Visualizzazione post con etichetta Rally Club Valpantena. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Rally Club Valpantena. Mostra tutti i post

sabato 12 febbraio 2022

Al LessiniaSport vittoria in notturna di Andrea Giacoppo e Lisa Oliviero. Grande prova di Maurizio Senna e Giacomo Gnocchi della Scuderia Castellotti.


> 12 Febbraio 2022 - Anche quest'anno sono le ultime prove cronometrate, che si corrono in notturna, a decidere il vincitore del LessiniaSport, gara di regolarità sport con validità per il Trofeo Tre Regioni ed organizzazione a cura del Rally Club Valpantena. E per la seconda volta scrive il suo nome sull'albo d'oro della manifestazione, giunta alla 12a edizione, Andrea Giacoppo su Opel Corsa del Team Bassano con Lisa Oliviero alle note.
Giacoppo e Oliviero, vincitori anche del 9° Raggruppamento, hanno disputato al meglio le ultime due prove risalendo al vertice della classifica assoluta per una vittoria che bissa quella di due anni fa e porta a ben sette i piazzamenti di Giacoppo sul podio del LessiniaSport. 

Due conclusioni a podio in più di Maurizio Senna che sale per la terza volta sul secondo gradino del podio e può contare, nel suo palmarès, anche su due terzi posti. Per il portacolori della Scuderia Eugenio Castellotti quasi una beffa questo risultato, dopo aver condotto la gara in prima posizione fino alla dirittura di arrivo. Senna, al rientro dopo due anni al LessiniaSport, ha portato in gara una Volkswagen Golf GTi affiancato dal giovane Giacomo Gnocchi, al debutto nella classica di regolarità del Rally Club Valpantena. Per l'equipaggio lodigiano, oltre alla piazza d'onore a sole 7 penalità da Giacoppo-Oliviero, la vittoria nel 7° Raggruppamento.
Lo scorso anno Bentivogli, risultò vincitore del LessiniaSport con 30 penalità complessive, le stesse totalizzate da Senna in questa edizione, disputata sullo stesso percorso del 2021. Giacoppo ha superato sé stesso conquistando una vittoria-record con 23 penalità, ben 7 in meno rispetto al miglior risultato di dodici mesi fa.

Terza posto finale per Mauro Argenti e Roberta Amorosa (Porsche 911 T/Scuderia Palladio Historic) staccati di 11 lunghezze dai vincitori e vincitori del 5° Raggruppamento. Argenti ha compromesso l'esito della gara con un risultato non brillantissimo sulla PS8 dove ha accumulato 11 penalità che hanno pesato davvero molto. Il pilota bolognese ha chiuso alla fine con le stesse penalità di Marco Maiolo e Maria Teresa Paracchini (Porsche 911 RSR/Rally Club Team), ma la discriminante ha consentito ad Argenti di salire sul podio.
Quinta piazza per Gian Luigi Falcone ed Erika Balboni (Toyota Celica ST 185/Palladio Historic), sesta per Giacomo Turri e Natascia Biancolin (Fiat 128/Progetto MITE) vincitori del 2° Raggruppamento, settima per Matteo Manni ed Alberto Ferrara (Opel Kadett GTE/Squadra Corse Club 91) che hanno conquistato l’8° Raggruppamento, ottava per Lorenzo Franzoso ed Angelo Seneci, inedito equipaggio composto da due forti piloti (Autobianchi A112 Abarth/Progetto MITE).
Primo equipaggio veronese quello composto da Daniele Carcereri e Federico Danzi su Peugeot 205 GTI della Scuderia Palladio Historic che hanno chiuso al nono posto. Leonardo Fabbri e Tomas Sartore, su Volvo 144 S del Progetto MITE hanno chiuso la top ten con il decimo posto assoluto ed hanno conquistato il 4° Raggruppamento.
Tra le scuderie, primo posto finale per Progetto MITE davanti a Palladio Historic, Rally Club Team e Scaligera Rallye.

“Siamo davvero soddisfatti - hanno commentato gli organizzatori del Rally Club Valpantena - è stata una bellissima giornata. Un grazie alle amministrazioni comunali di Bosco Chiesanuova, Roverè Veronese e Cerro Veronese che hanno ospitato quartier generale e prove speciali, un plauso alla Provincia di Verona che ancora ci ha consentito di allestire il parco assistenza sulla SP6. Grazie alla Comunità Montana della Lessinia, ad ACI Sport, agli Enti territoriali e nazionali, a tutti i concorrenti ed ovviamente ai nostri partner Banca Valsabbina, Cantina Valpantena, Bellamoli Granulati, Bottoni Soluzioni per Pulire, Frac, SM Technology e Zanini Porte. Un caloroso arrivederci al 20° Revival Rally Club Valpantena del prossimo novembre”.

Credits: Rally Club Valpantena/Ufficio Stampa

Lessinia Rally Historic, “Raffa” Bombieri su Bmw M3 fa tris, questa volta con Signorini alle note


- 12 Febbraio 2022. “Raffa” Bombieri non sbaglia e porta la BMW M3 della Scaligera Rallye al terzo successo su quattro al Lessinia Rally Historic, la manifestazione valida per il Trofeo Rally di 2^ Zona e per il Trofeo Rally ACI Vicenza disputatosi sabato 12 febbraio in Lessinia con la regia del Rally Club Valpantena.

Il pilota di casa, navigato da Andrea Signorini, ha disputato una gara da grande protagonista ed ha avuto la meglio sui rivali, in modo particolare su Filippo Maria Zanin ed Alberto Cerantola (BMW M3/Hawk Racing Club) che sono rimasti leader fino alla PS7. Il giovane pilota padovano, classe 1991, ha dimostrato grande talento, tanto da presentarsi al via delle ultime tre prove speciali con 14 secondi di margine. Un errore sulla lunga “Valsquaranto”, la prova regina dell’evento, ha però costretto Zanin al ritiro. “Raffa” ha così ringraziato ed è andato a cogliere un meritato successo, oltre alla vittoria nel 4° Raggruppamento, precedendo sul traguardo l’altra BMW M3 di casa Scaligera Rallye, condotta da Denis Tezza e Massimo Merzari.

Tezza è stato sicuramente uno dei protagonisti ed ha acceso una bellissima battaglia con il vincitore della scorsa edizione Riccardo Bianco, che con Matteo Valerio ha portato in gara la Ford Sierra Cosworth della Geidue. I due hanno chiuso il primo giro vicinissimi a vantaggio del pilota vicentino, che poi ha allungato fino ad arrivare prima dell’ultima prova, la storica “Bosco Chiesanuova”, con un buon margine intorno ai 10 secondi. Un problema elettrico però ha rallentato la marcia della Ford Sierra Cosworth ed ha consentito ad un ottimo Tezza di tornare al secondo posto con soli 7 decimi di vantaggio, completando una doppietta Scaligera Rallye identica a quella della prima edizione della gara nel 2019.

Quarti al traguardo e primi del 3° Raggruppamento Massimo Voltolini e Giuseppe Morelli, su Porsche 911 SC del Team Bassano. Quinto posto per Massimo Zanin e Cristiano Rosina (BMW M3), sesto per Giulio Guglielmi e Giordano Corradini su Porsche 911 SC della Scuderia Omega. Rino Muradore e Simone Crosilla (Ford Escort RS 1800/Red White) hanno vinto il 2° Raggruppamento e si sono classificati settimi, davanti ad Ermanno Sordi e Maurizio Barone con la loro Porsche 911 SCRS del Team Bassano. A completare la top ten, in nona piazza, Beniamino Lo Presti e Claudio Biglieri (Porsche 911 SC/Piloti Oltrepò) davanti a Giorgio Costenaro e Lucia Zambiasi sulla sempre splendida Lancia Stratos HF del Team Bassano.

Gara davvero selettiva che ha visto al traguardo solo 24 vetture su 42 partenti. Essendo il 4° Lessinia Rally Historic la prima gara della stagione tante sono state le rotture meccaniche che hanno tolto di scena alcuni degli annunciati protagonisti come Nicola Patuzzo ed Alberto Martini (Toyota Celica GT Four/Team Bassano), Giovanni Costenaro e Matteo Gambasin (Ford Sierra Coswort/Team Bassano) o i funambolici Stefano Menegolli e Nicola Valbusa (Fiat 131 Abarth) che hanno infiammato il popolo del rally con alcuni passaggi di autentico talento.

Tra le scuderie colpaccio del Team Bassano, davanti alla Scaligera Rallye e alla Palladio Historic. Soddisfazione per Voltolini-Morelli, vincitori tra gli over 60 e per Andrea Fichera e Lorenzo Pagliaro (Autobianchi A112 Abarth/Manghen Team) primi tra gli under 30.


Credits: Rally Club Valpantena / Ufficio stampa

giovedì 10 febbraio 2022

Rally e regolarità sport: 115 iscritti al Lessinia.


Tutto pronto per il 4° Lessinia Rally Historic, 12° LessiniaSport e 1° Lessinia All Star che si disputeranno venerdì 11 e sabato 12 in Lessinia con l'organizzazione del Rally Club Valpantena come appuntamento di inizio stagione del club veronese.
Piloti, team e scuderie non ha deluso le aspettative. 115 iscritti sono un risultato di grande prestigio in un periodo come quello attuale. Saranno 43 gli equipaggi nel rally storico valido per il Trofeo Rally di Zona (TRZ) e Trofeo Rally ACI Vicenza, 70 quelli nella regolarità sport valida per il Trofeo Tre Regioni e 2 nella All Star.

Nel 4° Lessinia Rally Historic Riccardo Bianco e Matteo Valerio (Ford Sierra Cosworth/Geidue) puntano a bissare il successo dello scorso giugno quando la corsa si disputò in periodo estivo in via eccezionale. La famiglia Costenaro sarà poi altrettanto attesa con papà Giorgio navigato da Lucia Zambiasi sulla Lancia Stratos HF e il giovane Giovanni con Matteo Gambasin che insegue un successo che ha già dimostrato di meritare con la Ford Sierra Cosworth (entrambi Team Bassano).
“Raffa” vincitore di due delle tre edizioni disputate ovviamente non starà a guardare con la BMW M3 battente bandiera Scaligera Rallye questa volta navigato da Andrea Signorini, così come ci riproverà sicuramente Nicola Patuzzo con Alberto Martini sulla Toyota Celica GT Four sempre del Team Bassano.
La Fiat 131 Abarth di Stefano Menegolli e Nicola Valbusa cercherà di tornare sul podio come già avvenuto al Rally Due Valli Historic, ma la lunga lista dei piloti da tenere in considerazione comprende anche Dennis Tezza e Massimo Merzari con la super aggressiva BMW M3 della Scaligera Rallye.


Nel 12° LessiniaSport mancherà il vincitore del 2021 e quindi si apre la sfida per conquistare lo scettro con tantissimi regolaristi e professionisti del “tubo” che dovranno come al solito vedersela con i piloti locali.
In ordine sparso e non esaustivo, da seguire Leonardo Fabbri e Tomas Sartore sulla Volvo 144S del Progetto MITE. Più volte protagonista e lo scorso anno sul podio, Fabbri ha conquistato la vittoria assoluta nel 2019. Atteso tra i protagonisti Andrea Giacoppo, con Lisa Oliviero (Opel Corsa/Team Bassano), secondo lo scorso anno così come nel 2018 e 2019, vincitore nel 2020 e terzo nel 2016 e 2017. Un palmares al LessiniaSport davvero invidiabile.

Attenzione anche a Maurizio Senna e Giacomo Gnocchi (nella foto a destra) su Volkswagen Golf GTI, visto che il lodigiano, in gara con i colori della Scuderia Eugenio Castellotti, vanta al LessiniaSport due secondi posti (2015, 2017) e due terzi posti (2013, 2018).
Inoltre, c'è attesa per le prove dei veronesi come Giovanni Nicolis e Simone Brunelli (BMW 320i/Scaligera Rallye), dei due equipaggi rosa composti da Giorgia e Giulia Zardini (Fiat Ritmo 130 TC/Scaligera Rallye) e da Irene Gelmini e Lavinia Pojoca (Talbot Samba/Scaligera Rallye) oltre ad altri possibili outsider come il forte Marco Maiolo con Maria Teresa Paracchini (Porsche 911 RSR) o Gian Luigi Falcone e Erika Balboni (Toyota Celica ST 185/Palladio Historic).


Nel 1° Lessinia All Star, raduno senza classifica, al via Marco Maurer e Patrik Lutz (Audi Quattro/Rallye Team Maurer) e Dino Bortolameazzi con Matteo Alberti (Opel Kadett GSI/B&B Technology). 

Foto Claudio Cavion e AutoMotoCorse.it

lunedì 5 aprile 2021

Lessinia Rally Historic e LessiniaSport verso una inedita edizione estiva


La stagione 2021 del Rally Club Valpantena sta per aprire i battenti. Dopo il rinvio di quest’inverno per i motivi legati all’emergenza sanitaria, il 3° Lessinia Rally Historic e l’11° LessiniaSport si preparano a riaccendere i motori delle vetture da rally storiche il 25 e 26 giugno prossimi a Bosco Chiesanuova.

Il rally storico valido per il TRZ Trofeo Rally di Zona e per il Trofeo ACI Vicenza e la regolarità sport inserita nel calendario del Trofeo Tre Regioni saranno prima di tutto un messaggio di speranza, di voglia di correre e di ripartire. Ancora non si conoscono le modalità di svolgimento della gara rispetto alla presenza del pubblico anche se i protocolli ACI Sport tutt’ora in vigore lasciano presupporre che anche l’appuntamento di giugno sarà a porte chiuse.

Lo staff organizzatore del Rally Club più longevo d’Italia sta lavorando a pieno regime per garantire alla gara, spostata di quattro mesi rispetto alla data originaria, di rispettare tutte le norme sportive e di sicurezza previste dalla Federazione. L’evento, che si prepara ad accogliere alcune tra le più belle vetture da rally storiche in circolazione, è stato profondamente ridisegnato pur mantenendo le sue caratteristiche peculiari che ne hanno costruito il successo di anno in anno: percorso compatto, belle prove speciali e la consueta organizzazione by RCV.

Grazie al supporto e al sostegno delle amministrazioni comunali coinvolte, in prima linea Bosco Chiesanuova e Roverè Veronese che ospiteranno le prove speciali, il 3° Lessinia Rally Historic e l’11° LessiniaSport saranno in assoluto l’evento RCV con la maggiore percentuale di prove speciali rapportate al chilometraggio complessivo. Saranno infatti quasi 79 i chilometri cronometrati alla luce di poco più di 200 chilometri totali, con nove speciali, tre da ripetere per tre volte. Partenza e arrivo a Bosco Chiesanuova sabato 26 giugno, mentre il Parco Assistenza sarà ricavato più a valle, sulla direttrice verso la Cantina Valpantena che ospiterà i due riordini.

Rispetto alle ultime edizioni sarà solo una la prova riconfermata in toto, mentre due saranno completamente inedite, inclusa la prova speciale regina che con i suoi quasi 15 chilometri sarà la prova più lunga mai disputata dal Lessinia nel corso della sua storia.

Le iscrizioni seguiranno l’iter attualmente previsto per le competizioni di rally in Italia. Sul sito www.acisport.it è già possibile perfezionare la preiscrizione, mentre a fare data dal 24 maggio (data di apertura) si potrà proseguire con il secondo step della procedura tramite la modulistica sportiva e sanitaria che sarà presto a disposizione sul sito www.rallyclubvalpantena.it.

Proprio il portale web del Rally Club Valpantena è stato recentemente rinnovato nell’aspetto e nella fruibilità, disegnato per consentire agli utenti una vera e propria RCV Experience che si aggiornerà nel corso dell’anno per vivere quanto più appieno possibile tutte le manifestazioni firmate dal sodalizio: Lessinia Rally Historic, LessiniaSport e ovviamente Revival Rally Club Valpantena, la regolarità sport numero uno in Italia.

Foto Alessandro Sponda

domenica 16 febbraio 2020

Regolarità Autostoriche/ Andrea Giacoppo e Nicola Randon su Lancia Fulvia HF vincono il 10° LessiniaSport


Bosco Chiesanuova, 15 Febbraio 2020 - Il 10° LessiniaSport va in archivio con la vittoria di Andrea Giacoppo e Nicola Randon, che sulla Lancia Fulvia HF del Team Bassano hanno finalmente centrato l'affermazione nella regolarità sport organizzata dal Rally Club Valpantena e valida per il Trofeo Tre Regioni e per la Coppa Regolarità Sport by Pro Energy Motorsport.

Il pilota vicentino ha così chiuso un cerchio, dopo aver conquistato nelle ultime quattro edizioni quattro piazzamenti sul podio: due volte terzo nel 2016 e 2017 e due volte secondo nel 2018 e 2019. Soddisfazione quindi al traguardo, anche perché la sfida per la vittoria è stata serratissima, con Giacoppo, vincitore anche nella 5^ Divisione, del Trofeo Tre Regioni e della Coppa Regolarità Sport by Pro Energy Motorsport, che ha concluso con 20 penalità totali e una media di 2,2.

Davanti, durante tutta la gara, l'avvicendamento al vertice è stato continuo tra i piloti che al termine hanno occupato le prime posizioni. Dopo le 9 prove cronometrate a tempo, al secondo posto hanno chiuso Mauro Argenti e Roberta Amorosa (Porsche 911T/Scuderia Palladio Historic), già vincitori al LessiniaSport nel 2016. Terzo posto e primo di 4^ Divisione per il vincitore dello scorso anno, Leonardo Fabbri, questa volta in equipaggio con Luca Taesi su Volvo 144S. Fabbri ha onorato l'impegno del Progetto MITE, presente in forze alla manifestazione veronese, che ha conquistato anche la coppa Scuderie davanti a Palladio e Scaligera.

Quarto al traguardo Giordano Mozzi, con Stefania Biacca, su Opel Kadett GTE (Progetto MITE), tre volte vincitore dell'evento nel 2014, 2015 e 2017 che ha conquistato l'8^ Divisione. Per dare un'idea del livello della competizione, questi i distacchi alla fine: Argenti secondo a +9 penalità (29 totali), Fabbri terzo a +10 (30 penalità), Mozzi quarto a +19 penalità (39 totali).

Questi i successi nelle altre Divisioni: nella 1^ Divisione grande affermazione dell'equipaggio ceco Petr e Martin Uhrik sulla splendida Skoda 1000MB della Murallying Classic; nella 2^ Divisione Ennio Adami e Rolando Costalunga (Lancia Fulvia Coupe/Scaligera Rallye); nella 6^ Divisione Roberto Rossetto e Valter Libero (Fiat 124 Sport Spider/Club 91 Squadra Corse); nella 7^ Divisione Marco Maiolo e Maria Teresa Paracchini (Porsche 911 RSR); in 9^ Divisione Gianluigi Falcone ed Erika Balboni (Toyota Celica/Scuderia Palladio Historic).

Daniele Carcereri e Federico Danzi (Peugeot 205 GTI/Scuderia Palladio Historic) sono stati il primo equipaggio veronese al traguardo e hanno portato a casa il Trofeo Buri dedicato all'amico Maurizio Todeschini, anima indimenticata del Rally Club Valpantena. Applausi anche per le sorelle Giulia e Giorgia Zardini (Fiat Ritmo 130TC/Scaligera Rallye) che hanno conquistato la coppa femminile.

I buoni Aquardens con ingresso gratuito al parco termale sono andati al quattordicesimo classificato, Franzoso-Cirpiani (Autobianchi A112 Abarth/Progetto MITE), al ventesimo ovvero Alberti-Bertagnoli (Alfa Romeo Alfetta GTV/Pro Energy Motor Sport) e al trentasettesimo, ovvero Costanzi-Faccioli (Fiat 127/Scaligera Rallye).

“Un grazie sincero a tutti – hanno commentato dal Comitato Organizzatore Rally Club Valpantena Roberto Brunelli, Sergio Brunelli, Gian Urbano Bellamoli, Paolo Saletti e Alberto Zanchi. “Una giornata stupenda e una sfida altrettanto spettacolare nell'evolversi della gara. Dobbiamo ringraziare le amministrazioni comunali che ci hanno sostenuto, i partners che ci hanno supportato, il pubblico composto e appassionato, tutto il gruppo di lavoro e in modo particolare ancora una volta i concorrenti che ci hanno aiutato a mettere un'altra tacca nella storia del LessiniaSport, con un decennale davvero indimenticabile”. (Ufficio Stampa Rally Club Valpantena)

sabato 15 febbraio 2020

“Raffa” e Paolo Scardoni (BMW M3) concedono il bis al 2° Lessinia Rally Historic


Bosco Chiesanuova, 15 Febbraio 2020 - Non c'è storia, il 2° Lessinia Rally Historic conferma “Raffa” e Paolo Scardoni, che sulla BMW M3 hanno bissato il successo ottenuto lo scorso anno nella manifestazione organizzata dal Rally Club Valpantena e valida per il TRZ Trofeo Rally di Zona, per la Coppa 127 by Pro Energy Motorsport e per il Trofeo ACI Vicenza.
I portacolori della Scaligera Rallye, primo equipaggio veronese al traguardo, si sono confermati costanti ed efficaci ed hanno costruito la loro vittoria, valsa anche l'affermazione nel 4° Raggruppamento, nella parte centrale della gara, vincendo le PS5, 6 e 7. La loro affermazione non deve ingannare, dato che la sfida per la vittoria in realtà è stata molto appassionante, con una serie di avvicendamenti al vertice che hanno visto protagonisti anche Patuzzo, Finati, Sterza e Visintainer.

“Sono decisamente contento – ha commentato il vincitore – al primo riordino dopo la PS3 non ero sicuro che sarei riuscito a chiudere davanti. Gli avversari sono stati davvero di livello, la sfida incerta fino alla fine, ma abbiamo venduto cara la pelle e poter festeggiare ancora una volta nella gara di casa è una soddisfazione immensa”.

Maurizio Finati e Martina Codotto, sulla Lancia Rally 037 della Key Sport Engineering, sono stati come da previsione sempre in primo piano. Vincitori a loro volta di tre prove speciali, la PS2, 3 e 8, hanno chiuso alla fine secondi staccati di 10.2 secondi, ma hanno tenuto la testa della gara fino alla PS5 “Bosco Chiesanuova/2”, dove è avvenuto l'avvicendamento al vertice con “Raffa”. 
“È stata una gara a tratti complicata per la difficoltà di portare in temperatura le gomme – ha commentato Finati al termine – forse ci speravamo visti i tempi della mattina, ma onore ai vincitori”.La prestazione del pilota di Udine non sminuisce comunque la sua classe che lo proietta tra i sicuri protagonisti della stagione 2020.
Terzi al termine Nicola Patuzzo ed Alberto Martini sulla Toyota Celica GT Four del Team Bassano, che hanno inizialmente preso la testa della corsa, ma un testacoda e un problema con il sedile di guida gli hanno fatto perdere secondi preziosi sulla terza speciale, che li ha visti scivolare al sesto posto. Con tre vittorie di speciale (PS1, 4, 9) Patuzzo non si è arreso e ha rimontato fino a riagguantare il podio al termine di una prestazione che, al netto di un po' di sfortuna, ha premiato la sua competitività.

Quarta piazza per Maurizio Visintainer navigato da “Fiore” (BMW M3/Maranello Corse), spettacolari e veloci, mentre la sfortuna ha tradito Guido Sterza e Mauro Umberto Lucchi, che poco prima della PS7, in trasferimento, hanno subito un cedimento alla posteriore destra che li ha obbligati al ritiro. In quel momento erano quarti assoluti e in piena lotta per il podio. Gara comunque molto selettiva, con tanti ritiri per noie meccaniche. Su 54 vetture partenti solo 32 hanno tagliato il traguardo di Bosco Chiesanuova.
Quinto posto finale per Riccardo Bianco e Matteo Valerio, su Ford Sierra Cosworth (Scuderia Palladio Historic) che hanno così primeggiato nella classifica del Trofeo ACI Vicenza, mentre la stupenda Lancia Stratos HF di Giorgio Costenaro e Lucia Zambiasi(Team Bassano) ha chiuso sesta. Il pilota bassanese, che ha entusiasmato come sempre il pubblico, ha conquistato l'affermazione nel 2° Raggruppamentocosì come fu lo scorso anno.
Lorenzo Delladio e Luca Mengon (Porsche 911 Carrera RS/Manghen Team) hanno terminato in settima piazza, mentre Giulio Guglielmi e Giordano Corradini (Porsche 911 SC/Omega) hanno conquistato il 3° Raggruppamento grazie alla loro ottava piazza assoluta. Paolo Baggio e Giulia Paganoni, al debutto insieme sulla Lancia Delta Integrale 16V (Team Bassano) hanno chiuso noni assoluti, mentre a completare la top ten sono stati Alberto Sanna e Alfonso Dal Bra' sulla Porsche 911 SC del Team Bassano.
Da segnalare il dodicesimo posto assoluto di Luca Beccherle e Anna Erbisti, sulla A112 Abarth di papà Franco per i colori della Scaligera Rallye. Luca ha conquistato l'ipotetica vittoria tra le scorpioncine, precedendo sul traguardo vettura di ben più ampia cilindrata.

Successo nella Coppa 127 by Pro Energy Motorsport per Valtero Gandolfo e Marco Torterolo che hanno avuto la meglio sul nutrito parterre di avversari. Successo tra le scuderie per la Scaligera Rallye, davanti al Team Bassano e alla Scuderia Omega. Al quattordicesimo e ventesimo equipaggio al traguardo, un omaggio targato Aquardensper un accesso gratuito al parco termale. A godere di questo riconoscimento relax sono statiSanguin-Refondini (Peugeot 205 GTI/New Rally Team) e Bombieri-Ceschi(Opel Ascona/Omega) rispettivamente 14mo e 20mo.

“Un grazie sincero a tutti – hanno commentato dal Comitato Organizzatore Rally Club Valpantena Roberto Brunelli, Sergio Brunelli, Gian Urbano Bellamoli, Paolo Saletti e Alberto Zanchi - “Una giornata stupenda e una sfida altrettanto spettacolare che ci ha tenuto tutti con il fiato sospeso. Devo ringraziare le amministrazioni comunali che ci hanno sostenuto, i partners che ci hanno supportato, il pubblico composto e appassionato, tutto il gruppo di lavoro e in modo particolare ancora una volta i concorrenti che ci hanno aiutato a mettere un'altra tacca sul Lessinia Rally Historic. Ci vediamo presto, questa manifestazione ci sta regalando grandi soddisfazioni”.

(Ufficio Stampa Rally Club Valpantena)

2° Lessinia Rally Historic - 10° LessiniaSport, verifiche: le foto di Alessandro Sponda

2° Lessinia Rally Historic - 10° LessiniaSport,
le verifiche
Foto di ©Alessandro Sponda
riproduzione riservata - cliccare su una foto per aprire la galleria







 







giovedì 13 febbraio 2020

AutoStoriche/ Rally e regolarità sport, tutte le validità del Lessinia 2020


Tutto pronto per il 2° Lessinia Rally Historic e il 10° LessiniaSport che il 14 e 15 febbraio torneranno ad accendere i motori delle auto storiche da rally. Tante saranno le validità delle due gare in programma, il rally storico 2° Lessinia Rally Historic e la Regolarità Sport 10° LessiniaSport, organizzate da Rally Club Valpantena 

Partendo dal rally storico la grande validità sarà quella come appuntamento di apertura del TRZ Trofeo Rally di Zona, zona 2, un risultato che il Lessinia Rally Historic ha ottenuto grazie al successo della scorsa edizione. Come per la scorsa edizione prosegue la collaborazione con la scuderia Pro Energy Motorsport ed ecco che il 2° Lessinia Rally Historic sarà valido anche per la Coppa 127 riservata all'iconico modello. Da sottolineare che gli iscritti alla Coppa 127 riceveranno uno sconto di 50€ sulla tassa di iscrizione.

Grazie inoltre all'interessamento e al sostegno del Presidente di AC Vicenza Luigi “Lucky” Battistolli, il rally storico sarà valido anche per il Trofeo Rally ACI Vicenza organizzato dall'Ente vicentino insieme alla Scuderia Palladio Historic.

Doppia validità anche per la regolarità sport 10° LessiniaSport nell'edizione che chiuderà la prima decade di questa apprezzata manifestazione. L'evento avrà come titolazione principale il Trofeo Tre Regioni di Regolarità Sport, apprezzata serie nazionale organizzata dal Rally Club Team di Isola Vicentina che da sempre sostiene il mondo della regolarità sport. Sempre grazie alla collaborazione con la scuderia Pro Energy Motorsport l'evento sarà valido anche per la Coppa Regolarità Sport. 

Il programma con tutti i dettagli logistici, luoghi di verifiche, partenza e arrivo, orari e quant'altro è disponibile sul sito ufficiale www.rallyclubvalpantena.it/lessinia-rallysport aggiornato con tutte le novità così come le pagine social Facebook, Twitter e Instagram @RCValpantena

FOTO ALESSANDRO SPONDA

lunedì 18 febbraio 2019

Lessinia Rally Historic e Lessinia Sport: le foto di Alessandro Sponda

Lessinia Historic e Sport, 16 Febbraio 2019
Le foto di ©Alessandro Sponda
riproduzione riservata - cliccare su una foto per aprire la galleria
























Scuderia Palladio Historic parte bene al Lessinia Historic


- 18 febbraio 2019 – E' soddisfacente l'esito del primo duplice impegno sportivo per la Scuderia Palladio Historic, presente con sette equipaggi al Lessinia Historic Rally e all'annessa regolarità sport, gare che si sono svolte sabato 16 nei dintorni di Bosco Chiesanuova (VR).

Forti della priorità TRZ, Pierluigi Zanetti e Roberto Scalco partono col numero 2 sulle fiancate dell'Opel Ascona SR Gruppo 2 e si mettono subito in evidenza sin dalla prima speciale, portandosi al comando del 3° Raggruppamento e dell'affollata classe 2-2000; con una condotta di gara impeccabile chiudono al quarto posto assoluto dietro alle imprendibili M3 e Stratos, festeggiando la duplice vittoria di categoria sicuramente di buon auspicio per il prosieguo della stagione.

Di tutt'altro tono l'umore di Vittorio Marzegan e Moreno Pertegato per i quali la gara termina in malo modo nell'ultimo tratto cronometrato a causa di un cappottamento, senza conseguenze per l'equipaggio, della loro Fiat 127 Gruppo 2 con la quale stavano tentando l'assalto alla seconda posizione nella classifica della Coppa 127. Gara da dimenticare anche per Renato e Nico Pellizzari fermi dopo cinque prove per la rottura della trasmissione della loro Opel Kadett GT/e.

Buone notizie dalla "Sport" che porta il primo podio stagionale grazie ad una gara di alto livello condotta da Mauro Argenti e Roberta Amorosa, sempre nelle prime posizioni con la loro Porsche 911 T e bravi nell'ultima prova cronometrata a piazzare la zampata che vale loro il terzo posto assoluto ed il secondo di quinta divisione; un risultato che fa ben sperare in vista della futura partecipazione alla Winter Race di Cortina d'Ampezzo a calendario dal 28 febbraio al 2 marzo prossimi. Positivo anche l'esordio di Daniele Carcereri ed Alessandro Maresca, ottimi sesti assoluti con l'Opel Kadett GSI con la quale primeggiano in ottava divisione. Al traguardo anche la Volkswagen Golf Gti di Ezio Franchini e Gabriella Coato, giunti ventesimi assoluti, e la BMW M3 di Guido Marchetto e Roberto Zamboni, quarantunesimi. Ulteriore nota positiva, il secondo posto nella classifica delle scuderie.

Il giorno dopo il Lessinia, domenica 17, soci e simpatizzanti della Scuderia Palladio Historic si sono ritrovati presso il Ristorante La Villa a San Quirico di Valdagno per il pranzo sociale d'inizio stagione al quale era presente anche il Presidente di AC Vicenza Luigi Battistolli.

Credits

domenica 17 febbraio 2019

Vittoria di "Raffa"-Scardoni (BMW M3) al 1° Lessinia Rally Historic


“Raffa”, all'anagrafe Raffaele Bombieri, senza rivali al 1° Lessinia Rally Historic al volante della BMW M3 targata Scaligera Rallye affiancato da Paolo Scardoni. L'equipaggio ha meritato in lungo e in largo il Trofeo Mec Car messo in palio per il primo assoluto, centrando la vittoria in ben sette prove sulle nove disputate. Con questa vittoria, “Raffa” e Scardoni, primi veronesi al traguardo, hanno anche portato a casa il Trofeo Buri, dedicato all'amico Maurizio Todeschini.

Un successo che ha premiato velocità e costanza, in una gara perfettamente organizzata dal Rally Club Valpantena, tornato al timone di un rally storico a dieci anni dall'ultima volta. La giornata primaverile, il pubblico composto e ordinato grazie anche al lavoro del Comitato Organizzatore per allestire le prove speciali ha permesso uno spettacolo davvero in grande stile. «Dobbiamo chiaramente ringraziare tutti i partecipanti, questa volta per primi» ha detto Roberto “Bob” Brunelli, presidente del Comitato Organizzatore. «In tanti hanno creduto in questa prima edizione, e spero che tutti siano rientrati a casa soddisfatti, pronti per tornare a provarci il prossimo anno. Grazie anche alle Forze dell'Ordine, alle amministrazioni comunali di Grezzana, Bosco Chiesanuova, Roverè Veronese e a tutto lo staff coordinato dal Direttore di Gara Stefano Torcellan».


Non è stata sufficiente una grande gara da parte di Denis Tezza e Massimo Merzari per centrare il massimo risultato. L'equipaggio Scaligera Rallye, sulla BMW M3 in livrea Camel ha chiuso con la seconda migliore prestazione, staccato alla fine di 1'04 da “Raffa”. Nonostante la febbre, che ha messo in discussione la sua partecipazione, Tezza ha conquistato anche il miglior tempo sulla PS2 “Valdiporro”, dimostrando grande determinazione e velocità.


Terzi al traguardo e al primo posto di 2° Raggruppamento sono Giorgio Costenaro e Lucia Zambiasi, sulla stupenda Lancia Stratos HF del Team Bassano. L'esperto pilota di Marostica ha condotto una gara impeccabile, in un primo momento a ridosso dei primi e poi conservativa dopo aver riscontrato un anomalo funzionamento dei freni anteriori.

Chi invece non ha potuto concretizzare un'ottima prestazione, sono stati altri due veronesi molto attesi al via. Nicola Patuzzo e Alberto Martini, sulla Toyota Celica 2000 GTFour del Team Bassano, sono partiti lancia in resta andando in testa da subito, ma hanno dovuto alzare bandiera bianca quando, al comando dopo la PS2, sono stati traditi dalla scatola guida. Assente della lotta di vertice anche Ivo Zanini, che sulla Lancia Delta della Orsara Corse ha patito la rottura del motore ancor prima di terminare la PS1.
Limpida l'affermazione in 3° Raggruppamento, e quarta prestazione assoluta, di Pierluigi Zanetti e Roberto Scalco, sulla Opel Ascona B della Scuderia Palladio Historic. Lo storico equipaggio, evocativo di mille battaglie, non ha di certo tradito le aspettative.

Scintille fino all'ultimo metro tra Luca Cattilino con Mauro Grassi (Opel Kadett GTE/Team Bassano) e Matteo Canteri con Mattia Zambelli (Ford Escort RS 1800/Raetia Corse). L'equipaggio veterano e i giovani di Bosco Chiesanuova si sono confrontati nel corso di tutta la gara, arrivando alla conclusiva PS9 separati di appena 4.9 secondi. Canteri, sulla prova di casa corsa con il buio, ci ha provato fino alla fine ma Cattilino ha piazzato la zampata vincente, meritando l'affermazione in gruppo 2 classe 2000 con la quinta prestazione assoluta davanti, appunto, a Canteri, comunque soddisfatto al traguardo. Il 1° Raggruppamento è andato a Valter Canzian, sulla Ford Ecort Twin Cam della Scaligera Rallye navigato da Raffaela Tonutto, nonostante una penalità rimediata per un ritardo al C.O. 3.
Da segnalare la strepitosa prestazione di Luca Beccherle con Emanuele Dal Bosco, che hanno chiuso con la vittoria di classe e la dodicesima prestazione assoluta, sulla A112 Abarth di papà Franco per i colori della Scaligera Rallye.

Nella neonata Coppa 127 organizzata dalla Pro Energy Motorsport ha trionfato l'equipaggio composto da Oreste Pasetto e Carlo Salvo, proprio per i colori della Pro Energy. Al secondo posto Negrente-Signorini (Scaligera Rallye), terzi Ruggeri-Marzi (Media Rally Promotion)che hanno beneficiato dell'uscita di strada sull'ultima prova, senza conseguenze per l'equipaggio, di Marzegan-Moreno (Scuderia Palladio Historic) che stavano tentando l'assalto al secondo gradino del podio ma hanno capottato a pochi chilometri dal traguardo.

Tra le scuderie, successo indiscusso per la Scaligera Rallye, davanti al Team Bassano.

Credits

  • www.rallyclubvalpantena.it
  • Foto Alessandro Sponda