Visualizzazione post con etichetta Rally Campagnolo. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Rally Campagnolo. Mostra tutti i post

mercoledì 1 giugno 2022

Scuderia Palladio Historic: gli esiti del Rally Campagnolo


 

Vicenza, 1 giugno 2022 – "Siamo ancora increduli per quanto è successo sabato scorso durante lo svolgimento del rally e, a nome di tutti i tesserati della Scuderia Palladio Historic, sono vicino ad Alessia Bortignon e ai familiari in questo difficile momento." Queste le parole di cordoglio dedicate dal presidente Mario Mettifogo ai cari dello sfortunato pilota mancato a causa di un malore durante lo svolgimento del Rally Campagnolo.

Passano quindi in secondo piano i pur buoni risultati che la scuderia del "gatto col casco" ha conseguito, tenuto conto che è stata disputata metà delle prove previste con le ultime due fortemente condizionate dalla variabilità del meteo. Scorrendo la classifica assoluta, al quarto posto si piazza la Porsche 911 RSR di Alberto Salvini e Davide Tagliaferri che proprio sull'ultima disputata, la "Santa Caterina", perdono due posizioni per una non ottimale scelta degli pneumatici e penalizzati anche dall'appannarsi del parabrezza, con le immaginabili conseguenze.

Buona prestazione per Pierluigi Zanetti e Carlo Vezzaro che vanno a chiudere la top-ten con la Ford Sierra Cosworth 4x4 piazzandosi al quarto posto di classe e soddisfacente è stato anche l'esordio nei rally per Umberto Pizzato navigato da Moreno Pertegato sulla Porsche 911 RSR, sesti di classe e ventiseiesimi nella generale, dove sul gradino 31 troviamo l'Opel Kadett GT/e di Renato Pellizzari e Mirco Santacaterina. La roulette degli pneumatici non premia Marco e Mattia Franchin, trentottesimi e settimi con l'Alfa Romeo Alfetta GTV nell'affollata 2-2000. Antonio Regazzo chiude il suo diciassettesimo Rally Campagnolo portando la sua GTV6 alla vittoria di classe assieme a Mauro Rizzo, mentre per Mario Mettifogo e Gloria Florio è la seconda posizione nella 2-1150 con l'Autobianchi A112 Abarth che figura alla 56 nella generale con subito dietro la Ford Escort RS di Giampietro Pellizzari e Mauro Magnaguagno. Completano il gruppo Giuliano Ongaro e Mauro Savegnago terzi di classe con la Peugeot 205 Rallye.


Per quanto riguarda la gara di regolarità sport, si attende conferma del risultato definitivo a seguito di verifica richiesta dall'equipaggio Gianluigi Falcone ed Erika Balboni che dai riscontri delle prove sarebbero secondi assoluti con la Toyota Celica, ma nella classifica ufficiale risultano undicesimi. Sempre dalla generale, attualmente al secondo posto vi sono Mauro Argenti e Roberta Amorosa con la Fiat Ritmo 125; ventiquattresimi sono Maurizio Senna e Giacomo Gnocchi su Volkswagen Golf Gti, mentre si sono ritirati Stefano Adrogna e Natascia Biancolinm mm mm

su Mazda MX5.


Da un altro campo di gara, quello della gara di regolarità sport abbinata al Rally degli Abeti e dell'Abetone è arrivata una buona notizia per la Scuderia Palladio Historic, grazie alla vittoria siglata da Daniele Carcereri e Claudio Norbiato con la Peugeot 205 GTI; ritirata la vettura gemella di Ezio Franchini e Gabriella Coato.

lunedì 30 maggio 2022

Regolarità Rally Campagnolo: Fabbri vince la “sport”, Concari la “media”


Isola Vicentina (VI), 30 maggio 2022 – Sospese dopo il primo giro anche le due gare di regolarità abbinate al Rally Campagnolo, le classifiche sono state comunque decretate valide sia per la “sport” sia per la “media”.

Nella prima, valevole per il Trofeo Tre Regioni, l’hanno spuntata i portacolori del Progetto M.I.T.E. Leonardo Fabbri e Tomas Sartore su Volvo 144 precedendo di un solo centesimo la Fiat Ritmo 125 TC di Mauro Argenti e Roberta Amorosa e di 4 la Porsche 911 RS di Marco Maiolo e Maria Teresa Paracchini. Più staccata, in quarta posizione la Fiat 131 Racing di Arturo Barbotto e Pierluigi Manzone con le stesse penalità realizzate da Marco Bentivogli e Andrea Marani su Fiat Ritmo130 TC.

Successo per Concari e Androvandi su Lancia Delta HF nella gara di regolarità a media valevole per il Campionato Italiano, nella quale hanno preceduto Bonnet – Bonnet su Alfa Romeo Giulietta Ti e l’altra Delta di Gandino e Merenda. In quarta posizione la Ford Sierra Cosworth di Verini e Liverani e completano la top five Somaruga e Fumanelli con l’Audi Quattro.

Foto di Videofotomax

RALLY CAMPAGNOLO, IL CORDOGLIO DI LUISE


Adria (RO), 30 Maggio 2022 – “Quando arrivano certe batoste” – racconta Luise – “non c'è nulla che possa alleviare il dolore per una perdita così grande. Sia io che Melissa ma anche tutto il nostro team, da Silvano Amati a Valentino Vettore, ci stringiamo idealmente attorno alla famiglia Bortignon. Non ci sono parole adatte per esprimere cosa si prova in questi casi e l'unico modo per poterci dimostrare vicini è quello di fermarci, rispettando questo dolore.”

Ad onor di cronaca il Campagnolo Rally Storico, quarto appuntamento del Campionato Italiano Rally Auto Storiche, è stato sospeso dalla direzione gara, dopo la quarta speciale, in seguito alla scomparsa di Michele Bortignon, venuto a mancare durante un tratto di trasferimento.
Il pilota di Adria, in gara per i colori del Team Bassano su una Fiat Ritmo 130 gruppo A, era undicesimo assoluto, quinto di quarto raggruppamento e primo di classe A-J2/2000.

domenica 29 maggio 2022

Mesta vittoria per Lombardo e Consiglio (Porsche 911 RSR) al 17° Rally Campagnolo


Isola Vicentina (VI), 29 maggio 2022 – È stata un’edizione sfortunata la 17^ del Rally Storico Campagnolo svoltasi nei giorni scorsi, funestata dalla scomparsa del pilota Michele Bortignon a seguito di un malore nel trasferimento successivo alla terza prova speciale “Recoaro 1000”.

Il rally valevole quale quarto appuntamento del Campionato Italiano Rally Auto Storiche, oltre che del Trofeo A112 Abarth Yokohama, Memory Fornaca, Trofeo Rally ACI Vicenza e Michelin Historic Rally Cup è stato sospeso al termine del primo giro di prove e, da regolamento il risultato è valido avendo percorso il minimo del chilometraggio previsto.

Forti di quattro scratch in altrettante prove disputate, Angelo Lombardo e Roberto Consiglio su Porsche 911 RSR Gruppo 4 della Ro racing, si sono aggiudicati con autorità la gara agevolati anche dal fatto di aver sempre azzeccato la giusta scelta degli pneumatici in una prima parte di gara condizionata dall’estrema variabilità del meteo e dall’intensa pioggia sulla “Santa Caterina”.

Alle loro spalle si sono piazzati “Lucky” e Fabrizia Pons, tenaci e combattivi con la Lancia Delta Integrale Gruppo A con la quale si sono aggiudicati il 4° Raggruppamento precedendo la Ford Sierra Cosworth 4x4 di Giovanni Costenaro e Matteo Gambasin sul podio provvisorio proprio dopo la Santa Caterina che ha rimescolato la classifica. Secondi dopo le prime tre prove, Alberto Salvini e Davide Tagliaferri scivolano al quarto posto penalizzati dal parabrezza della Porsche 911 RSR che si appannava nel corso della “Santa Caterina” dove hanno pagato un pesante distacco. 
Quinta un’altra Porsche 911 RSR quella di Sergio Galletti, navigato da Alberto Marcon, che si conferma come uno dei nomi nuovi del Tricolore, e al sesto posto la 911 SC di Natale Mannino e Giacomo Giannone che vanno a vincersi il 3° Raggruppamento precedendo la Ford Escort RS di Enrico Volpato e Samuele Sordelli in gran rimonta. All’ottavo e decimo posto altre due Sierra Cosworth: quelle di Riccardo Bianco e Pierluigi Zanetti, il primo con Matteo Valerio, il secondo affiancato da Carlo Vezzaro e in mezzo a loro, in nona posizione assoluta ha chiuso l’Opel Ascona 400 di Tiziano e Francesca Nerobutto. 1° Raggruppamento ai solitari Antonio Parisi e Giuseppe D’Angelo su Porsche 911 S.

Nel Trofeo A112 Abarth sono Marco Gentile e Vincenzo Torricelli ad aggiudicarsi la gara giocata su distacchi ridottissimi nelle quattro prove disputate; podio completato da Eugenio Dallari e Andrea Montecchi seguiti da Ivo Droandi e Carlo Fornasiero.

Molto combattuta la gara di regolarità sport che ha richiesto l’applicazione della discriminante per assegnare la vittoria alla Toyota Celica di Gianluigi Falcone ed Erika Balboni che hanno avuto la meglio su Leonardo Fabbri e Tomas Sartore su Volvo 144 precedendo di un centesimo su Mauro Argenti e Roberta Amorosa con la Fiat Ritmo 125 Tc.

Successo per Concari e Androvandi su Lancia Delta HF nella gara di regolarità a media valevole per il Campionato Italiano, nella quale hanno preceduto Bonnet – Bonnet su Alfa Romeo Giulietta Ti e l’altra Delta di Gandino e Merenda.

Crediti foto: ACI Sport

sabato 28 maggio 2022

Aggiornamento dal 17° Rally Storico Campagnolo


Isola Vicentina (VI), 28 maggio 2022 – Durante il trasferimento dopo la PS numero 3 "Recoaro 1000", un malore mortale ha colpito il conducente della vettura numero 88, Michele Bortignon. Nonostante i tempestivi soccorsi messi in atto dalla direzione gara e dal 118, non si è potuto che constatarne il decesso.

L'organizzatore Renzo De Tomasi, il Presidente di ACI Vicenza Luigi Battistolli e la direzione gara sono vicini ai familiari in questo particolare momento.


(Ufficio Stampa Rally Campagnolo)

giovedì 26 maggio 2022

Il Team Bassano alla conquista del Campagnolo



Romano d'Ezzelino (VI), 26 maggio 2022 – Tutto pronto in casa Team Bassano per un altro degli eventi più importanti della stagione sportiva, il Rally Campagnolo giunto alla 17^ edizione. Come sempre, il team capitanato da Mauro Valerio risponde in numero massiccio alla chiamata schierando trentadue equipaggi al via del rally storico ai quali se ne sommano tredici in gara nel Trofeo A112 Abarth Yokohama e con i cinque nella regolarità sport e uno in quella a media, il totale arriva a quota cinquantuno.

Ad aprire l'elenco i vincitori dell'edizione 2021 "Lucky" e Fabrizia Pons su Lancia Delta Integrale e a seguire Tiziano e Francesca Nerobutto su Opel Ascona 400 con la quale cercheranno di bissare la vittoria nel 3° Raggruppamento dello scorso anno. Subito dietro la Ford Sierra Cosworth 4x4 di Giovanni Costenaro e Matteo Gambasin "una tantum" con le storiche nel rally di casa, mentre per Matteo Luise e Melissa Ferro sarà la terza uscita stagionale con la Fiat Ritmo 130 TC. Presenti anche i lariani Enrico Volpato e Samuele Sordelli su Ford Escort RS e con la prima Porsche 911, gli "scudettati" Adriano Beschin e Federico Migliorini seguiti a ruota dalla Lancia Stratos di Giorgio Costenaro e Lucia Zambiasi, dalla Porsche 911 di Roberto Rimoldi e Harshana Ratnayake e dalla Ford Sierra Cosworth 4x4 di Andrea Smiderle e Alberto Bordin. Si scorre l'elenco fino al numero 28 per ritrovare Jacopo Rocchetto con la Porsche 911 SC che condividerà con Francesco Berdin seguito dall'accoppiata di Lancia Rally 037 di Carlo Falcone ed Enrico Bonaso: il primo navigato da Edoardo Guardia Fulvi, il secondo da Flavio Zanella. Ancora una Porsche 911, ed è la RSR di Claudio Zanon e Maurizio Crivellaro seguita da un altro "bis" Lancia con le Delta Integrali di Fabio Garzotto e Rocco Falcon affiancati da Andrea Sbalchiero e Pietro Ometto. Prima gara nelle fila del Team Bassano per Bruno Graglia e Roberto Barbero con la BMW M3 e si continua a scorrere il lungo elenco fino a trovare l'Opel Ascona SR di Alessandro Mazzucato con Michele Orietti alle note, la BMW 2002 Tii di Luca Prina Mello con Simone Bottega e l'immancabile Massimo Giudicelli assieme a Paola Ferrari sulla Volkswagen Golf Gti, come non mancherà al via Gianluigi Baghin con l'Alfa Romeo Alfetta GTV assieme a Dajana Sbabo, preceduto dall'Opel Kadett GT/e di Nicola Tricomi con Luigi Aliberto e seguito dalla Renault 5 GT Turbo di Damiano Zandonà con Simone Stoppa. Ancora una Porsche 911 RSR, quella di Roberto Giovannelli ed Isabella Rovere, prima di trovare la BMW 318iS di Gianluca Testi e Marco Benvegnù. Presente anche Enrico Canetti con l'Opel Corsa GSI sulla quale lo navigherà Luigi Cavagnetto sostituendo Cristian Pollini, tallonati dalla Citroen AX di Giorgio Santagiuliana con Michele Mecenero sul sedile di destra. Ancora un'Opel Ascona SR, in versione 1.9, per Stefano Chiminelli ed Enrico Strappazzon prima di trovare la Fiat 131 Abarth di Danilo Pagani e Renato Vicentin; esordio con la casacca del Team Bassano anche per Michele e Alessia Bortignon su Ford Escort RS e, a chiudere la lunga sequenza, un trio formato dalla Lancia Fulvia HF 1.6 di Fabrizio Vaccani e Valter Rapetti, l'Opel Kadett SR di Peter ed Elke Goeckel e la Fiat 128 Sport di Luigi Annoni e Giampaolo Mantovani.

Come annunciato in apertura, altri dodici equipaggi targati Team Bassano si sfideranno con le A112 Abarth dell'omonimo trofeo per il quale è stato emesso il comunicato dedicato.

Si passa poi alla gara di regolarità sport che conta cinque equipaggi al via iniziano con la Mercedes 190 E 2.3 di Giuseppe Ongaro e Roberto Raniero, la BMW 325 di Andrea Cazzola e Luca Fichera, l'A112 Abarth di Andrea Stocchero e Federico Zini, la Fiat 127 di Edoardo e Matteo Zuccante per chiudere con la Fiat 500 Abarth di Carmelo Cappello e Andrea Marcon. Infine, un equipaggio sarà in gara nella regolarità a media, quello composto da Mariano Fiorese ed Elena Mazzocato su Innocenti Mini Cooper.

Il programma delle gare prevede le verifiche nella giornata di venerdì 27 ad Isola Vicentina, località dalla quale alle 8 dell'indomani partirà la prima vettura per affrontare le otto prove speciali e di precisione. Arrivo in Piazza Marconi a partire dalle 19.10.


Foto di Videofotomax

mercoledì 25 maggio 2022

Sono 194 gli iscritti al Rally Campagnolo


Isola Vicentina (VI), 25 maggio 2022 – Non è la cifra strabiliante del 2021, anno del record di 259 iscritti che resterà a lungo imbattuto, ma anche nell’edizione del 2022 il Rally Campagnolo annuncia un numero davvero importante grazie ai centonovantaquattro equipaggi che hanno perfezionato la propria iscrizione.

Sono ben novantaquattro quelli iscritti al Rally valevole per il CIR Auto Storiche, Trofeo ACI Vicenza, Memory Fornaca e Michelin Rally Cup ai quali si sommano i ventitrè in gara nel Trofeo A112 Abarth Yokohama che portano a centodiciassette gli equipaggi che si cimenteranno contro il cronometro. Oltre a questi se ne contano cinquantatrè nella regolarità sport valevole per il Trofeo Tre Regioni e altri diciotto nella gara a media titolata per il Campionato Italiano, il tutto completato dalle sei vetture moderne in gara a media, evento in anteprima assoluta.

A sfidare “Lucky” e Pons su Lancia Delta Integrale, vincitori di tre edizioni tra cui la scorsa, saranno diversi gli equipaggi, iniziando da un trio su Porsche 911 RSR: quelle di Lombardo e Consiglio, vincitori del Vallate Aretine e Targa Florio, di Bertinotti e Rondi, detentori dei titoli 2021 e di Salvini al suo quindicesimo Campagnolo consecutivo, navigato da Tagliaferri. Di sicuro ci proveranno anche almeno altri tre con le Ford Sierra Cosworth 4x4 tra cui i locali Giovanni Costenaro e Smiderle, navigati da Gambasin e Bordin, oltre a quella del rientrante Pierangioli con Ferrari alle note, ma da tener d’occhio saranno anche le BMW M3 dei due Zanin, padre e figlio, affiancati da Rosina e Cerantola, oltre a quella di Biasiotto e Lizzi. Presenti anche i leader provvisori del CIRAS Lo Presti e Biglieri su Porsche 911 SC, stessa vettura del detentore del 3° Raggruppamento Beschin con Migliorini alle note; entrambi dovranno però vedersela anche con l’Opel Ascona 400 di Tiziano e Francesca Nerobutto. Occhi puntati anche su Luise e Ferro in gran forma con la Fiat Ritmo 130 TC e non staranno di certo a guardare Volpato e Sordelli su Ford Escort RS assieme a diversi equipaggi locali che punteranno ad entrare nella top ten a partire da Bianco – Valerio e Zanetti - Vezzaro su Ford Sierra Cosworth, Costenaro e Zambiasi con la Lancia Stratos, ma anche Mannino e Giannone vincitori del Costa Smeralda d’inizio aprile con la Porsche 911, stesse vetture con cui saranno al via Rimoldi- Ratnayake, Delladio - Musti e Galletti – Marcon.

Non mancheranno di dare spettacolo ed emozioni anche le classi “due litri” del 3° e 4° Raggruppamento che contano entrambe un numero sostanzioso d’iscritti; solo uno, invece, nel 1° la Porsche 911 S di Parisi e D’Angelo e salta all’occhio la totale assenza di Fiat 127 lasciando a tre A112 Abarth la lotta per la supremazia in 2-1150. Una menzione anche per Antonio Regazzo al suo diciassettesimo Campagnolo Storico, unico pilota ad aver corso tutte le edizioni dal 2005: sarà al via assieme a Ballini con l’Alfa Romeo GTV6.

Rispondono bene all’appello del Campagnolo anche le A112 dell’omonimo Trofeo giunto al suo quarto appuntamento stagionale contando ventitrè equipaggi pronti a sfidarsi sul filo dei decimi di secondo in un’altra gara che si prevede tiratissima.

REGOLARITÀ – Cinquantatrè gli equipaggi iscritti nella “sport” che ritroverà i pretendenti al Trofeo Tre Regioni, giunto al quinto appuntamento stagionale. Come per il rally, anche la gara “sui tubi” offre spunti per un pronostico non facile da azzeccare con almeno sei equipaggi con i requisiti per salire sul gradino più alto del podio dopo le otto prove di precisione.

In calo gli iscritti della gara a media, secondo round del Campionato Italiano che vede diciotto equipaggi pronti a sfidarsi, tra i quali i vincitori 2021 Gandino e Merenda su Lancia Delta Integrale, mentre con una 4WD saranno al via i vincitori del Costa Smeralda, Concari e Androvandi e tra gli iscritti anche l’ex Campione Europeo ed Italiano rally Maurizio Verini, qui con una Ford Sierra Cosworth. In chiusura, una menzione per la novità della gara a media per le auto moderne che muove i primi passi con sei equipaggi iscritti.

Ulteriore informazione su www.rallyclubisola.it

Foto di ACI Sport

mercoledì 2 giugno 2021

Campionato Italiano Rally AutoStoriche - Lombardo e Ratnayake (scuderia RO racing) al secondo posto del Rally Campagnolo



Continua a regalare emozioni il Campionato italiano rally auto storiche giunto al suo terzo atto del 2021. In Veneto, nel fine settimana appena trascorso, Angelo Lombardo e Hars Ratnayake, portacolori della scuderia RO racing, hanno concluso la loro avventura al Rally Campagnolo, ancora una volta, ad un passo dalla vittoria finale. Per i due rappresentanti del sodalizio di Cianciana, secondi in classifica generale, sono però giunti punti pesanti in chiave campionato. Lucio Da Zanche, diretto avversario dei due ragazzi terribili della RO racing, ha, infatti, terminato la sua gara alle loro spalle. 

Lombardo e il suo navigatore Ratnayake, con la Porsche 911 ex Gruppo B di IV Raggruppamento, seguita dal preparatore Guagliardo, si sono imposti in diversi tratti cronometrati non riuscendo però a salire in cima alla classifica finale.


"Sono molto soddisfatto, abbiamo guadagnato preziosissimi punti per la classifica di campionato – ha detto Lombardo - è stata una gara tirata, caratterizzata da un tracciato molto tecnico e veloce con tratti in discesa molto impegnativi. Ci stiamo già organizzando per la prossima trasferta al Rally Lana, gli avversari sono alla nostra portata e la cosa mi rinfranca molto".

venerdì 28 maggio 2021

Campionato Italiano Rally AutoStoriche / Lombardo e Ratnayake con la scuderia RO racing al Rally Campagnolo


Il Campionato Italiano Rally Auto Storiche farà tappa in Veneto questo fine settimana al rally Campagnolo, che ha fatto registrare il pienone di iscritti. A difendere i colori della scuderia RO racing ci saranno Angelo Lombardo e Hars Ratnayake. I due, dopo la sfortunata seconda piazza della Targa Florio, proveranno un nuovo attacco sia alla vetta della classifica di campionato sia al primato in gara, cosa quest'ultima che potrebbe tranquillamente essere alla loro portata. Lo spettacolare equipaggio della RO racing sarà al via della terza tappa della massima serie nazionale a bordo di una Porsche 911 ex Gruppo B del Quarto Raggruppamento delle storiche seguita dal preparatore Guagliardo.

"Non sarà una gara facile, ma dobbiamo provare a vincere se vogliamo rimanere in corsa per la conquista della vittoria in campionato. – ha detto Angelo Lombardo – I nostri avversari non ci renderanno vita facile e, tra l'altro, in Veneto ci saranno tanti specialisti locali che aggiungeranno spunti agonistici alla competizione”.


venerdì 21 maggio 2021

Dodici equipaggi della Scuderia Palladio Historic al Rally Campagnolo


Dopo il Rally del Bardolino dello scorso marzo, sta per terminare il digiuno dai rally per la Scuderia Palladio Historic, in pieno conto alla rovescia per l'atteso Rally Campagnolo in programma ad Isola Vicentina venerdì 28 e sabato 29 maggio prossimi.

Nel rally valevole quale terzo appuntamento del CIR Auto Storiche e che si annuncia con un elenco iscritti di altissimo livello, la scuderia vicentina schiera sette equipaggi ai quali se ne affiancano altri cinque che si sfideranno con i pressostati della regolarità sport.

Si dice Campagnolo e si pensa subito ad Alberto Salvini che lo affronterà per la quattordicesima volta consecutiva con la sua Porsche 911 RSR Gruppo 4dove torna a far coppia con Davide Tagliaferri dopo quasi un anno, e sulla quale farà bella mostra il terzo scudetto Tricolore conquistato nella scorsa stagione.

È stato un lungo digiuno dalle gare, ma che sta per terminare, anche per Pierluigi Zanetti di nuovo pronto a gettarsi nella mischia in una delle classi più "toste" con la sua Ford Sierra Cosworth 4x4 Gruppo A sulla quale avrà Alessio Angeli a dettargli le note e, tra gli avversari diretti, anche i compagni di scuderia "Janger" e Oscar Da Meda al via della nuova stagione con la BMW M3 Gruppo A.

Chi invece si prepara alla seconda uscita stagionale è Antonio Regazzo, pronto a scatenare i cavalli della sua Alfa Romeo Alfetta GTV6 Gruppo 2 in coppia con l'esperto Andrea Ballini.

Tutta nuova sarà invece l'esperienza dei fratelli Giody e Nico Pellizzari iscritti con l'Autobianchi A112 Abarth all'omonimo Trofeo nel quale dovranno fare i conti con un'agguerrita concorrenza, e d'interesse sarà sicuramente la sfida in famiglia Mettifogo col papà Mario – presidente del sodalizio – sull'A112 Abarth Gruppo 2 assieme a Gloria Florio, contrapposto al figlio Manuel al via con una Peugeot 205 Rallye Gruppo A, navigato da Mauro Savegnago.

Tutta da seguire anche la cinquina che dovrà difendere i colori del "gatto col casco" nella gara di regolarità sport che darà il via ad una nuova edizione del Trofeo Tre Regioni.

Si parte con la doppietta di Peugeot 205 GTI 1.9 di Ezio Franchini e Daniele Carcereri: il primo in coppia con Gabriella Coato, il secondo con Claudio Norbiato. Torna in gara l'ammiratissima Toyota Celica ST 185 di Gianluigi Falcone ed Erika Balboni e con l'Opel Kadett GT/e saranno al via Federico Mauri e Gianfranco Peruzzi. Infine, novità assoluta, il debutto della Mazda Mx5 di Stefano Adrogna che interrompe una lunghissima assenza dal mondo delle corse: al suo fianco l'esperto Loris De Paoli.

Prima del Campagnolo, si correrà il Rally Bellunese riservato alle sole auto moderne al via del quale si schiera la Renault Clio RS del duo Sassolino - Dal Maso. La gara si correrà domenica 23 maggio.

Infine, uno sguardo allo scorso fine settimana nel quale il calendario proponeva la salita Scarperia - Giogo, gara di apertura del Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche nella quale Umberto Pizzato si è classificato quinto di classe con la Porsche 911 RSR e si è assistito al debutto della nuova Lola T590 di Romeo Emilio De Rossi che, nonostante dei problemi "di gioventù" del prototipo ha vinto la propria classe. 


Foto di Thomas Simonelli

giovedì 20 maggio 2021

Campionato Italiano Rally Auto Storiche / Boom di iscrizioni al 16° Rally Campagnolo


Ci è voluto più tempo del previsto al Rally Club Team per conoscere il numero totale delle iscrizioni pervenute al 16° Rally Campagnolo e alle annesse gare di regolarità Campagnolo Historic e Legend. A notte fonda l'esito del conteggio che ha raggiunto l'incredibile quota di duecentocinquantotto domande, così suddivise: centocinquantuno per il rally storico valevole quale terzo appuntamento del Campionato Italiano Rally Auto Storiche, trenta delle quali dai partecipanti al Trofeo A112 Abarth Yokohama, settantasei per la regolarità sport e trentuno per quella a media.

"Ci aspettavamo un numero importante di domande d'iscrizione – afferma un raggiante Renzo De Tomasi – ma mai avremmo pensato di toccare certe cifre che sono un vero record per il settore e un'ulteriore conferma del gradimento del Rally Campagnolo da parte dei conduttori di tutta Italia. Abbiamo inviato alla Commissione la richiesta di deroga al tetto di centosettanta iscritti per poter ammettere al via più equipaggi possibile e confermeremo appena ricevuta l'autorizzazione. Siamo particolarmente felici per questo traguardo che premia il lavoro del Rally Club Team e dei collaboratori, oltre a portare una ventata d'ottimismo in un momento difficile, soprattutto per l'economia".

In attesa della deroga richiesta e della successiva composizione degli elenchi iscritti, il prossimo passo del 16° Rally Campagnolo sarà la conferenza stampa di presentazione che si svolgerà venerdì 21 maggio presso la Sala consiliare del Municipio di Isola Vicentina con inizio alle 19. Per motivi di sicurezza, all'evento a cui presenzieranno il Presidente di ACI Vicenza Luigi Battistolli e il Direttore Gian Antonio Sinigallia, sono invitati un numero ristretto di addetti alla comunicazione, oltre ai sindaci dei comuni interessati dalla manifestazione.

Nella foto, Lucky in azione nell'edizione 2019 del Rally Storico Campagnolo - Photo credits: Claudio Cavion