Visualizzazione post con etichetta KARTING. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta KARTING. Mostra tutti i post

mercoledì 7 dicembre 2022

Nel 4° Stage Karting ACI Sport a Franciacorta Mattia Colnaghi in OKN e Gino Rocchio in OKN-J vincono i premi Cetilar



All'Autodromo di Franciacorta "Daniel Bonara" si è chiusa un'edizione straordinaria dello Stage Karting ACI Sport. La quarta versione dell'attività organizzata dalla Scuola Federale ACI Sport "Michele Alboreto", dedicata ai migliori kartisti italiani di 13 e 14 anni, ha offerto tante emozioni e alcune novità di clamore internazionale nelle due giornate bresciane. Ad emergere tra i sei partecipanti sono stati Mattia Colnaghi nel gruppo OKN e Gino Rocchio nel gruppo OKN Junior, ai quali è stato consegnato il premio Cetilar, grazie alla collaborazione con PharmaNutra, partner medico ufficiale dell'Università dell'Automobilismo. 


La prima delle novità riguarda proprio la location, con la splendida struttura del Franciacorta Karting Track che ha ospitato per la prima volta la Scuola Federale per questo evento, presso il circuito da poco inaugurato dove ha già fatto tappa il Campionato Europeo Karting quest'anno e che ospiterà il Mondiale nel prossimo. L'inedito di maggior interesse riguarda però i kart delle neonate categorie OKN e OKN Junior, appena omologate dalle FIA, messe a punto e lanciate da ACI Sport in anteprima mondiale. Si tratta infatti della prima uscita ufficiale di questi mezzi sui quali la Federazione Internazionale e quella Italiana stanno lavorando in sinergia e che faranno il loro ingresso nelle serie italiane a partire dalla prossima stagione, dai Campionati Regionali al Campionato Italiano ACI Karting 2023. L'Italia sarà il trampolino di lancio di un format da replicare in tutto il Mondo. L'obiettivo della Federazione Internazionale dell'Automobile è infatti quello di portare i migliori piloti emersi nel Campionato Italiano ACI Karting 2023 dalle categorie OKN e OKN-J a competere nella World Cup 2024.


La speranza è che questi kart possano portare al successo, già nel 2023, i sei talenti che hanno avuto l'occasione di mettersi in mostra nel 4° Stage Karting, ovvero Davide Bottaro, Iacopo Martinese e Gino Rocchio, appartenenti al gruppo OKN Junior, quindi Mattia Colnaghi, Giacomo Maman ed Emanuele Olivieri nel gruppo OKN. Gli allievi infatti hanno affrontato questa 2^ Fase dell'attività divisi appunto nelle due categorie d'appartenenza in base all'età sui mezzi messi a disposizione e gestiti da OTK Kart Group, con telaio Tony Kart e motore Vortex, gommati Vega Tyres. Erano stati selezionati e invitati dalla Scuola Federale attraverso lo scouting effettuato durante il corso della stagione appena conclusa. Poi sono passati dalla 1^ Fase svolta dal 14 al 16 novembre nella sede di Formula Medicine, a Capezzano Pianore, Lucca, dove hanno sostenuto dei test psico-fisici. Per concludere il percorso formativo e valutativo dello Stage Karting sono stati messi alla prova dallo staff della Scuola Federale ACI Sport capitanato dal Direttore Raffaele Giammaria, coadiuvato dagli Istruttori Federali Antonio Dettori, Gabriele Lancieri, Stefano Tredicine nonché dagli specialisti della sezione Ricerca e Formazione, la Pedagogista Glenda Cappello ed il Prof. in Neuroscienze Lucio Tonello.


"Questo Stage rappresenta un appuntamento molto importante sia per la Scuola che per ACI Sport in quanto Federazione – spiega Raffaele Giammaria, già Presidente della Commissione Karting ACI Sport – poiché si tratta del debutto ufficiale dei mezzi OKN e OKNJ sui quali stiamo lavorando da tempo insieme alla FIA. L'incarico e il ruolo riconosciuto all'Italia da parte della Federazione Internazionale ci rende orgogliosi e ci responsabilizza, ma stiamo dimostrando anche qui che siamo sulla strada giusta. Siamo già pronti per le serie 2023 grazie ad un lavoro di squadra. Ma è anche un crocevia fondamentale per la carriera di questi giovani piloti. Sono qui perché hanno dimostrato di essere i migliori e lo stanno confermando, auguro a loro di continuare così e magari di rivederli presto con noi nel Supercorso Federale, tra un anno, nello step successivo prima delle monoposto".


Sulla stessa linea d'onda anche Simone Perego, FIA Karting Championships Manager: "sono felice di essere qui perché si tratta di un momento cruciale anche per la FIA, visto che vengono lanciate due categorie sulle quali puntiamo molto. L'Italia così sta dimostrando ancora di essere all'avanguardia nel mondo dei motori, in particolare nel karting. Confidiamo nel lavoro fatto fino ad oggi e nel successo in OKN e OKN J nel campionato italiano 2023. Da lì i migliori verranno invitati alla Coppa del Mondo FIA 2024. Quindi bocca al lupo a tutti questi giovani piloti che sceglieranno questo percorso".


Le materie di valutazione degli alunni sono state la "capacità di apprendimento", la "sensibilità di guida", "traiettorie", "uso del freno", "rispetto del kart", la "tecnica", la "costanza di rendimento" nelle due simulazioni di gara disputate, i risultati di un questionario di "teoria" e, non ultima, la "velocità". Tanti elementi che hanno composto un punteggio finale per ogni ragazzo. Ai vincitori Colnaghi e Rocchio durante le premiazioni sono stati consegnati i due assegni da 10.000 euro ciascuno in forma di borsa di studio sportiva, premi Cetilar finalizzati alla partecipazione al prossimo Campionato Italiano ACI Karting 2023.


I PILOTI DEL 4° STAGE KARTING ACI SPORT


Davide Bottaro | febbraio 2009 - Savona

Mattia Colnaghi | luglio 2008 - Monza (MB)

Giacomo Maman | maggio 2008 - Treviso

Iacopo Martinese | febbraio 2010 - Lecce

Emanuele Olivieri | agosto 2008 - Asti

Gino Rocchio | dicembre 2009 - Cesena


Credits: Ufficio Stampa | Scuola Federale ACI Sport  

venerdì 28 ottobre 2022

La Scuola Federale sceglie i piloti per il 4° Stage Karting ACI Sport


Si avvicina il finale della stagione sportiva automobilistica e s’intensifica il programma della Scuola Federale ACI Sport “Michele Alboreto”. Le ultime settimane rappresentano una fase cruciale per il programma formativo e didattico dell’Università dell’Automobilismo, durante le quali si concretizza il lavoro portato avanti nel corso delle competizioni durante tutto l’anno. Proprio con questo obiettivo, nelle giornate dal 14 al 16 novembre si svolgerà la 1^ Fase dello Stage Karting ACI Sport, l’attività principe dedicata alle giovani leve delle quattro ruote, giunta alla quarta edizione, che offrirà l’opportunità di valutare da vicino una selezione di piloti italiani Under 14 provenienti appunto dalle principali serie karting.

Per il secondo anno consecutivo lo Stage Karting porterà in dote il premio Cetilar. L’importante collaborazione tra la Scuola Federale ACI Sport e PharmaNutra, partner medico ufficiale, metterà infatti a disposizione un montepremi di 15.000 euro finalizzato a supportare l’attività sportiva del vincitore nel Campionato Italiano ACI Karting 2023.

La parte iniziale dello Stage si svolgerà presso la sede centrale di Formula Medicine, a Capezzano Pianore, in provincia di Lucca, e permetterà allo staff della Scuola Federale di raccogliere ulteriori dati e informazioni psico-fisiche, che verranno poi sommati ai report già raccolti durante lo scouting e i monitoraggi sui campi di gara. Confrontate con i risultati sportivi e il curriculum di ciascun allievo, queste prime valutazioni complete consentiranno al gruppo coordinato dal Direttore della Scuola Raffaele Giammaria di scegliere gli allievi meritevoli e convocarli per la seconda fase dello Stage Karting, che si svolgerà successivamente presso il Franciacorta Karting Track, in provincia di Brescia, il 5 e 6 dicembre.

I PILOTI SCELTI PER LA 1^ FASE DELLO STAGE KARTING ACI SPORT

Davide Bottaro | febbraio 2009 - Savona
Mattia Colnaghi | luglio 2008 - Monza (MB)
Giacomo Maman | maggio 2008 - Treviso
Iacopo Martinese | febbraio 2010 - Lecce
Emanuele Olivieri | agosto 2008 - Asti
Gino Rocchio | dicembre 2009 - Cesena

venerdì 14 gennaio 2022

Cetilar Racing con Nicola Lacorte tra kart e Tricolore F4



Pisa, 14 gennaio 2022 - Sarà una stagione "full gas" quella del team Cetilar Racing. Dopo aver confermato l'impegno nell'IMSA Michelin Endurance Cup che prenderà il via fra poco più di due settimane con la 24 Ore di Daytona, dove schiererà la Ferrari 488 GT3 Evo 2020 n.47 divisa da Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto, Antonio Fuoco e Alessio Rovera nel ruolo di quarto uomo, la squadra "all made in Italy" annuncia una nuova sfida tricolore.


Cetilar Racing sarà infatti presente negli ultimi round del calendario dell'Italian F4 Championship powered by Abarth, schierando una vettura per Nicola Lacorte, 15 anni da compiere il prossimo giugno e in arrivo dai kart. Un programma nato in virtù dell'inedita partnership con Iron Lynx, struttura fondata nel 2017 che può ormai vantare una consolidata esperienza nella serie riservata alle monoposto Tatuus.


Il figlio di Roberto, il 3 ottobre 2021 protagonista di un brutto incidente sul circuito di Adria, ha fatto il suo ritorno in pista lo scorso weekend confermando di essersi perfettamente ripreso sia sotto l'aspetto fisico che morale. Un morale che adesso è alle stelle, in attesa di disputare la Champions Cup della serie WSK, che proprio ad Adria tra meno di due settimane riaccenderà i motori, la Super Master Series e la Winter Cup, per iniziare entro la fine di febbraio un intenso programma di test con la Formula 4 e prendere parte ai conclusivi appuntamenti della stagione, nell'ottica di disputare tutto il campionato nel 2023.


L'esordio in Formula 4 di Nicola Lacorte dà seguito all'impegno volto a supportare i più giovani, intrapreso nei kart con il programma Cetilar Academy, in collaborazione con due realtà di primo piano come Kart Republic e Team Driver Racing Kart.


"L'incidente di Niko, fortunatamente, adesso rappresenta per noi solamente un brutto ricordo, da cui trarre però importanti insegnamenti riguardo all'incolumità dei giovani kartisti - ha commentato Roberto Lacorte, impegnato in prima persona con ACI Sport e WSK sul fronte specifico della sicurezza sui circuiti - Il 2022 di Niko è iniziato subito riprendendo confidenza con la pista; il modo migliore per mettersi alle spalle l'infortunio e prepararsi al meglio per quella che sarà una stagione molto intensa tra kart e Formula 4".


"Con Cetilar Racing condividiamo gli stessi obiettivi e abbiamo molti punti in comune, quindi è del tutto naturale ritrovarsi assieme in questo progetto - ha dichiarato Andrea Piccini, team principal dell'Iron Lynx, che dallo scorso luglio ha unito le forze con Prema Powerteam, realtà leader nell'ambito delle formule minori - Il nostro ruolo è aiutare la crescita delle nuove leve del motorsport, partendo dal fatto che noi stessi, in primis, siamo piloti o ex piloti, quindi sappiamo bene come affrontare questa fase che non è affatto semplice da gestire. Nicola Lacorte è sceso in pista con noi per svolgere dei test già l'anno scorso, dimostrando grande professionalità e girando con ottimi risultati, prima dell'interruzione forzata per l'incidente di Adria. Ora ha davanti a sé una stagione molto intensa, ma con tutte le carte in regola per fare bene e accumulare esperienza in vista del 2023".


Lacorte "junior" farà ufficialmente il suo esordio nell'Italian F4 Championship powered by Abarth in occasione del terzultimo round del Red Bull Ring in programma a settembre (ma non è escluso che possa ulteriormente anticiparlo), per poi disputare anche le gare di Monza e Mugello nel mese di ottobre.

lunedì 12 aprile 2021

Kart / A Lonato la prima prova della WSK Euro Series



La prima prova della WSK Euro Series, al South Garda Karting di Lonato, è stata disputata sotto la pioggia da 253 piloti provenienti da 46 paesi.

In OK il duello iniziale fra l’americano Ugo Ugochukwu (KR Motorsport/KR-Iame) e l’inglese Arvid Lindblad (KR Motorsport/KR-Iame) si risolve a favore di quest'ultimo che vince davati a Ugochukwu. Terzo posto in gara per l’italiano Luigi Coluccio (Kosmic Racing/Kosmic-Vortex), davanti al brasiliano Rafael Camara (KR Motorsport/KR-Iame), ma una penalizzazione di 5 secondi, per lo spoiler sganciato, priva Coluccio del podio. Una penalizzazione anche per Camara permette all'italiano Brando Badoer (KR Motorsport/KR-Iame) di salire sul podio.
Finale OK: 1. Lindblad; 2. Ugochukwu; 3. Badoer; 4. Coluccio; 5. Taponen; 6. Camara; 7. Bertuca; 8. Andreasson; 9. Kucharczyk; 10. Tsolov.

Nella MINI primi giri in testa per il tailandese Enzo Tarnvanichkul (Team Driver/KR-Iame), poi superato dal poleman ceco Jindrich Pesl (Baby Race/Parolin-Iame) che vince seguito dal tailandese e dall’italiano Emanuele Olivieri (Formula K Serafini/IPK-TM Racing). Ottimo quarto il belga Dries Van Langendonck (BirelART Racing/BirelART-TM Racing), davanti all’olandese René Lammers (Baby Race/Parolin-Iame), che rimonta ben 22 posizioni.
Finale MINI: 1. Pesl; 2. Tarnvanichkul; 3. Olivieri; 4. Van Langendonck; 5. Lammers; 6. Josseron; 7. Sala; 8. Costoya; 9. Bogunovic; 10. Chi.

La KZ2 propone una serie infinita di duelli, dai quali esce vincitore l’olandese Marijn Kremers (BirelART Racing/BirelART-TM Racing). Alle sue spalle il duello troppo acceso fra il suo compagno di squadra, l’italiano Riccardo Longhi, e il francese Adrien Renaudin (Sodikart/Sodi-TM Racing) porta a una doppia penalizzazione: 5" a Longhi per lo spoiler sganciato, 10" a Renaudin per comportamento scorretto. Il secondo posto va quindi al francese Jeremy Iglesias (CRG Racing Team/CRG-TM Racing), e il terzo all'eccellente Pedro Hiltbrand (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex) che opera ben 23 sorpassi.
Finale KZ2: 1. Kremers; 2. Iglesias; 3. Hiltbrand; 4. Lundberg; 5. Federer; 6. Renaudin; 7. Longhi; 8. Fusco; 9. Schmitz; 10. Van Hoepen.

Nella OK-Junior, il pilota degli Emirati Arabi Rashid Al Dhaheri (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) conquista una bella vittoria davanti al suo rivale più temibile, l’inglese Harley Keeble (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex). Penalizzazioni per i musetti sganciati vengono comminate al tedesco Maxim Rehm (Ricky Flynn/Kosmic-Vortex), terzo in gara, e al russo Alexander Gubenko (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex). Il terzo gradino del podio va quindi all’italiano Francesco Marenghi (Team Driver/KR-Iame) a coronamento di una rimonta di 8 posizioni.
Finale OKJ: 1. Al Dhaheri; 2. Keeble; 3. Marenghi; 4. Rehm; 5. Kutskov; 6. Gubenko; 7. Bohra; 8. Macintyre; 9. Powell; 10. Scaap.

 Credits: Acisport.it

mercoledì 3 marzo 2021

CETILAR ACADEMY: BADOER, LACORTE E I NUOVI ARRIVI JOSSERON, PEEBLES E TARNVANICHKUL SELEZIONATI PER IL PROGRAMMA 2021


Pisa, 2 marzo 2021 - Dal 2019 ad oggi sono stati ben dieci in totale i piloti selezionati per fare parte della Cetilar Academy. Il progetto, supportato da Cetilar Racing e lanciato appunto tre anni fa da Roberto Lacorte, si riconferma solido e innovativo. Sempre all'insegna di quelli che sono alcuni dei valori fondamentali per la crescita dei giovani: disciplina, responsabilità, spirito di sacrificio e ricerca costante del limite. Valori che il progetto Cetilar Academy vuole trasmettere alle nuove leve del motorsport mondiale, puntando tanto a dare un imprinting alla figura di pilota, ma anche all'aspetto più umano di chi ne è coinvolto.

A inaugurare la Cetilar Academy nel primo anno di attività furono Joel Bergström, Sebastiano Pavan ed Alfio Spina. Nel 2020 Bergström e Spina sono usciti dal progetto, essendo transitati ad altri team, ma la line-up si è arricchita con l’ingresso di Brando Badoer, Mark Kastelic, Nicola Lacorte e Kean Berta Nakamura.

Brando Badoer e Nicola Lacorte sono stati quindi riconfermati anche per questa stagione, in cui sono impegnati entrambi nella categoria OK con Kart Republic, squadra guidata dallo storico talent scout Dino Chiesa. A loro si aggiungono tre nuovi arrivi: lo svizzero Kilian Josseron, l'australiano Griffin Peebles e il tailandese Enzo Tarnvanichkul, tutti impegnati nella Mini con il Team Driver Racing Kart di Devid De Luchi.

I piloti di Cetilar Academy, caratterizzati in pista da un’ala blu Cetilar sulla tuta e sul kart, verranno affiancati da professionisti del motorsport durante il loro percorso che prevede anche una serie di giornate di formazione nelle sedi dei partner coinvolti nel progetto. Giornate dedicate alla preparazione fisica e tecnica, che contribuiranno alla loro crescita professionale e umana.

Cetilar Academy, supportata da PharmaNutra, Cetilar, AF Corse, Athletica, Freem, Kart Republic, Team Driver Racing Kart, Italian F4 Championship powered by Abarth e WSK Promotion, è ormai un punto di riferimento nel kart e, dopo avere raggiunto risultati eccellenti nel corso delle prime due stagioni di attività, proseguirà il proprio impegno di alto livello nell'ambito della WSK Series e delle più importanti manifestazioni internazionali.

“Credo molto nel progetto Cetilar Academy e sono felice di proseguire questa collaborazione - ha commentato Devid De Luchi - Assieme a Roberto Lacorte abbiamo selezionato dei ragazzi di sicuro talento che possono godere, oltre che di un programma in pista, di un importante percorso di educazione e crescita sotto l'aspetto umano”.

"Sono contento di potere dare continuità al nostro lavoro, sempre con l'obiettivo di fare crescere i giovani - ha aggiunto Dino Chiesa - In questi primi anni abbiamo già portato a casa dei buoni risultati. Recentemente c'è stato il passaggio di Brando Badoer nella OK e abbiamo deciso di affiancargli anche Nicola Lacorte, che fin dalle sue prime uscite nella categoria ha fatto molto bene. E adesso stiamo pensando di estendere tutto questo con un successivo impegno nella Formula 4".



martedì 2 marzo 2021

Kart / La WSK Super Master Series di Adria va a Gustavsson (KZ2), Camara (OK), Al Dhaheri (OKJ) e Lammers (MINI)



L'intenso weekend ad Adria in occasione del primo appuntamento della WSK Super Master Series si è concluso nuovamente con una buona presenza, come accaduto una settimana fa alla WSK Champions Cup. Più di 340 piloti sono infatti giunti ad Adria da 50 paesi diversi per questa prima gara della stagione karting internazionale nelle quattro categorie KZ2, OK, OKJ e MINI.

Le fasi finali, disputate domenica 28 febbraio, sono state particolarmente emozionanti al termine delle 50 manche di qualificazione e delle Prefinali A e B di tutte le categorie. Il gradino più alto del podio è stato occupato dai principali protagonisti della WSK Champions Cup che si è disputata una settimana fa, ma non hanno avuto vita facile per ottenere questa vittoria.

Gustavsson al vertice in KZ2.
In KZ2, dopo un primo vantaggio del finlandese Juho Valtanen (KR Motorsport / KR-TM Racing), lo svedese Viktor Gustavsson (Leclerc by Lennox / BireART / TM Racing) ha preso il comando e ha vinto la finale. Gustavsson si è rivelato il protagonista principale dell'apertura della WSK Super Master Series dopo aver vinto la WSK Champions Cup la scorsa settimana. Ha ottenuto il miglior tempo in qualifica, è stato secondo dopo le manche, ha vinto la sua prefinale e si è assicurato una bella vittoria in finale. Il secondo posto è andato a Juho Valtanen, mentre il terzo ad un ottimo Francesco Celenta (Parolin Motorsport / Parolin-TM Racing) che ha completato una buona gara di recupero. Tra i big che non hanno concluso la gara, il finlandese Simo Puhakka (Tony Kart Racing Team / Tony Kart-Vortex) ha avuto un incidente in partenza dopo essere stato il più veloce nelle manche.
Finale KZ2: 1. Gustavsson; 2. Valtanen; 3. Celenta; 4. Albanese; 5. Van Walstijn; 6. Longhi; 7. Irlando; 8. Marseglia; 9. Renaudin; 10. Piccini.

Camara vince in OK recuperando il terreno perduto.
Nella OK un incidente al via della Finale ha annullato la vittoria di Arvid Lindblad (KR Motorsport / KR-Iame) nelle manche e nella sua Prefinale. L'italiano Edoardo Ludovico Villa (TB Kart / TB Kart-TM Racing) ha inizialmente approfittato della sfortuna del pilota inglese, ma alla fine il brasiliano Rafael Camara (KR Motorsport / KR-Iame) ha recuperato le posizioni perse in partenza. Camara è risalito in testa e ha preso la vittoria costruendo un buon margine su Villa. L'americano Ugo Ugochukwu (Sauber / KR-Iame) si è assicurato un buon terzo posto. Il quarto posto è andato al bulgaro Nikola Tsolov (DPK / KR-Iame), che ha guidato il polacco Tymoteusz Kucharczyk (BirelART / RK-TM Racing) - anch'egli recuperato terreno - e all'israeliano Elkin Ariel (VDK / KA-Iame) . Brando Badoer (KR Motorsport / KR-Iame) è invece scivolato in P7 dopo aver mantenuto P3 all'inizio.
OK finale: 1. Camara; 2. Villa; 3. Ugichukwu; 4. Tsolov; 5. Kucharczyk; 6. Ariel; 7. Badoer; 8. Severiukhin; 9. Stenshorne; 10. Paparo.

Al Dhaheri domina la Finale della OK-Junior.
Nella OK-Junior Rashid Al Dhaheri (Parolin Motorsport / Parolin-TM Racing) degli Emirati Arabi Uniti si è aggiudicato la vittoria grazie ad un ottimo inizio dopo aver vinto la sua Prefinale. Al contrario, il britannico Freddie Slater (Ricky Flynn / Kosmic-Vortex) ha perso diverse posizioni nelle prime fasi e non ha preso parte al duello per la vittoria dopo essere stato il migliore nelle manche e nell'altra Prefinale. Il russo Kirill Kutskov (KR Motorsport / KR-Iame) ha tagliato il traguardo al secondo posto ma una penalità di 5 secondi lo ha fatto scivolare fino al settimo posto. Il secondo posto è stato quindi ereditato dal polacco Gustaw Wisniewski (Sauber / KR-Iame) e il terzo dal brasiliano Matheus Ferreira (KR Motorsport / KA-Iame) al termine di un'ottima gara di recupero. Slater ha dovuto accontentarsi di P4 davanti ad altri due protagonisti:
Finale OKJ: 1. Al Dhaheri; 2. Wisniewki; 3. Ferreira; 4. Slater; 5. Nakamura; 6. Rehm; 7. Kutskov; 8. Popov; 9. Krapin; 10. Irfan

Lammers batte Przrowsky nella MINI.
La finale della MINI è stata emozionante dal semaforo alla bandiera, visto che l'olandese René Lammers (Baby Race / Parolin-Iame) e il polacco Jan Przrowsky (AV Racing / Parolin-TM Racing) sono stati molto vicini per tutti i 10 giri. Nella volata verso il traguardo Lammers è riuscito a staccarsi di 0,049 secondi dal polacco. Il terzo posto è andato al russo Gerasim Skulanov (CRG Racing Team / CRG-TM Racing) che ha recuperato bene dopo aver perso terreno in partenza. L'asiatico Tiziano Monza (Sauber / KR-Iame) ha condotto una bella gara chiudendo quarto e procedendo nell'ordine Jacopo Martinese (CMT / Parolin-TM Racing), il belga Dries Van Langendonck (BirelART Racing / BirelART-TM Racing), Emanuele Olivieri (Formula K Serafini / IPK-TM Racing), il pilota spagnolo Christian Costoya (Parolin Motorsport / Parolin-TM Racing),
Finale MINI: 1. Lammers; 2. Przyrowsky; 3. Skulanov; 4. Monza; 5. Martinese; 6. Van Langendonck; 7. Olivieri; 8. Costoya; 9. Fardin; 10. Chi.

Risultati completi: www.wskarting.it

Prossimi round della WSK Super Master Series:
2 ° Rd - 14/03/2021 LA CONCA - MINI-OKJ-OK
3 ° Rd - 28/03/2021 SARNO - MINI-OKJ- OK-KZ2
4 ° Rd - 25/04/2021 LONATO - MINI-OKJ-OK-KZ2

Crediti foto: Sportinphoto




Crediti foto: Sportinphoto

martedì 23 febbraio 2021

Kart / WSK Champions Cup parte da Adria con le vittorie di Gustavsson, Camara, Al Dhaheri e Lammers


La WSK Champions Cup ha aperto con successo la stagione 2021 sul circuito di Adria con ben 337 piloti provenienti da 51 Paesi in pista.
Dopo 52 manche eliminatorie e 8 Prefinali, le Finali hanno premiato in KZ2 lo svedese Viktor Gustavsson (Leclerc by Lennox/BirelArt-TM Racing), in OK il brasiliano Rafael Camara (KR Motorsport/KR-Iame), in OK-Junior il pilota degli Emirati Arabi Rashid Al Dhaheri (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing), nella MINI l’olandese René Lammers (Baby Race/Parolin-Iame).

In KZ2 Gustavsson, vincitore della Prefinale-A, ha condotto sempre in testa. Alle sue spalle il francese Adrien Renaudin (Sodikart/Sodi-TM Racing) e il finlandese Juho Valtanen (KR Motorsport/KR-TM Racing) che ha chiuso il podio. Segue il vincitore della Prefinale-B, Francesco Celenta (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) davanti allo spagnolo Pedro Hiltbrand (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex) e al finlandese Simo Puhakka.

Nella OK Rafael Camara precede il compagno di squadra Andrea Kimi Antonelli. Alle spalle dell'italiano il terzo compagno di squadra, l’inglese Arvid Lindblad. Quarto il finlandese Tuukka Taponen (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex), seguito dal russo Artem Severiukhin (Ward Racing/Tony Kart-Vortex) e dal vincitore della Prefinale-B, l’americano Ugo Ugochukwu (Sauber/KR-Iame).

La finale OKJ ha visto il dominio del pilota degli Emirati Arabi Rashid Al Dhaheri (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing). Secondo il giapponese Kean Nakamura Berta (Forza Racing/Exprit-TM Racing) al suo debutto in categoria. L’altro protagonista, l’inglese Harley Keeble (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex), vincitore della Prefinale-B, è al terzo posto.

Nella MINI l’olandese Renè Lammers (Baby Race/Parolin-Iame), vincitore della Prefinale-A, ha preso il comando nei primi giri, seguito da  Emanuele Olivieri (Formula K Serafini/IPK-TM Racing) e da Tiziano Monza (Sauber/KR-Iame) che ha preceduto lo spagnolo Christian Costoya (Parolin Motorsport/TM Racing). 

Risultati: www.wskarting.it

lunedì 15 febbraio 2021

Kart / Parte da Adria la WSK Champions Cup


E’ tutto pronto ad Adria Karting Raceway per la prima prova della stagione karting 2021 di WSK Promotion. Il primo appuntamento è fissato nel weekend del 18-21 Febbraio con la WSK Champions Cup, preceduto dai test collettivi sempre sulla pista di Adria nei giorni 16 e 17 Febbraio.
Per il primo appuntamento della stagione è confermata una eccellente partecipazione in tutte e quattro le categorie che si stanno preparando a scendere in pista nella MINI, OKJ, OK e KZ2, con un’ottima affluenza a livello internazionale per la presenza delle maggiori case costruttrici, team di primo piano e tanti piloti decisi a far valere le loro qualità.
Al via anche i giovani talenti del karting che già nella scorsa stagione si sono messi in luce, pronti a proseguire la loro crescita agonistica verso i traguardi più ambiziosi. Al gran completo la MINI, che con la nuova omologazione internazionale FIA già in atto dal 2020, ha offerto ulteriore interesse a questa categoria che annovera le più interessanti promesse del karting, così come la giovanile OK-Junior sempre più numerosa con diversi debuttanti provenienti dalla MINI, e le più mature OK e KZ2 che rappresentano le categorie più performanti con la presenza di tanti campioni affermati.
L’evento si disputa a porte chiuse, nel pieno rispetto del protocollo anti-Covid, con controllo della temperatura corporea, obbligo di indossare la mascherina e di mantenere le distanze sociali, oltre a tutto quanto previsto dalla normativa vigente.

Il programma del weekend del 18-21 Febbraio:
Giovedì 18 Febbraio Verifiche ante-gara e Prove Libere,
Venerdì 19 Febbraio Prove di qualificazione e le prime manches eliminatorie,
Sabato 20 Febbraio Manches eliminatorie,
Domenica 21 Febbraio Fase finale con Prefinali e Finali.

Info: www.wskarting.it

Foto di Sportinphoto

lunedì 7 settembre 2020

Karting/ I costruttori italiani BirelART e TM Racing vincono i titoli continentali in KZ e in KZ2


Disputato a Genk, in Belgio, il Campionato Europeo CIK-FIA Karting per le categorie KZ e KZ2. Il doppio titolo continentale lo hanno vinto due aziende italiane, BirelART per i telai con i brand legati ai due piloti F1 Ricciardo (KZ) e Leclerc (KZ2), e TM Racing per i motori. In KZ le due case italiane si sono aggiudicate il successo con il brand Ricciardo e il pilota olandese Marijn Kremers, mentre in KZ2 il titolo è arrivato grazie al team Leclerc by Lennox Racing con il pilota svedese Viktor Gustavsson.

In evidenza anche i piloti italiani, nel Campionato Europeo KZ i due piloti BirelART Alex Irlando e Riccardo Longhi si sono piazzati rispettivamente secondo e quinto. Nella top-ten Fabian Federer su Maranello Kart al nono posto, Matteo Viganò su BirelART (Leclerc) al decimo.
Nella classifica finale del Campionato Europeo KZ2 Simone Cunati con il Team Modena Kart su BirelART si è piazzato secondo, Giuseppe Palomba pilota ufficiale BirelART quarto, Leonardo Marseglia anche questi pilota ufficiale BirelART settimo.

Tutti i risultati nel sito https://www.fiakarting. com/event/2020-genk/guide

Nella foto KSP: Gustavsson campione europeo KZ2 con telaio BirelART brand Leclerc

(Ufficio Stampa Karting ACI Sport)

giovedì 18 giugno 2020

DAL 5 LUGLIO RIPRENDE L’ATTIVITÀ AGONISTICA AL SOUTH GARDA KARTING



Riprende l’attività agonistica al circuito South Garda Karting di Lonato, con un calendario gare riprogrammato dopo il lungo lockdown a seguito dell’emergenza sanitaria Covid-19, che dallo scorso mese di marzo ha bloccato ogni attività in Italia e in gran parte del mondo.

 

ROK CUP ITALIA. Il momento della ripresa è fissato per il primo weekend di luglio, con la prima prova della Rok Cup Italia in programma appunto per il 5 luglio 2020. In gara tutte le categorie Rok.

 

TROFEO D’ESTATE. Nello stesso mese di luglio, nel weekend del 19, è in programma il Trofeo d’Estate per le Categorie Nazionali Entry Level, 60 Mini, MINI Internazionale, KZN, KZ2, oltre alla KFA 100cc.

 

TROFEO D’AUTUNNO 1a prova. Il 6 settembre sarà la volta del 30° Trofeo d’Autunno, prima prova, con le Categorie Nazionali Entry Level, 60 Mini, MINI Internazionale, KZN, KZ2.

 

WSK EURO SERIES. Il 20 settembre è programmato il lungo weekend della WSK Euro Series, per il Round 2 e Round 3, con inizio lunedì 14 settembre e conclusione domenica 20 settembre con l’assegnazione dei titoli Euro Series.

 

CAMPIONATO DEL MONDO. Nel weekend del 4 ottobre è confermato il Campionato del Mondo FIA Karting KZ, International Super Cup KZ2, Academy Trophy e Historic Super Cup. E’ il secondo anno consecutivo che il circuito South Garda Karting ospita questa prestigiosa prova della FIA.

 

TROFEO D’AUTUNNO Finale. Nel weekend successivo, l’11 ottobre, si svolgerà la finale del Trofeo d’Autunno con le Categorie Nazionali Entry Level, 60 Mini, MINI Internazionale, KZN, KZ2, e Rok.

 

ROK CUP SUPERFINAL. Confermata 17 ottobre la Rok Cup Superfinal, gara internazionale del monomarca Vortex che ha sempre visto una importantissima partecipazione di team e piloti da quasi tutto il mondo.

 

TROFEO SOUTH GARDA. In chiusura di stagione è stato inserito per il 1° novembre il 5° Trofeo South Garda Karting, con le categorie Nazionali Entry Level, 60 Mini, MINI Internazionale, KZN, KZ2.

 

IAME SERIES ITALY. Per l’8 novembre è fissato il quinto appuntamento della Iame Series Italy, riservato a tutte le categorie Iame X30.

 

In attesa di definizione le date del 30° Trofeo Andrea Margutti e del 49° Trofeo delle Industrie, eventi organizzati da Parma Motorsport.

 

Credits: Ufficio Stampa South Garda Karting

domenica 3 maggio 2020

Si prepara la ripresa dell'attività agonistica. Il punto del Presidente della Commissione ACI Karting Emanuele Pirro

Al lavoro per riaprire al più presto le attività legate al mondo del kart. Stilato il protocollo sanitario per assicurare lo svolgimento degli eventi nel rispetto delle regole. Definito il progetto del nuovo calendario del Campionato Italiano ACI Karting 2020.

Ecco il messaggio di Emanuele Pirro,
Presidente della Commissione ACI Karting,
sui presupposti per una rapida riapertura 
dell’attività sportiva a seguito dell’ultimo DPCM 
e ai lavori svolti dalla Federazione in questi giorni 
ancora condizionati dalla attuale emergenza 
sanitaria in Italia.



Cari amici kartisti, è proprio nei momenti difficili che dobbiamo tirare fuori le nostre migliori qualità di sportivi e mostrare che abbiamo una marcia in più! Nonostante la grande incertezza e la situazione in continuo divenire, la Commissione Karting, in accordo con i vertici di ACI Sport, ha lavorato e sta lavorando per poter riaprire al più presto le attività legate al mondo del kart, sia per le attività di allenamento che per le competizioni. Tutti gli impianti sono classificati con un codice ATECO 93 e nell’ultimo DPCM è vietata la riapertura delle aziende identificate in quel codice. La Federazione sta facendo pressione affinché il DPCM venga modificato e permetta la ripartenza delle attività sportive nei circuiti.
A questo proposito è stato stilato un protocollo che prevede e codifica il rispetto delle distanze sociali in ogni momento delle gare per assicurare lo svolgimento di ogni evento in sicurezza per tutti i partecipanti, garantendo, comunque, il pieno rispetto delle regole.
È inutile dire che, dal ligio rispetto di queste regole dipende non solo la sicurezza nostra e quella del prossimo, ma anche il potenziale futuro della nostra amata attività.
E’ stato pensato, inoltre, in accordo con gli Organizzatori delle gare di Campionato Italiano, WSK Promotion, e delle gare titolate CIK FIA, un progetto per un nuovo calendario per le gare di Campionato Italiano ACI Karting che, una volta definito, sarà mandato in approvazione alla Giunta Sportiva.
Siamo vicini a tutti coloro che hanno sofferto e stanno soffrendo e stiamo cercando di fare del nostro meglio per garantire una ripartenza il più velocemente possibile.


Con sportiva amicizia,
Emanuele Pirro


(Ufficio Stampa Karting - ACI Sport)

lunedì 25 marzo 2019

Il Progetto Cetilar Performance Kart


> 22 marzo 2019 - Nasce il Progetto Cetilar Performance, nuova realtà che vede coinvolti “brand” d’eccellenza del panorama del motorismo tricolore, ponendosi come obiettivo la crescita dei giovani nel senso più esteso del termine. Una realtà che inizia subito ad operare nel mondo del karting, selezionando tre piloti in erba con l’intento di seguirli in un percorso di crescita e maturazione che va al di là dell’azione in pista.

Il progetto Performance, supportato da Cetilar Racing, è stato presentato ufficialmente oggi a Sarno, presso il Circuito Internazionale di Napoli, all’interno dell’hospitality di Kart Republic, in occasione dell’appuntamento conclusivo della WSK Super Master Series. Un contesto ideale per le varie parti coinvolte. Partendo proprio da Cetilar Racing, la squadra tutta italiana, nata dalla volontà del pilota Roberto Lacorte - presente all'evento assieme agli altri due piloti Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi - che sarà impegnata a giugno nella sua terza partecipazione alla 24 Ore di Le Mans e nell’European Le Mans Series (già confermata la sfida della 4 Ore di Monza che si disputerà a maggio), nonché prossima a fare il proprio ingresso nel campionato mondiale FIA WEC 2019/2020 con il prototipo Dallara di classe LMP2. 

Dallara, orgoglio del “made in Italy” nel mondo, è parte integrante dell’operazione. Così come Formula Medicine, il noto centro di Professional Driver Training facente capo al Dottor Riccardo Ceccarelli. Per proseguire con Freem (azienda di accessori e abbigliamento racing), Kart Republic del talent scout Dino Chiesa, sotto la cui ala hanno iniziato la propria carriera anche Lewis Hamilton e Nico Rosberg, Team Driver di Devid De Luchi, Italian F4 Championship powered by Abarth e WSK Promotion.

La filosofia del Progetto Cetilar Performance è imperniata sui concetti di valorizzazione e condivisione. L’obiettivo è quello di sostenere la crescita dei piloti sotto il profilo tecnico ed umano, partendo dall'esperienza accumulata da Cetilar Racing con i suoi partner, che rappresentano il “made in Italy” nel mondo. La prima regola è pertanto quella di puntare sull’aspetto personale dei giovani coinvolti, sulla formazione vera e propria a 360° dei piloti e soprattutto degli uomini che saranno, basando l'attività su valori come la disciplina, la responsabilità, lo spirito di sacrificio, ma anche la ricerca costante del limite. 

Per forgiare il carattere dei giovani piloti e trasmettere dei valori sani e sostanziali di crescita, nel corso del 2019 verranno riservate loro delle giornate dedicate alla formazione. La personalità va costruita assieme alla tecnica di guida, tramite un percorso che prevede diverse tappe. Per i piloti selezionati è prevista quindi una visita in Dallara, dove avranno la possibilità di provare il simulatore professionale e di sviluppare attività esperienziali a contatto con tecnici, progettisti e ingegneri di pista. Presso la sede della Freem potranno assistere a come vengono realizzate le tute e ai progetti di raccolta dati dei piloti con nuove, avveniristiche tecnologie. Nella factory di Kart Republic si assisterà alla costruzione e allo sviluppo tecnico di un kart nei minimi dettagli. Formula Medicine, che seguirà i piloti durante tutte le trasferte, sarà responsabile del training mentale e fisico, con tre sessioni complete organizzate nella sede di Viareggio, punto di riferimento per i top driver di tutto il mondo. 

Sono tre i giovani piloti selezionati per il Progetto Cetilar Performance 2019, che faranno parte del gruppo "Ala Blu" e verranno accompagnati da Cetilar in questo importante percorso di crescita: Joel Bergström, Sebastiano Pavan e Alfio Spina. Pavan e Bergström, entrambi undicenni, corrono nella categoria Mini con il Team Driver di Devid De Luchi, affermata realtà legata a Kart Republic di Dino Chiesa. Padovano il primo, svedese trapiantato a Salò il secondo, vengono da un 2018 in cui sono stati protagonisti nel Campionato X30 e nella WSK Final Cup (chiusa da Bergström al terzo posto nella categoria Mini). Il siciliano Spina è invece impegnato nella classe OK-J con Kart Republic.

Roberto Lacorte: "Dopo tutti questi anni in cui abbiamo costruito un qualcosa con la nostra squadra che ritengo sia di grande valore nel mondo endurance, è nostra intenzione condividere e diffondere alle nuove generazioni l'esperienza che è stata fatta, lavorando con dei giovani che corrono già nel kart ad altissimi livelli. Una "mission" che affrontiamo con dei partner importanti. L'aspettativa è quella di fare crescere dei piloti, sia sotto l'aspetto delle performance in pista sia per ciò che concerne lo sviluppo del proprio carattere. Cetilar Racing vuole monitorare sia le capacità sportive che la personalità di questi ragazzi, senza tralasciare neppure le loro attitudini scolastiche: degli aspetti che vanno assolutamente incrociati per aiutarli nella loro formazione in un senso più completo. Seguiremo i nostri piloti in pista, in palestra, nell'allenamento fisico-mentale, chiedendo anche di vedere le loro pagelle scolastiche".

> Credito foto: Taccola

giovedì 31 maggio 2018

Sport e Sicurezza si incontrano a Roma per "Karting in Piazza"


> 30 maggio 2018 – Si è svolta questa mattina a Roma, presso la sede del CONI in via dei Gladiatori, all'ombra dello Stadio Olimpico l'evento "Karting in Piazza". L'appuntamento itinerante, che si rinnova da anni nelle principali piazze italiane con l'intento di educare i ragazzi delle scuole primarie indirizzandoli alla sicurezza stradale e la valorizzazione della pratica sportiva, ha fatto la sua prima apparizione anche nella capitale. A partecipare alla giornata del format ideato da ACI Sport e sostenuto dall'Automobile Club d'Italia si sono presentati circa 150 alunni delle scuole primarie, che hanno avuto l'opportunità di assistere alle lezioni sulla sicurezza stradale ma, soprattutto, sperimentare in prima persona la pratica automobilistica sui kart elettrici nel mini circuito allestito per l'occasione. Ad aggiungere valore all'esperienza dei piccoli partecipanti è arrivato l'intervento delle massime cariche istituzionali per lo sport e l'automobilismo italiano. 
Il Presidente del CONI Giovanni Malagò e il Presidente dell'Automobile Club d'Italia Angelo Sticchi Damiani hanno colto, con grande partecipazione e disponibilità, l'occasione per accogliere i "piccoli ambasciato" delle regole della strada e rinnovare loro il messaggio propositivo di "Karting in Piazza". Presenti alla manifestazione anche Marco Ferrari direttore centrale di ACI Sport, Giuseppina Fusco Presidente dell'AC Roma, Riccardo Viola Presidente del CONI Lazio e Gian Carlo Minardi in qualità di supervisore federale ACI Sport.Una giornata che rimarrà impressa nella memoria e nel cuore degli automobilisti di domani, che potranno far tesoro di questa particolare esperienza per diffondere gli insegnamenti raccolti e sfruttarli da subito come pedoni o ciclisti, come ha tenuto a sottolineare anche il coordinatore di "Karting in Piazza" e tecnico federale ACI Ferdinando Parisi.
Prossimo appuntamento di "Karting in Piazza" a Sassari nelle giornate di giovedì 7 e venerdì 8 giugno.

lunedì 23 aprile 2018

“KDadMotorsport”, quattro piccole ruote...


Quattro piccole ruote e piloti che sembrano miniature in scala, con passione, impegno, organizzazione e obbiettivi pensati in grande. Vivere le sensazioni e respirare le atmosfere del mondo delle corse attraverso gli occhi dei figli, nasce così il cammino dei Karting Dads che formano “KDadMotorsport”, attiva da qualche mese a Melegnano. 

Questo, apparentemente semplice, mezzo, nato negli anni ’50, che ha trovato in Italia terreno fertilissimo, almeno in quanto a tecnici e costruttori, ha rappresentato la palestra di formazione di quasi tutti i campioni approdati nella Formula Uno, la massima espressione dell’automobilismo sportivo. Inutile nasconderlo “il sogno” è questo, guai a pensare che possa essere un’utopia. Nessuna differenza con i coetanei che nei campetti dell’oratorio sognano di imitare Ronaldo o Messi. A dispetto del nome in realtà i protagonisti sono i bambini, 8-9 anni, che fanno “squadra” con il papà meccanico, cronometrista, manager, addetto stampa e… finanziatore. Domenico Magistro, team manager e padre di Gabriele, ovviamente pilota, ci illustra gli impegni. Parla innanzitutto di valori: umiltà, semplicità, onestà e serenità. Così la squadra è diventata una grande famiglia, un gruppo di amici che vive con gioia, divertimento e altruismo l’esperienza di un percorso fatto non solo di agonismo e sport. Il Team offre servizi ai propri assistiti sia pre che post attività. Anche la burocrazia ritaglia la sua fetta di tempo, insieme alla meccanica e alla teoria con percorsi didattici, aiuto fondamentale ad essere consapevole dei propri limiti. Rispetto delle regole e disciplina limitano i “rischi del mestiere” di questo sport. 

In questa stagione la squadra partecipa al Campionato EasykartSwiss e Campionato DayTrophy, con gare distribuite in 3 paesi: Germania, Austria e Italia.Manifestazioni che possiamo seguire su piattaforme digitali come i canali ufficiali di YouTube, i canali Live Streaming oltre che sul sito web e sui social network della KDadMotorsport. Livello di competizione notevole, tagliato per piloti veramente ambiziosi che meritano una giusta menzione: Emanuele Romano, Gabriele Magistro, Flavio Pizzio, Luchas Campagna, Valentino Venturi, Andrea Costa.

lunedì 19 febbraio 2018

Kart - Ancora un successo per la Winter Cup di Lonato


Un’altra Winter Cup da ricordare. La 23ma edizione della tradizionale manifestazione internazionale a calendario CIK-FIA disputata sul circuito South Garda Karting di Lonato, è stata caratterizzata dalla qualità dello spettacolo e dai 322 piloti provenienti da ben 40 Paesi.


Presenti tutte le Case più importanti e i team più qualificati con i loro piloti di punta per un grande spettacolo agonistico, in un lungo weekend intenso e ben riuscito nonostante l’asfalto bagnato per la pioggia caduta nella serata di sabato che ha reso insidiosa la pista fin quasi all’ultima gara di domenica. Nota lieta, nessun incidente degno di nota, tutto è filato liscio fino all’ultimo traguardo dell’evento concluso dalla KZ2 con la vittoria dell’inglese Ben Hanley al volante del nuovo telaio Drago Corse con motore TM e pneumatici Bridgestone.

KZ2 A BEN HANLEY. Al suo quarto successo nella Winter Cup e maggior vincitore in assoluto di questa gara, Ben Hanley si è aggiudicato la Finale della 23ma edizione concludendo in volata davanti a due altri grandi interpreti come il francese Anthony Abbasse (Sodikart-Tm) e l’altoatesino Fabian Federer (CRG-Tm). Fra i migliori, anche Francesco Celenta (Praga-Tm), quarto classificato, così come Jeremy Iglesias (Formula K-Tm), sesto con il miglior tempo sul giro, e il Campione del Mondo 2017 Paolo De Conto (CRG-Tm) in grande rimonta dall’ultima posizione in griglia di partenza fino all’ottavo posto finale. Nota di merito anche per i piloti che hanno concluso una eccellente top-ten, ovvero il francese Adrien Renaudin (Sodi-Tm), quinto, Alexander Schmitz (Tony Kart-Vortex), settimo, e il nono posto dell’emergente Giuseppe Palomba (Intrepid-Tm) e il decimo del Campione del Mondo 2016 Jorrit Pex (CRG-Tm). A mancare posizioni di rilievo nell’appuntamento finale sono stati i due protagonisti bresciani di inizio weekend: Alessio Lorandi (Parolin-Tm) 15mo sul traguardo, e suo fratello Leonardo Lorandi (Tony Kart-Tm), costretto al ritiro dopo essere stato fra l’altro autore del giro più veloce dell’intero weekend.

JANKER VINCITORE DELLA OK. Bella e avvincente conclusione anche per la categoria OK, con il tedesco Hannes Janker (KR-Parilla-Bridgestone) che alla fine è riuscito a tagliare per primo il traguardo e avere ragione del danese Nicklas Nielsen (Tony Kart-Vortex) che invece si è dovuto accontentare della seconda posizione. Al terzo posto si è piazzato il combattivo spagnolo Pedro Hiltbrand (CRG-Tm) che con la conquista del podio ha potuto confermarsi fra i maggiori protagonisti della categoria. Complice una penalizzazione di 10 secondi si è classificato invece solamente al settimo posto Lorenzo Travisanutto (KR-Parilla), l’altro grande protagonista del weekend e autore del giro più veloce.

NELLA OK-JUNIOR VITTORIA ASSEGNATA A ARON. In OK-Junior, nel duello per la vittoria fra l’estone Paul Aron (FA-Vortex-Bridgestone) e Luca Griggs (Exprit-Vortex), l’ordine d’arrivo ha visto prevalere Griggs ma con un sorpasso sull’avversario non ritenuto propriamente regolare. La decisione dei Commissari è stata quindi di comminare a Griggsuna penalizzazione di un secondo e riportare in cima alla classifica finale Aron. In classifica Griggs è così scivolato al terzo posto, superato anche dal francese Sami Meguetounif(Formula K-Tm) che ha potuto fregiarsi della seconda posizione. Fra i figli d’arte impegnati in questa prova, Enzo Trulli (CRG-Tm) si è piazzato 24mo, Sebastian Montoya (Tony Kart-Vortex) 28mo.

ANTONELLI RE DELLA MINI ROK. Fra i giovanissimi della Mini Rok è stato invece un altro figlio d’arte ad aggiudicarsi una prima grande vittoria con il successo nella Winter Cup, ovvero Andrea Kimi Antonelli (Energy-Vortex) che dopo essersi messo in mostra per gran parte del weekend, ha potuto dar fondo alle sue capacità agonistiche negli ultimi giri della finale prendendo il comando della gara e andare a vincere davanti al compagno di colori, il polacco Karol Pasiewicz, e a Cristian Bertuca (Evokart-Vortex). In questa categoria riservata ai giovanissimi, l’altro figlio d’arte Brando Badoer (Parolin-Vortex) si è piazzato settimo.

. Credit: www.southgardakarting.it

lunedì 8 giugno 2015

A SARNO PRIMO SUCCESSO DEL GIOVANE RUSSO IVAN GRIGORIEV NEL CAMPIONATO ITALIANO KARTING DELLA KF-J / RUSSIAN IVAN GRIGORIEV CLAIMS HIS MAIDEN ITALIAN CHAMPIONSHIP WIN AT SARNO IN THE KF-J CATEGORY



Roma, 8 giugno 2015. Ivan Grigoriev ha rotto il ghiaccio, conquistando sul Circuito Internazionale di Napoli il suo primo successo nellaclasse KF-J, in occasione del secondo appuntamento del Campionato Italiano Karting che è andato in scena lo scorso weekend.
Il giovane russo, alla sua prima stagione nella categoria, ha ottenuto il terzo miglior tempo nelle qualifiche di sabato, centrando poi due secondi posti nelle manche eliminatorie. In Gara 1, il pilota della iFAST Management ha concluso quarto, posizione che ha mantenuto a partire dall’ottavo dei 15 giri in programma, tagliando il traguardo con un distacco di appena tre secondi e mezzo nei confronti del vincitore Davide Lombardo.
Scattato dalla terza fila, in Gara 2 Grigoriev ha subito guadagnato una posizione portandosi terzo. Quindi, nella tornata successiva, è transitato secondo, prendendo il comando delle operazioni il giro ancora dopo e rimanendo in testa fino alla bandiera a scacchi, ma non prima di avere creato tra se ed il primo dei suoi inseguitori un “vuoto” di quasi 4”.
Una condotta accorta e grintosa, quella del russo, che non aveva preso parte al primo round di Triscina, a inizio maggio. A Sarno, il russo ha conquistato pertanto dei punti importanti, portandosi immediatamente a ridosso della zona di vertice della classifica generale.


Rome, 8th June 2015. Ivan Grigoriev claimed last weekend his maiden victory in the KF-J at the International Circuit of Napoli, in Sarno,at the end of the second round of the Italian Championship.
The young Russian driver, at his first season in the category, scored the third quickest lap in the qualifying on Saturday and finished twice second in the heats. In Race 1, the iFAST Management racer took the fourth position at the eight out of 15 laps, and finished with a 3.5 seconds gap by the winner Davide Lombardo.
Starting from the third row in Race 2, Grigoriev immediately gained a position moving up to third and then second lap. In the third lap he took the lead extending his vantage lap by lap to four seconds and taking the chequered flag as the winner.
After having missed the first round of the championship at Triscina, early last month, at Sarno the Russian driver earned some important points, moving up to the top positions of the Drivers’ standings.

domenica 29 marzo 2015

I risultati delle Semifinali Italiane OTL Kart Cup


Si sono svolte questo weekend, 28 e 29 marzo, al MyKart di Montecatini Terme le semifinali italiane del 1° OTL Kart Cup che ha visto scendere in pista 84 concorrenti che nel corso degli scorsi mesi hanno partecipato e superato le prove di qualifica nei maggiori kartodromi indoor italiani. Ventotto i neo kartisti che passeranno alle finali internazionali al GoParc di Mantova il 12 aprile e si andranno a scontrare con piloti provenienti dalle selezioni effettuate nei kartodromi del Continente per il primo titolo di campione OTL Kart Cup e la vincita di test con vetture formula e GT in pista.

Nella giornata di sabato si sono confrontati in tre turni di manche i qualificati per la categoria Senior che hanno portato alla selezione dei quattro piloti con i miglior tempi che avranno accesso alle finali: Guerra Liberiano (Kart1 di Varese), Calcagno Alex e Gualtieri Luigi (Pala Kart Parma), Petrini Giovanni (MyKart di Montecatini).

Oggi si sono succeduti nel kartodromo di Montecatini Terme gli aspiranti piloti delle categorie: Primavera, Junior, Donne e PRO. I migliori tempi sono stati effettuati da: Matteo Fontana (Driver Como), Leonardo Moncini (Planet Kart Vallecamonica), Bellini Leonardo (Planet Kart Prato), Stefano Mora, Alessandro Simeoni, Alessandro Bertaiola e Francesco Carabini (GoParc di Mantova), Federico Antonioli (Planet Kart Conselice) per la categoria Primavera; Lorenzo Bricchetti (Planet Kart Vallecamonica), Lorenzo Adami (Mykart di Montecatini), Mattia Castelletti di (Go Parc di Mantova) e Giorgio Nascinbene (Kart1 di Varese) per la categoria Junior; Sara Pizzuti (MyKart di Montecatini), Emma Giuliani e Simona e Viola Fumagalli di (Driver Como), Jessica Gaia (Planet Kart Vallecamonica) per la categoria Donne; Antonio Cusimano (Pala Kart Parma) e Stefano Doretti (Mykart di Montecatini) per la categoria PRO.

Ad assistere alle Semifinali il pilota di Formula 1, campione International GT Open e protagonista internazionale di  gare GT su Ferrari, Andrea Montermini che ha seguito gli aspiranti piloti in tutta la giornata di domenica, osservando e dispensando preziosi consigli. 
“Sono molto contento di aver potuto assistere a questa manifestazione – le parole di Andrea – ho visto tanto entusiasmo e passione anche tra i più piccoli. È stato molto bello vedere la loro elevata attenzione nel ricevere qualche indicazione o consiglio. Credo che sia un’occasione importante per chi vuole mettersi alla prova in questo mondo e avere la possibilità di provare delle vetture come quelle che proveranno i vincitori è sicuramente un privilegio incredibile per ogni aspirante pilota”

I piloti si sono confrontati su gokart Storm OTL appositamente costruiti per le seminifinali e finali del Campionato. OTL è la casa trevigiana di Breda di Piave leader nella costruzione e nello sviluppo di questa tipologia di kart che si contraddistinguono per l’elevata potenza in grado di offrire un divertimento senza pari ai piloti nel pieno rispetto dell’ambiente. Il campionato OTL Kart Cup è alla sua prima edizione ed è rivolto ad aspiranti piloti che si stanno confrontano su circuiti indoor dallo scorso autunno e prevede l’interessante montepremi per un valore di circa €35.000 e i test in pista su monoposto Formula Abarth e vetture Gran Turismo, per i vincitori. Un importante premio che darà la possibilità a chi non ne ha mai avuto occasione di mettersi alla prova con vetture da competizione.

Aggiornamenti sulle fasi finali del Campionato e diretta live dell’evento sui canali Facebook e Twitter di Otl Kart Cup e il sito web www.otlkartcup.com

sabato 28 marzo 2015

I primi verdetti delle Semifinali dell’OTL Kart Cup

28 marzo 2015 - Iniziate questa mattina presso il MyKart di Montecatini Terme le semifinali italiane del 1° OTL Kart Cup il campionato monomarca rivolto a tutti gli aspiranti piloti che porterà alla vincita di test con vetture formula e GT in pista.
La manifestazione ha raccolto nel kartodromo di Montecatini i neo kartisti della Categoria Senior che nei mesi scorsi hanno superato le prove di qualifica nei maggiori kartodromi indoor del Continente.

Tre le manche di qualifica ad eliminazione disputate su gokart Storm della marca OTL che hanno portato alla selezione di 4 finalisti Senior italiani che avranno accesso alle finali internazionali del 12 aprile al GoParc di Mantova. I migliori tempi sono stati quelli di Luigi Gualtieri di Fidenza, Liberiano Guerra di Varese, Alex Calcagno di Parma e Giovanni Pietrini di Larciano.

“L’edizione di esordio di questo campionato è stata di rodaggio, ma ha portato già dei buoni risultati - le parole di Andrea Meneghel, titolare di OTL Italia – l’obiettivo è quello di migliorare e far crescere questa manifestazione che vuole affermarsi come campionato kart elettrici di riferimento per il panorama internazionale. Inoltre, con il suo montepremi vuole dare la possibilità a persone che non ne hanno avuto occasione di provare vetture da competizione, e magari anche scoprire un nuovo pilota professionista. Questa è la sfida in cui vogliamo cementarci, noi che crediamo che l’energia elettrica sia il futuro”.

Domani, domenica 29 marzo, sarà la volta delle semifinali per le Categorie Donne, Primavera, Junior e PRO dalle ore 9 alle ore 17. I neo kartisti saranno seguiti dall’attento occhio critico di Andrea Montermini, pilota di Formula 1, campione International GT Open e protagonista internazionale delle gare GT su Ferrari, che sarà presente anche alle finali. 
Chi passerà il turno sarà ammesso alla Finalissima Internazionale che si disputerà domenica 12 aprile al GoParc di Mantova.

Il campionato OTL Kart Cup è alla sua prima edizione ed è rivolto ad aspiranti piloti che si stanno confrontano su circuiti indoor al volante di Kart spinti da motore elettrico della marca OTL. La casa trevigiana di Breda di Piave è leader nella costruzione e nello sviluppo di questa tipologia di kart che si contraddistinguono per l’elevata potenza in grado di offrire un divertimento senza pari ai piloti nel pieno rispetto dell’ambiente. Il Campionato prevede l’interessante montepremi per un valore di circa €35.000 e i test in pista su monoposto Formula Abarth e vetture Gran Turismo, per i vincitori.

Per rimanere aggiornati sulle fasi finali del Campionato e seguire la diretta live dell’evento è possibile seguire i canali Facebook e Twitter di Otl Kart Cup e il sito web www.otlkartcup.com

giovedì 16 ottobre 2014

Maranello Kart sul podio con Lorenzo Camplese nel Campionato del Mondo KZ2


L’attesissima gara della stagione che ha visto protagonista Lorenzo Camplese per tutto il week end si è disputata sul Circuito Napoletano dove il nostro Racing Team ha saputo mettere in luce tutte le potenzialità del materiale.
Lorenzo reduce dal trionfo del Campionato Italiano arriva a Sarno con tutte le carte in regola per poter fare bene e conquistare nella finale di Domenica un gran 2° posto incorniciando e chiudendo la stagione nel migliore dei modi.

Buona la prestazione di Marco Zanchetta che soffre un po’ all’inizio gara ma che alla fine sa risalire la china conquistando un buon 9° posto in griglia di partenza finale, dove dopo pochi giri dall’inizio viene coinvolto da Dalè in un incidente che lo costringerà ad abbandonare la competizione.
Una bellissima gara anche per Bernardotto Enrico che rientra da un brutto incidente che lo ha costretto al ritiro dalle competizioni per tutta la stagione. Enrico è riuscito a tornare in grande forma dimostrando di avere delle ottime qualità che lo hanno visto comandare tutta la settimana le prove, venendo poi penalizzato da un incidente in prefinale dove partiva 9° e dove a causa di un incidente non ha potuto accedere alla finale.
Sfortunato invece Palazetti Simone, che a causa di una penalità non riesce a qualificarsi per la finale.

Il commento di Luca Iannaccone: "una grande dimostrazione di carattere da parte dei piloti e del Team. Devo complimentarmi nuovamente con tutti i collaboratori di Maranello Kart che hanno reso possibile questi risultati, a partire da Stefano Griggio, Rizzi Tiziano, KCL Racing e Gio Racing senza dimenticare i nostri Partners Freem, Grey Hounds, Gerber Team, New Line. E’ stata una stagione ricca di emozioni".

- da Ufficio Stampa Maranello Kart


Foto: Giovanni Cuna

martedì 7 ottobre 2014

MARANELLO KART VINCE L' ITALIANO KZ2 CON LORENZO CAMPLESE

‎Si è concluso il Campionato Italiano ACI-CSAI con l'ultimo incontro svoltosi sul circuito di Precenicco (Friuli Venezia Giulia) dove Maranello Kart ha vonto il Campionato Italiano pur non avendone preso parte per dare la priorità ai test a Sarno per il CIK-FIA International KZ2 Super Cup.
Lorenzo Camplese è il nuovo Campione Italiano KZ2; Lorenzo che si è contraddistinto per tutto il campionato per la continuità dei risultati su tutti i tracciati di gara vince su tutti con 194 punti di vantaggio.  Al suo seguito con 158 punti si aggiudica il secondo posto Marco Zanchetta che dopo un avvio di stagione non brillantissimo ha saputo essere a sua volta al passo del compagno di Scuderia risalendo la classifica.

"Ringraziamo  i piloti Lorenzo e Marco per averci regalato questo Trofeo che grazie alla professionalità e all'esperienza di Stefano Griggio (Maranello-Team Manager) e Rizzi Tiziano (TM-Racing Tuner) non sarebbero stati possibili. Il nostro apprezzamento va riconosciuto anche a "TM" , "New Line", "Grey Hounds" e "Freem" per il supporto fornitoci per tutta la stagione. Tutti hanno lavorato con un obbiettivo comune, riuscire a portare a casa quel trofeo che lo scorso anno ci è sfuggito per un nulla. La squadra ha lavorato con estrema serietà e continuità ed ora ci auguriamo di poter fare bene anche in occasione dell'ultima gara di Super Cup a Sarno, dove dopo i test collettivi della scorsa settimana, abbiamo constatato di essere veloci e competitivi pronti per ottenere un altro buon risultato. Voglio regalare questa Vittoria ad un caro amico che in passato ha reso grande questa azienda e che in questo momento sta combattendo la gara della vita, Jules Bianchi" Questo il commento di Luca Iannaccone (Maranello Kart - General Manager).

da Ufficio Stampa Maranello Kart
www.maranellokart.com