Visualizzazione post con etichetta Trofeo Tre Regioni. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Trofeo Tre Regioni. Mostra tutti i post

mercoledì 15 giugno 2022

Sono 178 gli equipaggi all’11° Rally Lana Storico


 

Biella, 15 giugno 2022 – Stessi numeri dello scorso anno per la regolarità e per il Trofeo A112 Abarth Yokohama e un leggerissima flessione nel rally: questo il bilancio degli iscritti all'undicesima edizione del Rally Lana Storico che hanno toccato la ragguardevole cifra di centosettantotto equipaggi, centodiciotto dei quali nel rally e i restanti nelle due annesse gare di regolarità.

Tra i centouno in lizza nel quinto appuntamento del Campionato Italiano Rally Autostoriche spiccano diversi nomi protagonisti della stagione 2022: si prospetta una sfida a tre per la vittoria assoluta tra le Porsche 911 RSR di Marco Bertinotti e Andrea Rondi che cercheranno il bis sulle strade di casa e quella di Angelo Lombardo con Roberto Consiglio che puntano al poker dopo le tre vittorie ottenute nel primo girone del Tricolore; dovranno però vedersela con Davide Negri che rientra dopo tre mesi dal Vallate Aretine e sarà al via con una Lancia Delta Integrale assieme a Roberto Coppa. Ad insidiare il terzetto, e al ritorno nel giro del CIRAS, Valter Pierangioli con la Ford Sierra Cosworth 4x4 in coppia con Rita Ferrari e saranno comunque numerosi quelli che cercheranno di salire sul podio assoluto, tra i quali i primattori del Campionato a partire da Beniamino Lo Presti con Claudio Biglieri su Porsche 911 SC, stessa vettura con la quale saranno al via Natale Mannino e Giacomo Giannone; per la supremazia in 3° Raggruppamento se la dovranno comunque vedere coi locali Ivan Fioravanti e Roberto Rimoldi: il primo, già plurivittorioso nella categoria, con la Ford Escort RS dove avrà Annalisa Vercella Marchese a dettargli le note, il secondo anch'egli sulla 911 affiancato invece da Harshana Ratnayake; nella bagarre s'inserirà sicuramente l'Opel Ascona 400 di Tiziano e Francesca Nerobutto oltre alla Ford Escort RS di Enrico Volpato e Samuele Sordelli.

Dopo le buone prestazioni al Costa Smeralda e Targa Florio, saranno al via i sardi Sergio Farris e Giuseppe Pirisinu su Porsche 911 Gruppo B, stessa vettura con la quale Ermanno Sordi torna a correre dopo un paio di mesi di assenza ritrovando Maurizio Barone alle note; molto atteso al via sarà "Tony" con la Lancia Stratos affiancato da Marco Verdelli e a rafforzare la pattuglia dei piloti di casa ci sarà il Presidente di ACI Biella Andrea Gibello assieme Lorenzo Pontarollo, su Ford Sierra Cosworth. Tutta da seguire la sfida in A-2000 tra la Fiat Ritmo 130 TC di Matteo Luise e Melissa Ferro opposta alla Peugeot 205 GTI di Mauro Lenci e Giuseppe Tricoli, e al via non mancheranno altri equipaggi impegnati fin dalla prima gara di Campionato, quali Lorenzo Delladio con Claudia Musti sulla Porsche 911, mentre per i titolati 2021 Nicola Salin e Paolo Protta sarà il debutto con la Porsche 911 in versione RS e altro esordio vedrà protagonista la nuova Ford Escort RS di Dino Vicario e Fausto Bondesan.

Altro duello che promette scintille sarà quello in 2-2000 tra le Opel di Alessandro Mazzucato con l'Ascona SR assieme a Michele Orietti e la Kadett di Nicola Tricomi ed Eros Di Prima, mentre in 2-1600 si ripropone l'eterna bagarre tra la Fiat Ritmo 75 di Luca Delle Coste e Franca Regis Milano e la Volkswagen Golf Gti di Massimo Giudicelli, stavolta affiancato da Edoardo Bertella. Si rivitalizza anche la sfida nel 1° Raggruppamento con le Porsche 911 S di Giuliano Palmieri e Antonio Parisi affiancati da Lucia Zambiasi e Giuseppe D'Angelo mentre si preannuncia una grande battaglia tra le piccole della 2-1150 che conta ben quattordici equipaggi iscritti, dei quali undici su Fiat 127.


Diciassette sono gli sfidanti nel Trofeo A112 Abarth Yokohama che da Biella riparte per il secondo girone assieme, affiancato dal Memory Fornaca e dalla Michelin Historic Rally Cup, gli altri due trofei per il quale il Lana Storico ha validità e tra i numerosi premi si somma anche quello dedicato al ricordo di Ettore Amione messo in palio per il primo equipaggio canavese e per il primo della classe 2-1600 del 3° Raggruppamento.


Uguale allo scorso anno è il numero degli iscritti totali alle due gare di regolarità con trentatrè unità nella sport e ventisette nella gara a media.

Nella prima, oltre alla riassegnata validità per il Trofeo Tre Regioni, c'è attesa per l'esordio della North West Regularity Cup, il trofeo che oltre al Lana comprende altre tre gare in Piemonte ed una in Liguria. Favoriti senza dubbio i plurivincitori Marco Maiolo e Maria Teresa Paracchini che cercheranno il quinto successo con la Porsche 911 RSR giocandosela con almeno altri quattro equipaggi tra cui Fabbri e Sartore su Volvo 144, Falcone – Balboni con la Toyota Celica ST185, Fiore – Garelli su Lancia Fulvia Coupé. Da evidenziare, la presenza di un equipaggio dalla Repubblica Ceca – Pavlik e Di Lenardo – su una rara Saab 96 del 1961, la vettura più datata tra quelle in gara.

Pronostico non facile nella gara di regolarità a media, terzo appuntamento del Campionato Italiano, visto che sono almeno una mezza dozzina i "papabili" per la vittoria finale a partire da Marcattilj e Giammarino, già vincitori al Lana con la Porsche 911, che se la giocheranno con la Lancia Delta di Concari e Androvandi, l'Alfa Romeo Giulietta di Cristian ed Elena Bonnet, la Ford Cortina Lotus di Giovanni e Tiziana Chiesa e, da tenere d'occhio saranno anche Marco Leva navigato da Alexia Giugni su Lancia Fulvia oltre al già Campione Italiano ed Europeo Rally Maurizo Verini su Ford Sierra Cosworth affiancato da Laura Martines. 


Foto di ACI Sport

mercoledì 25 maggio 2022

Sono 194 gli iscritti al Rally Campagnolo


Isola Vicentina (VI), 25 maggio 2022 – Non è la cifra strabiliante del 2021, anno del record di 259 iscritti che resterà a lungo imbattuto, ma anche nell’edizione del 2022 il Rally Campagnolo annuncia un numero davvero importante grazie ai centonovantaquattro equipaggi che hanno perfezionato la propria iscrizione.

Sono ben novantaquattro quelli iscritti al Rally valevole per il CIR Auto Storiche, Trofeo ACI Vicenza, Memory Fornaca e Michelin Rally Cup ai quali si sommano i ventitrè in gara nel Trofeo A112 Abarth Yokohama che portano a centodiciassette gli equipaggi che si cimenteranno contro il cronometro. Oltre a questi se ne contano cinquantatrè nella regolarità sport valevole per il Trofeo Tre Regioni e altri diciotto nella gara a media titolata per il Campionato Italiano, il tutto completato dalle sei vetture moderne in gara a media, evento in anteprima assoluta.

A sfidare “Lucky” e Pons su Lancia Delta Integrale, vincitori di tre edizioni tra cui la scorsa, saranno diversi gli equipaggi, iniziando da un trio su Porsche 911 RSR: quelle di Lombardo e Consiglio, vincitori del Vallate Aretine e Targa Florio, di Bertinotti e Rondi, detentori dei titoli 2021 e di Salvini al suo quindicesimo Campagnolo consecutivo, navigato da Tagliaferri. Di sicuro ci proveranno anche almeno altri tre con le Ford Sierra Cosworth 4x4 tra cui i locali Giovanni Costenaro e Smiderle, navigati da Gambasin e Bordin, oltre a quella del rientrante Pierangioli con Ferrari alle note, ma da tener d’occhio saranno anche le BMW M3 dei due Zanin, padre e figlio, affiancati da Rosina e Cerantola, oltre a quella di Biasiotto e Lizzi. Presenti anche i leader provvisori del CIRAS Lo Presti e Biglieri su Porsche 911 SC, stessa vettura del detentore del 3° Raggruppamento Beschin con Migliorini alle note; entrambi dovranno però vedersela anche con l’Opel Ascona 400 di Tiziano e Francesca Nerobutto. Occhi puntati anche su Luise e Ferro in gran forma con la Fiat Ritmo 130 TC e non staranno di certo a guardare Volpato e Sordelli su Ford Escort RS assieme a diversi equipaggi locali che punteranno ad entrare nella top ten a partire da Bianco – Valerio e Zanetti - Vezzaro su Ford Sierra Cosworth, Costenaro e Zambiasi con la Lancia Stratos, ma anche Mannino e Giannone vincitori del Costa Smeralda d’inizio aprile con la Porsche 911, stesse vetture con cui saranno al via Rimoldi- Ratnayake, Delladio - Musti e Galletti – Marcon.

Non mancheranno di dare spettacolo ed emozioni anche le classi “due litri” del 3° e 4° Raggruppamento che contano entrambe un numero sostanzioso d’iscritti; solo uno, invece, nel 1° la Porsche 911 S di Parisi e D’Angelo e salta all’occhio la totale assenza di Fiat 127 lasciando a tre A112 Abarth la lotta per la supremazia in 2-1150. Una menzione anche per Antonio Regazzo al suo diciassettesimo Campagnolo Storico, unico pilota ad aver corso tutte le edizioni dal 2005: sarà al via assieme a Ballini con l’Alfa Romeo GTV6.

Rispondono bene all’appello del Campagnolo anche le A112 dell’omonimo Trofeo giunto al suo quarto appuntamento stagionale contando ventitrè equipaggi pronti a sfidarsi sul filo dei decimi di secondo in un’altra gara che si prevede tiratissima.

REGOLARITÀ – Cinquantatrè gli equipaggi iscritti nella “sport” che ritroverà i pretendenti al Trofeo Tre Regioni, giunto al quinto appuntamento stagionale. Come per il rally, anche la gara “sui tubi” offre spunti per un pronostico non facile da azzeccare con almeno sei equipaggi con i requisiti per salire sul gradino più alto del podio dopo le otto prove di precisione.

In calo gli iscritti della gara a media, secondo round del Campionato Italiano che vede diciotto equipaggi pronti a sfidarsi, tra i quali i vincitori 2021 Gandino e Merenda su Lancia Delta Integrale, mentre con una 4WD saranno al via i vincitori del Costa Smeralda, Concari e Androvandi e tra gli iscritti anche l’ex Campione Europeo ed Italiano rally Maurizio Verini, qui con una Ford Sierra Cosworth. In chiusura, una menzione per la novità della gara a media per le auto moderne che muove i primi passi con sei equipaggi iscritti.

Ulteriore informazione su www.rallyclubisola.it

Foto di ACI Sport

lunedì 23 maggio 2022

Scuderia Palladio Historic in forze al Campagnolo


Vicenza, 23 maggio 2022 – Rally Campagnolo Storico: il più atteso della stagione per tanti conduttori e appassionati. E lo è anche per la Scuderia Palladio Historic, pronta per l’edizione 2022 della gara dalle tante validità – in primis quella per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche – con quindici equipaggi: dieci nel rally e cinque nella regolarità sport.

Alla sua quindicesima partecipazione consecutiva, Alberto Salvini torna alla guida della Porsche 911 RSR Gruppo 4 assieme a Davide Tagliaferri e, una volta di più, quello toscano sarà l’equipaggio di punta della compagine vicentina; per loro sono passati oltre due mesi e mezzo dall’unica presenza stagionale, quella del Vallate Aretine, ma sicuramente ce la metteranno tutta per puntare al successo in una delle gare più sentite e amate del panorama nazionale. Tocca poi a Pierluigi Zanetti dare il via alla propria stagione di corse ritrovando il volante della Ford Sierra Cosworth 4x4 Gruppo A e Carlo Vezzaro alle note, mentre per lo specialista delle cronoscalate Umberto Pizzato, il Campagnolo sarà la gara dell’esordio assoluto in un rally con la sua Porsche 911 RSR Gruppo 4 sulla quale avrà l’esperto Moreno Pertegato a navigarlo. Non poteva, poi, mancare nell’elenco iscritti Antonio Regazzo, l’unico pilota ad aver corso tutte le edizioni del rally vicentino dal 2005; sarà Andrea Ballini a navigarlo sull’Alfa Romeo Alfetta GTV 6 Gruppo 2 che il pilota padovano ritrova dopo l’escursione al Rally del Medio Adriatico dell’altra settimana alla guida dell’Opel Kadett GT/e. Ancora Alfetta GTV, ma in versione 2000, per i fratelli Marco e Mattia Franchin impegnati nuovamente in una classe numerosa dove i pretendenti al successo non mancano e nella quale si troveranno a duellare con i compagni di team Renato Pellizzari e Mirco Santacaterina su Opel Kadett Gt/e e Giampietro Pellizzari con Mauro Magnaguagno con la Ford Escort Rs. Prima gara stagionale anche per Giuliano Ongaro con Mauro Savegnago a dettargli le note sulla Peugeot 205 Rallye Gruppo A e, a completare la squadra, due Autobianchi A112 Abarth: con la prima saranno in gara nella classe 2-1150 Mario Mettifogo e Gloria Florio, mentre con la seconda Nico Pellizzari e Mirco Tinazzo si ritroveranno a competere con la nutrita schiera di equipaggi in gara nel Trofeo A112 Abarth Yokohama.

Di spessore anche il quintetto che si cimenterà nella gara di regolarità sport valevole per il Trofeo Tre Regioni iniziando con la Toyota Celica ST 185 di Gianluigi Falcone ed Erika Balboni per ritrovare, poi, la Fiat Ritmo Abarth 125 TC di Mauro Argenti e Roberta Amorosa. Confermata la Volkswagen Golf Gti per Maurizio Senna e Giacomo Gnocchi oltre alla Mazda Mx5 di Stefano Adrogna e Natascia Biancolin e sarà invece esordio coi colori del “gatto col casco” per l’Audi Quattro di Davide Gerosa e Fabio Coghi.

Quattro, da ripetere, le prove speciali e di precisione per circa 97 chilometri cronometrati. Partenza ed arrivo ad Isola Vicentina, tutto nella giornata di sabato 28 maggio.

Altri due equipaggi della Scuderia Palladio Historic saranno invece impegnati in Toscana alla gara di regolarità sport abbinata al Rally degli Abeti: Ezio Franchi e Daniele Carcereri entrambi con le Peugeot 205 GTI, navigati da Gabriella Coato e Federico Danzi.

Foto di Videofotomax

lunedì 2 maggio 2022

Regolarità Sport/ A Fabbri e Seneci (Volvo 144 S) il 10° Valsugana Historic Classic


Borgo Valsugana (TN), 2 maggio 2022 – Se il Valsugana Historic Rally è stato avvincente fino all’ultimo metro, non da meno è stato il “Classic”, gara di regolarità sport abbinata e valevole per il Trofeo Tre Regioni che ha visto al via trentacinque equipaggi, una mezza dozzina dei quali nel pronostico per il successo finale.

A decidere le sorti della gara è stato il ricorso alla “discriminante,” necessaria per stabilire chi dei due equipaggi che dopo la sesta prova si trovavano in perfetta parità, fosse celebrato vincitore. Ed è stato proprio il centesimo di differenza sulla prima prova a decretare la vittoria per Leonardo Fabbri ed Angelo Seneci su Volvo 144 S che hanno avuto la meglio su Marco Maiolo e Maria Teresa Paracchini in gara con la Porsche 911 RSR entrambi in rimonta nella seconda parte di gara dopo un primo giro che vedeva sorprendentemente al comando la Fiat 131 di Marco Casarotto e Stefano Asnicar. Ad una prova dal temine erano tre i punti di vantaggio di Fabbri su Maiolo ma quest’ultimo riusciva a pareggiare i conti sulla “Trenca”, azione che però non è bastata a scalzare il pilota della Volvo dalla vetta della classifica.

A completare il podio, staccati di tre punti, sono stati Luigino Gennaro e Stefano Bovio su Opel Kadett Gt/e con buon margine sulla Porsche 911 T di Mauro Argenti e Roberta Amorosa, quarti assoluti. Quinta posizione per Casarotto e Asnicar, vera sorpresa della gara e meritatamente quinti precedendo la Porsche 911 di Fabio Sorgato e Andrea Paccagnella, sesti assoluti. 
Gradino numero sette della generale per la Volkswagen Golf GTI di Maurizio Senna e Giacomo Gnocchi seguiti da Enzo Scapin ed Ivan Morandi ottavi con la Lancia Beta Montecarlo precedendo di una penalità Luca e Giorgio Fichera con l’Opel Corsa GSI; a chiudere la top-ten, l’Opel Kadett GT/e di Alberto Ferrara e Matteo Manni.

Fabbri e Seneci oltre a quella generale si aggiudicano anche quella del Tre Regioni con Maiolo e Paracchini in posizione d’onore e Argenti con Amorosa al terzo posto. Nella classifica delle scuderie è il Rally Club Team a spuntarla, mentre Rossella Dalla Rosa, navigata da Marco Stella su Alfa Romeo Alfetta GTV si aggiudica la classifica femminile. 

Foto del Circolo Fotografico Cerbaro

 



venerdì 29 aprile 2022

10° Valsugana Historic Rally: 129 equipaggi pronti per la partenza


Borgo Valsugana (TN), 2022 – Si sono da poco concluse le operazioni di verifica del rally storico e della regolarità sport tenute presso gli ampi spazi del centro sportivo che ospita anche la direzione gara. A partire domattina dal Ponte Veneziano in centro a Borgo Valsugana saranno noventatrè equipaggi del rally seguiti dai trentasei della regolarità sport. Cinque le defezioni tutte nel rally, una delle quali nel Trofeo A112 Abarth vista la mancanza del numero 216 Mearini – Acciai; gli altri equipaggi che non si sono presentati sono il 22 Lusenti – Romei, 37 Bolzani – Baracchi, 46 Pagliarin – Bonfà e 57 Cecini – Bordignon. 
Tra le tante presenze nel pomeriggio al centro sportivo, si sono visti diversi organizzatori di rally storici quali Loriano Norcini del Vallate Aretine, Renzo De Tomasi del Campagnolo, Mauro Bocchio per il Lana Storico oltre a Dario Titotto organizzatore de La Grande Corsa e del Memory Fornaca, uno dei trofei per il quale il Valsugana è valevole assieme alla Michelin Historic Rally Cup per la quale era presente Mario Cravero. Le altre titolazioni del rally sono per il Trofeo della Seconda Zona e per il Trofeo A112 Abarth Yokohama, alle quali si somma quella del Trofeo Rally ACI Vicenza e, il Tre Regioni per la regolarità sport. A tener banco tra i tanti argomenti, anche le previsioni meteo che al momento danno una situazione che non dovrebbe prevedere pioggia durante il svolgimento della gara che partirà alle 8.31.

Di seguito gli orari delle prove e delle chiusure delle strade.

P.S. 1 - 4 “Spiado” di 11,500 chilometri. 1° Passaggio alle 9.05 e il secondo alle 13.49; chiusura strade dalle 7 alle 11.45 e dalle 12.45 alle 17.

P.S. 2 - 5 “Sella – Gianni Rigo” di 13,120 chilometri. 1° Passaggio alle 10.24 e il secondo alle 15.08; chiusura strade dalle 8.20 alle 13 e dalle 14 alle 18.

P.S. 3 - 6 “Trenca” di 17,720 chilometri. 1° Passaggio alle 11.45 e il secondo alle 17; chiusura strade dalle 9.45 alle 14.30 e dalle 16 alle 20.

Al termine di ogni prova, tranne che per la sesta, le vetture transiteranno nella Zona Servizio Remoto localizzata presso il piazzale del Gruppo Acciaierie Venete.
Due i riordini, entrambi in Via Roma: il primo alle 10.51, il secondo alle 15.35.

L'ordine di partenza prevede prima le A112 del Trofeo seguite dal resto delle vetture del rally e quindi, dalla regolarità sport. 

Foto Andrea Zanovello - riproduzione riservata -

mercoledì 30 marzo 2022

Aperte le iscrizioni al 10° Valsugana Historic Rally


                                                   

Borgo Valsugana (TN), 30 marzo 2022 – Due annullamenti di fila per le note problematiche legate alla pandemia, di sicuro avrebbero portato più di qualche organizzatore a rinunciare al sogno di arrivare all'edizione numero 10 della propria manifestazione. Per Manghen Team e Team Bassano non è stato così: la decima edizione del rally storico e regolarità sport è stata voluta con decisione e tutti i meccanismi sono stati rimessi in moto per offrire agli appassionati una due giorni di sport e spettacolo nello stile delle precedenti, che tanto successo hanno riscosso.

A calendario venerdì 29 e sabato 30 aprile, la "decima" del Valsugana Historic Rally ha aperto le iscrizioni oggi, mercoledì 30 marzo, dando la possibilità ai concorrenti di perfezionarle entro le 18 di venerdì 22 aprile. Il giorno successivo, il programma prevede la consegna del road-book, solo per i partecipanti al rally, presso il Bar Roma a Borgo Valsugana, dalle 9 alle 15 e le ricognizioni fino alle 19, autorizzate anche domenica 24 dalle 9 alle 15.

Dalle 15 di venerdì 29, sarà nuovamente il Centro Sportivo di Borgo Valsugana ad ospitare le operazioni delle verifiche, che si protrarranno sino alle 19, oltre a fornire gli spazi per la direzione gara, segreteria e sala stampa.

Sabato 30 aprile, alle 8.30 dal Ponte Veneziano in Via Peruzzo verrà dato il via alla prima vettura che muoverà verso la prima delle tre prove speciali da ripetere che sono le classiche "Spiado", "Sella – Gianni Rigo" e "Trenca" inframezzate da due riordini in centro città, un parco assistenza e cinque Zone Servizio Remoto. Arrivo della prima vettura previsto per le 18 e a seguire le premiazioni in concomitanza della cena conviviale ospitata dal vicino palazzetto dello sport. Come nelle precedenti edizioni, il Valsugana conferma la caratteristica di gara studiata per rendere agevoli logistica e ricognizioni e per il percorso, impegnativo e spettacolare, particolarmente raccolto visti i soli 212 chilometri di gara dei quali ben 84,70 cronometrati.

Tante le validità sia del rally che della regolarità a partire da quella del Trofeo Rally della Seconda Zona, Trofeo A112 Abarth Yokohama, Memory Fornaca, Michelin Historic Rally Cup e Trofeo Rally AC Vicenza ai quali si aggiunge il Trofeo Tre Regioni per gli specialisti dei pressostati. Ultima, ma non ultima, la novità dell'inserimento della categoria "All Stars" che, vista la natura non competitiva, darà modo ai possessori di vetture in allestimento gara di godersi il percorso senza l'assillo dei cronometri, in piena sicurezza visto che transiteranno su strade chiuse al seguito delle due gare. 


Foto di Gianni Abolis 

martedì 8 marzo 2022

Rally e Regolarità AutoStoriche / Quintetto Palladio Historic al "Vallate Aretine"



Vicenza, 8 marzo 2022 – Con la disputa dell’imminente Rally delle Vallate Aretine sta per alzarsi il sipario sul palcoscenico del Campionato Italiano Rally Auto Storiche e la Scuderia Palladio Historic si prepara a salirvici per recitare un ruolo da protagonista, con due equipaggi nel rally storico e tre nell’annessa regolarità sport valevole per il Trofeo Tre Regioni.

Forti della vittoria conseguita nel 2021, Alberto Salvini e Davide Tagliaferri sono pronti a dare il massimo una volta di più schierandosi al via con la Porsche 911 RSR Gruppo 4. Per il duo toscano, una nuova sfida che lo vedrà opposto ai pretendenti al Tricolore nel quale parte con l’intento di recitare un ruolo da protagonista, memore anche dei tre titoli incamerati dal 2017 al 2020, oltre alle due vittorie assolute nel rally aretino.
Pronti per una nuova stagione da “debuttanti” con la casacca biancorossa anche Massimo Giuliani e Claudia Sora, fedeli alla Lancia Fulvia HF 1.3 Gruppo 4 con la quale da tanti anni contribuiscono a dare respiro al 1° Raggruppamento, consapevoli però che dovranno vedersela con le più performanti Porsche 911 S.

Di spessore la presenza della scuderia vicentina anche nella regolarità sport nella quale schiera un tridente di tutto rispetto che siamo certi saprà farsi valere a livello assoluto, ma anche nelle singole divisioni. La prima punta, reduce da un ottimo terzo posto al Lessinia Sport, porta il nome di Mauro Argenti e Roberta Amorosa al via con la Porsche 911 S che promettono un nuovo testa a testa con Maurizio Senna che torna nelle fila della Palladio Historic con la Volkswagen Golf Gti affiancato da Giacomo Gnocchi. Ultimi, ma non ultimi, Gianluigi Falcone ed Erika Balboni su Toyota Celica ST 185, chiamati a confermare il buon esordio del mese scorso quando si piazzarono quinti assoluti al Lessinia.

Il programma del Vallate Aretine si snoda sulle giornate di venerdì 11 con le operazioni di verifica seguite da un prologo pomeridiano con due prove speciali da affrontare; sei quelle in programma sabato 12 con l’arrivo in centro ad Arezzo a partire dalle 19.30.

Nello scorso fine settimana si è disputata la prima edizione del Rally Benaco Storico al quale hanno partecipato Renato e Nico Pellizzari con l’Opel Kadett GT/e Gruppo 2 che hanno portato al quarto posto assoluto e primo di classe.

Foto di Videofotomax

sabato 12 febbraio 2022

Al LessiniaSport vittoria in notturna di Andrea Giacoppo e Lisa Oliviero. Grande prova di Maurizio Senna e Giacomo Gnocchi della Scuderia Castellotti.


> 12 Febbraio 2022 - Anche quest'anno sono le ultime prove cronometrate, che si corrono in notturna, a decidere il vincitore del LessiniaSport, gara di regolarità sport con validità per il Trofeo Tre Regioni ed organizzazione a cura del Rally Club Valpantena. E per la seconda volta scrive il suo nome sull'albo d'oro della manifestazione, giunta alla 12a edizione, Andrea Giacoppo su Opel Corsa del Team Bassano con Lisa Oliviero alle note.
Giacoppo e Oliviero, vincitori anche del 9° Raggruppamento, hanno disputato al meglio le ultime due prove risalendo al vertice della classifica assoluta per una vittoria che bissa quella di due anni fa e porta a ben sette i piazzamenti di Giacoppo sul podio del LessiniaSport. 

Due conclusioni a podio in più di Maurizio Senna che sale per la terza volta sul secondo gradino del podio e può contare, nel suo palmarès, anche su due terzi posti. Per il portacolori della Scuderia Eugenio Castellotti quasi una beffa questo risultato, dopo aver condotto la gara in prima posizione fino alla dirittura di arrivo. Senna, al rientro dopo due anni al LessiniaSport, ha portato in gara una Volkswagen Golf GTi affiancato dal giovane Giacomo Gnocchi, al debutto nella classica di regolarità del Rally Club Valpantena. Per l'equipaggio lodigiano, oltre alla piazza d'onore a sole 7 penalità da Giacoppo-Oliviero, la vittoria nel 7° Raggruppamento.
Lo scorso anno Bentivogli, risultò vincitore del LessiniaSport con 30 penalità complessive, le stesse totalizzate da Senna in questa edizione, disputata sullo stesso percorso del 2021. Giacoppo ha superato sé stesso conquistando una vittoria-record con 23 penalità, ben 7 in meno rispetto al miglior risultato di dodici mesi fa.

Terza posto finale per Mauro Argenti e Roberta Amorosa (Porsche 911 T/Scuderia Palladio Historic) staccati di 11 lunghezze dai vincitori e vincitori del 5° Raggruppamento. Argenti ha compromesso l'esito della gara con un risultato non brillantissimo sulla PS8 dove ha accumulato 11 penalità che hanno pesato davvero molto. Il pilota bolognese ha chiuso alla fine con le stesse penalità di Marco Maiolo e Maria Teresa Paracchini (Porsche 911 RSR/Rally Club Team), ma la discriminante ha consentito ad Argenti di salire sul podio.
Quinta piazza per Gian Luigi Falcone ed Erika Balboni (Toyota Celica ST 185/Palladio Historic), sesta per Giacomo Turri e Natascia Biancolin (Fiat 128/Progetto MITE) vincitori del 2° Raggruppamento, settima per Matteo Manni ed Alberto Ferrara (Opel Kadett GTE/Squadra Corse Club 91) che hanno conquistato l’8° Raggruppamento, ottava per Lorenzo Franzoso ed Angelo Seneci, inedito equipaggio composto da due forti piloti (Autobianchi A112 Abarth/Progetto MITE).
Primo equipaggio veronese quello composto da Daniele Carcereri e Federico Danzi su Peugeot 205 GTI della Scuderia Palladio Historic che hanno chiuso al nono posto. Leonardo Fabbri e Tomas Sartore, su Volvo 144 S del Progetto MITE hanno chiuso la top ten con il decimo posto assoluto ed hanno conquistato il 4° Raggruppamento.
Tra le scuderie, primo posto finale per Progetto MITE davanti a Palladio Historic, Rally Club Team e Scaligera Rallye.

“Siamo davvero soddisfatti - hanno commentato gli organizzatori del Rally Club Valpantena - è stata una bellissima giornata. Un grazie alle amministrazioni comunali di Bosco Chiesanuova, Roverè Veronese e Cerro Veronese che hanno ospitato quartier generale e prove speciali, un plauso alla Provincia di Verona che ancora ci ha consentito di allestire il parco assistenza sulla SP6. Grazie alla Comunità Montana della Lessinia, ad ACI Sport, agli Enti territoriali e nazionali, a tutti i concorrenti ed ovviamente ai nostri partner Banca Valsabbina, Cantina Valpantena, Bellamoli Granulati, Bottoni Soluzioni per Pulire, Frac, SM Technology e Zanini Porte. Un caloroso arrivederci al 20° Revival Rally Club Valpantena del prossimo novembre”.

Credits: Rally Club Valpantena/Ufficio Stampa

giovedì 10 febbraio 2022

Rally e regolarità sport: 115 iscritti al Lessinia.


Tutto pronto per il 4° Lessinia Rally Historic, 12° LessiniaSport e 1° Lessinia All Star che si disputeranno venerdì 11 e sabato 12 in Lessinia con l'organizzazione del Rally Club Valpantena come appuntamento di inizio stagione del club veronese.
Piloti, team e scuderie non ha deluso le aspettative. 115 iscritti sono un risultato di grande prestigio in un periodo come quello attuale. Saranno 43 gli equipaggi nel rally storico valido per il Trofeo Rally di Zona (TRZ) e Trofeo Rally ACI Vicenza, 70 quelli nella regolarità sport valida per il Trofeo Tre Regioni e 2 nella All Star.

Nel 4° Lessinia Rally Historic Riccardo Bianco e Matteo Valerio (Ford Sierra Cosworth/Geidue) puntano a bissare il successo dello scorso giugno quando la corsa si disputò in periodo estivo in via eccezionale. La famiglia Costenaro sarà poi altrettanto attesa con papà Giorgio navigato da Lucia Zambiasi sulla Lancia Stratos HF e il giovane Giovanni con Matteo Gambasin che insegue un successo che ha già dimostrato di meritare con la Ford Sierra Cosworth (entrambi Team Bassano).
“Raffa” vincitore di due delle tre edizioni disputate ovviamente non starà a guardare con la BMW M3 battente bandiera Scaligera Rallye questa volta navigato da Andrea Signorini, così come ci riproverà sicuramente Nicola Patuzzo con Alberto Martini sulla Toyota Celica GT Four sempre del Team Bassano.
La Fiat 131 Abarth di Stefano Menegolli e Nicola Valbusa cercherà di tornare sul podio come già avvenuto al Rally Due Valli Historic, ma la lunga lista dei piloti da tenere in considerazione comprende anche Dennis Tezza e Massimo Merzari con la super aggressiva BMW M3 della Scaligera Rallye.


Nel 12° LessiniaSport mancherà il vincitore del 2021 e quindi si apre la sfida per conquistare lo scettro con tantissimi regolaristi e professionisti del “tubo” che dovranno come al solito vedersela con i piloti locali.
In ordine sparso e non esaustivo, da seguire Leonardo Fabbri e Tomas Sartore sulla Volvo 144S del Progetto MITE. Più volte protagonista e lo scorso anno sul podio, Fabbri ha conquistato la vittoria assoluta nel 2019. Atteso tra i protagonisti Andrea Giacoppo, con Lisa Oliviero (Opel Corsa/Team Bassano), secondo lo scorso anno così come nel 2018 e 2019, vincitore nel 2020 e terzo nel 2016 e 2017. Un palmares al LessiniaSport davvero invidiabile.

Attenzione anche a Maurizio Senna e Giacomo Gnocchi (nella foto a destra) su Volkswagen Golf GTI, visto che il lodigiano, in gara con i colori della Scuderia Eugenio Castellotti, vanta al LessiniaSport due secondi posti (2015, 2017) e due terzi posti (2013, 2018).
Inoltre, c'è attesa per le prove dei veronesi come Giovanni Nicolis e Simone Brunelli (BMW 320i/Scaligera Rallye), dei due equipaggi rosa composti da Giorgia e Giulia Zardini (Fiat Ritmo 130 TC/Scaligera Rallye) e da Irene Gelmini e Lavinia Pojoca (Talbot Samba/Scaligera Rallye) oltre ad altri possibili outsider come il forte Marco Maiolo con Maria Teresa Paracchini (Porsche 911 RSR) o Gian Luigi Falcone e Erika Balboni (Toyota Celica ST 185/Palladio Historic).


Nel 1° Lessinia All Star, raduno senza classifica, al via Marco Maurer e Patrik Lutz (Audi Quattro/Rallye Team Maurer) e Dino Bortolameazzi con Matteo Alberti (Opel Kadett GSI/B&B Technology). 

Foto Claudio Cavion e AutoMotoCorse.it

mercoledì 9 febbraio 2022

Il Team Bassano riparte dalla Lessinia


Romano d'Ezzelino (VI), 9 febbraio 2022 – Tutto pronto per dare il via alla nuova stagione sportiva del Team Bassano che si presenta al Lessinia, Historic Rally e Regolarità Sport, forte di ben diciotto equipaggi che hanno aderito al primo duplice impegno a calendario.

Tredici le presenze nel rally storico che darà il via al T.R.Z. della Seconda Zona e alla nuova edizione del Trofeo Rally ACI Vicenza, alle quali si vanno ad aggiungere le cinque della gara di regolarità, quest’ultima valevole per il Trofeo Tre Regioni; una compagine che sicuramente saprà tenere alti i colori del Team Bassano, puntando in ambedue le gare ai gradini più alti delle classifiche.

Ad aprire le danze sarà la Lancia Stratos di Giorgio Costenaro e Lucia Zambiasi tra i favoriti nel 2° Raggruppamento col pilota pronto ad una nuova sfida “in famiglia” visto che in gara ci sarà anche il figlio Giovanni nuovamente sulla Ford Sierra Cosworth 4x4 condivisa con Matteo Gambasin. In cerca di gloria sulle strade amiche saranno Nicola Patuzzo ed Alberto Martini con la Toyota Celica 4WD e al via troveremo anche un poker di Porsche 911: due in versione SC/RS Gruppo B e altrettante RS Gruppo 4. Le condurranno in gara Ermanno Sordi con Maurizio Barone, Alberto e Veronica Sanna, Massimo Voltolini con Giuseppe Morelli e, infine, Stefano Chiminelli con Enrico Strappazzon. Nuova stagione al via anche per Gianluigi Baghin con l’inseparabile Alfa Romeo Alfetta GTV Gruppo 2 sulla quale salirà Dayana Sbabo a navigarlo, mentre con la versione GT 1.8 sarà al via Gianfranco Pianezzola con Mirko Tinazzo alle note; l’elenco propone, poi, ancora un altro esemplare del “biscione”, ovvero la 33 Quadrifoglio Verde Gruppo A di Filippo Viola e Francesca Dalla Rizza. Sulle strade della Lessinia si rivedranno anche Angelo Porcellato e Paola Travaglia con la Peugeot 309 GTI Gruppo A e alla gara di casa non potevano mancare Maurizio Fasolin con la sua Fiat 124 Special T in coppia con Claudio Norbiato oltre a Franco Beccherle di nuovo sull’Autobianchi A112 Abarth Gruppo 2 e Roberto Benedetti ad affiancarlo.

Detto del nutrito gruppo dei rallysti, si passa alla regolarità sport con altri cinque alfieri azzurri pronti a farsi valere, a partire da Giuseppe Emilio Ongaro su Mercedes 190 E 2.3 assieme a Roberto Raniero; toccherà poi ad Andrea Giacoppo al debutto su Opel Corsa GSI sulla quale tornerà a far coppia con Lisa Oliviero. Altra Opel, una Kadett GT/e per la precisione, per Damiano Pasetto e Matteo Zanini e, a chiudere il quintetto, una scoppiettante accoppiata di bicilindriche Fiat, formata dalla 126 di Angelo Grassadonia e dalla 500 replica Abarth di Carmelo Cappello: il primo navigato da Andrea Carraro, il secondo da Matteo Barbiero.

Nove le prove speciali e di precisione in programma, tutte nella giornata di sabato 12. Partenza ed arrivo a Bosco Chiesanuova.

Se il Lessinia darà il via alla stagione dei rally storici e della “Sport”, quella della regolarità classica ha invece già mosso i primi passi lo scorso fine settimana, sempre dalla provincia di Verona, con lo svolgimento della Coppa Giulietta & Romeo gara di apertura del Campionato Italiano di specialità. Tra i protagonisti anche il già citato Andrea Giacoppo il quale in coppia con Luca Fichera ha portato l’Autobianchi A112 Abarth in quattordicesima posizione assoluta e in quinta della propria classe.

Foto Matteo Pittarel

martedì 8 febbraio 2022

Parte dal Lessinia il 2022 della Scuderia Palladio Historic


Vicenza, 8 febbraio 2022 – Sono passati poco più di due mesi dall’epilogo della stagione sportiva 2021 e in casa Scuderia Palladio Historic si torna a respirare aria di competizioni. La compagine vicentina capitanata da Mario Mettifogo sarà infatti presente con sei equipaggi al primo importante appuntamento del 2022: il Lessinia che torna nella data originaria delle prime due edizioni con la duplice formula rally storico e regolarità sport.
Sei sono gli equipaggi del gatto col casco che hanno risposto al primo appello, due nel rally valevole per il Trofeo di Zona e per il Trofeo Rally ACI Vicenza ai quali se ne sommano altri quattro al via della prima gara del Trofeo Tre Regioni Sport.

Sarà un’accoppiata di Alfa Romeo Alfetta a cercare gloria nel rally, con la GTV6 Gruppo 2 di Antonio Regazzo e Andrea Ballini alla quale si affianca la GTV 2.0 Gruppo 2 dei fratelli Marco e Mattia Franchin che tornano a far equipaggio dopo una lunga assenza, sfoggiando la livrea tutta nuova della loro vettura. A portare in gara i colori della Scuderia Palladio Historic anche Fabio Andrian che sarà al fianco di Flavio Pra su una Renault 5 GT Turbo iscritta coi colori di altra scuderia.

Scalpitano anche i quattro equipaggi che si misureranno con la precisione al centesimo di secondo sui nove pressostati che li attendono in gara e le speranze di un buon risultato sono fondate, vista l’esperienza del quartetto. Nuova livrea anche per la Toyota Celica ST 185 con la quale Gian Luigi Falcone ed Erika Balboni affronteranno la nuova stagione, mentre è oramai una presenza costante quella delle due Peugeot 205 GTI 1.9 di Ezio Franchini e Daniele Carcereri, il primo a far coppia con la moglie Gabriella Coato e il secondo navigato da Federico Danzi. A chiudere il quartetto, con una Porsche 911 T, sono gli specialisti Mauro Argenti e Roberta Amorosa già più volte a podio nella gara veronese.

Il programma del Lessinia prevede la fase amministrativa nella giornata di venerdì 11 e la partenza della prima vettura da Bosco Chiesanuova alle 8.01 del giorno successivo.
Tre le prove speciali, “Valsquaranto”, “Arzerè” e “Bosco Chiesanuova” da percorrere per tre volte per un totale di 78,840 chilometri cronometrati, inframezzati da due riordini alla Cantina Valpantena ed altrettanti parchi assistenza. Arrivo della prima vettura previsto alle 18.31 e chiusura della manifestazione con le premiazioni presso il Centro Sportivo Monti Lessini a partire dalle 21. 

Foto di Videofotomax

 

giovedì 24 giugno 2021

Aperte le iscrizioni alla 3^ Coppa Città di Recoaro


Recoaro Terme (VI), 24 giugno 2021 – Iscrizioni aperte alla terza edizione della Coppa Città di Recoaro, gara di regolarità turistica per auto storiche e moderne organizzata dal Rally Club Team, che si svolgerà nella località omonima sabato 17 luglio, anticipando di un giorno rispetto a quanto previsto alla data dell’iscrizione a calendario della manifestazione.

Il programma prevede la possibilità di inviare le iscrizioni fino a lunedì 12 luglio con le modalità previste da ACI Sport.

Valevole per il Trofeo Tre Regioni regolarità turistica, la Coppa Città di Recoaro entrerà nel vivo sabato 17 con le operazioni di accreditamento degli equipaggi nella fascia oraria 8.30 – 10.30; dalle 11.30 la partenza della prima vettura dalle Fonti Centrali per andare ad affrontare un percorso di 112,33 chilometri lungo il quale sono previste diciotto prove di precisione al centesimo di secondo, inframezzate dal controllo orario al Ristorante Castiglieri dove sarà previsto un punto di ristoro per i partecipanti.
L’arrivo a partire dalle 16.30 sempre presso le Terme che, un’ora più tardi ospiteranno anche il rito delle premiazioni.

Nella categoria auto storiche sono ammesse le vetture costruite fino al 31 dicembre 1990; differentemente, quelle costruite dopo quella data saranno in gara in quella delle auto moderne.

Alla duplice regolarità, per la prima volta verrà abbinato un Autoraduno non competitivo denominato “1° Autoraduno Coppa Città di Recoaro” il cui programma seguirà pari pari quello della gara con l’unica differenza che i partecipanti non avranno alcun rilievo cronometrico: un’occasione per godersi il piacere del percorso con la propria vettura storica o sportiva senza l’assillo del cronometro.

Nel sito web www.rallyclubisola.it sono disponibili informazioni e documenti gara.

Crediti foto: Videofotomax

venerdì 16 aprile 2021

Oltre 100 iscritti alla Coppa dei Colli Berici


Isola Vicentina (VI), 16 aprile 2021 - Numeri importanti quelli che caratterizzano la seconda iscrizione della Coppa dei Colli Berici, gara di regolarità turistica valevole per il Trofeo Tre Regioni organizzata dal Rally Club Team che si svolgerà domenica 18 aprile ad Albettone, località del vicentino che già lo scorso anno ospitò il quartier generale della manifestazione.

Centodue iscritti ad una regolarità classica sono un numero importante, come lo è la qualità degli equipaggi che si giocheranno la vittoria lungo le sedici prove di precisione al centesimo di secondo. Dopo il successo al Colli Isolani, Luigino Gennaro tenterà sicuramente il bis con la Porsche 911 che dividerà con Marco Forese, ma dovrà vedersela con Leonardo Fabbri e Luca Taesi su Volvo Amazon 121 e l'accoppiata Gianluca e Filippo Zago con la Volkswagen Golf GTI. Zona alta della classifica nelle mire anche di Enzo Scapin ed Ivan Morandi con la Volkswagen Golf GTI 1.8 e anche di Marco e Giacomo Bentivogli su Fiat Ritmo 130 TC, ma da tener d'occhio saranno anche Andrea Marani e Virna Sighinolfi anch'essi su Golf GTI, oltre al rientrante Sandro Martini su Fiat Uno 70S in coppia con Andrea Peloso e l'esperto Alberto Ferrara in gara con l'Opel Kadett GT/e che dividerà con Alessandro Libero. Tra gli iscritti anche il "top driver" Andrea Giacoppo che, da regolamento, non potrà esser però contemplato nella classifica finale.

Sfida a tre nella gara delle auto moderne tra la Renault Clio di Enrico Coan e Fabio Ulliana, la 500 Abarth di Ivano Ceci e Barbara Botti e la Volkswagen Polo di Diego Verza e Francesco Ceccolin con la Peugeot 205 GTI di Fabio Barison e Adriano Paggiarin pronta a gettarsi nella mischia assieme alla BMW 320 XD di Jacopo Scoscini ed Edoardo Cipriani.

Il programma prevede l'accreditamento degli equipaggi presso la sala consigliare del Municipio di Albettone dalle 8.30 fino alle 10.30; alle 11.30 la partenza della prima vettura da Villa Negri con l'arrivo previsto nella medesima località cinque ore più tardi. Verso le 17.30, sempre nel rispetto delle norme per il contenimento della diffusione del COvid-19, la cerimonia delle premiazioni.

Come in altre edizioni, il Rally Club Team di Renzo De Tomasi ha previsto una speciale classifica per gli equipaggi che utilizzeranno cronometri di tipo tradizionale.

Foto di Videofotomax

mercoledì 28 agosto 2019

Regolarità AutoStoriche/ In settembre debutta la Coppa Città di Recoaro Terme


E' ai blocchi di partenza la nuova scommessa del Rally Club Team che annuncia le prime notizie della Prima Coppa Città di Recoaro Terme, gara di regolarità turistica per auto storiche e moderne, in programma per sabato 21 settembre nella località termale vicentina.
Valida per il Trofeo Tre Regioni di regolarità turistica, la nuova manifestazione avrà la particolarità di svolgersi totalmente nel territorio comunale di Recoaro Terme, città che ha fortemente voluto venisse organizzata una gara col proprio nome affidandosi alla collaudata organizzazione del club capitanato da Renzo De Tomasi, il quale ha confezionato un programma che prevede l'intero svolgimento nell'arco di una di una dozzina di ore.
Già aperte dallo scorso 21 agosto, le iscrizioni si chiuderanno martedì 17 settembre e potranno esser inviate tramite il modulo disponibile dal sito www.rallyclubisola.it

Il programma prevede le operazioni di verifica dalle 8 alle 10 di sabato 21 settembre presso il Piazzale della Seggiovia e la partenza della prima vettura alle 11 dalla centrale Via Lelia che ospiterà anche il traguardo, il taglio del quale è previsto per le 16 dopo aver affrontato un percorso di 138 chilometri lungo il quale gli equipaggi saranno impegnati da diciotto prove di precisione al centesimo di secondo, inframmezzate da quattro controlli a timbro e uno orario a circa metà gara.
Particolare è stata la scelta delle strade teatro della manifestazione, dettata dalla volontà di toccare le varie località sparse lungo il territorio comunale, a conferma della volontà della locale amministrazione di un coinvolgimento totale.
Dopo l'arrivo delle vetture, previsto a partire dalle 16, l'ufficializzazione delle classifiche e la cerimonia delle premiazioni presso il Piazzale della Seggiovia, previste per le 17.30.

Foto di Videofotomax

venerdì 25 gennaio 2019

AutoStoriche / E' già un successo il 9° Valsugana Historic Rally e Classic


Già nel 2018 il Valsugana Historic Rally aveva visto premiato il gradimento acquisendo tre titolazioni per il rally - Trofeo A112 Abarth, T.R.Z. e Michelin Historic Rally Cup - alle quali si sommava la quarta, per il Trofeo Tre Regioni, nella gara di regolarità sport. Per l'edizione 2019, il già prestigioso poker diventa un "pokerissimo" grazie agli organizzatori del Memory Fornaca che hanno inserito a calendario per la prima volta la gara organizzata dal locale Manghen Team in collaborazione col Team Bassano ed Autoconsult Competition, l'associazione che dal 2009 iscrive a calendario la duplice manifestazione trentina.

A Borgo Valsugana, però, non ci si culla sugli allori e la macchina organizzativa si è mossa da tempo per organizzare la manifestazione, superando anche alcune difficoltà sopravvenute a seguito del disastro causato dall'eccezionale ondata di maltempo dello scorso fine ottobre. La formula andrà a ricalcare quella delle precedenti edizioni con le verifiche nel pomeriggio di venerdì 26 aprile e la disputa delle sei prove speciali tutte nella giornata di sabato 27, con partenza alle 9 e arrivo alle 18 nuovamente sul Ponte Veneziano in centro a Borgo Valsugana.
Tre le prove da ripetersi, con la più lunga e sicuramente decisiva ai fini della classifica di oltre 17 chilometri di lunghezza; 82,46 quelli cronometrati sui 229 totali della gara.

Come da tradizione saranno le A112 Abarth del Trofeo a partire per prime, sfidandosi nel secondo round della Serie loro dedicata; il Valsugana sarà inoltre, prova di apertura del T.R.Z. della seconda Zona e appuntamento numero due sia per la riconfermata Michelin Historic Rally Cup, quanto per il Memory Fornaca organizzato per l'ottavo anno dall'associazione torinese "Amici di Nino", che per la prima volta sbarca in Trentino. Il quinto sigillo viene dalla gara di regolarità sport con la conferma nel calendario del Trofeo Tre Regioni.

- Foto Videofotomax


martedì 16 ottobre 2018

Per la Scuderia Palladio Historic luci e ombre al Due Valli


> 16 ottobre 2018 – Rally Due Valli con esiti opposti per i quattro equipaggi della Scuderia Palladio Historic presenti al recente evento in provincia di Verona.

E' andata bene nel Due Valli Classic, gara di regolarità sport svoltasi nella giornata di venerdì 12 nella quale Mauro Argenti e Roberta Amorosa hanno colto la quarta posizione assoluta con la Porsche 911 S; il duo bolognese aveva già acquisito la certezza della vittoria del Trofeo Tre Regioni ma ha voluto comunque onorare la gara con la propria presenza; bene sono andati anche Ezio Franchini e Gabriella Coato che hanno concluso in settima posizione assoluta con la Volkswagen Golf Gti.

Meno bene è andata ai rallysti: ai fratelli Giody e Nico Pellizzari nel rally storico e nemmeno a Guido Marchetto e Roberto Zamboni nel rally regionale moderno. Per i primi è stato un ripetuto problema alla trasmissione a fermare anzitempo l'Opel Kadett Gt/e Gruppo 2 mentre per i secondi, è stata l'idroguida della BMW M3 a decretare lo stop nel corso della prima prova speciale.

Domenica 14 si è corsa in provincia di Udine la cronoscalata Cividale - Castelmonte nella quale Romeo De Rossi ha partecipato con l'Alfa Romeo Alfasud Ti Gruppo 2 cogliendo la terza posizione di classe e la venticinquesima prestazione assoluta.

- Foto Davide Cesario

sabato 13 ottobre 2018

Regolarità AutoStoriche/Andrea Giacoppo vince il Due Valli Classic








> 13 Ottobre 2018 – L'8° Due Valli Classic, l'appuntamento per la Regolarità Sport nel grande week-end del Due Valli 2018 ha i suoi vincitori. Dopo un'edizione tornata al fascino di un tempo, con la notte a farla da padrona e con i fari a disegnare le precise traiettorie degli specialisti della Regolarità Sport, i migliori a destreggiarsi tra cronometri e pressostati sono stati i vicentini Andrea Giacoppo e Daniela Grillone Tecioiu su Lancia Fulvia 1600 HF: "Siamo felicissimi di questo risultato! L'anno scorso non abbiamo partecipato ma nel 2016 eravamo arrivati terzi, siamo affezionati al podio del Due Valli! Le strade sono sempre bellissime ed anche quest'anno con questo particolare formato ci siamo divertiti."
Secondi assoluti a 23 penalità di distacco i trevigiani Pietro Iula e William Cocconcelli su Opel Kadett GT/E: "Sono molto contento di questo risultato, dopo la vittoria all'ultima gara di Modena sono tornato sul podio qui a Verona, diciamo che la mia stagione si sta concludendo molto bene." Grazie a questo risultato Iula ha chiuso il Trofeo Tre Regioni, di cui il Due Valli era l'ultima prova, al secondo posto assoluto.
Terzi assoluti – dopo una grande rimonta sul secondo giro – e primi degli equipaggi veronesi si sono classificati Alessandro Zanchi e Damiano Gonzi su Volkswagen Golf GTI: "Era un anno che non gareggiavo – spiega lo scaligero – e devo dire che durante il primo giro non riuscivo a trovare il ritmo giusto, ero un po' "arrugginito", poi nel secondo passaggio mi sono riscaldato e sono andato via molto più tranquillo, sono veramente contento di questo risultato."
Con il quarto posto assoluto i bolognesi Mauro Argenti e Roberta Amorosa si sono aggiudicati il Trofeo Tre Regioni 2018: "E' stata una bella gara, ci siamo divertiti su questo percorso, il Due Valli anche in questo formato si è rivelata una manifestazione impegnativa. Grazie al punteggio accumulato in questa stagione nel Tre Regioni potevo fare a meno di venire qui, ma siamo venuti proprio perché ci piace."
Quinti assoluti e primi del Progetto M.I.T.E. l'equipaggio con Leonardo Fabbri e Sonia Cipriani, portacolori di quest'associazione che ha l'obbiettivo di portare in gara navigatori ipo e non vedenti e che a suon di risultati mostra la validità del progetto.

- Credits: Ufficio Stampa Rally Due Valli

mercoledì 30 maggio 2018

Palladio Historic: 13 equipaggi per il Campagnolo


Riparte l'attività sportiva della Scuderia Palladio Historic con il Rally Campagnolo in programma nelle giornate di venerdì 1 e sabato 2 giugno ad Isola Vicentina. Cinque gli equipaggi in lizza nel rally, mentre saranno otto quelli che affronteranno l'Historic di regolarità sport.
Nella gara valevole per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche tornano in gara Paolo e Giulio Nodari i quali, dopo l'esordio di Arezzo, risalgono sulla BMW M3 Gruppo A curata da "Garage M3" con la quale cercheranno un prestigioso risultato sulle strade di casa e punti importanti per la massima Serie. 
Dopo le sfortunate prestazioni del Valsugana dello scorso aprile ritornano in lizza anche Riccardo Bianco e Pierluigi Zanetti: il primo ritroverà Roberta Barbieri sul sedile di destra della Ford Sierra Cosworth 4x4 Gruppo A con l'obiettivo d'incamerare punti importanti per la rincorsa al TRZ per il quale il Campagnolo è la seconda delle quattro gare; per il secondo, nuovamente al via con l'Opel Ascona SR Gruppo 2 in coppia con Roberto Scalco, ci sarà da perseguire l'obbiettivo della vittoria della classe 2000, notoriamente molto frequentata e combattuta. 
Al via del Campagnolo, prendendo parte alla sola gara del TRZ che si correrà su percorso ridotto, anche Romeo De Rossi che torna alla guida della Citroen Visa Chrono Gruppo B, navigato da Roberto Raniero. Il quinto equipaggio si troverà invece a lottare nel sempre combattuto Trofeo A112 Abarth Yokohama: Nico Pellizzari debutta al volante della piccola Autobianchi affrontando la gara di casa navigato dall'omonimo Riccardo.

Interessante anche la gara della regolarità sport valevole per il Trofeo Tre Regioni, Serie della quale però non si conoscono ancora le classifiche dopo due gare disputate: a cercare il podio assoluto ci proveranno Mauro Argenti e Roberta Amorosa con la Porsche 911 S e anche Maurizio Senna di nuovo al via con la BMW 2002 Ti e navigatore che sarà confermato alle verifiche; dopo il buon inizio di stagione Ezio Franchini e Gabriella Coato cercano il risultato importante con la Volkswagen Golf Gti e nella gara di casa cercheranno gloria anche Antonio Carradore ed Alessandro Rosa con la Lancia Fulvia Coupè. 
Promettono spettacolo Guido Marchetto e Roberto Zamboni con la BMW M3, Andrea Cazzola e Roni Liessi sulla versione 325i della berlina bavarese, Giuseppe Ongaro e Simone Cattazzo con la Mercedes 190 E 2.3 ed anche Maurizio Zaupa e Flavio Finato con la Talbot Sunbeam TI.

martedì 24 aprile 2018

8° Valsugana Historic: Giacoppo-Tecchio senza rivali nella Regolarità Sport


Dopo la vittoria del 2016, Andrea Giacoppo sale nuovamente sul gradino più alto del podio al Valsugana Historic Classic, gara di regolarità sport all'ottava edizione in abbinata con l'omonimo rally storico con validità per il Trofeo Tre Regioni. Il forte regolarista vicentino ben coadiuvato alle note da Andrea Tecchio, è stato autore di una gara notevole con la Lancia Fulvia HF 1.6 grazie alla precisione con la quale è passato sui pressostati, totalizzando solo 19 penalità sulle sette prove cronometrate. Nulla da fare per gli inseguitori contro un Giacoppo in stato di grazia e lo conferma lo score totalizzato dal secondo equipaggio classificato: Giordano Mozzi e Oscar Savoldelli, secondi assoluti su Opel Kadett G/te hanno infatti sommato 38 punti, esattamente il doppio dei vincitori, nove in meno dei terzi classificati, i regolari Mauro Argenti e Roberta Amorosa su Porsche 911 S. 
Ai piedi del podio concludono Maurizio Senna ed Emanuele Suardi che precedono Adriano Pilastro ed Elisabetta Russo su Autobianchi A112 Abarth. In sesta posizione si trova la Fiat 128 berlina di Giacomo Turri e Natascia Biancolin che la spuntano grazie alla discriminante su Alberto Ferrara e Filippo Viola, settimi su Opel Kadett Gt/e.Gradino numero 8 per la Lancia Beta Montecarlo di Enzo Scapin ed Ivan Morandi seguiti sul nono da Sandro Martini ed Elisa Moscato con la Fiat Uno 70S; chiudono la top ten Pietro Iula e Willliam Cocconcelli su Opel Kadett Gt/e.
Al Progetto M.I.T.E. la classifica delle Scuderie davanti alla Palladio Historic e al Team Bassano.

- Foto Davide Cesario

giovedì 19 aprile 2018

Sfida sul filo dei secondi al Valsugana Historic Classic con Maurizio Senna che punta al bis


> 19 aprile 2018 - Appuntamento da non perdere il Valsugana Historic con prove di rally e regolarità per auto storiche nella giornata di sabato 21 aprile. Domani le verifiche. Partenza e arrivo al Ponte Veneziano di Borgo Valsugana.
Valido come seconda prova del Trofeo Tre Regioni di regolarità, il Valsugana Historic Classic vede al via i protagonisti del recente Lessinia Sport in una nuova sfida che si annuncia spettacolare. Giordano Mozzi, Andrea Giacoppo e Maurizio Senna, sul podio al Lessinia Sport, punteranno al miglior piazzamento assoluto. 
Un anno fa a concludere al primo posto furono Maurizio Senna e Lorena Zaffani (nella foto) su Volkswagen Golf Gti. Quest'anno a leggere le note a Senna sarà Emanuele Suardi, che ha ricoperto a lungo il ruolo di navigatore dell'esperto regolarista lodigiano.

"Il Valsugana 2018 si annuncia particolarmente difficile e spero di ripetere la prova dell'anno scorso quando abbiamo vinto con 28 penalità totali. E come l'anno scorso utilizzerò la Volkswagen Golf, che ritorna in gara dopo le fatiche del Monte Carlo Historique" commenta Maurizio Senna alla vigilia della partenza per Borgo Valsugana.

Le prove e gli orari

PS 1 – 4 – 7 “Trenca” di 14,520 chilometri, la più lunga del rally. Primo passaggio alle 8.26, con chiusura strada dalle 6.30 alle 11; il secondo alle 13 con chiusura strada dalle 12 alle 15.30 e il terzo 17.15 con la strada che resterà chiusa dalle 16.30 alle 20.

PS 2 – 5 “Sella – Gianni Rigo” di 12,490 chilometri. Primo passaggio alle 9.18 e il secondo alle 14.24. La chiusura della strada è prevista dalle 7 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 17.30.

PS 3 – 6 “Spiado” di 9,740 chilometri; primo passaggio alle 10.52 e il secondo alle 15.23 con chiusura strade dalle 9 alle 14 e dalle 14.30 alle 18.

La partenza è fissata alle 8 dal Ponte Veneziano e l'arrivo della prima vettura previsto a partire dalle 18. Le premiazioni si terranno al palazzetto dello sport a partire dalle 21.