Visualizzazione post con etichetta CIV Classic. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta CIV Classic. Mostra tutti i post

giovedì 11 luglio 2024

Spettacolo a Varano per il CIV Classic 2024



Si è conclusa nella giornata di domenica 7 luglio 2024 la quarta tappa stagionale del Campionato Italiano Velocità (CIV) Classic sul circuito Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari. Un programma intenso all’insegna delle due ruote che hanno fatto la storia del motociclismo. L’attività è iniziata dalla giornata del venerdì, quando l’organizzazione del Moto Club Varano ha messo a disposizione il circuito nel cuore della Motor Valley per dei turni di prove libere. Il sabato è stato dedicato alle qualifiche, ed infine si sono svolte le 12 gare in programma nella giornata di domenica. Tanta azione e tante categorie protagoniste tra le classi del Gruppo 4, Gruppo 5 ed infine lo special event del Trofeo Moto Guzzi Endurance.

Partendo dalle gare del Gruppo 4, Claudio Gesi s’è portato in testa al campionato delle “2 Tempi” con la vittoria di Varano ed il terzo posto di Chemeri. Nel mezzo Roberto Lupi, al termine di una gara combattuta. In SP 125 la spunta Fabio Venturi, ma Lamberto Pedini allunga in classifica generale grazie al secondo posto conquistato. Infine, tra le categorie Vintage successi che vanno nelle mani di Andrea Ancarani (Vintage Guzzi), Franco Martini (Vintage Maxi), Andrea Taricco (Vintage Open) e Luca Azzoni (Trofeo Eagle).

Per quanto concerne le numerose gare del Gruppo 5 i trionfi si sono equamente suddivisi: Spaggiari (Old Cup Open – Over), Mazza (Old Cup Open – Under), Modesti (2T Italian GP 125), Pennacchioli (2T Italian GP 250), Masi (Lightwin 1100), Bressan (Lightwin 650), Bonaccorsi (Lightwin Open), Bisacchi (Open 2T), Lenoci (SBK ’96), Daina (Supersport 600), Fusto (TT 2 Tempi), Magnanelli (TT SP 125).

Sono otto i leader dei campionati delle rispettive classi Gruppo 5 che rafforzano la propria leadership grazie ai successi di tappa ottenuti a Varano, in vista della pausa estiva. Da segnalare, inoltre, lo spettacolare arrivo in volata nella Old Cup Open – Under, nel quale Luca Mazza l’ha spuntata sulla bandiera a scacchi per soli 254 millesimi nei confronti di Matteo Dal Cappello.

Ciliegina sulla torta lo scenario del Trofeo Moto Guzzi Endurance che si è svolto nel format di due gare sprint invece che della canonica gara di durata. Alla fine della giornata i risultati sono stati sommati, decretando la vittoria dei leader del campionato, Team Oldrati #28, trionfando davanti a Team Rapaci #1 e Team Rapaci #3.

Il CIV Classic saluta il Riccardo Paletti per il 2024, ma l’attività sul circuito di Varano de’ Melegari continua: il mondo delle due ruote sarà ancora protagonista nel mese di luglio con i Trofei MotoEstate nel fine settimana del 27-28 luglio. 











venerdì 5 luglio 2024

MotoStoriche / Il CIV Classic all'Autodromo Riccardo Paletti di Varano de' Melegari


Un mese di luglio rovente sull’asfalto dell’Autodromo Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari. Il mondo delle due ruote continua ad essere protagonista, dopo il Varano Motor Bike Festival, con l’arrivo del Campionato Italiano Velocità (CIV) Classic sul tracciato situato nel cuore pulsante della Motor Valley per il weekend del 6-7 luglio.

A scendere in pista saranno le moto delle classi Gruppo 4 e Gruppo 5, oltre allo special event del Moto Guzzi Fast Endurance. Grazie all’organizzazione del Moto Club Varano sono previsti dei turni di prove libere nella giornata di venerdì, mentre il sabato è dedicato alle due sessioni di qualifica da 20 minuti per ciascuna categoria. Queste termineranno la domenica mattina, mentre dalle ore 10:00fino alle 17:35 si alterneranno un totale di 12 gare in programma e tanta azione in pista

La tappa presso l’Autodromo Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari sarà l’ultima prima della pausa estiva, motivo per cui sarà fondamentale ottenere un buon risultato prima di tornare in pista. Alla vigilia dell’appuntamento parmense, le classifiche sono ancora molto aperte. Partendo dalla categoria “2 Tempi” nel Gruppo 4, a comandare c’è Jacopo Chemeri a bordo della Suzuki del Megan Racing, ma con soli tre punti di vantaggio nei confronti di Claudio Gesi. In SP 125 Lamberto Pedini è in testa con 56 punti, quattro in più rispetto a Danilo Trafeli. Nel Trofeo Eagle è Marco Grandi che arriva con i favori del pronostico sul circuito intitolato alla memoria di Riccardo Paletti, mentre per quanto riguarda le categorie Vintage, si trovano rispettivamente Paolo Verducci, Raffaele Penta e Gianni Zanoli al comando delle classifiche Vintage Guzzi, Maxi ed Open.

Per quanto concerne le classi del Gruppo 5, saranno in pista ben 12 diverse categorie, i cui leader sono: Mirco Modesti (2T Italian GP 125), Jarno Ronzoni (2T Italian GP 250), Alessandro Nostini (Lightwin 1100), Stevis Bressan (Lightwin 650), Daniele Parravano (Lightwin Open), Alex Spaggiari (Old Open Cup - Over), Tommaso Totti (Old Open Cup - Under), Matteo Bisacchi (Open 2T), Giuseppe Lenoci (SBK ’96), Alessandro Daina (Supersport), Cesaro Fusto (TT 2 Tempi), Emanuele Magnanelli (TT SP 125). Particolare attenzione soprattutto alle categorie Lightwin 1100 e 2T Italian GP 250 dove il vantaggio di Ronzoni e Nostini è di sole sei lunghezze nei confronti del loro primo inseguitore.

Nel Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance il Team Oldrati #28 svetta a quota 53 punti, sebbene il Team Ducoli IMCLA segua a distanza ravvicinata, solamente tre punti a separare i primi due in classifica. Da segnalare che per questa categoria sono previste due gare sprint invece della classica gara di durata, nelle quali i risultati verranno sommati al fine di stilare la classifica finale.

Il palcoscenico dell’Autodromo Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari è dunque pronto ad ospitare la quarta tappa della stagione 2024 del CIV Classic, dove storia e azione creano il connubio perfetto per un divertimento assicurato.







> Ufficio Stampa Autodromo Varano

sabato 15 ottobre 2022

Giacomo Agostini festeggia 80 anni nella Riders’ Land


Misano World Circuit, 15 ottobre 2022 – Prima giornata per il Misano Classic a MWC nel segno di Giacomo Agostini. Il 15 volte campione del mondo ha festeggiato nella Riders’ Land, anima sportiva della Motor Valley, i suoi 80 anni insieme a tanti appassionati e alle moto che hanno scritto pagine storiche del motociclismo mondiale.
Emozionante la parata sul circuito che lo vide vincitore ad agosto 1972 nella prima gara motociclistica disputata all’autodromo di Misano. Significativa la coincidenza con il 50° anniversario dall’inaugurazione dell’impianto. Vicino a lui il Presidente della FMI Giovanni Copioli e il Vicepresidente Rocco Lo Pardo.

“Siamo orgogliosi di aver ospitato questo emozionante compleanno – dice Andrea Albani, managing director MWC – nell’anno in cui festeggiamo il mezzo secolo di attività. Grazie alla Federmoto e al Presidente Copioli per aver pensato a questo bellissimo evento. Ago vinse la prima gara motociclistica disputata proprio a Misano cinquant’anni fa e da quel giorno qui hanno corso tutti i grandi campioni del motorsport. Oggi MWC è nell’elite mondiale dei circuiti e grazie agli investimenti programmati siamo pronti a nuove sfide”.

In gran forma ‘Ago’, che ovviamente mantiene confidenza con le moto. Oggi lo ha fatto con la MV Agusta 500 GP tre cilindri, mezzo con cui vinse sette dei suoi quindici campionati del mondo e con cui è diventato celebre come sportivo nell’immaginario comune.
“Qualcuno sta pensando di tirarmi una staccata forte, ma io sono pronto a dimostrare come va in pista un ottantenne” ha detto ‘Ago’ sulla linea di partenza.

Nel pomeriggio appuntamenti dedicati alla presentazione libro per celebrare i 35 anni del Registro Storico, un'opera in cui sono illustrati 65 capolavori dell'ingegneria motociclistica italiana per raccontare gli anni dal 1911 ad oggi, ripercorrendo i fenomeni di costume e gli avvenimenti che hanno caratterizzato la storia del nostro Paese.

A seguire, presentazione dell’opera promossa da Misano World Circuit per l’editore Giorgio Nada, dal titolo “Misano World Circuit 50 Anni di Corse”, curato da Marco Montemaggi in collaborazione con Marco Masetti, Sergio Remondino, Luigi Rivola e Alberto Gimmelli.

Domani dalle 8.30, il Motoincontro “AGO 80” organizzato dal Moto Club Misano. Le iscrizioni si apriranno alle ore 8.30 e fino alle 11.00. Il costo è di 15 euro. Verrà consegnata la t-shirt dell’evento e un buono colazione, il parcheggio riservato nel paddock e la possibilità di fare la parata in pista con Giacomo Agostini. Il MotoIncontro è aperto a tutti i tipi di moto.

Alle 11.30 la presentazione di un esemplare unico al mondo: la Moto Beccaria, mezzo esclusivo che attirerà l'attenzione di tutti gli appassionati. Poi alle 13.15 la seconda parata in pista di Giacomo Agostini con i collezionisti, parata a cui avranno accesso anche i partecipanti al Motoincontro.

LE GARE IN PISTA - Misano Classic Weekend è anche l’ultimo round del CIV Classic, competizione che vede in pista moto con almeno 20 anni di età nella maggior parte iscritte al Registro Storico FMI, mezzi capaci di esprimere ancora prestazioni molto elevate e che richiedono quindi capacità di guida di alto livello. Dopo la gara serale del Moto Guzzi Fast Endurance, domani a partire dalle 9.45 sono in programma ben undici gare.

(SMART Comunicazione)

foto Marzio Bondi e Petrangeli

venerdì 10 giugno 2022

Con il CIV Classic rombi d'altri tempi a Varano


Tutto pronto per il secondo appuntamento stagionale con la serie CIV Classic, organizzata dal Moto Club Varano in collaborazione con il Comitato Epoca della Federazione Motociclistica Italiana. La gara si svolge nell’intera giornata di domenica 12 giugno, con inizio alle ore 9:50. 18 le classi in programma, in alcuni casi accorpate in una partenza unica (quando le prestazioni sono comparabili tra loro e dunque il confronto può avvenire nella massima sicurezza).

Come sempre nel CIV Classic, lo spettacolo si basa su due tipologie di gara: Gruppo 5, velocità “pura”, con partenza tutti insieme e vittoria per chi taglia per primo il traguardo; Gruppo 4, basata sul concetto di “regolarità”: si parte in base ai tempi delle prove, ma poi ognuno gareggia contro sé stesso, con l’obiettivo di girare nel modo più uguale possibile al proprio primo giro completo cronometrato. Vince chi somma meno penalità, cioè meno differenze rispetto agli altri. Ma il “trucco” per farlo è guidare sempre al meglio delle proprie possibilità…

CIV Classic ospita nella maggior parte dei casi moto da competizione degli anni ’80 e ’90, capaci ancora di oggi di prestazioni molto elevate, che richiedono dunque grande capacità di guida, tanto che le statistiche indicano come il gruppo di piloti più numeroso, in queste gare, sia compreso nella fascia 45-55 anni, seguito dai gruppi 35-45 e 55-65 anni.

Molti i motivi di interesse che coinvolgeranno gli spettatori, davanti ai 204 piloti iscritti. Le classi più coinvolgenti saranno probabilmente tre: Vintage Maxi, Vintage Guzzi e Vintage Open, che riuniscono tutte moto iscritte nella sezione Competizione del Registro Storico FMI, a garanzia che le loro caratteristiche di oggi sono le stesse di quando sono state prodotte, le più recenti almeno 20 anni fa. Gare che rispecchiano in pieno lo spirito di questa scelta regolamentare, ideata e voluta per mantenere in vita moto di una “certa età”, ma ancora in grado di dire la loro con assoluta autorevolezza.

A seguire, sicuramente interessante la partenza che vedrà partire insieme Super Sport 600 e SBK 96, con una griglia di quasi 20 moto al via. Senza dimenticare lo spettacolo sempre affascinante del Campionato Italiano 2T Italian GP, che porta in pista solo moto 2 tempi, con cilindrata 125 e 250. Il rumore “di una volta”, l’odore dell’olio, i colori di un tempo, la voglia di vincere dei piloti, rivali in pista ma amici nel paddock, pronti in ogni momento a darsi una mano quando serve, è sinonimo di piacere assoluto per chi guarda le gare dalla tribuna. E per finire, non si può trascurare la gara del Trofeo Lightwin, il “trionfo” dei preparatori, con tre cilindrate accorpate nella stessa partenza, anche qui con garanzia assoluta di grande spettacolo in pista, ad elevatissima dose di adrenalina. (Ufficio Stampa Autodromo Varano)