sabato 13 agosto 2022

La Svolte di Popoli pronta per la 60a edizione





Popoli (PE), 13 agosto 2022. Scatterà alle 9.30 di domani, domenica 14 agosto la 60a Svolte di Popoli, con chiusura della strada al traffico ordinario alle 8. Il nono appuntamento di Campionato Italiano Velocità Montagna. tornato in Abruzzo alla gara organizzata dall'omonima associazione con il supporto dell'Automobile Club Pescara, validità anche per il Trofeo Italiano Velocità Montagna centro. Apprezzata la particolare cornice nella città delle acque sulle pendici dell'Appennino abruzzese, con i suoi fiumi e la sua spontanea accoglienza storicamente famosa.

Ricognizioni del percorso ricavato sulla SS 17 dell'Appennino Abruzzese, 7,530 Km che dalla Contrada Canapine alle porte di Popoli, sulle rive del Fiume Pescara, arriva 475 metri più in alto, addirittura in provincia dell'Aquila, presso il bivio di San Benedetto in Perillis, coprendo una pendenza media del 6,30%.

Il miglior riscontro di giornata, in 3'14"89 registrato nella 2^ manche, è stato quello realizzato da Simone Faggioli, per l'occasione al volante della Nova Proto NP 01 spinta da motore V8 Synergy, usata finora solo in Croazia. Il pluri campione fiorentino della Best Lap, lavora insieme al team per lo sviluppo della biposto ultima nata della casa francese, che sta mostrando l'ottimo potenziale, con necessità di interventi solo sul set up per l'adattamento al tracciato e per favorire la resa degli pneumatici Pirelli. Altra Nova Proto bene in vista è stata la NP 01-2 Zytek del ragusano Franco Caruso, che ha disputato una prima manche di attenta analisi del tracciato, soprattuto dopo la pioggia caduta nelle prime ore della mattina, poi fermo per una toccata nella 2^ manche. Prove di studio anche per i piloti delle Osella: sulla PA 30 Stefano Di Fulvio ha cercato di ottimizzare al massimo i riferimenti in suo possesso per puntare in alto nella gara di casa che vinse nel 2012; il 23enne siracusano Luigi Fazzino ha svolto due manche molto concrete ed ha ricevuto buone risposte dal motore turbo della sua PA 2000 curata da Paco 74 Corse; Achille Lombardi ha solo verificato le regolazioni della PA 2000 del team Puglia e curata da NP Racing, per preparare l'attacco in gara, mentre il trentino Diego Degasperi è concentrato sulla scelta di pneumatici più efficace per la gara. Buone prove anche per il pugliese Francesco Leogrande su Osella PA 2000 turbo, ancora con qualche particolare da ottimizzare, come il calabrese Dario Gentile, anche lui su Osella PA 2000 ma in versione Honda aspirata. Si delinea un appassionante duello per il primato tra le sportscar Motori Moto tra il trentino Filippo Golin perfettamente a suo agio sulla Osella PA 21 Jrb con motore BMW da 1000 cc, a cui si contrappone il popolese Vincenzo Ottaviani che sulla Wolf GB 08 Thunder con motore Aprilia, cerca anche l'affermazione tra le biposto di classe 1000. Attenzione al pugliese Giovanni lisi, che ha trovato buone conferme dalla Osella PA 21 Jrb Suzuki di classe 1.4. Per il gruppo CN è stato il frusinate Alberto Scarafone sulla Osella PA 21 Honda il miglior interprete del tracciato in prova. 

Tra le auto coperte immediatamente in primo piano il foggiano Lucio Peruggini, a cui è bastata una sola manche di prove per avere le attese conferme dalla Ferrari 488, soprattutto dalle coperture Avon, anche se il calabrese Rosario Iaquinta si fa minaccioso sulla Lamborghini Huracàan, complici esperienza e familiarità col tracciato. Manche unica anche per l'ascolano Alessandro Gabrielli che è fiducioso per l'esito della gara sulla Alfa Romeo 4C Picchio Turbo, con cui duellerà con il diretto avversario, il teramano Marco Gramenzi, anche lui pronto alle salite di gara sulla versione MG 01 Furore Judd della 4C del Biscione. Giuseppe Aragona ha trovato tutto quanto necessario sulla Volkswagen Golf con motore Audi, per proporsi come riferimento in gruppo E1. L'altoatesino Rudi Bicciato si è mostrato determinato già in prova sulla rivisitata Mitsubishi Lancer, con cui mira a riprendersi la vetta tricolore di categoria. Il pugliese di Fasano Giovanni Angelini ha disputato solo la seconda salita e l'Honda civic è stata decisamente efficace, mentre la trentina Gabriella Pedroni su Mitsubishi affila le armi per le salite di gara. Sarà come sempre appassionante seguire le auto da pista del gruppo Racing Start Plus Cup, dove il salernitano Angelo Marino ha trasferito rapidamente sulla Seta Leon curata dall'AC Racing tutti gli efficaci riferimenti che lo hanno portato a vincere la gara nel 2021. Anche Giovanni Loffredo conosce bene la gara che ha disputato sempre sin dal debutto dagli anni '80 ed ora il poliziotto salernitano è pronto a puntare in alto sulla Peugeot 308. Ha affilato le armi Vito Tagliente su Peugeot 308 Gti per agguantare punti ora molto preziosi per il gruppo Racing Start Plus, ma sarà immancabile il duello tutto pugliese con Giacomo Liuzzi su MINI, al lavoro per rendere più concreta l'auto. Tra le auto di serie della Racing Start, nella categoria turbo benzina fino a 1650 cc il vertice è un fatto pugliese, dove Oronzo Montanaro è stato il miglior interprete di giornata sulla MINI, sebbene l'altro fasanese Angelo Loconte, ha ripreso il giusto ritmo al volante della Peugeot 308 sul tracciato a lui ostico nel 2020. La Tarantina Anna Maria Fumo su MINI Turbodiesel sembra aver prenotato il pieno di punti in RS, mentre tra le  RS aspirate voce grossa in casa di Angelo Pio su Citroen Saxo.

Sfide avvincenti annunciate anche per il Campionato Italiano "Le Bicilindriche" dove il campano di Tramonti Francesco Ferrara è stato il miglior interprete del tracciato in prova per il gruppo 5/700, ma minaccioso è il salernitano Pasquale Coppola. Per il gruppo 2/700 prove più proficue per il campano Angelo Matteo Medaglia.


(Ufficio Stampa CIVM)









venerdì 12 agosto 2022

AL SESTO HISTORIC MINARDI DAY NUMEROSI EVENTI E UN’IMPERDIBILE ASTA.



Si sta delineando il calendario dei numerosi eventi che andranno a comporre il programma della sesta edizione dell'Historic Minardi Day, che si svolgerà all'Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari nelle giornate di sabato 27 e domenica 28 agosto.

Oltre all'intensa attività in pista che vedrà in azione oltre 360 vetture tra monoposto di Formula 1, Formula 2, Formula 3, F3000, GP2, Formula Italia, prototipi e Gran Turismo, insieme agli Historic Tributi in collaborazione con la Scuderia Tazio Nuvolari e la Scuderia del Portello per un incredibile viaggio nella storia del Motorsport mondiale di oltre 50 anni, numerosi saranno gli appuntamenti all'interno della sala briefing (1° piano, scala D) in collaborazione con Giorgio Nada Editore, Edizioni Minerva, Renata Nosetto, Bucci Composites, Giusti Aste e Vision Up

 

Sabato 27:

Ore 12:00 – World Premiere - Bucci Composites presenta in anteprima mondiale il nuovo cerchio 20" per supercar in fibra carbonio realizzato dalla Bucci Composites per l'after market.

Ore 14:30-15:30 Presentazione del libro "GILLES VILLENEUVE OLTRE OGNI LIMITE" di Diego Alverà.

Ore 15:30-16:30 Presentazione del libro "CHRIS AMON LA SFORTUNA NON ESISTE" di Emiliano Tozzi con Siegfried Sthor, ex pilota di Formula 1 e attuale direttore della scuola Guidare Pilotare di Misano.

Ore 16:30-17:30 Presentazione del libro "ELIO DE ANGELIS Il 'PRINCIPE' DELLA FORMULA 1" di Gianluca Teodori.

Ore 18:00  Asta di auto e automobilia, da Nuvolari a Schumacher.

 

Domenica 28:

Ore 10:30-11:30  Presentazione del libro "GIù LA VISIERA E PIEDE A TAVOLETTA" di Renata Nosetto. Una storia d'amore, un'unione a trecentosessanta gradi: affettiva e professionale sempre uniti. Una coppia che affronta ogni vicenda della vita, anche la più drammatica insieme.

Il racconto che Renata Nosetto ha voluto dedicare a suo marito l'Ingegner Roberto Nosetto che in giovane età scrisse a Ferrari: "Sono uno studente, voglio diventare ingegnere e lavorare per lei".

Al tavolo dei relatori tavolo anche l'Assessore all'Autodromo Elena Penazzi, che tratterà il tema "Donne nel Motorsport".

 

Ore 11,30-12,30 a cura della Scuderia Tazio Nuvolari presentazioni

- gli scatti di Nuvolari.

- Le Sport Prototipo del Trofeo Alfa V6.

 

Come da tradizione dell'Historic Minardi Day, grazie al biglietto unico già acquistabile sul sito Ticketone.it e presso i punti vendita autorizzati Ticketone gli appassionati potranno entrare nell'area paddock, terrazza e all'interno dei box per ammirare tutte le vetture incontrando i personaggi (piloti, meccanici e ingegneri) che hanno scritto le pagine più importanti del Motorsport.

 

I cancelli dell'autodromo si apriranno sabato 27 a partire dalle 8:00 con saluto finale domenica 28 alle 19:00. I motori delle GT storiche si accenderanno per la prima volta alle 9:30, seguiti dai Prototipi, GT, F.Junior + F.Italia +  F.Boxer + F.Ford + F.Super Vee, F3 +GP3. Alle 11,30 e 17:00 i propulsori delle Formula 1 scalderanno il pubblico con le monoposto di F2, GP2 e F3000.


- FOTO DAVIDE STORI 

Un concerto della Banda della Guardia di Finanza per il centenario dell’Autodromo Nazionale Monza



La Banda musicale della Guardia di Finanza celebrerà il centenario dell'Autodromo Nazionale Monza suonando sulla griglia di partenza del Circuito il prossimo 3 settembre. Ad esattamente cento anni di distanza dal giorno in cui il Tempio della Velocità ospitò la sua prima gara nel 1922, il complesso stabile del Corpo si esibirà in un concerto di un'ora e mezza sulla linea di partenza che, la settimana successiva, sarà calcata dalle monoposto di Formula 1.


La performance musicale inizierà alle 19 e sarà aperta gratuitamente al pubblico che potrà accedere al Circuito dall'ingresso di viale Vedano 5 a Monza e seguire il concerto dalla tribuna centrale. Il repertorio spazierà dalla musica classica a quella contemporanea con un'attenzione particolare ai brani di musica italiana.


La Banda musicale della Guardia di Finanza ha suonato in Autodromo lo scorso anno l'Inno di Mameli per il Formula 1 Gran Premio d'Italia 2021. Il complesso artistico stabile è nato nel 1926 ed è composto da 102 esecutori, titolati dai diversi Conservatori nazionali.

mercoledì 10 agosto 2022

Simone Faggioli con Lamborghini Urus segna il record Suv alla Pikes Peak


Un riconoscimento alla vittoriosa carriera di Simone Faggioli nel mondo delle cronoscalate è arrivato da Lamborghini che ha cercato il pluricampione italiano ed europeo con l’obiettivo di battere il record Suv alla Pikes Peak. Invito accettato senza esitazione e lo scorso luglio, dopo mesi di progettazione e test, in gran segreto Faggioli e Lamborghini sono volati in Colorado e sono riusciti, grazie al bagaglio di conoscenze acquisite, grazie ad un enorme lavoro fatto con Lamborghini Squadra Corse e grazie all’appoggio di Pirelli, ad abbassare con la Urus il precedente timing che apparteneva a Bentley di circa 17 secondi, stabilendo con il tempo di 10’32”064 il nuovo record per la categoria Suv.

Al termine della settimana di record attempt, dopo che il race director della Pikes Peak Hillclimb ha ufficializzato il risultato, Faggioli visibilmente commosso ha commentato: “Non avrei mai pensato di provare un’emozione così forte. È stata una settimana davvero tosta: abbiamo subito una rottura e un’uscita di strada. La tensione era alle stelle anche perché i rischi che si corrono a Pikes Peak non sono paragonabili a nessuna altra gara al mondo. In più tutti cercavano il record: i ragazzi di Lamborghini sono stati instancabili e hanno lavorato senza sosta per farmi avere la Urus stradale più performante, la stessa che oggi è finalmente la detentrice del nuovo record della categoria qui. È una vettura incredibile e le sue prestazioni sono molto simili alle quelle delle nostre vetture da competizione. Con il gruppo si è creata una sinergia immediata e credo che oggi questo risultato ripaghi il grande lavoro che è stato fatto. Le sensazioni che si vivono qui sono difficili da spiegare, ma la commozione sugli occhi di tutti i presenti ci unisce e ci farà ricordare per sempre questo bellissimo e ambizioso progetto”.

La Svolte di Popoli festeggia la 60a edizione in CIVM


Popoli (PE), 10 agosto 2022. Il Campionato Italiano Velocità Montagna torna in Abruzzo in occasione della 60a Svolte di Popoli. La gara organizzata dall’omonima associazione con il supporto dell’Automobile Club Pescara, è valida quale nono round di Campionato Italiano Velocità Montagna e per il Trofeo Italiano Velocità Montagna centro, conta 166 iscritti e per celebrare la prestigiosa ricorrenza è tornata alla sua data tradizionale del ferragosto, per cui si svolgerà dal 12 al 14 agosto. Un fine settimana di piena estate alla scoperta dell’Abruzzo e delle sue ricchezze naturali con i suoi fiumi, i suo boschi e la sua ricca fauna. Il pubblico sarà nuovamente il grande protagonista, per assistere alla gara sul percorso, sono disponibili i biglietti anche on line.
Immutato il percorso di gara sulla SS 17 dell’Appennino Abruzzese, proprio nel tratto che comprende il luogo reso famoso da una celebre foto del grande Alberto Sordi. Un percorso molto vario e selettivo da 7,530 Km che dalla Contrada Canapine alle porte di Popoli, sulle rive del Fiume Pescara, arriva 475 metri più in alto, addirittura in provincia dell’Aquila, presso il bivio di San Benedetto in Perillis, coprendo una pendenza media del 6,30%.
La caratteristica località pescarese è in fermento in vista del tradizionale evento sentito dall’intero comprensorio. Il programma del fine settimana entrerà nel vivo venerdì 12 agosto con le operazioni di accredito e le verifiche delle vetture dalle 10 alle 19.30, quando si conoscerà il numero dei partecipanti ammessi al via delle ricognizioni. Due manche di salita sabato 13 agosto a partire dalle 9.30, per permettere ai concorrenti di prendere opportuna familiarità col tracciato al volante delle auto da gara. Sempre alle 9.30 di domenica 14 agosto, il Direttore di Gara Fabrizio Fondacci e l’aggiunto Roberto Bufalino, daranno il via alla prima delle due gare della 60^ Svolte di Popoli, con partenza alla fine dei concorrenti del CIVM, a cui seguirà la seconda, dove i concorrenti del tricolore partiranno per primi. L’evento sarà trasmesso in live streaming sui social del Campionato @CIVelocitaMontagna e @ACISportOfficial, le gare del CIVM anche in diretta su ACI Sport TV (228 Sky).
Ha fatto poker di vittorie nel 2020 Simone Faggioli (recente recordman con Lamborghini a Pikes Peak), quando il fiorentino sulla Norma ha firmato il record in 5’53”76, con miglior tempo di salita in 2’56”28. Adesso il pluricampione della Best Lap e leader del Tricolore torna in Abruzzo per proseguire lo sviluppo della Nova Proto NP 01 spinta da motore Synergy V8 da 2000 cc. La nuova biposto di costruzione francese usata finora solo in Croazia da Faggioli, per i primi test in gara. Sarà pari cilindrata da 2000 cc l’Osella PA 2000 Honda con cui il potentino di Vimotorpsort Achille Lombardi è 2° in CIVM e saldamente al comando della classe 2 litri delle biposto E2SC, con grande desiderio di essere protagonista anche a Popoli. 

Cerca la risalita in classifica assoluta Diego Degasperi su Osella FA 30 Zytek, monoposto con la quale è in testa al gruppo delle monoposto E2SS, tra cui si contano le presenze del padrone di casa Vincenzo Ottaviani, sempre più a suo agio sulla Wolf GB 08 Thunder equipaggiata con motore Aprilia, ed anche del marchigiano Adriano Vellei, in gara con una Gloria Suzuki. 


Su Osella PA 30 Zytek c’è l’abruzzese Stefano Di Fulvio, il vincitore della gara nel 2012, già in evidenza a Sarnano e con il podio di Rieti. 
Il siciliano Franco Caruso vuole una conferma anche a Popoli al volante della Nova Proto NP 01-2 con cui continua ad essere protagonista di vertice ed avversario temibile per tutti. Gli attacchi alla classe 2000 arriveranno certamente dalle Osella con motore Peugeot turbo, quella del giovane siracusano Luigi Fazzino e quella dell’esperto pugliese di Fasano Francesco Leogrande, che ritrova dopo alcuni interventi effettuati dal Team Catapano. Nella stessa classe torna anche il calabrese Dario Gentile su Osella PA 2000, come il campano Luigi Sambuco, che continua lo sviluppo sulla PA 2000 che cura la sua factory, ma ostica per tutti la presenza del lucano Saverio Miglionico, che sa essere pungente sull’Osella PA 21 in versione E2SC. Tra le sportscar con Motore Moto, occasione propizia per il pugliese Giovanni Lisi per avere le conferme sempre più cercate al volante dell’Osella PA 21 Suzuki 1.4, ma il fasanese dovrà fronteggiare l’esperienza del calabrese Francesco Ferragina su Elia Avrio con stesso motore 1.4 Suzuki, poi rilancia la sfida il trentino Filippo Golin che già al Nevegal ha dimostrato l’efficace feeling trovato con l’Osella PA 21 Jrb BMW da 1000 cc.. Dalla non lontana Frosinone arriva a Popoli il leader del gruppo CN Alberto Scarafone, che mira ad ipotecare il titolo di categoria con l’Osella PA 21 curata da Paco 74 Corse, ma Popoli ha molte insidie che conoscono anche l’umbro Daniele Filippetti su Ligier ed il veneto Alessandro Gromeneda su Osella.
Le silhouette del gruppo E2SH offriranno un duello di vertice nuovamente tra le Alfa 4C, la MG 01 Furore Judd del leader teramano Marco Gramenzi e la versione turbo con motore Picchio dell’ascolano Alessandro Gabrielli, che vuole un riscatto dalla sorte avversa. A fare da ago della bilancia il bolognese Fulvio Giuliani sulla estrema Lancia Delta EVO, che spera di aver superato tutte le noie finora accusate, cosa che ha fatto il maceratese Abramo Antonicelli su BMW M3.
In gruppo GT il foggiano dell’AB Racing Lucio Peruggini arriva saldamente da leader sulla Ferrari 488, ma il calabrese Rosario Iaquinta al volante della Lamborghini Huracàn non solo ha tanta esperienza sul tracciato, ma ha anche vinto la gara nel 2003. Altra Huracàn della casa di Sant’Agata Bolognese per il pugliese Francesco Montagna, mentre tre le super car sul fronte Porsche, la 997 GT3 del campano Gabriele Mauro, le 991 con cui esordirà il palermitano Matteo Adragna e quella di Roberto Tarquini. Tommaso Colella ha confermato la Ferrari 430. Altra categoria dalla estrema preparazione è il gruppo E1 dove comanda il calabrese Giuseppe Aragona, che trova sempre maggiori conferme dalla nuova Volkswagen Golf motorizzata Audi, di cui il driver della Piloti per Passione cura lo sviluppo. Nella classe regina da oltre 3 litri anche l’ascolano Amedeo Pancotti a caccia di punti TIVM sulla BMW M5, dopo lo stop forzato nella sua Ascoli. In cerca di nuovi punti non solo per la 1.6 turbo, il pugliese Vito Micoli su Renault 5 GT, mentre rientra il campano Giuseppe D’Angelo sulla generosa Renault Clio di classe 2000, mentre in classe 1600 l’assenza del leader Regis, lascia spazio alla rimonta del siciliano Antonio Fichera su Peugeot 106. Per il gruppo A, Rudi Bicciato torna a Popoli, dall’Alto Adige, dopo aver lavorato sulla Mitsubishi Lancer per risolvere le noie che lo hanno ultimamente rallentato e con l’intento di risalire la corrente, come farà il conterraneo Elmar Gschnell sulla Honda Civic per la classe 2000. Nuovo confronto da classi diverse per il gruppo N dove la trentina Gabriella Pedroni cerca l’allungo anche per la classifica in rosa, sempre sulla fidata MItsubishi Lancer, ma il pugliese Giovanni Angelini non molla e con la sua Honda Civic è sempre in scia e pronto all’attacco.
Nell’effervescente Racing Start Plus Cup è in testa il salernitano Angelo Marino su Seat Leon. L’alfiere della Speed Motor ha vinto la gara nel 2021 su Osella ed ora ha scommesso sulla emozionante auto da turismo in arrivo dalla pista. Farà valere la sua esperienza sull’impegnativo tracciato anche l’altro salernitano della scuderia umbra, il poliziotto Giovanni Loffredo sulla Peugeot 308 da 1.6 cc, per lui Popoli fu gara d’esordio ed è un appuntamento immancabile. Occorre migliorare il feeling con la Peugeot 308 invece per il pugliese Giuseppe Cardetti, mentre sempre più incisivo è l’esperto partenopeo Piero Nappi sull’Audi RS3 LMS appena arrivata dalla pista. Esordio su Renault Clio Cup per l’ascolano Giovanni Cuccioloni dopo le esperienze in gruppo A. Vito Tagliente dopo i recenti successi sulla Peugeot 308 è in vantaggio in gruppo Racing Start Plus, ma il tarantino non può abbassare la guardia contro il fasanese Giacomo Liuzzi sempre pungente sulla MINI quando non deve fare i conti con la sorte avversa. Per le auto aspirate il calabrese Arduino Eusebio è davanti a tutti con la Citroen Saxo di classe 1.6, ma il fasanese Francesco Perillo si avvicina pericolosamente con la sua adesso perfetta Honda Civic. In classe 1.6 sempre più in evidenza si è portato il messinese Salvatore Venuti su Peugeot che è attualmente 2° di classe e 3° di categoria. In classe 1.4 sarà l’altoatesino Dietmar Gschnell a cercare punti utili verso la vetta sulla Peugeot 106. Prova di spareggio per la Racing Start, dove tra le auto turbo benzina fino a 1650 cc della RSTB, si contenderanno il primato due Fasanesi: Angelo Loconte su Peugeot, l’alfiere Epta Motosport con un conto aperto col tracciato abruzzese; poi Oronzo Montanaro su MINI, punta della Fasano Corse e con il maggior numero di affermazioni tra le auto di serie. Marco Magdalone, altro agguerrito pugliese, è reduce dal successo al Nevegal sulla Peugeot 308 e sarà sicuro ago della bilancia. In RS la tarantina Anna Maria Fumo ha occasione di rimonta sulla MINI turbodiesel, mentre in tra le auto aspirate è in testa Francesco Paolo Cicalese che cercherà l’allungo su Honda Civic e sarà acceso il confronto tra giovani in classe 1600 dove l’orvietano Leonardo Leonardi su Peugeot 106 è primo, davanti al padrone di casa Claudio Pio su Citroen Saxo, vetture uguali nell’ordine per Leonardo Angelucci e Cosimo Laghezza, entrambi protagonisti della numerosa classe. In 1400 il calabrese Francesco Salvatore Mondino su Peugeot è caparbiamente in testa sulla Peugeot 106 che cura personalmente, mentre insegue il milanese Emanuele Raul Giora su Volkswagen Polo, ma potrebbe attaccare una posizione da podio Franco Galiè anche lui su Peugeot.

Classifica Gruppi CIVM dopo 8 gare: Assoluta: 1 Faggioli 155; 2 Lombardi 80; 3 Degasperi 74; 4 Caruso 66; 5 Scola 43. “Bicilindriche” Gr. 2: 1 Cuoco 27,5; 2 Mercuri G. 17,5; 3 Guarini 15. Gr 5: 1 Mercuri A. 53,5; 2 Pastore 38; 3 Coppola 37,75.
Racing Start RS: 1 Raffetti 197,5; 2 Cicalese 135,5; 3 Peressutti 129,5. RSTB: 1 Montanaro e Loconte 220; 3 Ammirabile 154; 4 Magdalone 140. Rs Plus Aspirate: 1 Eusebio 156; 2 Perillo 141; 3 Venuti 118. Rs Plus Turbo: 1 Tagliente 270,5; 2 Liuzzi 169; 3 Perillo 109. Rs+ Cup: 1 Marino 188; 2 Loffredo 162,5 3 Cardetti 158. N: 1 Pedroni 187,5; 2 Angelini 165,5; 3 Fusaro 97. A: 1 Nadalini 100,5; 2 Bicciato 70; 3 Adami 61. E1: 1 Aragona 202; 2 Regis 108,5; 3 Micoli 95. E2SH: 1 Gramenzi 232; 2 Gabrielli 154; 3 Ghirardo 107. GT: 1 Peruggini 215; 2 Iaquinta 191; 3 Artuso 105. CN: 1 Scarafone 252; 2 Capucci 179; 3 Nivola 92. E2SS: 1 Degasperi 230; 2 Gregori 106,5; 3 Schena 75,75. E2SC: 1 Faggioli 310; 2 Lombardi 214; 3 Caruso 162,5. E2SS-E2SC Motori Moto: 1 Maroni 155; 2 Ferretti 47; Schena 38. Trofeo Under 25: 1 Fazzino 39,5; 2 Leonardi 28; 3 Sertori 25,5. Coppa Dame: 1 Pedroni 190; 2 Fumo 158,75; 3 Broccolini 25.

(Ufficio Stampa CIVM)

Per Balletti Motorsport vittoria a Salsomaggiore


In casa Balletti Motorsport si stava già pregustando il periodo di vacanza quando, a ridosso della chiusura delle iscrizioni al Rally Storico di Salsomaggiore Terme è arrivata una gradita richiesta per utilizzare in gara la Subaru Legacy. Detto, fatto e al via del rally parmense la trazione integrale giapponese è stata affidata a Maurizio Rossi che, assieme a Giorgio Genovese, si è messo in gioco tra i pretendenti alla vittoria.

La gara inizia nel migliore dei modi grazie al miglior tempo siglato sulla prima prova, la breve spettacolo che chiude anche la prima giornata; nella successiva, complice anche la pioggia che mescola le carte, un testacoda rallenta momentaneamente la corsa della Subaru ma, con un secondo giro perfetto, Rossi è ad una manciata di secondi dal leader Nerobutto che sente la pressione ed esce di strada, e una volta ripresa la testa della gara mantiene il giusto passo e la concentrazione necessari ad arrivare al traguardo e festeggiare la vittoria, assieme ad un felicissimo Genovese che per la prima volta in carriera sale sul gradino più alto del podio, portando anche un nuovo allora nel palmarès della Balletti Motorsport che ha fornito al gentleman driver genovese un mezzo efficiente ed affidabile.

Credits: Diessephoto

martedì 9 agosto 2022

GT e LMP in pista a Monza nei test Kateyama. Le foto di Claudio Pezzoli


Monza, 9 agosto 2022 - Conclusa la sessione di test organizzata da Kateyama per le vetture Gran Turismo e LMP. Anche oggi per la seconda e conclusiva giornata di prove sono state 31 le vetture impegnate sulla pista dell'Autodromo Nazionale Monza con alcune new entry rispetto a ieri in sostituzione delle scuderie che hanno effettuato un solo giorno di prove.
In questi due giorni di test, i piloti hanno avuto anche la possibilità di provare il nuovo asfalto della pista che tra poco più di un mese ospiterà il Gran Premio d'Italia di Formula 1. 
Il prossimo appuntamento con i test Kateyama all'Autodromo Nazionale Monza è in programma il 20 e 21 settembre prossimi.

Foto Claudio Pezzoli - New Reporter Press




































Rally di Salsomaggiore, le foto di Giorgio Baratta

Salsomaggiore Terme, 6-7 agosto 2022

5° Rally di Salsomaggiore Terme – CRZ
4° Rally Historic di Salsomaggiore Terme - TRZ
4° Rally Classic di Salsomaggiore Terme – Trofeo Tre Regioni

FOTO DI GIORGIO BARATTA
riproduzione riservata