Visualizzazione post con etichetta Lessinia Rally Historic. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Lessinia Rally Historic. Mostra tutti i post

lunedì 14 febbraio 2022

La Scuderia Palladio Historic inizia bene la stagione al Lessinia


Vicenza, 14 febbraio 2022 – Inizia col passo giusto la stagione sportiva della Scuderia Palladio Historic, reduce dalla partecipazione al Lessinia con sei equipaggi nella duplice formula rally storico e regolarità sport.

Nella gara veronese che dava il via al T.R.Z. della seconda Zona e all’edizione 2022 del Trofeo Rally ACI Vicenza, era un’accoppiata Alfa Romeo Alfetta chiamata a difendere i colori del sodalizio vicentino caratterizzato dal “gatto col casco”; ad ottenere la miglior prestazione è stata la GTV 2.0 Gruppo 2 dei fratelli Marco e Mattia Franchin che hanno chiuso al tredicesimo posto nella generale e al terzo di classe, ottenendo un risultato più che confortante considerato il fatto che il pilota tornava a solcare le prove di un rally dopo oltre due anni dall’ultima partecipazione. Missione compiuta anche per Antonio Regazzo il quale, assieme ad Andrea Ballini, ha portato l’Alfetta GTV 6 Gruppo 2 alla vittoria di classe e sul gradino numero 18 della classifica assoluta. L’insieme dei due risultati hanno permesso alla Palladio Historic di piazzarsi al terzo posto nella classifica delle scuderie. Non ha invece visto il traguardo, il navigatore Fabio Andrian in gara al fianco di un pilota di un’altra scuderia.

Emozionante fino alla fine è stata la gara di regolarità sport che ha visto i portacolori Mauro Argenti e Roberta Amorosa, impegnati con la Porsche 911, cedere il comando della gara ad una prova dal termine dovendosi accontentare di un comunque prestigioso terzo posto assoluto dopo essere stati in testa per buona parte della gara. A sancire l’ottima prestazione di squadra che è valsa la vittoria tra le scuderie, hanno contribuito anche altri due equipaggi classificatisi tra i primi dieci con Gianluigi Falcone ed Erika Balboni bravi a firmare un ottimo quinto assoluto con la Toyota Celica ST 185, mentre Daniele Carcereri e Federico Danzi hanno chiuso al nono posto con la Peugeot 205 Gti, vettura analoga a quella che Ezio Franchini e Gabriella Coato hanno portato al quindicesimo posto nella generale.

Foto di Videofotomax

Team Bassano: bilancio positivo al Lessinia

 

Romano d'Ezzelino (VI), 14 febbraio 2022 –  Primo appuntamento stagionale in archivio e prime soddisfazioni per il Team Bassano che torna dal Lessinia, rally e regolarità sport, con dei risultati di buon livello nel primo e addirittura la vittoria assoluta nel secondo.

Nel rally storico che ha dato il via al T.R.Z. della seconda Zona e al Trofeo Rally ACI Vicenza, ad ottenere la miglior prestazione sono stati Massimo Voltolini Archetti e Giuseppe Morelli che hanno portato la Porsche 911 SC Gruppo 4 in quarta posizione assoluta, primeggiando nel 3° Raggruppamento e nella classe, oltre ad aggiungere la soddisfazione dello "scratch" nell'ultima prova speciale. Di seguito è un'altra Porsche griffata Team Bassano ad entrare nella top-ten, la 911 SC/RS Gruppo B con la quale Ermanno Sordi e Maurizio Barone si sono piazzati ottavi assoluti e primi di classe, mentre per la Lancia Stratos di Giorgio Costenaro e Lucia Zambiasi il rally si conclude in decima posizione assoluta, seconda di 2° Raggruppamento e prima di classe, esiti che valgono loro anche il primato nelle classifiche del Trofeo Rally ACI Vicenza. Scorrendo la classifica, al quattordicesimo posto chiudono Gianluigi Baghin e Dajana Sbabo con l'Alfa Romeo Alfetta GTV Gruppo 2 che portano al quarto posto di classe e subito dietro un'altra vettura del biscione: la 33 QV Gruppo A di Filippo Viola e Francesca Dalla Rizza con la quale primeggiano nella loro classe. Fatiche concluse anche per Stefano Chiminelli ed Enrico Strappazzon, secondi di classe su Opel Ascona SR 1.9 Gruppo 2 con la quale si piazzano diciassettesimi nella generale. Traguardo fortemente voluto anche da Alberto Sanna per la prima volta navigato dalla nipote Veronica, il quale nonostante la rottura di un bilanciere della sua Porsche 911 Gruppo B nel corso dell'ultima speciale, prosegue accumulando un pesante gap e raggiunge l'ultimo controllo orario classificandosi secondo di classe e ventiduesimo assoluto. Chiude l'elenco dei classificati l'Alfa Romeo Alfetta GT 1.8 di Gianfranco Pianezzola e Mirko Tinazzo, ventitreesimi e terzi di classe. Grazie alla prestazione di squadra, nel curriculum del Team Bassano si aggiunge una nuova vittoria che è sicuramente di buon auspicio per il prosieguo della stagione sportiva.

Il Lessinia Rally 2022 è stato particolarmente impegnativo, soprattutto per i mezzi come conferma il gran numero di ritirati, quasi tutti per noie meccaniche, sorte che è toccata anche a cinque portacolori del Team dall'ovale azzurro nelle prime battute di gara: Franco Beccherle e Roberto Benedetti su A112 Abarth, Nicola Patuzzo e Alberto Martini su Toyota Celica 4WD, Maurizio Fasolin e Claudio Norbiato con la Fiat 124 Special T, Giovanni Costenaro con Matteo Gambasin sulla Ford Sierra Cosworth 4x4 e, infine, Angelo Porcellato e Paola Travaglia con la Peugeot 309 Gti.

Nella gara di regolarità sport che ha dato il via al Trofeo Tre Regioni è proprio la scuderia guidata da Mauro Valerio a festeggiare la vittori grazie alla convincente prestazione di Andrea Giacoppo e Lisa Oliviero su Opel Corsa GSI che proprio sull'ultimo pressostato compiono il sorpasso e si aggiudicano la gara dopo esser stati sempre nelle primissime posizioni. Dei quattro equipaggi al via, oltre al duo vincitore, ha tagliato il traguardo anche quello formato da Damiano Pasetto e Matteo Zanini, trentasettesimi assoluti con l'Opel Kadett GT/e. Fermi anzitempo per problemi meccanici alla loro Fiat 126 Angelo Grassadonia e Andrea Carraro, mentre è stata un'uscita di strada, senza conseguenze per l'equipaggio a compromettere la gara della Fiat 500 Abarth di Carmelo Cappello e Matteo Barbiero.

Nel prossimo fine settimana il Team Bassano sarà presente alla mostra Rally Meeting, che si terrà presso la Fiera di Vicenza da sabato 19 a domenica 20 febbraio; un'occasione per gli appassionati per conoscere da vicino lo staff della più grande e blasonata scuderia del settore dei rally storici.


Foto di Videofotomax 

sabato 12 febbraio 2022

Lessinia Rally Historic, “Raffa” Bombieri su Bmw M3 fa tris, questa volta con Signorini alle note


- 12 Febbraio 2022. “Raffa” Bombieri non sbaglia e porta la BMW M3 della Scaligera Rallye al terzo successo su quattro al Lessinia Rally Historic, la manifestazione valida per il Trofeo Rally di 2^ Zona e per il Trofeo Rally ACI Vicenza disputatosi sabato 12 febbraio in Lessinia con la regia del Rally Club Valpantena.

Il pilota di casa, navigato da Andrea Signorini, ha disputato una gara da grande protagonista ed ha avuto la meglio sui rivali, in modo particolare su Filippo Maria Zanin ed Alberto Cerantola (BMW M3/Hawk Racing Club) che sono rimasti leader fino alla PS7. Il giovane pilota padovano, classe 1991, ha dimostrato grande talento, tanto da presentarsi al via delle ultime tre prove speciali con 14 secondi di margine. Un errore sulla lunga “Valsquaranto”, la prova regina dell’evento, ha però costretto Zanin al ritiro. “Raffa” ha così ringraziato ed è andato a cogliere un meritato successo, oltre alla vittoria nel 4° Raggruppamento, precedendo sul traguardo l’altra BMW M3 di casa Scaligera Rallye, condotta da Denis Tezza e Massimo Merzari.

Tezza è stato sicuramente uno dei protagonisti ed ha acceso una bellissima battaglia con il vincitore della scorsa edizione Riccardo Bianco, che con Matteo Valerio ha portato in gara la Ford Sierra Cosworth della Geidue. I due hanno chiuso il primo giro vicinissimi a vantaggio del pilota vicentino, che poi ha allungato fino ad arrivare prima dell’ultima prova, la storica “Bosco Chiesanuova”, con un buon margine intorno ai 10 secondi. Un problema elettrico però ha rallentato la marcia della Ford Sierra Cosworth ed ha consentito ad un ottimo Tezza di tornare al secondo posto con soli 7 decimi di vantaggio, completando una doppietta Scaligera Rallye identica a quella della prima edizione della gara nel 2019.

Quarti al traguardo e primi del 3° Raggruppamento Massimo Voltolini e Giuseppe Morelli, su Porsche 911 SC del Team Bassano. Quinto posto per Massimo Zanin e Cristiano Rosina (BMW M3), sesto per Giulio Guglielmi e Giordano Corradini su Porsche 911 SC della Scuderia Omega. Rino Muradore e Simone Crosilla (Ford Escort RS 1800/Red White) hanno vinto il 2° Raggruppamento e si sono classificati settimi, davanti ad Ermanno Sordi e Maurizio Barone con la loro Porsche 911 SCRS del Team Bassano. A completare la top ten, in nona piazza, Beniamino Lo Presti e Claudio Biglieri (Porsche 911 SC/Piloti Oltrepò) davanti a Giorgio Costenaro e Lucia Zambiasi sulla sempre splendida Lancia Stratos HF del Team Bassano.

Gara davvero selettiva che ha visto al traguardo solo 24 vetture su 42 partenti. Essendo il 4° Lessinia Rally Historic la prima gara della stagione tante sono state le rotture meccaniche che hanno tolto di scena alcuni degli annunciati protagonisti come Nicola Patuzzo ed Alberto Martini (Toyota Celica GT Four/Team Bassano), Giovanni Costenaro e Matteo Gambasin (Ford Sierra Coswort/Team Bassano) o i funambolici Stefano Menegolli e Nicola Valbusa (Fiat 131 Abarth) che hanno infiammato il popolo del rally con alcuni passaggi di autentico talento.

Tra le scuderie colpaccio del Team Bassano, davanti alla Scaligera Rallye e alla Palladio Historic. Soddisfazione per Voltolini-Morelli, vincitori tra gli over 60 e per Andrea Fichera e Lorenzo Pagliaro (Autobianchi A112 Abarth/Manghen Team) primi tra gli under 30.


Credits: Rally Club Valpantena / Ufficio stampa

giovedì 10 febbraio 2022

Rally e regolarità sport: 115 iscritti al Lessinia.


Tutto pronto per il 4° Lessinia Rally Historic, 12° LessiniaSport e 1° Lessinia All Star che si disputeranno venerdì 11 e sabato 12 in Lessinia con l'organizzazione del Rally Club Valpantena come appuntamento di inizio stagione del club veronese.
Piloti, team e scuderie non ha deluso le aspettative. 115 iscritti sono un risultato di grande prestigio in un periodo come quello attuale. Saranno 43 gli equipaggi nel rally storico valido per il Trofeo Rally di Zona (TRZ) e Trofeo Rally ACI Vicenza, 70 quelli nella regolarità sport valida per il Trofeo Tre Regioni e 2 nella All Star.

Nel 4° Lessinia Rally Historic Riccardo Bianco e Matteo Valerio (Ford Sierra Cosworth/Geidue) puntano a bissare il successo dello scorso giugno quando la corsa si disputò in periodo estivo in via eccezionale. La famiglia Costenaro sarà poi altrettanto attesa con papà Giorgio navigato da Lucia Zambiasi sulla Lancia Stratos HF e il giovane Giovanni con Matteo Gambasin che insegue un successo che ha già dimostrato di meritare con la Ford Sierra Cosworth (entrambi Team Bassano).
“Raffa” vincitore di due delle tre edizioni disputate ovviamente non starà a guardare con la BMW M3 battente bandiera Scaligera Rallye questa volta navigato da Andrea Signorini, così come ci riproverà sicuramente Nicola Patuzzo con Alberto Martini sulla Toyota Celica GT Four sempre del Team Bassano.
La Fiat 131 Abarth di Stefano Menegolli e Nicola Valbusa cercherà di tornare sul podio come già avvenuto al Rally Due Valli Historic, ma la lunga lista dei piloti da tenere in considerazione comprende anche Dennis Tezza e Massimo Merzari con la super aggressiva BMW M3 della Scaligera Rallye.


Nel 12° LessiniaSport mancherà il vincitore del 2021 e quindi si apre la sfida per conquistare lo scettro con tantissimi regolaristi e professionisti del “tubo” che dovranno come al solito vedersela con i piloti locali.
In ordine sparso e non esaustivo, da seguire Leonardo Fabbri e Tomas Sartore sulla Volvo 144S del Progetto MITE. Più volte protagonista e lo scorso anno sul podio, Fabbri ha conquistato la vittoria assoluta nel 2019. Atteso tra i protagonisti Andrea Giacoppo, con Lisa Oliviero (Opel Corsa/Team Bassano), secondo lo scorso anno così come nel 2018 e 2019, vincitore nel 2020 e terzo nel 2016 e 2017. Un palmares al LessiniaSport davvero invidiabile.

Attenzione anche a Maurizio Senna e Giacomo Gnocchi (nella foto a destra) su Volkswagen Golf GTI, visto che il lodigiano, in gara con i colori della Scuderia Eugenio Castellotti, vanta al LessiniaSport due secondi posti (2015, 2017) e due terzi posti (2013, 2018).
Inoltre, c'è attesa per le prove dei veronesi come Giovanni Nicolis e Simone Brunelli (BMW 320i/Scaligera Rallye), dei due equipaggi rosa composti da Giorgia e Giulia Zardini (Fiat Ritmo 130 TC/Scaligera Rallye) e da Irene Gelmini e Lavinia Pojoca (Talbot Samba/Scaligera Rallye) oltre ad altri possibili outsider come il forte Marco Maiolo con Maria Teresa Paracchini (Porsche 911 RSR) o Gian Luigi Falcone e Erika Balboni (Toyota Celica ST 185/Palladio Historic).


Nel 1° Lessinia All Star, raduno senza classifica, al via Marco Maurer e Patrik Lutz (Audi Quattro/Rallye Team Maurer) e Dino Bortolameazzi con Matteo Alberti (Opel Kadett GSI/B&B Technology). 

Foto Claudio Cavion e AutoMotoCorse.it

mercoledì 9 febbraio 2022

Il Team Bassano riparte dalla Lessinia


Romano d'Ezzelino (VI), 9 febbraio 2022 – Tutto pronto per dare il via alla nuova stagione sportiva del Team Bassano che si presenta al Lessinia, Historic Rally e Regolarità Sport, forte di ben diciotto equipaggi che hanno aderito al primo duplice impegno a calendario.

Tredici le presenze nel rally storico che darà il via al T.R.Z. della Seconda Zona e alla nuova edizione del Trofeo Rally ACI Vicenza, alle quali si vanno ad aggiungere le cinque della gara di regolarità, quest’ultima valevole per il Trofeo Tre Regioni; una compagine che sicuramente saprà tenere alti i colori del Team Bassano, puntando in ambedue le gare ai gradini più alti delle classifiche.

Ad aprire le danze sarà la Lancia Stratos di Giorgio Costenaro e Lucia Zambiasi tra i favoriti nel 2° Raggruppamento col pilota pronto ad una nuova sfida “in famiglia” visto che in gara ci sarà anche il figlio Giovanni nuovamente sulla Ford Sierra Cosworth 4x4 condivisa con Matteo Gambasin. In cerca di gloria sulle strade amiche saranno Nicola Patuzzo ed Alberto Martini con la Toyota Celica 4WD e al via troveremo anche un poker di Porsche 911: due in versione SC/RS Gruppo B e altrettante RS Gruppo 4. Le condurranno in gara Ermanno Sordi con Maurizio Barone, Alberto e Veronica Sanna, Massimo Voltolini con Giuseppe Morelli e, infine, Stefano Chiminelli con Enrico Strappazzon. Nuova stagione al via anche per Gianluigi Baghin con l’inseparabile Alfa Romeo Alfetta GTV Gruppo 2 sulla quale salirà Dayana Sbabo a navigarlo, mentre con la versione GT 1.8 sarà al via Gianfranco Pianezzola con Mirko Tinazzo alle note; l’elenco propone, poi, ancora un altro esemplare del “biscione”, ovvero la 33 Quadrifoglio Verde Gruppo A di Filippo Viola e Francesca Dalla Rizza. Sulle strade della Lessinia si rivedranno anche Angelo Porcellato e Paola Travaglia con la Peugeot 309 GTI Gruppo A e alla gara di casa non potevano mancare Maurizio Fasolin con la sua Fiat 124 Special T in coppia con Claudio Norbiato oltre a Franco Beccherle di nuovo sull’Autobianchi A112 Abarth Gruppo 2 e Roberto Benedetti ad affiancarlo.

Detto del nutrito gruppo dei rallysti, si passa alla regolarità sport con altri cinque alfieri azzurri pronti a farsi valere, a partire da Giuseppe Emilio Ongaro su Mercedes 190 E 2.3 assieme a Roberto Raniero; toccherà poi ad Andrea Giacoppo al debutto su Opel Corsa GSI sulla quale tornerà a far coppia con Lisa Oliviero. Altra Opel, una Kadett GT/e per la precisione, per Damiano Pasetto e Matteo Zanini e, a chiudere il quintetto, una scoppiettante accoppiata di bicilindriche Fiat, formata dalla 126 di Angelo Grassadonia e dalla 500 replica Abarth di Carmelo Cappello: il primo navigato da Andrea Carraro, il secondo da Matteo Barbiero.

Nove le prove speciali e di precisione in programma, tutte nella giornata di sabato 12. Partenza ed arrivo a Bosco Chiesanuova.

Se il Lessinia darà il via alla stagione dei rally storici e della “Sport”, quella della regolarità classica ha invece già mosso i primi passi lo scorso fine settimana, sempre dalla provincia di Verona, con lo svolgimento della Coppa Giulietta & Romeo gara di apertura del Campionato Italiano di specialità. Tra i protagonisti anche il già citato Andrea Giacoppo il quale in coppia con Luca Fichera ha portato l’Autobianchi A112 Abarth in quattordicesima posizione assoluta e in quinta della propria classe.

Foto Matteo Pittarel

martedì 8 febbraio 2022

Parte dal Lessinia il 2022 della Scuderia Palladio Historic


Vicenza, 8 febbraio 2022 – Sono passati poco più di due mesi dall’epilogo della stagione sportiva 2021 e in casa Scuderia Palladio Historic si torna a respirare aria di competizioni. La compagine vicentina capitanata da Mario Mettifogo sarà infatti presente con sei equipaggi al primo importante appuntamento del 2022: il Lessinia che torna nella data originaria delle prime due edizioni con la duplice formula rally storico e regolarità sport.
Sei sono gli equipaggi del gatto col casco che hanno risposto al primo appello, due nel rally valevole per il Trofeo di Zona e per il Trofeo Rally ACI Vicenza ai quali se ne sommano altri quattro al via della prima gara del Trofeo Tre Regioni Sport.

Sarà un’accoppiata di Alfa Romeo Alfetta a cercare gloria nel rally, con la GTV6 Gruppo 2 di Antonio Regazzo e Andrea Ballini alla quale si affianca la GTV 2.0 Gruppo 2 dei fratelli Marco e Mattia Franchin che tornano a far equipaggio dopo una lunga assenza, sfoggiando la livrea tutta nuova della loro vettura. A portare in gara i colori della Scuderia Palladio Historic anche Fabio Andrian che sarà al fianco di Flavio Pra su una Renault 5 GT Turbo iscritta coi colori di altra scuderia.

Scalpitano anche i quattro equipaggi che si misureranno con la precisione al centesimo di secondo sui nove pressostati che li attendono in gara e le speranze di un buon risultato sono fondate, vista l’esperienza del quartetto. Nuova livrea anche per la Toyota Celica ST 185 con la quale Gian Luigi Falcone ed Erika Balboni affronteranno la nuova stagione, mentre è oramai una presenza costante quella delle due Peugeot 205 GTI 1.9 di Ezio Franchini e Daniele Carcereri, il primo a far coppia con la moglie Gabriella Coato e il secondo navigato da Federico Danzi. A chiudere il quartetto, con una Porsche 911 T, sono gli specialisti Mauro Argenti e Roberta Amorosa già più volte a podio nella gara veronese.

Il programma del Lessinia prevede la fase amministrativa nella giornata di venerdì 11 e la partenza della prima vettura da Bosco Chiesanuova alle 8.01 del giorno successivo.
Tre le prove speciali, “Valsquaranto”, “Arzerè” e “Bosco Chiesanuova” da percorrere per tre volte per un totale di 78,840 chilometri cronometrati, inframezzati da due riordini alla Cantina Valpantena ed altrettanti parchi assistenza. Arrivo della prima vettura previsto alle 18.31 e chiusura della manifestazione con le premiazioni presso il Centro Sportivo Monti Lessini a partire dalle 21. 

Foto di Videofotomax

 

giovedì 1 luglio 2021

Balletti Motorsport: dopo un buon Lessinia, in arrivo un altro tris di gare


Periodo frenetico quello a cavallo tra giugno e luglio per la Balletti Motorsport, nuovamente impegnata su diversi fronti, spaziando tra le varie discipline automobilistiche tra gare effettuate e quelle imminenti. S’inizia col rally, stilando il resoconto del recente Lessinia Rally Historic svoltosi sabato scorso dove si è messo in luce Bernardino Marsura il quale a partire dalla gara veronese, ha deciso di far seguire la sua Porsche 911 RSR dal team di Carmelo e Mario Balletti; dopo essersi fatto notare al recente Rally Campagnolo, il pilota trevigiano in coppia con Silvia Mosena è stato autore di una gara di alto livello conclusa con un secondo posto assoluto che va però un po’ “stretto”; la prestazione è stata infatti condizionata da un momentaneo problema fisico del pilota trevigiano nel corso della terza prova e il conseguente rallentamento ha fatto accusare quel gap, senza il quale, probabilmente sarebbe arrivata la vittoria. Resta comunque un risultato eccellente al quale si aggiungono le vittorie di classe e di 2° Raggruppamento.

A Bosco Chiesanuova era in gara un’altra 911 RSR Gruppo 4, quella di Claudio Zanon e Maurizio Crivellaro, i quali con un passo regolare, si sono egregiamente comportati tagliando il traguardo in dodicesima posizione assoluta con la soddisfazione del podio di 2° Raggruppamento, nel quale sono terzi, ed analogo risultato nella classe di appartenenza.

Luglio si apre con un tris di prestigiosi impegni: gare dai nomi altisonanti quali Le Mans, Trento-Bondone, Rally 4 Regioni!
Sarà la “prima” in assoluto, la partecipazione alla gara valevole per il Classic Endurance Racing, meglio conosciuto come CER, per il team di Nizza Monferrato già in viaggio verso quel santuario della velocità che porta il nome di Le Mans. Nella gara valevole per la Serie europea organizzata da Peter Auto, sarà schierata la Porsche 911 RSR del 2° Raggruppamento con l’equipaggio formato da Maurizio Fratti e Andrea Cabianca.

Ancora velocità, in salita stavolta, con la Trento-Bondone, classicissima trentina alla quale parteciperà un’altra RSR, quella di Umberto Pizzato, per concludere col Rally 4 Regioni in programma tra venerdì 2 e sabato 3 luglio a Salice Terme (PV), dove altre due vetture della Balletti Motorsport cercheranno di puntare alle zone nobili della classifica: la Subaru Legacy 4x4 Gruppo A affidata a Salvatore Riolo con Maurizio Marin alle note, e la Porsche 911 SC/RS Gruppo 4 sulla quale tornerà alla guida il locale Riccardo Canzian in coppia con Andrea Prizzon; sette le prove speciali in programma, a cavallo dei due giorni di gara.

Foto di Videofotomax

Lessinia Rally Historic da dimenticare per la Scuderia Due Torri


Oriago di Mira (VE), 30 giugno 2021 – Ci sono gare che si svolgono sotto una buona stella e altre in cui proprio la fortuna non ti degna di uno sguardo, ed è quanto è successo sabato scorso durante la terza edizione del Lessinia Rally Historic ai portacolori della Scuderia Due Torri.

Due erano gli equipaggi al via del secondo appuntamento del Trofeo Rally ACI Vicenza e prima gara valevole per il TRZ della Seconda Zona, ai quali si sommava un altro conduttore “prestato” ad un pilota di altra scuderia.

I primi a salutare la compagnia, appena un paio di chilometri dopo lo start della prima prova speciale, sono stati Andrea Marangon e Massimo Darisi incappati in un’uscita di strada con la loro Honda Civic Gruppo A: equipaggio incolume ma vettura danneggiata, soprattutto nella carrozzeria, ed impossibilità di tentare di proseguire la gara. Cercare di far quadrare il bilancio della scuderia veneziana diventava quindi doveroso per Daniele Danieli e Cristina Merco i quali, fino a due terzi di gara viaggiavano in ventesima posizione assoluta con la Fiat Ritmo 130 TC Gruppo A, mantenendo il comando nella loro classe. Usciti dal riordino di Quinto Valpantena, mentre si avviavano allo start della settima prova, la rottura del pedale della frizione li costringeva ad un inaspettato, quanto amaro e sconfortante ritiro.

Giornata da archiviare in fretta anche per Thomas Ceron che sedeva al fianco di Fabio Putti sull’Autobianchi A112 Abarth di altro team, uscita di strada nel corso della seconda speciale, anche in questo caso senza conseguenza alcuna per i conduttori, ma finita in una posizione tale da non riuscire a rimetterla in strada nonostante il tentativo della “compagnia della spinta”.

Archiviato il mese di giugno si guarda avanti, e per la prima volta verso il settore dei rally auto moderne con l’ingresso di un nuovo equipaggio che il 9 e 10 luglio si cimenterà al Rally della Marca valevole per il Campionato Italiano WRC. Nel rally trevigiano con partenza ed arrivo a Conegliano, sarà al via la Peugeot 106 di Alessandro Rizzardo e Massimo Carraro ai quali, oltre al saluto di benvenuto, va l’incoraggiamento di tutti i soci della scuderia capitanata dal presidente Paolo Lamon.

> Foto Claudio Cavion

martedì 29 giugno 2021

Team Bassano: doppio podio al Lessinia


Romano d'Ezzelino (VI), 29 giugno 2021 – Difficile più del previsto e ricca di colpi di scena; così è stata la terza edizione del Lessinia Rally Historic e dell’abbinata gara di regolarità sport, duplice evento nel quale il Team Bassano era presente con ventisei equipaggi, venti dei quali nel rally valevole per il TRZ della Seconda Zona e per il Trofeo Rally ACI Vicenza.

Arrivato da poco nel mondo delle auto storiche alla guida della Porsche 911 RSR ex-Iccolti, il trevigiano Bernardini Marsura si è ben presto messo in evidenza e, navigato da Silvia Mosena, ha sfiorato il colpaccio al Lessinia, classificandosi secondo assoluto e vincendo il 2° Raggruppamento; lo si può però considerare il vincitore morale, visto che nel corso della terza speciale è stato ostacolato da un momentaneo problema fisico che l’ha costretto a rallentare ed accusare quel distacco che l’ha allontanato dalla vetta della classifica, ma anche stimolato a prodursi in una rimonta dal settimo al secondo posto finale. Scorrendo l’assoluta, il successivo equipaggio dall’ovale azzurro è quello della Lancia Rally 037 formato da Enrico Bonaso e Michele Orietti, che chiudono al nono posto e primi della loro classe e subito dietro, a chiudere la top-ten gli ottimi Alessandro Mazzuccato e Massimo Boni primi di classe con l’Opel Ascona SR Gruppo 2 con la quale precedono di un soffio i compagni di team Gianluigi Baghin ed Elisa Presa, secondi di categoria e undicesimi assoluti con l’Alfa Romeo Alfetta GTV, seguiti da Luca Cattilino e Stefano Farina che completano il podio di classe con l’Opel Kadett GT/e. Chiudono dodicesimi assoluti, e terzi di classe, Claudio Zanon e Maurizio Crivellaro dopo una gara regolare con la Porsche 911 RSR Gruppo 4 e, un’altra coupé di Stoccarda in versione SC, ha visto il ritorno in gara di Luigi Rocchetto affiancato da Flavio Zanella, col quale ha chiuso al diciottesimo posto assoluto e secondo di classe.

Incappati in un’uscita di strada che ha vanificato una buona gara, Massimo Voltolini e Giuseppe Morelli non si sono scoraggiati e con una decisa rimonta dal fondo della classifica, sono risaliti con la loro Porsche 911 SC fino al ventesimo posto, premiati con la soddisfazione del terzo posto di classe; alle loro spalle nella globale si piazza la Fiat Uno Turbo Gruppo A dei regolari Lorenzo Scaffidi e Natascia Freschi, primi nella classe dove precedono i compagni di scuderia Stefano Cracco e Denis Gainelli con la Renault 5 GT Turbo. Gara conclusa anche per la Porsche 911 RSR di Antonio ed Eva Orsolin quarti di classe, mentre quinti della loro – la 2/1150 – sono Riccardo Pellizzari e Christian Ronzani con l’A112 Abarth. Chiudono la lista dei classificati Maurizio Fasolin e Paola Ferrari, trentaseiesimi e primi di classe con la Fiat 124 Special T.

Grazie alle prestazioni di squadra, una nuova vittoria tra le scuderie va ad aggiungersi alle recenti di questa stagione sportiva, ma è pesante il bilancio dei ritirati con ben otto equipaggi fermi anzitempo. Particolarmente bersagliati i due Costenaro, con Giorgio appiedato sulla prima prova dal cambio della Lancia Rally 037 condivisa con Lucia Zambiasi e il figlio Giovanni che aveva le carte in regola per puntare al poker di vittorie ma, dopo aver centrato tre scratch nelle prime prove, si è dovuto fermare dopo la quarta anch’egli per la rottura del cambio della Ford Sierra Cosworth 4x4 sulla quale lo navigava Matteo Gambasin. Amaro in bocca anche per Luca Beccherle e Roberto Benedetti costretti al ritiro mentre si trovavano in testa alla classe con l’A112 Abarth e nella “lista nera” ci finiscono, loro malgrado, anche Nicola Patuzzo e Alberto Martini, oltre a Agostino Iccolti e Chiara Corso entrambi con la Ford Sierra, Danilo Pagani con Adriano Beschin su Fiat 131 Abarth, Giampaolo Basso con Sergio Marchi con la Porsche 911 RSR e, proprio nell’ultima speciale, anche la Peugeot 205 Rally di Franco Simoni e Mauro Alioni.

Soddisfazioni sono però arrivate anche dalla regolarità sport grazie ad Andrea Giacoppo che ritrova al suo fianco sulla Lancia Fulvia HF, Lisa Oliviero con la quale si aggiudicò il Campagnolo il mese scorso e firma un notevole secondo assoluto a sole due penalità dalla vittoria; in classifica, poi, compaiono al 39° posto Damiano Pasetto e Matteo Zanini su Opel Kadett Gt/e, al 45° Marco Dal Fitto e Giulia Zarpellon su BMW 325i, e sul gradino 62 l’altra Kadett Gt/e di Ivano Baù e Christopher Davare.

Nell’affollato fine settimana di gare, si registra anche la vittoria assoluta della Fiat 125 Special di Leopoldo Di Lauro e Giovanni Nuvoli, unici al traguardo del Rally Storico del Parco Geominerario, svoltosi in Sardegna. Buone nuove anche dall’Ungheria, grazie a Paolo Pasutti e Jean Campeis i quali, al Mecsek Rallye valevole per l’Europeo FIA, colgono la vittoria di classe con la Porsche 911 RSR che portano in decima posizione assoluta e nel San Marino Rally per auto moderne valevole per la coppa di Zona, Alberto Gragnani e Giovanni Guerzoni chiudono decimi assoluti con la Rover 216.

Chiuso l’intenso mese di giugno, è alle porte luglio che inizia con due appuntamenti: il Rally 4 Regioni e la salita Trento – Bondone. Nell’Oltrepo Pavese, cinque gli equipaggi dall’ovale azzurro al via: “Lucky” con Luigi Cazzaro su Lancia Delta Integrale, Gabriele Noberasco e Michele Ferrara su BMW M3, Ermanno Sordi e Maurizio Barone con la Porsche 911 SC, Edoardo Valente e Jeanne Françoise Revenu su Lancia Rally 037 e, a completare il quintetto, l’Opel Kadett GT/e di Maurizio e Marco Torlasco.

Tre gli iscritti alla cronoscalata trentina con Loris Antonio Papa su Autobianchi A112 Abarth, Roberto Piatto con la Fiat Ritmo 75 e Remo De Carli nella gara “moderna” con la Radical SR4.

Foto Claudio Cavion

Scuderia Palladio Historic: luci e ombre al Lessinia Rally Historic


Non è stata una trasferta dai toni brillanti quella della Scuderia Palladio Historic al duplice evento Lessinia Rally Historic e Regolarità sport, al quale era presente con dieci equipaggi, quattro nel primo e i restanti sei nel secondo.

Nel rally valevole per il TRZ della seconda Zona e per il Trofeo Rally ACI Vicenza, il miglior risultato è arrivato per mano di Pierluigi Zanetti, alla fine sesto assoluto alla guida della Ford Sierra Cosworth 4x4 Gruppo A divisa con Carlo Vezzaro; il duo era partito con un ottimo terzo assoluto sula prova d’apertura e nel resto della gara ha proseguito con un buon passo nonostante qualche piccolo problema chiudendo al quarto posto di classe e del 4° Raggruppamento, acquisendo punti utili per il Trofeo promosso da AC Vicenza nel quale ora si trova al quarto posto assoluto. Il secondo equipaggio a vedere il traguardo di Bosco Chiesanuova è stato quello dell’Autobianchi A112 Abarth Gruppo 2 del presidente Mario Mettifogo navigato da Gloria Florio: per loro la quarta posizione di classe, bis di quella ottenuta quattro settimane prima al Campagnolo e che porta quei punti che permettono alla navigatrice di salire in testa della classifica femminile del Trofeo e al terzo posto nell’assoluta; per Mettifogo, invece, valgono il sesto nell’assoluta.
Nella classifica delle scuderie, quinto posto per la Palladio Historic.

Purtroppo fermi per i danni conseguenti una toccata alla loro Opel Kadett Gt/e nella quarta speciale, Renato e Nico Pellizzari erano partiti nel migliore dei modi e al primo riordino erano al comando nella classe. Quarta prova fatale anche per l’Alfa Romeo Alfetta GTV 6 di Antonio Regazzo e Andrea Ballini, ferma anzitempo a causa della rottura del cambio.

Qualche ritiro di troppo anche nella regolarità dove, a salvare l’onore del “gatto col casco” ci hanno pensato Daniele Carcereri e Federico Danzi, quinti assoluto e primi di divisione con la Peugeot 205 GTI 1.9, stessa vettura che Ezio Franchini e Gabriella Coato hanno portato al gradino 32 dell’assoluta. Al traguardo, sessantunesimi, anche Paolo Marcon e Giovanni Somenzi con la Lancia Fulvia HF; note purtroppo dolenti per Stefano Adrogna e Natascia Biancolin fermi per la rottura di un tubo dell’olio della Mazda MX-5, per Mauro Argenti e Roberta Amorosa, appiedati dalla frizione della Porsche 911 e per Gianluigi Falcone ed Erika Balboni fermi anzitempo per problemi di surriscaldamento alla loro Toyota Celica ST 185.

Doveroso, infine, un tributo al personale della squadra di assistenza per il gran lavoro svolto e reso pesante da un clima caldo e afoso.

Si volta pagina e si passa al mese di luglio con la classicissima “Trento – Bondone” la cronoscalata alla quale sono iscritti Umberto Pizzato con la Porsche 911 RSR e Romeo De Rossi nuovamente al via con la Lola T-590: da programma, manche di prova sabato 3 luglio e gara il giorno dopo.

FOTO CLAUDIO CAVION

Trofeo Rally ACI Vicenza: il Lessinia Rally Historic rimescola le classifiche


Vicenza, 29 giugno 2021. Ventitré i conduttori – quattordici piloti e nove navigatori – che hanno preso parte sabato scorso al Lessinia Rally Historic, secondo dei cinque appuntamenti per le auto storiche del Trofeo Rally organizzato dall’Automobile Club Vicenza in collaborazione con la Scuderia Palladio Historic.

Molto apprezzata per il percorso e la logistica, la gara organizzata dal Rally Club Valpantena è stata avvincente e combattuta e, grazie ai risultati ottenuti dai conduttori iscritti alla Serie, le varie classifiche del trofeo registrano diversi cambiamenti dopo la seconda gara.

Oltre alla soddisfazione per la bella vittoria assoluta ottenuta con la Ford Sierra Cosworth, Riccardo Bianco gioisce anche per il bottino pieno di punti, 32, che sommati a quelli del Rally Campagnolo lo proiettano in vetta all’assoluta piloti, oltre che in quelle di classe e 4° Raggruppamento. Proficuo, il Lessinia lo è stato anche per Gianluigi Baghin su Alfa Romeo Alfetta GTV che si porta in seconda posizione assoluta, prendendo il comando nel 3° Raggruppamento oltre che nella “over 60 piloti” e nella propria classe. Sugli scudi anche Stefano Sbalchiero che vince la classe con la Fiat 127 e va al comando della 2-1150 ma soprattutto al terzo posto nell’assoluta dove precede Pierluigi Zanetti anch’egli su Ford Sierra Cosworth. Assente al Lessinia, Paolo Nodari conserva il quinto posto nell’assoluta dove si fa sotto Mario Mettifogo, ora sesto, che si tira in scia Lorenzo Scaffidi risalito al settimo posto e sempre saldamente al comando di classe, mentre nelle altre non si registrano variazioni di rilievo

Primo di classe al fianco di Sbalchiero, Federico Casa aggiunge 17 punti ai 12 del Campagnolo e passa al comando sia nell’assoluta navigatori, sia tra gli “over 60” e aggiunge pure il primato in classe 2-1150 dove precede Gloria Florio, navigatrice di Mettifogo, che sale anche al terzo posto dell’assoluta copiloti e al primo nella femminile tallonata da Natascia Freschi ad un punto; terza nella classifica “rosa” è Cristina Merco, nonostante il ritiro in gara.

Primi punti per Riccardo Pellizzari, quinto di classe su A112 Abarth assieme a Christian Ronzani che rafforza il primato tra i navigatori “under 25”, mentre segnano il passo al debutto nel Trofeo, Aldo Pantanella e Daniele Olivan fermi anzitempo con la Fiat 127.

A restare al palo a causa dei ritiri sono i due Costenaro, padre e figlio, entrambi appiedati dal cambio della Lancia Rally 037 condivisa con Lucia Zambisi e Ford Sierra Cosworth; Andrea Marangon e Massimo Darisi escono di strada con l’Honda Civic nella prima prova mentre Daniele Danieli e Cristina Merco vengono beffati dalla rottura del pedale della frizione della Fiat Ritmo 130TC. Nuovamente i cambi protagonisti, in negativo, per l’Alfa Romeo Alfetta GTV6 di Antonio Regazzo e la Fiat 131 Abarth di Danilo Pagani e Adriano Beschin.

Dopo le prime due gare per entrambe le categorie, storiche col Campagnolo e Lessinia, moderne con Valpolicella e Bellunese, il Trofeo Rally ACI Vicenza tornerà ad accendere i riflettori ad inizio agosto col Rally Città di Scorzè valevole per le sole moderne a cui farà seguito il 18 settembre il terzo impegno per le storiche al San Martino di Castrozza.

Classifiche su www.palladiohistoric.it

Foto Claudio Cavion

GEIDUE in trionfo al Lessinia Rally


È festa grande in casa GEIDUE che torna dal Lessinia Rally Historic col bottino pieno ottenuto dai due equipaggi schierati al via dell’impegnativo rally veronese, che dopo le nove combattute prove speciali, ha visto salire sul gradino più alto del podio Riccardo Bianco e Nicola Rutigliano, vincitori con la Ford Sierra Cosworth 4x4 Gruppo A; a completare l’impresa ci hanno pensato Stefano Sbalchiero e Federico Casa, primi di classe con la Fiat 127 Gruppo 2.

Gara praticamente perfetta quella del duo della Sierra che ha preso il comando dopo il primo giro di prove e mantenuto sino al traguardo, aggiudicandosi anche i punti per il TRZ della Seconda Zona e per il Trofeo Rally ACI Vicenza che ora vede Bianco al comando tra i piloti, dopo due delle cinque gare a calendario.

Gran bella gara anche per Sbalchiero e Casa che hanno colto i frutti del gran lavoro svolto sulla Fiat 127, prendendo la testa della classifica sulla quarta prova, al pari di Bianco, e mantenendo il comando sino alla fine, realizzando la ventiduesima prestazione assoluta. Anche per Stefano arrivano punti pesanti per il Trofeo ACI Vicenza, visto che passa al terzo posto dell’assoluta e al primo di classe; ancora meglio va al suo navigatore che oltre a primeggiare nella 2-1150, va al comando nell’assoluta e nella “over 60”.

“Siamo soddisfatti, e non potrebbe essere altrimenti – racconta Bianco – dopo aver vinto una gara davvero impegnativa e con un lotto di partenti di alto livello. Abbiamo cercato di attaccare dove si poteva e controllare in altre fasi della gara, senza mai sbagliare nulla e con un pizzico di fortuna con la quale, posso ammettere che eravamo in credito. La vettura ci ha assecondato alla perfezione, gratificandoci per il gran lavoro fatto nella prima parte della stagione e solo nel finale, qualche rumore strano proveniente dalla trasmissione ci ha messo in allerta, ma tutto è filato liscio fino al traguardo. Sono doppiamente soddisfatto visto anche il risultato ottenuto da Stefano e Federico premiati per la regolarità della loro prestazione ottenuta anche grazie al perfetto funzionamento della loro 127. Colgo l’occasione per ringraziare una volta di più chi ci sostiene e dedico anche a loro la vittoria”. 

FOTO CLAUDIO CAVION


giovedì 24 giugno 2021

Il Team Bassano verso la Lessinia


Romano d'Ezzelino (VI), 24 giugno 2021 – Archiviata la proficua trasferta al Rally Lana Storico, il Team Bassano è nuovamente ai nastri di partenza di un altro fine settimana ricco d’impegni sportivi.
S’inizia col più nutrito: il Lessinia, evento veronese che si sdoppia tra rally storico e regolarità sport, in programma sabato 26 a Bosco Chiesanuova e al quale sono ventisei gli equipaggi dall’ovale azzurro iscritti: venti nel rally valevole per il TRZ e il Trofeo Rally ACI Vicenza e sei nella regolarità con validità per il Trofeo Tre Regioni.
Apre l’elenco la Lancia Rally 037 di Giorgio Costenaro e Lucia Zambiasi che partiranno col numero 1 in virtù della priorità acquisita per la vittoria nel TRZ 2020; tocca poi a Nicola Patuzzo e Alberto Martini che lasciano la Sierra per affidarsi alla Toyota Celica 4WD seguiti ad un minuto da Giovanni Costenaro e Matteo Gambasin che punteranno al tris in terra veronese dopo le vittorie del Bardolino e Valpolicella. Dopo il brillante Rally Campagnolo, torna in gara Bernardino Marsura con la Porsche 911 RSR sulla quale lo navigherà Silvia Mosena e, con una vettura analoga, rivedremo al via Giampaolo Basso e Sergio Marchi; altre due 911 RSR sono iscritte con Claudio Zanon e Maurizio Crivellaro, e Antonio Orsolin con la figlia Eva. Due le coupé tedesche in versione SC del 3° Raggruppamento, la prima di Massimo Voltolini con Giuseppe Morelli, la seconda per Luigi Rocchetto che interrompe un lungo digiuno e sarà affiancato da Flavio Zanella. Presente una seconda Lancia Rally 037, quella di Enrico Bonaso con Michele Orietti alle note e finalmente si rivedrà anche l’Opel Kadett GT/e di Luca Cattilino che avrà al suo fianco Stefano Farina, che si troveranno a duellare in classe, anche con l’Alfa Romeo Alfetta GTV di Gianluigi Baghin ed Elisa Presa, oltre all’Opel Ascona SR di Alessandro Mazzuccato e Massimo Boni.
Si continua, poi, con la Fiat Uno Turbo di Lorenzo Scaffidi e Natascia Freschi, la Renault 5 GT Turbo dello specialista degli slalom Stefano Cracco, affiancato da Denis Gainelli, e la Fiat 131 Abarth di Danilo Pagani con Adriano Beschin alle note. Scorrendo verso l’epilogo dell’elenco, troviamo la Peugeot 205 Rallye di Franco Simoni e Mauro Alioni, la Fiat 124 Special T di Maurizio Fasolin con Marina Frasson alle note e, infine le immancabili Autobianchi A112: due quelle portacolori del Team Bassano, la prima con Luca Beccherle e Roberto Benedetti, la seconda di Riccardo Pellizzari e Christian Ronzani.

La sestina della regolarità sport inizia con la Mercedes 190 E 2.3 di Giuseppe Ongaro e Roberto Raniero; a seguire, la Porsche 911 di Massimo e Riccardo Rettore, l’Opel Manta GT/e di Mirko Corradi e Stefano Composta, le due Kadett Gt/e di Ivano Baù e Christopher Davare e Damiano Pasetto con Matteo Zanini; chiude la lista la Lancia Fulvia HF 1.6 dei recenti vincitori del Campagnolo Historic, Andrea Giacoppo e Lisa Oliviero sui quali si punta per un nuovo successo nella regolarità sport.
Dopo le operazioni di accreditamento di venerdì 25, la gara partirà alle 8 da Bosco Chiesanuova per concludersi alle 18.31; nove le prove speciali e di precisione per 78,84 chilometri cronometrati.

Per il secondo appuntamento del fine settimana ci si sposta in Ungheria, per la precisione a Pécs e dintorni, dove si correrà il Mecsek Rallye valevole per il Campionato Europeo FIA, al via del quale ci sarà la Porsche 911 RSR Gruppo 4 di Paolo Pasutti e Jean Campeis.

Da tutt’altra parte, in Sardegna per la precisione, si correrà la prima edizione del Rally del Parco Geominerario al quale è iscritta la Fiat 125 Special di Leopoldo Di Lauro e Giovanni Nuvoli.

Ultima gara che vedrà un equipaggio del Team Bassano al via, è il San Marino Rally valevole per la Coppa di Zona al quale parteciperanno Alberto Gragnani e Giovanni Guerzoni con la Rover 216 in categoria Racing Start.

lunedì 5 aprile 2021

Lessinia Rally Historic e LessiniaSport verso una inedita edizione estiva


La stagione 2021 del Rally Club Valpantena sta per aprire i battenti. Dopo il rinvio di quest’inverno per i motivi legati all’emergenza sanitaria, il 3° Lessinia Rally Historic e l’11° LessiniaSport si preparano a riaccendere i motori delle vetture da rally storiche il 25 e 26 giugno prossimi a Bosco Chiesanuova.

Il rally storico valido per il TRZ Trofeo Rally di Zona e per il Trofeo ACI Vicenza e la regolarità sport inserita nel calendario del Trofeo Tre Regioni saranno prima di tutto un messaggio di speranza, di voglia di correre e di ripartire. Ancora non si conoscono le modalità di svolgimento della gara rispetto alla presenza del pubblico anche se i protocolli ACI Sport tutt’ora in vigore lasciano presupporre che anche l’appuntamento di giugno sarà a porte chiuse.

Lo staff organizzatore del Rally Club più longevo d’Italia sta lavorando a pieno regime per garantire alla gara, spostata di quattro mesi rispetto alla data originaria, di rispettare tutte le norme sportive e di sicurezza previste dalla Federazione. L’evento, che si prepara ad accogliere alcune tra le più belle vetture da rally storiche in circolazione, è stato profondamente ridisegnato pur mantenendo le sue caratteristiche peculiari che ne hanno costruito il successo di anno in anno: percorso compatto, belle prove speciali e la consueta organizzazione by RCV.

Grazie al supporto e al sostegno delle amministrazioni comunali coinvolte, in prima linea Bosco Chiesanuova e Roverè Veronese che ospiteranno le prove speciali, il 3° Lessinia Rally Historic e l’11° LessiniaSport saranno in assoluto l’evento RCV con la maggiore percentuale di prove speciali rapportate al chilometraggio complessivo. Saranno infatti quasi 79 i chilometri cronometrati alla luce di poco più di 200 chilometri totali, con nove speciali, tre da ripetere per tre volte. Partenza e arrivo a Bosco Chiesanuova sabato 26 giugno, mentre il Parco Assistenza sarà ricavato più a valle, sulla direttrice verso la Cantina Valpantena che ospiterà i due riordini.

Rispetto alle ultime edizioni sarà solo una la prova riconfermata in toto, mentre due saranno completamente inedite, inclusa la prova speciale regina che con i suoi quasi 15 chilometri sarà la prova più lunga mai disputata dal Lessinia nel corso della sua storia.

Le iscrizioni seguiranno l’iter attualmente previsto per le competizioni di rally in Italia. Sul sito www.acisport.it è già possibile perfezionare la preiscrizione, mentre a fare data dal 24 maggio (data di apertura) si potrà proseguire con il secondo step della procedura tramite la modulistica sportiva e sanitaria che sarà presto a disposizione sul sito www.rallyclubvalpantena.it.

Proprio il portale web del Rally Club Valpantena è stato recentemente rinnovato nell’aspetto e nella fruibilità, disegnato per consentire agli utenti una vera e propria RCV Experience che si aggiornerà nel corso dell’anno per vivere quanto più appieno possibile tutte le manifestazioni firmate dal sodalizio: Lessinia Rally Historic, LessiniaSport e ovviamente Revival Rally Club Valpantena, la regolarità sport numero uno in Italia.

Foto Alessandro Sponda

lunedì 11 gennaio 2021

Il Lessinia Rally Historic e il LessiniaSport rinviati al 25-26 giugno 2021


> 11 gennaio 2021 - La stagione 2021 del Rally Club Valpantena sposta il suo inizio. Il 3° Lessinia Rally Historic e l'11° LessiniaSport sono stati posticipati al 25-26 giugno 2021, in attesa di un miglioramento della situazione nazionale relativamente all'emergenza sanitaria Covid-19.
La decisione è stata presa dal Comitato Organizzatore composto da Roberto Brunelli, Sergio Brunelli, Gian Urbano Bellamoli, Paolo Saletti ed Alberto Zanchi in comune accordo con l'amministrazione di Bosco Chiesanuova e con il sindaco Claudio Melotti prima della fine dell'anno, dato l'aggravarsi della situazione in Veneto. La Giunta Sportiva di ACI Sport ha accettato la richiesta di spostamento ed ora tutto lo staff inizierà a lavorare per confezionare la prima edizione estiva delle due manifestazioni che riporteranno le auto storiche da rally in Lessinia.

"Chiaramente ci dispiace dover spostare l'evento dalla sua data originaria - hanno commentato gli organizzatori, - ma la priorità in questo momento è la salute e l'incolumità di tutti. A novembre siamo riusciti a dare il via al Revival Rally Club Valpantena, ma la situazione muta di giorno in giorno, di ora in ora ed è quindi fondamentale un continuo dialogo con le autorità del nostro territorio per adottare le migliori scelte nell'interesse di tutti. Un grazie sincero al Comune di Bosco Chiesanuova che ha lavorato fin da subito insieme a noi per trovare una nuova data e ad ACI Sport che si è subito prodigata per consentirci di risolvere questo importante dettaglio per lo svolgimento dell'evento".

Foto di Alessandro Sponda

lunedì 17 febbraio 2020

2° Lessinia Rally Historic - 10° LessiniaSport: le foto di Alessandro Sponda

2° Lessinia Rally Historic - 10° LessiniaSport,
Foto di ©Alessandro Sponda
riproduzione riservata - cliccare su una foto per aprire la galleria
















 


sabato 15 febbraio 2020

“Raffa” e Paolo Scardoni (BMW M3) concedono il bis al 2° Lessinia Rally Historic


Bosco Chiesanuova, 15 Febbraio 2020 - Non c'è storia, il 2° Lessinia Rally Historic conferma “Raffa” e Paolo Scardoni, che sulla BMW M3 hanno bissato il successo ottenuto lo scorso anno nella manifestazione organizzata dal Rally Club Valpantena e valida per il TRZ Trofeo Rally di Zona, per la Coppa 127 by Pro Energy Motorsport e per il Trofeo ACI Vicenza.
I portacolori della Scaligera Rallye, primo equipaggio veronese al traguardo, si sono confermati costanti ed efficaci ed hanno costruito la loro vittoria, valsa anche l'affermazione nel 4° Raggruppamento, nella parte centrale della gara, vincendo le PS5, 6 e 7. La loro affermazione non deve ingannare, dato che la sfida per la vittoria in realtà è stata molto appassionante, con una serie di avvicendamenti al vertice che hanno visto protagonisti anche Patuzzo, Finati, Sterza e Visintainer.

“Sono decisamente contento – ha commentato il vincitore – al primo riordino dopo la PS3 non ero sicuro che sarei riuscito a chiudere davanti. Gli avversari sono stati davvero di livello, la sfida incerta fino alla fine, ma abbiamo venduto cara la pelle e poter festeggiare ancora una volta nella gara di casa è una soddisfazione immensa”.

Maurizio Finati e Martina Codotto, sulla Lancia Rally 037 della Key Sport Engineering, sono stati come da previsione sempre in primo piano. Vincitori a loro volta di tre prove speciali, la PS2, 3 e 8, hanno chiuso alla fine secondi staccati di 10.2 secondi, ma hanno tenuto la testa della gara fino alla PS5 “Bosco Chiesanuova/2”, dove è avvenuto l'avvicendamento al vertice con “Raffa”. 
“È stata una gara a tratti complicata per la difficoltà di portare in temperatura le gomme – ha commentato Finati al termine – forse ci speravamo visti i tempi della mattina, ma onore ai vincitori”.La prestazione del pilota di Udine non sminuisce comunque la sua classe che lo proietta tra i sicuri protagonisti della stagione 2020.
Terzi al termine Nicola Patuzzo ed Alberto Martini sulla Toyota Celica GT Four del Team Bassano, che hanno inizialmente preso la testa della corsa, ma un testacoda e un problema con il sedile di guida gli hanno fatto perdere secondi preziosi sulla terza speciale, che li ha visti scivolare al sesto posto. Con tre vittorie di speciale (PS1, 4, 9) Patuzzo non si è arreso e ha rimontato fino a riagguantare il podio al termine di una prestazione che, al netto di un po' di sfortuna, ha premiato la sua competitività.

Quarta piazza per Maurizio Visintainer navigato da “Fiore” (BMW M3/Maranello Corse), spettacolari e veloci, mentre la sfortuna ha tradito Guido Sterza e Mauro Umberto Lucchi, che poco prima della PS7, in trasferimento, hanno subito un cedimento alla posteriore destra che li ha obbligati al ritiro. In quel momento erano quarti assoluti e in piena lotta per il podio. Gara comunque molto selettiva, con tanti ritiri per noie meccaniche. Su 54 vetture partenti solo 32 hanno tagliato il traguardo di Bosco Chiesanuova.
Quinto posto finale per Riccardo Bianco e Matteo Valerio, su Ford Sierra Cosworth (Scuderia Palladio Historic) che hanno così primeggiato nella classifica del Trofeo ACI Vicenza, mentre la stupenda Lancia Stratos HF di Giorgio Costenaro e Lucia Zambiasi(Team Bassano) ha chiuso sesta. Il pilota bassanese, che ha entusiasmato come sempre il pubblico, ha conquistato l'affermazione nel 2° Raggruppamentocosì come fu lo scorso anno.
Lorenzo Delladio e Luca Mengon (Porsche 911 Carrera RS/Manghen Team) hanno terminato in settima piazza, mentre Giulio Guglielmi e Giordano Corradini (Porsche 911 SC/Omega) hanno conquistato il 3° Raggruppamento grazie alla loro ottava piazza assoluta. Paolo Baggio e Giulia Paganoni, al debutto insieme sulla Lancia Delta Integrale 16V (Team Bassano) hanno chiuso noni assoluti, mentre a completare la top ten sono stati Alberto Sanna e Alfonso Dal Bra' sulla Porsche 911 SC del Team Bassano.
Da segnalare il dodicesimo posto assoluto di Luca Beccherle e Anna Erbisti, sulla A112 Abarth di papà Franco per i colori della Scaligera Rallye. Luca ha conquistato l'ipotetica vittoria tra le scorpioncine, precedendo sul traguardo vettura di ben più ampia cilindrata.

Successo nella Coppa 127 by Pro Energy Motorsport per Valtero Gandolfo e Marco Torterolo che hanno avuto la meglio sul nutrito parterre di avversari. Successo tra le scuderie per la Scaligera Rallye, davanti al Team Bassano e alla Scuderia Omega. Al quattordicesimo e ventesimo equipaggio al traguardo, un omaggio targato Aquardensper un accesso gratuito al parco termale. A godere di questo riconoscimento relax sono statiSanguin-Refondini (Peugeot 205 GTI/New Rally Team) e Bombieri-Ceschi(Opel Ascona/Omega) rispettivamente 14mo e 20mo.

“Un grazie sincero a tutti – hanno commentato dal Comitato Organizzatore Rally Club Valpantena Roberto Brunelli, Sergio Brunelli, Gian Urbano Bellamoli, Paolo Saletti e Alberto Zanchi - “Una giornata stupenda e una sfida altrettanto spettacolare che ci ha tenuto tutti con il fiato sospeso. Devo ringraziare le amministrazioni comunali che ci hanno sostenuto, i partners che ci hanno supportato, il pubblico composto e appassionato, tutto il gruppo di lavoro e in modo particolare ancora una volta i concorrenti che ci hanno aiutato a mettere un'altra tacca sul Lessinia Rally Historic. Ci vediamo presto, questa manifestazione ci sta regalando grandi soddisfazioni”.

(Ufficio Stampa Rally Club Valpantena)

2° Lessinia Rally Historic - 10° LessiniaSport, verifiche: le foto di Alessandro Sponda

2° Lessinia Rally Historic - 10° LessiniaSport,
le verifiche
Foto di ©Alessandro Sponda
riproduzione riservata - cliccare su una foto per aprire la galleria