antonelli Motorsport nel Campionato Italiano Gran Turismo Endurance e nella serie Sprint (in quest'ultima, assieme ad Alessio Rovera, occupa attualmente il secondo posto in campionato dopo avere ottenuto due vittorie a Vallelunga e Mugello), prenderà provvisoriamente il posto di Daniel Zampieri, impossibilitato ad essere al via della tappa spagnola per un impedimento personale.
Agostini e Spinelli formeranno pertanto un equipaggio Pro, mentre Giuseppe Cipriani salirà sulla seconda vettura tedesca puntando in alto nella classe Am, in cui attualmente occupa il secondo posto nella classifica.

Nell GT Cup Open Europe confermato anche Glauco Solieri, al volante della Lamborghini Huracán Super Trofeo.
  

GRAN PREMIO NUVOLARI: AL VIA DOMANI DA MANTOVA LA 29ª EDIZIONE


Mantova, 19 settembre 2019 – È tutto pronto per la partenza della 29ª edizione del Gran Premio Nuvolari, la gara più tecnica d’Italia. Dal 20 al 22 settembre il gotha dell’automobilismo storico internazionale convergerà a Mantova, città dalla quale il Gran Premio parte e arriva, con vetture dal fascino intramontabile per celebrare il mito di Tazio Nuvolari: lo sportivo che più di ogni altro ha segnato la storia del XX secolo.

Quest’anno si registra un numero di presenze record: sono oltre 300 gli equipaggi in arrivo a Mantova, provenienti da Europa, Asia e Australia. 17 i paesi rappresentati: Argentina, Australia, Austria, Belgio, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Italia, Lussemburgo, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica di San Marino, Russia, Spagna, Svizzera. 45 le case automobilistiche in gara: dalle italiane Alfa Romeo, Maserati, Fiat, Lancia, OM e Ferrari alle inglesi Triumph, Jaguar, Aston Martin e Bentley; dalle statunitensi Chrysler e Chevrolet, alle tedesche Mercedes, BMW e Porsche fino alle pursang francesi firmate Ettore Bugatti. Saranno ben 95 le vetture anteguerra che prenderanno parte all’evento.

Il Gran Premio rappresenta un’occasione unica per poter ammirare da vicino queste leggendarie vintage car che hanno fatto la storia dell’automobilismo mondiale e che si ritroveranno, come ogni anno, in Piazza Sordello per una delle gare più affascinanti al mondo. Il mito del grande Nivola è sempre forte e presente e con il Gran Premio rivive ogni anno, grazie ai numerosi appassionati che condividono le emozioni di un viaggio straordinario a bordo di veri e propri capolavori di storia meccanica e design.

“Tazio Nuvolari è un idolo riconosciuto a livello mondiale e icona della nostra città, un mito che dovremmo riuscire a valorizzare sempre più”, aggiunge Mattia Palazzi, Sindaco di Mantova.

Organizzata da Mantova Corse, la manifestazione di regolarità è riservata ad automobili d’interesse storico costruite tra il 1919 e il 1972, secondo le normative F.I.A., F.I.V.A., ACI Storico e ACI Sport.
Come da tradizione, il Gran Premio Nuvolari è affiancato da prestigiosi sponsor: Red Bull, “Special Partner”, che anche quest’anno farà rivivere il mito di Tazio Nuvolari; Eberhard & Co., “Official Partner & Timekeeper” per il 30esimo anno consecutivo e da sempre a fianco del Gran Premio; Gruppo Finservice, “Technical Partner” e leader della finanza agevolata; Argo Racing, “Technical Partner” per la fornitura dei gps di localizzazione delle vetture, Siglacom “internet provider”, Fico Eataly World il parco agroalimentare simbolo della tradizione culinaria italiana nel mondo, Gruppo Bossoni Automobili, “Technical Partner”.

SCATTA DA VALLELUNGA LA “VOLATA FINALE” DELLA CLIO CUP ITALIA E CLIO CUP PRESS LEAGUE

19 settembre 2019 - Dopo la pausa estiva, ritornano ad accendersi i motori nella Clio Cup Italia e Clio Cup Press League, che questo fine settimana (21 e 22 settembre) affrontano a Vallelunga il quinto e penultimo appuntamento del calendario. Sul circuito romano prende pertanto il via la "volata finale" della stagione, che si concluderà a Imola a metà ottobre.


In testa alla classifica c'è sempre Felice Jelmini. Il giovane ma esperto pilota del team Composit Motorsport è reduce da quattro vittorie di fila e ha conquistato in tutto sei successi, salendo sul podio in tutte le otto gare finora disputate. Il lombardo ha 63 punti di vantaggio sul suo più diretto inseguitore Matteo Poloni (Essecorse), nella circostanza assente. Questo significa che sui saliscendi capitolini potrebbe conquistare matematicamente il titolo. Non cercherà comunque di rendergli le cose facili Filippo Distrutti, portacolori della NextOneMotorsport e terzo in campionato con un'affermazione al suo attivo. 


In evidenza nei due più recenti round di Monza e Misano (dove ha raccolto due terzi ed un secondo piazzamento), Fabrizio Ongaretto, leader tra i Gentlemen, punta alla sua prima vittoria di quest'anno e lo fa sempre con una vettura schierata al via dal team Composit Motorsport. Ma attenzione anche a "Due", con l'Oregon Team terzo sul circuito brianzolo. La squadra di Cremosano schiererà un'altra RS 1.6 turbo per la 17enne Francesca Raffaele, seconda nella classifica Junior a dieci lunghezze dallo stesso Distrutti.


Attacco a due punte anche per MC Motortecnica, con Lorenzo Vallarino e "Saetta McQueen", quest'ultimo protagonista nella gara della Clio Cup Open che si è disputata lo scorso luglio a Hockenheim, a contorno del Gran Premio di Germania di F.1. Con il team campione in carica Faro Racing è confermata la presenza di Andrea Mosca, a Misano due volte in "top 5". Ma va anche segnalata la partecipazione di Simone Di Luca, vincitore del titolo 2018 e al suo rientro come "wild card". Punta in alto anche Explorer Motorsport, con Giacomo Trebbi sul podio proprio in Romagna. Rientrano invece Manuel Stefani e la Lema Racing, che schiererà una vettura per lo sloveno Zorgan Poglajen. 


Riflettori puntati inoltre sulla Clio Cup Press League, la serie di Renault Italia riservata ai giornalisti che si disputa nello stesso contesto della Clio Cup Italia. Ad alternarsi al volante della berlina francese in versione "racing", in questa occasione ci saranno Lorenzo Baroni (Gazzetta Motori) e Gaetano Cesarano (Motori.it), entrambi già con esperienza nello stesso monomarca.


Il programma di Vallelunga inizierà sabato mattina con i due turni di prove libere da mezzora ciascuno. Nel pomeriggio, dalle 14.25, sono in programma le due sessioni di qualifica (ognuna della durata di 20 minuti) utili a stabilire i due schieramenti di partenza. La prima delle due gare di 25 minuti prenderà il via domenica alle 9, con Gara 2 che scatterà infine alle 17.15, entrambe con la diretta streaming su renaultsportitalia.it.


Il campionato dopo i primi quattro appuntamenti (top 10): 1. Felice Jelmini (Composit Motorsport) 183; 2. Matteo Poloni (Essecorse) 120; 3. Filippo Distrutti (NextOneMotorsport) 84; 4. Fabrizio Ongaretto (Composit Motorsport) 74; 5. "Due" (Oregon Team) 73; 6. Fulvio Ferri (Faro Racing) 61; 7. Massimiliano Danetti (Essecorse) 52; 8. Lorenzo Vallarino (MC Motortecnica) 39; 9. Andrea Mosca (Faro Racing) 9; 10. Giacomo Trebbi (Explorer Motorsport) 33.

DTM a Monza dal 26 al 28 giugno 2020


19 Settembre 2019 - Il weekend di gara DTM all'Autodromo Nazionale Monza sarà dal 26 al 28 giugno 2020. Oggi è stato svelato il calendario 2020 del campionato, composto in totale da 10 fine settimana di gare. La tappa italiana, che verrà ospitata per la prima volta a Monza, sarà il quinto appuntamento, dopo la nuova gara di Anderstorp in Svezia (12-14 giugno).
Come per ogni round della serie, anche il DTM disputerà una sessione di qualifiche e una gara sia sabato che domenica. Le serie di supporto per il fine settimana monzese verranno annunciate successivamente ma è già confermata la partnership tra il DTM e la nota W Series, campionato al femminile che promuove la partecipazione delle donne nel motorsport.
I biglietti per il weekend di gara a Monza e per tutta la stagione 2020 del DTM verranno messi in vendita dal 4 ottobre, durante il finale di stagione 2019 ad Hockenheim. Il partner di biglietteria per l'Italia sarà Ticketone. (d.c.)

Rally AutoStoriche/ Team Bassano: 34 equipaggi all'Elba


E' una lunga lista quella degli iscritti del Team Bassano all'imminente edizione del Rallye Elba Storico valevole per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche, oltre che per l'Europeo FIA ed il Trofeo A112 Abarth-Yokohama; ben trentadue equipaggi ai quali se ne vanno a sommare altri due nella gara di regolarità sport per un totale di trentaquattro portacolori dall'ovale azzurro. Ai tredici in lizza nella gara delle A112 si vanno a sommare gli altri diciannove e scorrendo l'elenco, il primo a comparire è quello formato fa Gabriele Noberasco e Giacomo Ciucci su BMW M3 Gruppo A; seguono poi Matteo Luise e Melissa Ferro con la Fiat Ritmo 130 TC Gruppo A, rinvigoriti dall'esito dell'Alpi Orientali che li ha rimessi in gioco per la coppa di classe. 
Tocca poi a Carlo Falcone e Pietro Ometto con Lancia Rally 037 Gruppo B e torna all'Elba Agostino Iccolti sulla Porsche 911 RSR Gruppo 4 che dividerà con Giuseppe Ferrarelli. Ci riprova anche Federico Ormezzano con la Talbot Sunbeam Lotus Gruppo 2 e Maurizio Torlasco e non resiste al richiamo dell'Elba, l'inossidabile Italo Ferrara che si affida alla Porsche 911 SC Gruppo 4 e a Gabriele Bobbio per le note; ancora Porsche 911 ma del 2° Raggruppamento, anche per Giampaolo Mantovani e Luigi Annoni. Presenti anche Maurizio Cochis e Milva Manganone con la Peugeot 205 GTI Gruppo A e alle loro spalle si prevede bagarre per i due avversari di classe Massimo Giudicelli e Fausto Fantei: il primo su Volkswagen Golf GTI e Paola Ferrari sul sedile di destra, il secondo con Elisa Filippini sull'Alfa Romeo Alfasud TI. 
Sfida nella sfida per i locali Gianfranco Pierulivo con la Renault 5 GT Turbo Gruppo A condivisa con Leonardo Ratti e Riccardo Galullo con Giada Mattei su Peugeot 205 GTI Gruppo A che sarà anche opposto nella "lotta in famiglia" col cugino Marco navigato da Simona Calandriello sulla versione Rallye della piccola francese. Timbrano il cartellino anche Roberto Giovannelli con la Porsche 911 RS Gruppo 4 assieme ad Isabella Rovere ed esordisce coi colori del Team Bassano Giulio Pes di San Vittorio, all'Elba anche in veste di promoter di quel Rally Storico Costa Smeralda che sta organizzando ed in calendario a metà ottobre: sull'Opel Kadett GSI Gruppo A lo navigherà il figlio Pietro. Ovale azzurro anche sulla Triumph TR7 Gruppo 4 di Maurizio Amanti e Rita Masi e lunga trasferta dalla Germania per i sempre più bassanesi d'adozione Peter ed Elke Goeckel e la loro Opel Kadett SR Gruppo 2. Infine, ancora due Opel a chiudere il lungo elenco: l'Ascona SR Gruppo 2 di Giacomo Questi e Giovanni Morina e la Kadett Gt/e di Nicola Tricomi e Alessio Orzati.Nella gara di regolarità sport toccherà a Luigi Rocchetto e Giorgio Pesavento con la Fiat 124 Abarth e a Gino Fumagalli con Cristiano Centenari su un'analoga vettura.

Nel fine settimana si corre anche in pista a Vallelunga per il Campionato Italiano Velocità Auto Storiche e a difendere i colori del Team Bassano ci sarà "Toby" con l'Opel Kadett Gt/e Gruppo 1. 

Foto ACI Sport

GRUPPO PERONI RACE, A VALLELUNGA OLTRE 100 LE VETTURE IN PISTA. TRA LE GARE, LA 300 KM PER AUTOSTORICHE


Dopo la pausa estiva, riprendono nel fine settimana del 21 e 22 settembre all'autodromo di Vallelunga a Campagnano di Roma le competizioni targate Gruppo Peroni Race. Sul circuito intitolato a Piero Taruffi si cimenteranno i protagonisti dei campionati Coppa Italia Turismo, Novecento GT Race Cup, Master Tricolore Prototipi, Entry Cup, Campionato italiano Autostoriche con l'attesa 300 chilometri. L'ingresso per il pubblico alle tribune sarà libero con possibilità, domenica, di assistere al raduno d'auto d'epoca nel paddock. Da segnalare, inoltre, la sfida ciclistica tra piloti il venerdì alle 18.30 che vedrà una selezione di protagonisti dei diversi campionati cimentarsi in una gara sulla distanza di tre giri sul tracciato “corto” di Vallelunga, replicando la riuscita iniziativa del round di luglio a Misano Adriatico.

Per la Coppa Italia Turismo, trofeo nazionale con classe riconosciuta TCR, il round di Vallelunga è il penultimo stagionale. Accesissima la lotta per il titolo che vede in Prima divisione i piloti nelle prime tre posizioni di classifica, raccolti in appena cinque punti. In testa c'è Daniele Cappellari (Volkswagen Golf GTI TCR – Crc) che, a quota 45, stacca di due lunghezze Jacopo Guidetti (Audi RS3 LMS TCR – Bf Motorsport) e di cinque il campione in carica, Edoardo Barbolini (Audi RS3 LMS TCR – Bf Motorsport). Tra i sicuri protagonisti il rientrante Enrico Bettera (Audi RS3 LMS TCR – Pit Lane Competizioni), pilota di grande esperienza pronto a mettersi in gioco per la vittoria di gara al pari del compagno di squadra Raffaele Lissignoli (Cupra TCR – Pit Lane Competizioni) e delle due Honda della Mm Motorsport, affidate ad Alessio Aiello e Luigi Bamonte. Tra le TCR DSG da segnalare il rientro di Andrea Argenti (Audi RS3 LMS TCR DSG – Bf Motorsport) che incrocerà i guantoni, tra gli altri, con il veloce Giulio Valentini (Cupra TCR DSG – One Motorsport) e il costante Alessandro Revello (Cupra TCR DSG – Ten Job). Prima gara insieme per Vincenzo Montalbano e Mauro Guidetti, quest'ultimo papà di Jacopo, in lizza su Cupra TCR DSG Bf Motorsport. Debutto per Giulio Bellucci (Volkswagen Golf GTI TCR DSG – Faro Racing). Tra le vetture non TCR, si annuncia ancora una volta acceso il confronto tra Federico Borrett (Bmw M3 E36 – Borrett Team) e Alberto e Riccardo Fumagalli (Bmw M3 E90 – Gruppo piloti forlivesi). In Seconda divisione Mimmo Cevasco (Volkswagen Fun Cup – Target Motorsport) cercherà di mettere punti preziosi in carniere in chiave campionato, contrastato in primis da Stefano Tassi (Bmw M3 E36) e dal rientrante Antonio Marsilia (Renault Clio Rs Racing Start Plus). Qualifiche sabato 21 settembre alle 10.35, sessione da 25 minuti con gara 1 alle 16.55 su analoga durata. Domenica 22 settembre alle 12.15 gara 2, sempre sui 25 minuti di durata.

Riccardo De Bellis (Porsche 991 GT3 Cup – Zrs) si presenta a Vallelunga da capoclassifica nella Novecento GT Race Cup, insidiato in primis da Nicola Sarcinelli (Porsche 991 GT3 Cup – Gruppo piloti forlivesi) che, in questo ultimo scorcio di stagione, dovrà contare solo sulle proprie forze, dopo il ritiro del compagno Andrea Sapino. In bagarre per le posizioni di testa anche Alessandro Poli e Matteo Rovida, entrambi in quota Zrs su Porsche 991 GT3 Cup, e Alessandro Mazzolini (Porsche 991 GT3 Cup – Gruppo piloti forlivesi). Potenzialmente competitivi pure Davide Scannicchio (Porsche 991 GT3 4.0 – Zrs) e Franco Cimarelli (Porsche 997 3.6 – Fc Racing). Qualifiche sabato 21 settembre alle 14.10, sessione da 25 minuti. Domenica 22 settembre gara alle 10.20, durata 50 minuti.

Assegnato il titolo 2019 a Walter Margelli (Norma M20 FC Cn2 - Cms) nella precedente tappa di Misano Adriatico, il Master Tricolore Prototipi arriva a Vallelunga con diversi piloti pronti a contendersi la vittoria di gara. A dar filo da torcere a Margelli, anzitutto il campione 2018 Michele Liguori (Osella Pa21 Cn2 – Scuderia Vesuvio) sempre molto competitivo, al pari di Massimo Ciglia (Tatuus Py012 Cn2). Al solito nutrita la pattuglia Cms che, oltre al fresco vincitore di campionato, schiererà Lorenzo Matteini (Norma M20 FC Cn2 – Cms) e Gianluca Cecchini (Norma M20 FC Cn2 – Cms). Da tenere d'occhio anche le Wolf GB08 Cn2 di Emotion Motorsport per Renato Leporelli e Arduino Giretti. Ad arricchire la varietà tecnica della griglia di partenza le Ligier di Paolo Frullini (Js49 Cn2 – Granducato Corse) e Luigi Bruccoleri (Js53 – Autosport Sorrento). In lizza per il successo Claudio Francisci (Lucchini Bmw E2/SC3000), determinato a ben figurare sulla pista di casa, al pari di Ranieri Randaccio (Lucchini Bmw Cn4 – Sci) e Massimo Wancolle (Osella Pa21 E2SC/2000). Sabato 21 settembre qualifiche al via alle 10.05, sessione da 25 minuti e gara1 alle 16.15 sulla durata dei 20 minuti. Domenica 22 settembre gara2 alle 11.35, sempre sulla durata dei 20 minuti.

Nella Entry Cup, riservata alle Renault Twingo, il capoclassifica Paolo Tartabini cercherà l'affondo per staccare in maniera decisiva Giuseppe Marech e Manuel Marech che inseguono, rispettivamente, in seconda e terza posizione. A Giuseppe e Manuel si affiancherà un terzo Marech, Luca pronto a gettarsi nella mischia con altrettanta passione. Grandi attese per il giovane sloveno Nik Stefancic che, dopo tre podi nelle ultime quattro gare, proverà a puntare al bersaglio grosso. Sempre della partita l'altro competitivo pilota sloveno Jaka Marinsek e il costante Antonio Dino Dragani. Da segnalare il ritorno per la gara di casa di Vittorio Zazza e il debutto di Salvatore Bellanca e Marco Cecchini. Sabato 21 settembre alle 14.40 le qualifiche, sessione di 20 minuti. Domenica 22 settembre gara 1 alle 9.40 e gara 2 alle 17.55, entrambe sulla durata dei 20 minuti.

Grande varietà tecnica e partecipazione numerosa per l'attesa 300 Chilometri valida per il Campionato italiano Autostoriche. La prova assegnerà punteggio doppio ai fini della classifica per il titolo 2019. In 1° Gruppo proveranno a dettare il ritmo Vito Truglia – Gilles Giovannini (Tvr Griffith 400), contrastati anzitutto da Marco Guerra – Franco Mischis (Alfa Romeo Giulia Sprint GTA) con Graziano Tessaro (Abarth 1000 TC) e Carlo Boido – Mimmo Giovannetti (Mini Cooper S), nel ruolo di potenziali terzi incomodi. In 2° Gruppo si annuncia una bella battaglia tra le Porsche 911 di Matteo Denti-Paolo Marzatico- Filippo Denti, Walo Bertschinger – Dario Tosolini,  Andrea Damiani-Renato Benusiglio-Mario Sala. Nutrita anche la pattuglia di Alfa Romeo GTV 2000 con sugli scudi Roberto Lonardi-Romolo Raimondi-Marco Milla, Marco Andreini, Alberto Bergamaschi – Stefano Caprotti. Tra i sicuri protagonisti, tra gli altri, Loris Antonio Papa (Fiat 128) e Roberto Chiaramonte Bordonaro – Salvatore Barraco (Alpine A110), senza dimenticare Massimo Guerra – Giovanni Serio (Alfa Romeo Giulia Sprint GTA) e le Bmw 2002 Ti di Andrea Castronovo – Massimiliano Del Nibbio e Salvatore Limuti – Marcello Incerti. In 3° Gruppo punta a fare da lepre l'equipaggio Massimo Ronconi – Giovanni Gulinelli (Porsche 930). Competitivi si annunciano , tra gli altri, Andrea Tessaro (Fiat X1/9) e Cosimo Turizio – Francesco Turizio (Fiat 128 Coupè) oltre alla terna Fabio de Beaumont-Blumax-Lucio Peruggini (Alfa Romeo GtAm). In partita, inoltre, Toby – Graziano Grazzini (Opel Kadett Gte), Giovanni Bassi (Alfa Romeo GTV6), Silvio Gentilini-Roberto Piatto-Luca Zanella (Fiat Ritmo 75). In 4° Gruppo si rinnova il duello tra le Ford Sierra Cosworth di Emiliano Gerardi e Gianni Giudici-Claudio Giudice, a loro volta in lotta per la vittoria con Enrico Rondinelli – Cesare Rondinelli (Porsche 911 Carrera 2) e Giovanni Ambroso – Bruno Jarach (Bmw 323). Sabato 21 settembre, qualifiche alle 11.45 con sessione da 40 minuti. Domenica 22 settembre, gara al via alle 14.25 sulla distanza dei 73 giri, con limite di durata di 150 minuti.


mercoledì 18 settembre 2019

Tricolore GT Endurance/ Alessandro Zanardi protagonista del gran finale Endurance al Mugello


18 Settembre 2019 - Dopo la partecipazione alla gara del Mugello nella stagione 2016, dal 3 al 5 ottobre prossimi Alessandro Zanardi, pilota ufficiale e ambasciatore del marchio BMW, farà il bis sul tracciato toscano in occasione dell'ultimo round del Campionato Italiano Gran Turismo Endurance.
Sarà al via con la BMW M6 GT3 di BMW Team Italia in equipaggio con Stefano Comandini ed Erik Johansson, piloti attualmente al comando della classifica generale e in corsa per il titolo italiano con Lamborghini e Ferrari.
La notizia è stata ufficializzata oggi da BMW Italia e sta già riscuotendo grande successo tra le migliaia di fans che hanno festeggiato il campione bolognese nell'ultimo round della stagione 2016. In quell'occasione, sempre al Mugello, Zanardi vinse gara-2 davanti a Ferrari e Audi in un tripudio di folla che rese indimenticabile le gesta di un campione tanto amato e poliedrico. Oltre all'automobilismo sportivo, infatti, dal 2012 il 52enne campione bolognese si cimenta con successo nelle specialità Paraciclismo, dove ha già ottenuto 16 medaglie d'oro tra Mondiali e Giochi Paralimpici.

"Non vedo l'ora di scendere in pista al Mugello per molte ragioni – ha dichiarato Zanardi - per prima cosa, sono passati alcuni mesi dalla mia ultima gara a Daytona e non vedo l'ora di rimettermi al volante. Il BMW Team Italia gestito dal mio vecchio amico Roberto Ravaglia è anche una seconda famiglia per me, come gli ingegneri di BMW M Motorsport che sono stati al mio fianco per molti anni. Ora ritorniamo in pista tutti insieme. E da ultimo, ma non meno importante, ci sono i ricordi della vittoria nel 2016, al mio debutto con BMW M6 GT3, è stato un weekend indimenticabile. Ora voglio godermi la preparazione e la gara al Mugello dal primo all'ultimo momento."

La BMW M6 GT3 per l'occasione sarà opportunamente modificata dagli ingegneri di BMW Motorsport e i comandi sono stati ulteriormente perfezionati sulla base dell'esperienza acquisita nell'ultima 24 Ore di Daytona a cui il campione bolognese ha partecipato.

Al Mugello, a differenza del 2016, Zanardi correrà senza protesi perché questa si è rivelata l'opzione ideale, frenando con il sistema manuale adottato sulla M8 impiegata a Daytona. Sulla M6 GT3 verranno mantenuti i pedali standard che continueranno ad essere utilizzati da Comandini e Johansson, mentre il volante sarà sostituito durante il cambio pilota. Le modifiche apportate, che saranno ulteriormente adattate alla conformazione del tracciato toscano, riguardano anche la frizione completamente automatica, testata a Misano in occasione del DTM e a Daytona, permettendo a Zanardi di non avere un ulteriore comando.

Prima della trasferta toscana, tuttavia, Zanardi si concentrerà su un'altra delle sue passioni: il triathlon. Il prossimo week end, infatti, il campione bolognese sarà a Cervia per l'Ironman Italy, manifestazione nella quale lo scorso anno ha stabilito il record di 8h:26m.06s, un tempo mai registrato da un triatleta con disabilità fisica.

WEEKEND SU DUE FRONTI PER OREGON TEAM DIVISO TRA SPA E VALLELUNGA



18.09.2019 - Sarà un fine settimana a due tempi, quello dell'Oregon Team, diviso tra l'European Le Mans Series, che approda sul circuito di Spa, e la tappa di Vallelunga della Clio Cup Italia. 

In Belgio la serie continentale giunge al quinto dei sei appuntamenti della stagione, prima del gran finale di Portimão in programma ad ottobre. E sul velocissimo tracciato che sorge nella foresta delle Ardenne, l’obiettivo sarà ancora una volta di puntare a un successo che fino ad ora è sfuggito sempre per una serie di circostanze imponderabili. Di certo Spa è (almeno sulla carta) un tracciato a cui ben si adatta la Norma M30 LMP3 della squadra lombarda, sulla quale si alterneranno come di consueto Damiano Fioravanti, Lorenzo Bontempelli ed il giovanissimo lituano Gustas Grinbergas. Un equipaggio che nei precedenti round ha dimostrato di potere costantemente lottare per le posizioni di vertice. Lo ha fatto anche a Silverstone, tre settimane fa, con Fioravanti terzo in qualifica ma poi fermato dopo la prima ora di gara da un problema al motore. 

“Sappiamo di essere competitivi. In qualifica siamo riusciti sempre a collocarci nelle prime due file. Ma le gare vanno concluse e fino ad ora non siamo stati fortunati - ha commentato Jerry Canevisio, che assieme a Piergiorgio Testa guida l’impegno dell’Oregon Team - Quella di Spa è una pista abbastanza adatta alla nostra vettura, specialmente sotto l’aspetto dell’aerodinamica. Due dei tre settori sono molto veloci e ciò ci potrebbe agevolare”. 

Contemporaneamente a Vallelunga, la squadra di Cremosano tornerà in pista nella Clio Cup Italia, che giunge anche essa al quinto e penultimo appuntamento della stagione. Pista che è del tutto nuova, come tutte le altre, per Francesca Raffaele, 17 anni compiuti a giugno e alla sua prima stagione nel monomarca Renault in cui ha ottenuto un miglior ottavo piazzamento nei due più recenti round di Monza e Misano e nel quale occupa il secondo posto nella classifica Junior, a soli dieci punti dal leader Filippo Distrutti. Sul tracciato romano si rivedrà in azione anche “Due”, secondo tra i Gentlemen ad una sola lunghezza dal capoclassifica Fabrizio Ongaretto e autore di un terzo posto proprio a Monza, sulla sua pista di casa. A Vallelunga l’Oregon Team gestirà anche una terza RS 1.6 turbo per i due giornalisti della Clio Cup Press League di Renault Italia, sulla quale si alterneranno al volante Lorenzo Baroni e Gaetano Cesarano. 

La 4 Ore di Spa scatterà domenica alle 12.30, con le qualifiche il sabato. Sabato a Vallelunga si svolgeranno anche le prove ufficiali della Clio Cup Italia, con le due gare di 25 minuti ciascuna in programma domenica con il via alle 9 e alle 17.15. 

Photo credits: E-Mage

Rally AutoStoriche/ Balletti Motorsport verso l'Elba


> 18 settembre 2019 – Fine settimana positivo per le tre vetture della Balletti Motorsport schierate alla salita Monte Erice e al Rallye San Martino Historique.

Dalla cronoscalata valevole per il Campionato Italiano di specialità, sono arrivati due buoni piazzamenti per Matteo Adragna e Salvatore Patamia: il primo, con la Porsche 911 RSR ha realizzato la tredicesima prestazione assoluta, ottenendo la terza posizione di classe e di 2° Raggruppamento; per il secondo è arrivata la coppa del terzo di classe, grazie al diciannovesimo tempo nella classifica globale, firmato alla guida della versione SC del 3° Raggruppamento.

Buono anche l'esito del Rallye San Martino corso da Ruggero Brunori tornato al volante della sua Porsche 911 SC Gruppo 4 dopo una lunga pausa: il driver bresciano, affiancato da Marco Torlasco, ha chiuso all'undicesimo posto assoluto cogliendo la seconda piazza di 3° Raggruppamento e di classe.

Già in viaggio verso l'Isola d'Elba le quattro vetture che da giovedì 19 a sabato 21 saranno impegnate nelle due tappe del rally storico valevole per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche oltre che per quello Europeo. Al penultimo appuntamento della massima Serie Nazionale, la Balletti Motorsport si presenta con quattro vetture: tre Porsche 911 e una Subaru Legacy.
Presente per la diciottesima volta consecutiva al rally elbano, Alberto Salvini torna alla guida della sua Porsche 911 RSR Gruppo 4 con l'intenzione di ottenere un risultato positivo in una delle gare più amate: a navigarlo ci sarà come sempre Davide Tagliaferri; versione RSR del 2° Raggruppamento anche per Paolo Mantovani che sarà affiancato da Luigi Annoni, mentre per Italo Ferrara è nuovamente pronto il volante della SC/RS Gruppo 4 del 3°, già utilizzata in passato proprio all'Elba: stavolta sul sedile di destra, ritrova Gabriele Bobbio. Torna in gara dopo diversi mesi anche Ange Mathieu Martinetti con la sua Subaru Legacy 4x4 Gruppo A che dividerà con Fabrice Gordon. 

Foto di Videofotomax