Visualizzazione post con etichetta Yokohama. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Yokohama. Mostra tutti i post

mercoledì 27 aprile 2022

Trofeo A112 Abarth Yokohama: il Valsugana torna in scena con 20 iscritti


  

Romano d'Ezzelino (VI), 27 aprile 2022 – Nonostante le due forzate rinunce alla disputa del Valsugana Historic Rally nel 2020 e 2021, ben poco è cambiato per quanto riguarda il Trofeo A112 Abarth Yokohama che all'atteso terzo appuntamento stagionale risponde con venti equipaggi pronti a sfidarsi in una delle gare più amate, come appunto confermano i numeri degli iscritti.

E nulla è cambiato anche in fatto di tradizione visto che saranno proprio le vetture del Trofeo ad aprire il rally partendo per prime sabato prossimo da Borgo Valsugana. L'onore del primo sventolio del Tricolore alle 8.31 di sabato prossimo toccherà a Giacomo Domenighini che va così ad iniziare la propria stagione sportiva ritrovando alle note Jenny Maddalozzo con la quale negli anni scorsi condivise più volte l'abitacolo della sua A112 Abarth. A seguirlo ci saranno Enrico Zuccarini con Aldo Gentile e Denis Letey affiancato da Daniela Borella. Toccherà poi a Nico Pellizzari con Mirko Tinazzo a navigarlo e Fabio Basso e Livio Mazza con l'unico esemplare di Gruppo A. Primo impegno stagionale anche per Eugenio Dallari e Andrea Montecchi seguiti da Francesco Grassi che torna tra i trofeisti con grande voglia di riscatto e Christian Trivellato al suo fianco. A Borgo Valsugana riparte anche l'avventura per Cristiano De Rossi ed Alessandro Forni e altrettanto dicasi per Luca Bernardi con Matteo Zaramella a navigarlo.

Il Valsugana 2022 è l'occasione buona per Manuel Oriella per tornare alle corse e lo farà in coppia col locale Luca Mengon, mentre per Fabrizio Zanelli e Claudio Zanni sarà la prima al rally trentino dove si rivedrà all'opera, una tantum, anche Nicola Cazzaro oramai in pianta stabile con le vetture moderne ma che non ha dimenticato il podio del 2019. Nemmeno Matteo Armellini ha potuto rinunciare al richiamo della gara di casa che già lo vide vincitore nel 2016 e sarà in coppia con Marco Comunello, mentre un altro vincitore del passato che si presenta al via è Raffaele Scalabrin il quale assieme a Nicolò Lazzarini, cercherà il bis del sigillo del 2018. Presenti anche quattro equipaggi toscani con il primo, composto da Stefano Bartoloni e Giorgio Leporati, a puntare in alto per un riscatto dopo la delusione del Vallate Aretine, gara invece che portò il podio a Francesco Mearini e Massimo Acciai che partiranno subito dietro. Gara d'obbligo per Giuseppe Cazziolato che avrà Stefano Piazza al suo fianco ed elenco che si chiude col trio attualmente al comando della Serie, partendo da Marco Gentile che trova Davide Marcolini a leggergli le note seguiti dal duo aretino che ha monopolizzato le prime due gare, ovvero Marcogino Dall'Avo ed Ivo Droandi: il primo con Manuel Piras e il secondo navigato da Carlo Fornasiero.

Da venerdì 29 pomeriggio sono in programma le operazioni di verifica presso il centro sportivo di Borgo Valsugana, mentre la gara scatterà alle 8.31 dal centro città per concludersi alle 18 dopo aver percorso sei impegnative prove per circa 85 chilometri cronometrati. Premiazioni alle 21 durante la cena conviviale al palazzetto dello sport.


Il calendario del Trofeo: 

11/12 marzo, Rally Vallate Aretine; 8/9 aprile, Rally Costa Smeralda Storico; 29/30 aprile, Rally Valsugana Historic Rally; 27/28 maggio, Rally Campagnolo; 17/18 giugno, Rally Lana Storico; 22/24 settembre, Rallye Elba Storico; 25/26 novembre, La Grande Corsa 


Crediti foto: Photozini 

mercoledì 13 aprile 2022

Trofeo A112 Abarth Yokohama: Droandi bis al Costa Smeralda


 

Numerosi o meno che siano i partenti in un rally, nel Trofeo A112 Abarth le emozioni non mancano mai e anche al recente Rally Storico Costa Smeralda se n'è avuta la prova.

Sei gli equipaggi in gara, cinque già visti al Vallate Aretine ai quali se n'è sommato uno locale, presenza fissa nella gara smeraldina.

Il primo scratch lo piazzano Marco Gentile e Vincenzo Torricelli che la spuntano su Marcogino Dall'Avo e Manuel Piras per 2"4 e su Ivo Droandi con Carlo Fornasiero staccati di soli 2"7 confermando i presupposti per una sfida a tre.

Droandi reagisce sulla "Aglientu" e va a prendere il comando che non lascerà più fino all'ottava prova con Dall'Avo che sulla ripetizione di "San Pasquale" si rifà sotto, ma il provvisorio leader risponde colpo su colpo e va chiudere la prima tappa con 10"2 sul concittadino di Arezzo e 23" su Gentile che inizia la seconda tappa riaprendo i giochi grazie al secondo acuto su "Lo Sfossato" ma è nella successiva "Calangianus" che Droandi chiude i giochi portando a 31"3 il vantaggio che incrementa ulteriormente nel finale brindando alla seconda vittoria stagionale e numero 2 anche al Costa Smeralda. A 43" chiudono in seconda posizione Dall'Avo e Piras con Gentile e Torricelli meritatamente a completare il podio. Bella gara per il giovane Nicolò De Rosa, quarto assieme a Giancarlo Nolfi e alle loro spalle chiudono Giuseppe Cazziolato e Karishma Rosa Bernardins. Completa la sestina all'arrivo i locali Gabriele Ruzittu che ha portato all'esordio assoluto un felice Giovanni Maria Mazzone.

Con questo risultato Droandi allunga nell'assoluta con Dall'Avo che resta saldo in seconda posizione.

 

Classifica assoluta: 1. Droandi 34, 2. Dall'Avo 28, 3. Gentile e Cazziolato 15, 5. Mearini 14. Gruppo A: 1. Basso. Under 28: 1. De Rosa. Over 60: 1. Dall'Avo

 

Il calendario del Trofeo: 11/12 marzo, Rally Vallate Aretine; 8/9 aprile, Rally Costa Smeralda Storico; 29/30 aprile, Rally Valsugana Historic Rally; 27/28 maggio, Rally Campagnolo; 17/18 giugno, Rally Lana Storico; 22/24 settembre, Rallye Elba Storico; 25/26 novembre, La Grande Corsa 


Foto di ACI Sport 

martedì 8 febbraio 2022

Trofeo A112 Abarth Yokohama: le premiazioni a Rally Meeting


Romano d'Ezzelino (VI), 7 febbraio 2022 – Sono state di recente ufficializzate luogo e data delle premiazioni dell’edizione 2021 del Trofeo A112 Abarth Yokohama, la Serie ufficiale organizzata dal Team Bassano che si era conclusa lo scorso fine novembre a Chieri in occasione della Grande Corsa.
Ad ospitare per la prima volta la cerimonia, sarà Rally Meeting l’evento organizzato da Miki Biasion presso la Fiera di Vicenza nelle giornate di sabato 19 e domenica 20 febbraio prossimi.
Durante la prima giornata il programma ufficiale della “due giorni” dedicata al mondo del rally, prevede lo svolgimento delle premiazioni del Trofeo con inizio alle ore 15 e grazie agli accordi stipulati con l’organizzatore, i conduttori premiati beneficeranno dell’ingresso gratuito in fiera presentandosi direttamente alla cassa.

A sfilare sulla passerella per ritirare i premi saranno i vincitori assoluti Pietro Baldo e Davide Marcolini, che assieme a Franco Beccherle, Emanuele Dal Bosco, Luigi Battistel e Denis Rech compongono il podio assoluto; toccherà poi a Nicolò De Rosa, vincitore della classifica “under 28”, a Maurizio Ribaldone e Guido Zannone primi tra le vetture di “Gruppo 1” e infine al trio di piloti “over 60” che si sono giocati la speciale graduatoria nella quale l’ha spuntata Marcogino Dall’Avo, precedendo Giacomo Domenighini e Giuseppe Cazziolato che si ritroveranno sul podio da dove sicuramente si lanceranno la sfida per la stagione che va ad iniziare.

Congiuntamente alla celebrazione dei premiati, sarà presentata ufficialmente la tredicesima edizione del Trofeo che prenderà il via tre settimane più tardi sulle prove speciali del Rally delle Vallate Aretine. Toccherà poi al Costa Smeralda nella nuova data d’inizio aprile, mese che si chiuderà con la disputa del Valsugana; a chiudere il primo girone l’immancabile Rally Campagnolo di fine maggio seguito, tre settimane più tardi dal Lana Storico, prima della lunga pausa estiva. I contendenti si ritroveranno dopo la metà di settembre per la doppia sfida dell’Elba Storico e, come nel 2021, toccherà a La Grande Corsa emettere i verdetti a fine novembre. Extra classifica, la parentesi di fine anno con l’assegnazione della Coppa A112 Abarth Terra che verrà messa in palio un paio di settimane prima di Natale al 2° Rally del Brunello.

Con la pubblicazione nel sito www.trofeoa112abarth.com del regolamento approvato da ACI Sport nei giorni scorsi, si sono aperte anche le iscrizioni alla Serie che dovranno esser inviate utilizzando il modulo già presente nel portale. (Andrea Zanovello)

Foto Roberto Morello

martedì 25 gennaio 2022

Il Trofeo A112 Abarth Yokohama 2022


Romano d'Ezzelino (VI), 25 gennaio 2022 – Con gli ultimi dettagli perfezionati nei giorni scorsi, ha preso forma definitiva l’edizione 2022 del Trofeo A112 Abarth Yokohama organizzato per il tredicesimo anno consecutivo dal Team Bassano il quale, una volta di più, va a proporre una Serie di grande successo che da oltre due lustri aggiunge quel pizzico di pepe in più al mondo dei rally storici.

Fiducioso che la stagione sportiva possa svolgersi senza intoppi dovuti alla situazione sanitaria, il presidente Mauro Valerio ripropone il calendario con due gironi entrambi con quattro risultati, confermando le scelte dello scorso anno.
Al Trofeo sono ammesse le Autobianchi A112 Abarth 58 e 70 Hp, nelle diverse configurazioni dei Gruppi 1, 2, A e N per le quali saranno previste classifiche dedicate e altrettanto dicasi per la Femminile, Over 60, Under 28; novità dell’edizione 2022, una speciale graduatoria per le vetture che montano il cambio a 4 rapporti.
Sarà il Rally delle Vallate Aretine che torna nella sua collocazione di marzo a dare il via alle sfide che si concluderanno a fine novembre sulle strade della Grande Corsa a Chieri.

Sette i rally a calendario, con l’Elba dalla doppia validità grazie a “Gara 1” e “Gara 2”, suddivisi in due gironi da quattro gare e tre risultati validi ciascuno. Confermate anche le tasse d’iscrizione agevolate alle singole gare e l’obbligo di utilizzo delle coperture Yokohama Advan A-032 che gli iscritti potranno acquistare presso il Team Bassano ad un prezzo a loro riservato. Di seguito, le gare in programma:

GIRONE 1

11/12 marzo 12° Rally Vallate Aretine
8/9 aprile 5° Rally Costa Smeralda Storico
29/30 aprile 10° Rally Valsugana Historic
27/28 maggio 17° Rally Campagnolo

GIRONE 2

17/18 giugno 11° Rally Lana Storico
22/24 settembre XXXIV Elba Storico
25/26 novembre 8^ La Grande Corsa

Ad impreziosire il Trofeo, a dicembre verrà messa in palio la Coppa A112 Abarth Terra che si giocherà sugli inimitabili sterrati del 2° Rally del Brunello e riservata agli equipaggi iscritti alla Serie.

PREMIAZIONI 2021 – Sarà la kermesse Rally Meeting organizzata da Miki Biasion alla Fiera di Vicenza ad ospitare per la prima volta la cerimonia delle premiazioni che si svolgeranno nella giornata di sabato 19 febbraio; l’orario e le modalità di partecipazione saranno comunicate sul sito ufficiale www.trofeoa112abarth.com

mercoledì 24 novembre 2021

Il Trofeo A112 Abarth Yokohama si chiude a “La Grande Corsa”

  

Romano d'Ezzelino (VI), 24 novembre 2021 –  Tutto pronto per la gara di chiusura dell'edizione 2021 del Trofeo A112 Abarth Yokohama che per la prima volta porterà i propri equipaggi sulle prove speciali de La Grande Corsa, rally storico organizzato dall'associazione torinese "Amici di Nino".

Con la vittoria assoluta assegnata a Pietro Baldo e Davide Marcolini lo scorso ottobre al termine del Rally Storico Costa Smeralda, l'ultima gara del Trofeo organizzato dal Team Bassano non mancherà comunque di spunti interessanti vista la classifica che, alle spalle dei vincitori, conta cinque equipaggi nello spazio di pochissimi punti, quattro dei quali ai nastri di partenza a Chieri.

Presenti Baldo e Marcolini per onorare sul campo il titolo appena conquistato, alle loro spalle si scatenerà la sfida tra Franco Beccherle, attualmente secondo, che correrà in coppia con Roberto Benedetti e Giacomo Domenighini con Vincenzo Torricelli alle note, staccati di una lunghezza dal duo veronese e a loro volta pari punti con Marcogino Dall'Avo e Manuel Piras; tutti però dovranno fare i conti con Luigi Battistel e Denis Rech, a cinque punti da Beccherle ma col morale alle stelle dopo aver sbaragliato la concorrenza al Costa Smeralda, seconda vittoria stagionale dopo quella del Campagnolo d'inizio stagione.

A completare il lotto degli iscritti, l'elenco propone Denis Letey nuovamente con Daniela Borella alle note dopo l'esperienza del Vallate Aretine e farà invece l'esordio stagionale il duo ligure composto da Rosario Pennisi ed Angelo Bregliasco. A chiudere la compagine, l'unica vettura di "Gruppo 1" quella di Maurizio Ribaldone e Guido Zanone alla ricerca del risultato utile per aggiudicarsi la classifica della loro categoria.

Dieci le prove speciali, tutte nella giornata di sabato 27 novembre per circa 80 chilometri cronometrati; partenza ed arrivo nella zona industriale Fontaneto nei pressi di Chieri.


Foto Orazio Droandi

martedì 27 luglio 2021

Trofeo A112 Abarth Yokohama: svetta Sisani al Vallate Aretine


Terza gara stagionale del Trofeo A112 Abarth Yokohama e terzo diverso equipaggio sul gradino più alto del podio al termine di una gara lunga ed impegnativa che ha messo a dura prove conduttori e mezzi, come dimostra l’alto numero di ritiri registrati.

Al Rally delle Vallate Aretine 2021 svoltosi tra venerdì 23 e sabato 24 luglio, sono stati Giorgio Sisani e Cristian Pollini a svettare dopo le otto prove speciali, mantenendo la testa della classifica sin dalla prima speciale. Presente per la prima volta nell’edizione 2021 della Serie organizzata dal Team Bassano, il duo umbro-toscano ha corso una gara perfetta e, con quattro risultati ancora disponibili, potrebbe anche inserirsi nella lotta per il successo finale. Alle loro spalle si sono piazzati Pietro Baldo e Davide Marcolini, per tutta la gara alle spalle dei futuri vincitori e autori di uno scratch sulla sesta speciale; con questo risultato i due veronesi vanno a rafforzare il primato nell’assoluta. A completare il podio, ci hanno pensato i trevigiani Luigi Battistel e Denis Rech, che non si sono demoralizzati dopo una prima prova condizionata da un problema, risalendo dalla sedicesima alla terza posizione finale. Ai piedi del podio chiude un sempre veloce Massimo Gallione, navigato per la prima volta dal locale Fabio Matini col quale condivide la soddisfazione della firma nell’ultimo giro sulla “Rassinata” e alle loro spalle, quinti, sono Franco Beccherle ed Emanuele Dal Bosco che, grazie al risultato si confermano secondi nell’assoluta di trofeo.

Le tre posizioni successive vedono altrettanti piloti aretini con Ivo Droandi, sesto assieme a Carlo Fornasiero, seguito da Marcogino Dall’Avo, settimo in coppia con Manuel Piras e, in ottava posizione il “sempreverde” Francesco Mearini con l’inseparabile Massimo Acciai alle note. Ad Arezzo, Luca Bernardi e Matteo Zaramella incamerano il terzo arrivo su tre gare che porta loro i punti per salire ulteriormente nella classifica. Scorrendo l’assoluta, a chiudere la top-ten sono Fabio Vezzola in coppia col nipote Samuele Abbatucci e, undicesimi chiudono Denis Letey in coppia con Daniela Borella.

Ben nove i ritirati, quasi la metà dei venti equipaggi partiti nel tardo pomeriggio di venerdì 23 scorso; Andrea Quercioli e Giorgio Severino sono i primi a salutare la compagnia. Le difficoltà della gara e le alte temperature di un torrido fine settimana di luglio hanno costretto al ritiro anche Giacomo Domenighini con Vincenzo Torricelli, Stefano Bartoloni e Giorgio Leporati, Giuseppe Cazziolato con Karishma Rosa Bernardins, Francesco Grassi e Luigi Cavagnetto; la lunga lista annovera anche Fabrizio Zanelli e Claudio Zanni, Eugenio Dallari e Andrea Montecchi, Filippo Baron con Denis Masin e si chiude con Marco Melino e Stefano Tiraboschi.

Dopo l’impegno aretino e la pausa nel periodo delle vacanze, il Trofeo A112 Abarth Yokohama tornerà col tradizionale appuntamento del Rallye Elba Storico caratterizzato dal doppio punteggio per “gara 1 e 2”, in programma dal 23 al 25 settembre.

Le classifiche. Assoluta: 1. Baldo 47, 2. Beccherle 37, 3. Battistel 33, 4. Domenighini 26, 5. Bartoloni, Bernardi, Droandi I. 24. Over 60: 1. Cazziolato. Under 28: 1. De Rosa. Gruppo 1: 1. Ribaldone.

Crediti foto: ACI Sport

martedì 22 giugno 2021

Trofeo A112 Abarth Yokohama: al Lana la prima di Baldo e Marcolini


Che prima o poi sarebbe arrivata anche per Pietro Baldo e Davide Marcolini la vittoria in una gara del Trofeo A112 Abarth Yokohama, era nell’aria e finalmente la consacrazione è arrivata al termine di un Rally Lana Storico combattuto ed impegnativo, che non ha mancato di riservare colpi di scena.

Secondo dei sei appuntamenti stagionali, il rally biellese è partito nel segno del duo veronese del Team Bassano che andava ad inanellare un tris di vittorie parziali; al primo riordino lo vedeva condurre con 17”2 sui mai domi Massimo Gallione e Luigi Cavagnetto, saldamente secondi davanti a Giacomo Domenighini e Vincenzo Torricelli; Franco Beccherle ed Emanuele Dal Bosco, tra i papabili per la vittoria, si trovano attardati e oramai fuori dai giochi a causa del non ottimale rendimento della loro A112. Nel secondo giro non cambia la musica con Baldo che si ripete allungando su Gallione a 24”3 al secondo riordino con gli inseguitori ad oltre un minuto.

Mancano due prove alla fine e la classifica sembra essersi stabilizzata, quando sulla vettura del duo piemontese si rompe il cavo dell’acceleratore lasciando i due veterani del Trofeo nel più totale sconforto. Ne traggono vantaggio i regolari Ivo Droandi e Carlo Fornasiero che agguantano il podio, ma che dovranno lasciare nel successivo tratto conclusivo per problemi al cambio.

Il secondo appuntamento della Serie organizzata dal Team Bassano celebra quindi la prima vittoria per Baldo e Marcolini con Domenighini e Torricelli secondi e Stefano Bartoloni, con Giorgio Leporati alle note, che si trova servito su un vassoio d’argento il terzo posto assoluto. Quarta posizione per gli esordienti Marco Melino e Marinella Bonaiti che si prendono anche il lusso di vincere l’ultima prova speciale e guadagnare una posizione ai danni di Giuseppe Cazziolato e Karishma Rosa Bernardins che colgono una buona quinta piazza finale. Afflitti fin dalla prima prova dalla vettura che non girava al meglio, Franco Beccherle ed Emanuele Dal Bosco chiudono sesti incamerando comunque dei punti utili per restare al secondo posto in classifica e precedono Luca Bernardi e Matteo Zaramella soddisfatti del loro settimo posto. In ottava posizione troviamo Denis Letey ed Erik Robbin che precedono i locali Maurizio Ribaldone e Guido Zanone con l’unica vettura di “Gruppo 1” e a margine della top ten sono Marco Gentile e Marina Frasson, con Nicolino Catgiu e Matteo Grosso undicesimi a chiudere il gruppo dei classificati.

Oltre a quelli di Gallione e Droandi, ritiri anche per Luca e Tiziano Pieri usciti di strada nella terza prova dopo un ottimo inizio di gara; all’appello mancano anche le vetture di Francesco Grassi con Giovanni Maria Figoni, Enrico Zuccarini e Manjola Hystuna oltre a quella di Filippo Baron e Denis Masin.

Le classifiche dopo il Rally Lana Storico. Assoluta: 1. Baldo 31, 2. Beccherle 26, 3. Domenighini 21, 4. Battistel e Bartoloni 19. Gruppo 1: 1. Ribaldone. Over 60: 1. Cazziolato. Under 28: 1. De Rosa

(Ufficio Stampa Trofeo A112 Abarth Yokohama)

lunedì 31 maggio 2021

Trofeo A112 Abarth Yokohama: vittoria di Battistel e Rech al Campagnolo


Trentuno iscritti, trenta partiti: questo il biglietto da visita dell'edizione 2021 del Trofeo A112 Abarth Yokohama che ha esordito in modo spumeggiante al Rally Campagnolo svoltosi ad Isola Vicentina venerdì 28 e sabato 29 scorsi.

Oltre al notevole numero d'iscritti al primo appuntamento stagionale, di tutto rispetto era anche quello dei debuttanti nella Serie organizzata dal Team Bassano ma la classifica finale ha portato alla ribalta dei cosiddetti "volti noti" del Trofeo a partire proprio dal duo che lo vinse nell'edizione 2017; sono stati infatti Luigi Battistel e Denis Rech ad imporsi con autorità ad Isola Vicentina, candidandosi tra i favoriti per il successo finale e con quella recente portano a tre le vittorie in questo rally, dopo la doppietta 2017 e 2018. Presente sin dalla prima edizione del 2010, il veronese Franco Beccherle non ha perso il vizio di andare a podio e lo conferma con la seconda piazza conquistata assieme ad Emanuele Dal Bosco, lasciando il terzo gradino dl podio a quel Nicola Cazzaro che mosse i primi passi nel 2018 proprio con l'A112 Abarth prima di approdare da protagonista nel settore delle auto moderne; ritrovato Nicolò Lazzarini a dettargli le note, il vicentino ha corso un'ottima gara premiata con la terza posizione assoluta. La classifica vede poi in quarta posizione Pietro Baldo e Davide Marcolini che riassaporano il piacere del traguardo dopo un lungo digiuno nonostante il gap accumulato sulla prima prova e alle loro spalle si piazza il primo equipaggio esordiente, quello degli emiliani Fabrizio Zanelli e Claudio Zanni che ha dimostrato sin dal primo appuntamento di potersi inserire nelle zone alte della classifica. Al sesto posto ancora un equipaggio al debutto: quello dei fratelli vicentino Giody e Nico Pellizzari autori di una bella prova sulle strade amiche lasciandosi alle spalle Ivo Droandi e Stefano Ierman, settimi. Soddisfatto anche Luca Bernardi che chiude ottavo assieme a Matteo Zaramella, mentre sul gradino 9 dell'assoluta ci salgono Jacopo Biasion con Gloria Maroso, anch'essi al loro primo impegno col Trofeo. A chiudere la top – ten un altro dei trofeisti della prima ora, il bresciano Fabio Vezzola con al suo fianco l'esordiente Samuele Abbatucci. La lunga classifica prosegue con un altro equipaggio esordiente, Eugenio Dallari e Andrea Montecchi, in undicesima posizione a precedere Giuseppe Cazziolato e Karishma Rosa Bernardins, dodicesimi, seguiti da Giancarlo Nardi e Paola Costa tredicesimi.

Solo quattordicesimi i detentori del titolo, Giacomo Domenighini e Vincenzo Torricelli, che dopo un buon inizio che li vedeva nelle parti nobili della classifica, a causa di un'uscita di strada dovuta ad una foratura perdono un numero consistente di posizioni ma concludono la prima gara stagionale precedendo di soli due decimi di secondo Federico Spiller e Luca Ambrosini anch'essi alla prima gara con l'A112. È al sedicesimo posto nell'assoluta il primo dei due equipaggi con le vetture di "Gruppo 1", quello formato da Maurizio Ribaldone e Guido Zannone che incamerano i primi punti per la speciale classifica dedicata alle vetture di serie. Tre gli equipaggi che seguono e vanno, nell'ordine, a completare l'elenco dei diciannove classificati: Denis Letey ed Erik Robbin, Enrico Zuccarini con Manjola Hystuna ed infne, Damiano Almici con Franco Simoni.

Lungo, purtroppo anche l'elenco dei ritirati quasi tutti per problemi meccanici di vario genere, tranne che per Orazio Droandi e Fabio Matini fermati da un'uscita di strada. Gara quindi da dimenticare in fretta per Francesco Mearini e Massimo Acciai, Cristiano De Rossi e Alessandro Forni, Roberto Pellegrini con Micaela Nosenzo, Marcogino Dall'Avo e Manuel Piras; e ancora, Niccolò De Rosa e Amerigo Salomoni, Marco Gentile e Marina Frasson, Filippo Baron e Denis Masin, Francesco Grassi e Luigi Cavagnetto, Marino Labirinti e Emiliano Tinaburri, con la seconda "gruppo 1" e infine, Stefano Bartoloni e Consuelo Santonastasi. Il trentunesimo equipaggio iscritto, Scotti e Quattrini, non si è presentato alle verifiche.

La classifica dopo il Rally Campagnolo. Assoluta: 1. Battistel 19; 2. Beccherle 16: 3. Cazzaro 13; 4. Baldo 12; 5. Zanelli 11. Gruppo 1: Ribaldone 8. Over 60: 1. Cazziolato 16. Under 28: De Rosa 5.

Crediti foto: Acisport

mercoledì 26 maggio 2021

Trofeo A112 Abarth Yokohama: 31 gli iscritti al Rally Campagnolo

Romano d'Ezzelino (VI), 25 maggio 2021 – Non conosce crisi di sorta il Trofeo A112 Abarth Yokohama, Serie riconosciuta ACI Sport, che stupisce una volta di più raccogliendo ben trentuno iscrizioni alla prima gara della stagione 2021, quel Rally Campagnolo che nell'aprile del 2010 accolse per la prima volta l'iniziativa promossa dal Team Bassano e sabato 29 prossimo offrirà per la dodicesima volta il palcoscenico per una sfida che promette spettacolo ed agonismo.

Sulle sei prove speciali in programma sabato prossimo, veterani della Serie si ritroveranno a duellare con diversi nomi nuovi, alcuni al loro primo rally storico e altri che ritrovano il "dodici" dopo averci corso quand'era vettura moderna.

Ad aprire le danze saranno i campioni in carica Giacomo Domenighini e Vincenzo Torricelli che vorranno onorare al meglio lo scudetto 2020 difendendosi dagli attacchi del quartetto di piloti aretini; dal secondo classificato, Ivo Droandi che avrà Stefano Ierman alle note, e dal terzo, Marcogino Dall'Avo di nuovo con Manuel Piras ad affiancarlo. Doppia presenza della famiglia Droandi, che schiera anche Orazio trofeista della prima ora con l'inseparabile Fabio Matini, seguiti come ombre dall'altro "veterano" del Trofeo, Francesco Mearini, navigato come sempre da Massimo Acciai.

Non staranno di certo a guardare i piloti "di casa" e delle zone limitrofe, a partire dai vincitori 2017 Luigi Battistel e Denis Rech che tornano dopo due anni e tirano in scia Nicola Cazzaro, secondo nel 2019, che lascia momentaneamente i rally moderni per godersi la gara casalinga in coppia con Nicolò Lazzarin e se la dovranno vedere anche con Franco Beccherle, qui con Emanuele Dal Bosco alle note, che sul gradino più alto del podio ci è salito diverse volte. Sicuramente tanta sarà la voglia di riscossa di Pietro Baldo e Davide Marcolini che hanno dimostrato più d'una volta di poter lottare per la vittoria e lo stesso dicasi per il fiorentino Stefano Bartoloni pronto a ripartire con Giorgio Leporati ad affiancarlo.

Immancabile, poi, la presenza di Giancarlo Nardi e Paola Costa, come per Giuseppe Cazziolato con Karishma Rosa Bernardins e Fabio Vezzola navigato da Samuele Abbatucci; il Campagnolo 2021 sarà anche occasione per tornare al volante dell'A112 da parte di Cristiano De Rossi e Roberto Pellegrini: il primo con Alessandro Forni alle note, il secondo con Micaela Nosenzo. Tra i partecipanti alle scorse edizioni si rivedranno anche Luca Bernardi con Matteo Zaramella, Denis Letey con Erik Robbin e Marco Gentile navigato dall'esperta Marina Frasson; e inoltre Damiano Almici con Franco Simoni e Nicolò De Rosa navigato da Amerigo Salomoni, oltre ad Enrico Zuccarini e  Manjola Hystuna.

Sette i nomi nuovi tra i quali spicca quello di Jacopo Biasion, figlio del Campione del Mondo Miki, che sarà navigato da Gloria Maroso. Rinviato il debutto lo scorso anno, Filippo Baron è pronto per la nuova sfida assieme a Denis Masin, mentre Federico Spiller sarà navigato da Luca Ambrosini. Scalpita in vista della nuova esperienza l'esperto Francesco Grassi, il primo ad iscriversi al Trofeo lo scorso gennaio, assieme a Luigi Cavagnetto che il "dodici" lo conosce assai bene. Grande attesa anche per i fratelli Giody e Nico Pellizzari oltre che per gli emiliani Fabrizio Zanelli ed Eugenio Dallari navigati da Claudio Zanni e Andrea Montecchi.

Infine, si rinnova anche la gara nella gara delle "Gruppo 1" con tre equipaggi che già in passato si giocarono le vittorie tra le vetture di serie. Un "bentornato" quindi a Maurizio Ribaldone con Guido Zannone, Marino Labirinti ed Emiliano Tinaburri e, infine, ad Ivano Scotti e Sandro Quattrini.

A sancire successo del Trofeo A112 Abarth Yokohama è anche l'interessamento delle aziende che lo supportano e tra queste anche Imytech che, quale sponsor principale della Serie, ha confermato la messa in palio di un premio speciale che andrà ad arricchire il montepremi finale.

 

Info e classifiche su www.trofeoa112abarth.com

sabato 11 gennaio 2020

Trofeo A112 Abarth Yokohama: ecco l'edizione 2020

Romano d'Ezzelino (VI), 10 gennaio 2020 –  Vacanze finite anche per le gare di autostoriche con calendari già resi noti e trofei che iniziano a svelare programmi e regolamenti; il primo ad alzare il sipario, sarà il Trofeo A112 Abarth Yokohama che la prossima settimana sarà presentato nella sede del Team Bassano - che lo organizza - presso il Museo Bonfanti Vimar di Romano d'Ezzelino. La conferenza stampa si svolgerà mercoledì 15 gennaio con inizio alle ore 21.
Per l'undicesima volta la Serie riconosciuta da ACI Sport propone un'interessante iniziativa ai numerosi piloti che da anni si cimentano con le A112 Abarth, offrendo loro agevolazioni e visibilità.
Saranno ammesse le versioni 58 e 70 HP nei livelli di preparazione Gruppo 1 e 2 per quelle costruite fino al 1981 e Gruppo A e N per quelle post 1981. Confermata la "monogomma" Yokohama Advan A-032, che sarà fornita a prezzo agevolato agli iscritti.
Già deciso il calendario, che torna al passato abolendo i gironi introdotti lo scorso anno: sei i rally selezionati con l'Elba Storico ancora in configurazione "gara 1" e "gara 2" per un totale di sette risultati con i migliori sei da poter conteggiare.
S'inizia nel primo fine settimana di marzo col Vallate Aretine su due tappe, per passare poi al Valsugana a fine aprile; cinque settimane dopo tocca al Campagnolo e nel fine settimana del solstizio d'estate, si va a Biella. Lunga pausa estiva per il rush finale con le due isole: dal 7 al 19 settembre all'Elba e il 16 e 17 ottobre in Sardegna al Costa Smeralda Storico.
Queste le prime notizie sul Trofeo A112 Abarth Yokohama 2020 anticipate dal Presidente del Team Bassano, Mauro Valerio il quale invita piloti ed appassionati alla conferenza stampa durante la quale saranno svelati ulteriori dettagli.
Il Museo Bonfanti Vimar si trova in via Torino 2 a Romano d'Ezzelino e l'ingresso è libero. 
(Andrea Zanovello)

lunedì 28 ottobre 2019

Premiati a Padova i vincitori del Trofeo A112 Abarth Yokohama 2019


28 ottobre 2019 – Applausi, sorrisi, festeggiamenti; ma anche emozioni e amicizia: questi gli ingredienti che hanno caratterizzato la cerimonia delle premiazioni del Trofeo A112 Abarth Yokohama che si è tenuta lo scorso sabato a Padova, nello stand dell'Automobile Club d'Italia e ACI Storico durante l'importante rassegna Auto Moto d'Epoca 2019.
Assieme a Mauro Valerio Presidente del Team Bassano promotore della Serie, sul palco era presente anche il Presidente di ACI Vicenza e componente della Commissione Auto Storiche Luigi Battistolli i quali dopo i ringraziamenti a Yokohama Italia e ad Auto Moto d'Epoca, hanno iniziato a consegnare i riconoscimenti agli organizzatori delle sette gare a calendario; tra i presenti, Loriano Norcini del Rally Vallate Aretine, Carlo Pinton del Valsugana, Renzo De Tomasi del Campagnolo e, in rappresentanza del Rallye Elba, Paolo Contesini. Rally Lana Storico, R.A.A.B. Historic e Costa Smeralda Storico, leatre tre gare disputate nel 2019.
Anche per la decima edizione della Serie dedicata alle Autobianchi A112 Abarth, i numeri hanno ne hanno confermato il gradimento grazie ai cinquantacinque equipaggi iscritti e ben centoventicinque quelli che hanno corso almeno una volta, decretando una media di quasi diciotto equipaggi a gara.
Ventidue quelli classificati avendo partecipato ad almeno tre gare e a ricevere i premi sono state dapprima Lisa Meggiarin e Marsha Loredana Zanet, per la classifica femminile; è toccato poi a Maurizio Ribaldone e Guido Zanone che si sono aggiudicati il "Gruppo 1" seguiti da Massimo Soffritti che ha svettato nella "Vintage" dedicata a quei conduttori che corsero anche nel Trofeo degli anni 1977-1984; a chiudere le classifiche speciali, è toccato a Raffaele Scalabrin che ha bissato la vittoria nella "Under 28".

Mancava solo la classifica assoluta e per la consegna degli ambìti oscar è stato chiamato sul palco il due volte Campione del Mondo rally Miki Biasion il quale, assieme al Direttore di ACI Livorno Ernesto La Greca, ha consegnato i trofei ed altri omaggi ai terzi classificati Filippo Fiora e Massimo Soffritti; sono poi saliti in pedana Nicola Cazzaro e Giovanni Brunaporto, secondi, ed infine un grande applauso ha accolto Raffaele Scalabrin e Giulia Paganoni indiscussi vincitori del Trofeo A112 Abarth Yokohama 2019: il secondo alloro per il giovane vicentino che ha bissato la vittoria dello scorso anno raggiungendo nell'albo d'oro Giorgio Sisani (2011 e 2014) e Lisa Meggiarin (2013 e 2015). (Andrea Zanovello)

Foto di Videofotomax

giovedì 17 ottobre 2019

Trofeo A112 Abarth Yokohama: 10 equipaggi per l'ultimo round al Costa Smeralda



Ultima sfida stagionale per il Trofeo A112 Abarth Yokohama che fa debuttare nella Serie un rally dal nome altisonante e già teatro di epiche battaglie a cavallo tra gli anni '70 e '80: il Costa Smeralda.
Nella gara che si svolgerà venerdì 18 e sabato 19 sugli asfalti della Gallura, saranno dieci gli equipaggi a sfidarsi; un numero più che soddisfacente considerando l'impegnativa trasferta, oltre al fatto che il titolo è stato già assegnato, ma restano comunque da designare le altre posizioni del podio e le classifiche speciali.

Ad aprire le partenze saranno proprio i freschi vincitori Raffaele Scalabrin e Giulia Paganoni, i quali affronteranno la gara per onorare il titolo e cercare di aumentare il già ricco palmarès di vittorie parziali. Per Giacomo Domenighini, il "Costa" sarà gara decisiva per salire sul podio assoluto e dovrà approfittare al meglio delle assenze di Cazzaro e Fiora; al suo fianco, Vincenzo Torricelli. Presenti anche Giancarlo Nardi e Paola Costa e si rivedranno al via anche Matteo Armellini con Marco Comunello alle note. In cerca di gloria anche i due equipaggi sardi, con il debuttante Gabriele Ruzittu in coppia con Paola Pirina, e Nicolino Catgiu con Matteo Grosso a dar loro manforte nella sfida di casa. Il gruppo ritrova poi Marco Gentile che sarà affiancato da Genny Maddalozzo e Giuseppe Cazziolato con Giancarlo Nolfi alle note; dalla Valle d'Aosta, oltre a Domenighini, arrivano Denis Letey ed Erik Robbin e, con l'unico esemplare "di serie", chiudono il gruppo Maurizio Ribaldone e Guido Zanone.

Il programma prevede le verifiche nella mattinata di venerdì presso il Molo Vecchio di Porto Cervo, da dove scatterà nel pomeriggio la prima tappa con tre prove speciali; le restanti sei, al sabato con l'arrivo previsto a partire dalle 18.

Foto di G&P Foto

lunedì 29 luglio 2019

Trofeo A112 Abarth Yokohama: il R.A.A.B. è di Raffaele Scalabrin


- 29 luglio 2019 – Girone di ritorno del Trofeo A112 Abarth Yokohama che parte nel segno di Raffaele Scalabrin e Giulia Paganoni i quali, fin dalla prima speciale, hanno preso il comando con passo deciso e l'hanno mantenuto sino alla fine aggiudicandosi sette delle nove prove speciali chiudendo la gara con un perentorio vantaggio sugli inseguitori.

Rally dal percorso impegnativo quello andato in scena sull'Appennino Bolognese, con la prima frazione corsa alla luce dei fari supplementari e con parte della seconda frazione condizionata anche da scrosci di pioggia. Undici i verificati, partiti per primi, come avvenuto al Valsugana ed in ordine inverso di classifica. Scalabrin inizia con passo deciso e chiude il trittico di prove con una cinquantina di secondi di vantaggio sul sorprendente Marcogino Dall'avo, navigato da Manuel Piras; a seguire, un trio racchiuso in meno di 5" composto da Nicola Cazzaro con Giovanni Brunaporto, Enrico Canetti e Marcello Senestraro, Orazio Droandi con Fabio Matini. Nel frattempo si ritirano per un problema meccanico Luca Bernardi e Matteo Gambasin, ma riusciranno a ripartire il giorno dopo grazia al "super rally".

Scalabrin e Paganoni proseguono aumentando il vantaggio sino ad arrivare al traguardo a festeggiare il terzo successo stagionale che li riporta in testa alla classifica; grazie ad una bella rimonta, Franco Beccherle ed Emanuele Dal Bosco salgono sul terzo gradino del podio dove vanno a precedere Cazzaro e Brunaporto che acquisiscono punti preziosi per l'assoluta ma anche per la "under 28".

Droandi e Matini chiudono al quarto posto dopo una bella gara e si rilanciano ai vertici della classifica; precedono Fabio Vezzola e Roberto Francinelli che sono quinti e l'arrivo premia anche Bernardi e Gambasin, con la sesta posizione assoluta. L'esordiente Nicolò De Rosa affiancato dall'esperto Amerigo Salomoni, taglia il traguardo in settima posizione e Damiano Almici con Andrea Quistini chiudono la classifica, ottavi.

Dopo una buona partenza Dall'Avo e Piras escono dai giochi a causa di un'uscita di strada sulla prova numero 5 e anche per Lisa Meggiarin e Marsha Zanet la gara è stata chiusa anzitempo a causa di una toccata nel corso della penultima speciale. Passo falso anche per Enrico Canetti e Marcello Senestraro fermati a metà gara dalla rottura delle frizione.

Il Trofeo ora si ferma per il periodo dedicato alle vacanze ma tornerà con un entusiasmante finale che prevede le due trasferte isolane: dal 19 al 21 settembre all'Isola d'Elba e tre settimane più tardi in Sardegna per la "prima" del Costa Smeralda Storico.

Le classifiche dopo il R.A.A.B.: Assoluta: 1. Scalabrin 47, 2.Fiora 40, 3. Cazzaro 36, 4. Droandi 27, 5. Canetti 25, . Gruppo 1: Labirinti. Femminile: 1.Meggiarin. Under 28: 1. Scalabrin. Gruppo A 1. Craveri. Vintage: Soffritti.

- Foto Roberto Gnudi

mercoledì 29 maggio 2019

Trofeo A112 Abarth Yokohama: record d'iscritti al Rally Campagnolo


Rally Campagnolo e Trofeo A112 Abarth: un binomio che funziona da dieci anni. Fu infatti la gara vicentina a dare il via nel 2010 alla fortunata Serie organizzata dal Team Bassano ed è il Campagnolo l'unico rally sempre presente nelle dieci edizioni. Ma ancor di più, è la gara che detiene il record dal 2014 con ventinove equipaggi iscritti, ventotto dei qual verificati, e lo va ad eguagliare quest'anno grazie ad una straordinaria adesione da parte dei piloti promettendo una sfida ad altissimo livello e dal pronostico alquanto incerto, oltre a confermare lo stato di salute del Trofeo.

Saranno Orazio Droandi e Fabio Matini, leader provvisori, ad aprire le danze seguiti da Raffaele Scalabrin e Giulia Paganoni in cerca di riscatto dopo la battuta d'arresto del Valsugana; dovranno però fare i conti con Filippo Fiora e Massimo Soffritti rilanciati dalla vittoria dello scorso aprile ma anche con Nicola Cazzaro e Giovanni Brunaporto in grande crescita e in cerca della conferma sulle strade di casa. Non mancheranno al via Enrico Canetti con Marcello Senestraro e Lisa Meggiarin che ritrova Marsha Zanet sul sedile di destra. Ad Isola Vicentina ritorna anche l'esperto Massimo Gallione con Vincenzo Torricelli alle note e si rivede Lorenzo Battistel con Denis Rech; in cerca di riscossa, torna al Campagnolo anche Paolo Raviglione con Alessandro Rappoldi e, confortati dai buoni esiti della gara precedente, ci riprovano Manuel Oriella e Riccardo Pellizzari: il primo navigato da Simone Minuzzo, il secondo da Renato Vicentin.

Per Pietro Baldo e Davide Marcolini sarà gara decisiva per tentare la risalita in classifica, mentre Luca Beccherle prende il volante lasciato da papà Franco e si presenta al via con Anna Erbisti; prosegue l'esperienza di Marcogino Dall'Avo con Mattia Bartolucci alle note e tornano al Campagnolo anche Andrea Quercioli e Giorgio Severino. Presenti dalla Val d'Aosta Giacomo Domenighini e Denis Letey affiancati rispettivamente da Annalisa Vercella Marchese ed Erik Robbin. Al via anche Cristian Benedetto con Luca Mengon alle note e Marco Gentile con Thomas Ceron; tocca poi ai veterani Giancarlo Nardi e Paola Costa, oltre a Fabio Vezzola in coppia con Roberto Francinelli e Giuseppe Cazziolato con Daniele Pasqualetto. 

Gara tutta nuova per cinque piloti: Yuri Rossato, Giody Pellizzari, Luca Silvio Bernardi, Maurizio Ribaldone e Marino Labirinti, quest'ultimo con l'unica "Gruppo 1" ; l'affronteranno navigati da Federica Gilli, Nico Pellizzari, Matteo Gambasin, Guido Zanone e Matteo Labirinti. Infine, il Campagnolo ritroverà al via altri equipaggi che lo corsero in passato, come Fabio Putti con Michael Savio e Nicolino Catgiu con Matteo Grosso.

Il programma prevede le verifiche ad Isola Vicentina nella mattinata di venerdì 31 maggio; nella serata il prologo con la disputa di una prova speciale seguita dal riordino notturno e, grazie alla deroga ottenuta dalla Commissione Autostoriche, le A112 del Trofeo avranno una visibilità straordinaria visto che saranno le prime a partire da Campo Marzo a Vicenza e le prime a solcare la "Torreselle" prevista alle 20.44. Sabato 1 giugno altre otto prove per un centinaio di chilometri cronometrati; arrivo prima vettura dalle 19.30 e a seguire cena e premiazioni presso il palazzetto dello sport.

(Ufficio Stampa Trofeo A112 Abarth Yokohama)

lunedì 21 gennaio 2019

Presentato il Trofeo A112 Abarth Yokohama 2019

> 21 gennaio 2019 – E' stato il Museo dell'Automobile Bonfanti Vimar a fare da palcoscenico alla presentazione dell'edizione 2019 del Trofeo A112 Abarth Yokohama, Serie riconosciuta Aci Sport dedicata alle piccole Autobianchi, organizzata per il decimo anno consecutivo dal Team Bassano e supportata oltre che da Yokohama Italia, da Auto Moto d'Epoca Fiera di Padova.
All'evento, oltre ad alcuni protagonisti della Serie, hanno presenziato anche i Presidenti dell'Automobile Club Vicenza Luigi Battistolli e quello della Commissione Sportiva provinciale "Rudy" Dal Pozzo. Dopo un'introduzione che ha riassunto l'andamento delle annate precedenti, il Presidente Mauro Valerio ha illustrato le novità che vanno a caratterizzare l'edizione ai blocchi di partenza: alle sei gare del 2018 si va ad aggiungere, diventando l'appuntamento di chiusura, il Rally Storico della Costa Smeralda in programma nel terzo fine settimana di ottobre. Inoltre, il calendario verrà diviso in due gironi, col primo che comprende il Rally delle Vallate Aretine, il Valsugana Historic Rally, il Campagnolo ed il Lana Storico; secondo girone con il Rally Alto Appennino Bolognese meglio conosciuto come RAAB, il Rallye Elba con la conferma della suddivisione in "Gara 1" e "Gara 2" ed infine il Costa Smeralda.

Per ogni girone saranno tre i risultati validi lasciando invariato il totale di sei dell'intera stagione; confermate anche le classifiche "Under 28", "Vintage", "Femminile" e "Gruppo 1" oltre a quelle per i Gruppi A e N. Confermato il minimo di tre punteggi per entrare nella classifica finale, quest'ultimi da acquisire partecipando a gare di entrambi i gironi. Subisce un leggero aumento il costo degli pneumatici Yokohama Advan A 032, gli unici ammessi, fissato in 80 euro più IVA cadauno.

In attesa dell'approvazione del regolamento, ecco il calendario: 8/9 marzo: Rally Vallate Aretine; 26/27 aprile: Valsugana Historic Rally; 31 maggio /1 giugno: Rally Campagnolo; 22/23 giugno: Rally Lana Storico; 26/27 luglio: R.A.A.B Historic; 19/21 settembre: Rallye Elba: 18/19 ottobre: Rally Costa Smeralda Storico.

Le premiazioni si svolgeranno a fine ottobre presso la Fiera di Padova in occasione della Rassegna Auto Moto d'epoca. Infine, come avviene dal 2015, a novembre il gran finale con la Coppa A112 Abarth Terra, appendice sulle strade sterrate del Tuscan Rewind, alla quale saranno ammessi i conduttori precedentemente iscritti al Trofeo.

sabato 5 gennaio 2019

Yokohama alla Winter Marathon


La stagione motoristica non si ferma mai per Yokohama Italia. Archiviati i campionati 2018 in pista e sullo sterrato, Yokohama sta preparando la prima manifestazione sportiva del 2019: la Winter Marathon.

“Una delle gare di regolarità per auto storiche più belle, suggestive, affascinanti e difficili del nostro territorio.” – afferma Giuseppe Pezzaioli di Yokohama Italia – “La gara si disputa fra i paesaggi invernali più belli d’Italia, partendo ed arrivando a Madonna di Campiglio con vetture dei marchi più prestigiosi dell’automobilismo.”

La 31a edizione della Winter Marathon inizierà giovedì 24 gennaio con la partenza della prima vettura alle ore 12.00. Nella giornata di venerdì 25 le auto d’epoca, con numerosi esemplari unici, attraverseranno luoghi suggestivi quali Canazei e Bolzano e alcune di esse saranno protagoniste di Trofei dedicati. L’arrivo sabato sera a Madonna di Campiglio rappresenterà il culmine della manifestazione, una festa oltre la gara.

“Siamo entusiasti di essere main sponsor di questo evento di prestigio.” – continua Giuseppe Pezzaioli – “E siamo felici di abbinare il nostro marchio a questa manifestazione di auto storiche che rappresenta un ottima vetrina per i nostri modelli di pneumatici winter”.

giovedì 3 gennaio 2019

Yokohama Spagna conferma la partecipazione alla Dakar 2019



> 3 gennaio 2019 – Yokohama Spagna ha partecipato alla sfida della Dakar 2018 – la 40a edizione - insieme allo SsangYong Spain Team e al Tivoli DKR, che, equipaggiato con il Geolandar M/T G003, è riuscito a concludere la dura corsa in Sud America.
Il prossimo 6 gennaio il team SsangYong tornerà a prendere parte alla Dakar e la vettura sarà guidata da Óscar Fuertes e da Diego Vallejo in una gara impegnativa che si svolgerà dal 6 al 17 gennaio, esclusivamente in Perù. La gara inizierà e finirà nella città di Lima. Durante le dieci tappe le squadre percorreranno 5.000 chilometri, di cui il 70% saranno sabbia e dune.

Per il 2019 il team sponsorizzato da Yokohama disporrà di un nuovo veicolo, lo SsangYong Rexton DKR, che sarà equipaggiato con pneumatici Yokohama Geolandar M/T G003, in 37x12,5 dimensioni R 17. Il veicolo è stato sviluppato interamente in Spagna e dispone di un motore a benzina V8 da 6.2 litri e 450hp appositamente preparato per la competizione.

Il Geolandar M/T G003 è il pneumatico fuoristrada della gamma Geolandar per SUV e Pick Up del produttore giapponese di pneumatici premium Yokohama. Offre prestazioni estreme in scenari fuoristrada, dal fango alle rocce, allo sporco e alla ghiaia. Il battistrada del Geolandar M/T G003include una grande rete di blocchi e lamelle sequenziali che aiuta il pneumatico a ottenere una trazione eccellente su varie superfici fuoristrada. Inoltre, il Geolandar M/T G003 ha un fianco rinforzato con un blocco aggressivo sul lato superiore del pneumatico. Questo blocco aumenta la resistenza a tagli e usura.

"Questo è un aspetto importante perché, rispetto ad altri marchi prestigiosi, il nostro pneumatico è uno dei pochi che non si sono forati e di cui sono state necessarie meno unità per completare la gara" - ha dichiarato Víctor Manuel Cañizares, Vicepresidente e Direttore Vendite e Marketing di Yokohama Iberia - "Nell'ultima edizione meno del 50% dei concorrenti ha terminato il tragitto, il che significa che i nostri pneumatici hanno contribuito a finire la gara.”

mercoledì 28 novembre 2018

Trofeo A112 Abarth Yokohama: Scalabrin-Marin si aggiudicano la "Coppa Terra" al Tuscan Rewind


Pioggia, nebbia, fango: non è il R.A.C. bensì la situazione che ha accompagnato il Tuscan Rewind che si è svolto nello scorso fine settimana a Montalcino (SI). Il meteo favorevole del sabato, lasciava ben sperare anche per la seconda giornata di gara, ma un'improvvisa variazione ha portato tanta pioggia e nebbia, rendendo le strade sterrate molto viscide.

Alla sua prima esperienza sulla terra, Raffaele Scalabrin ha dimostrato di trovarsi a proprio agio anche su questo fondo; ben navigato da Nicolò Marin, al suo fianco dopo l'esperienza dell'Elba, ha preso il comando sin dalla prima speciale fino all'arrivo aggiungendo al proprio palmarès anche la Coppa A112 Abarth Terra, giunta alla quarta edizione.

In seconda posizione, anch'essi al debutto sullo sterrato, i veronesi Mauro Castagna e Davide Marcolini che tra le varie insidie hanno superato anche quella della rottura della crociera del semiasse, prontamente sostituita dall'efficace assistenza del Team Bassano; il podio viene completato da un altro nome nuovo della Coppa, Marco Gentile che con Giovanni Brunaporto è stato autore di una buona prestazione. Quarto ed ultimo equipaggio classificato, quello degli aretini Ivo Droandi e Mario Gostinelli, rientrati nella seconda tappa dopo che nella prima si erano dovuti fermare per problemi elettrici.

Ritiro lampo per Enrico Canetti e Marcello Senestraro appiedati dalla rottura del differenziale durante lo shakedown, per Amerigo Salomoni e Nicolò De Rosa per la rottura di un semiasse, stesso problema che ha fermato Francesco Mearini e Massimo Acciai.

Classifiche su www.trofeoa112abarth.com

> Foto Enzo Dalla Rosa

mercoledì 31 ottobre 2018

Premiati a Padova i protagonisti del Trofeo A112 Abarth Yokohama


Il prestigioso scenario di Auto Moto d'Epoca 2018 presso la Fiera di Padova, ha ospitato la cerimonia delle premiazioni del Trofeo A112 Abarth Yokohama, Serie riconosciuta Aci Sport, organizzata dal Team Bassano per la nona stagione consecutiva.
Al termine di una giornata ricca di appuntamenti legati al mondo dei rallyes, l'affollato stand dell'Automobile Club d'Italia ha chiuso la terza giornata dell'importante kermesse offrendo il proprio palcoscenico ai protagonisti del monomarca Autobianchi iniziato a marzo col Rally delle Vallate Aretine e conclusosi dopo un'emozionante sfida, all'ultima prova speciale del Rallye Elba Storico di metà settembre.

Alla presenza del Presidente ACI Angelo Sticchi Damiani, del vice Presidente Commissione Auto Storiche Federico Ormezzano, del vice Presidente AC Padova Nicola Borotto e del Presidente del Team Bassano Mauro Valerio, si sono dapprima avvicendati alcuni degli organizzatori dei sei rally del calendario 2018, ai quali è stata consegnata una targa ricordo.

La cerimonia è poi proseguita spostando i riflettori sui conduttori da premiare secondo le classifiche previste dal regolamento della Serie: i primi a salire in pedana sono stati Raffaele Scalabrin ed Enrico Fantinato vincitori della classifica "under 28", seguiti da Marino e Matteo Labirinti che hanno bissato il successo del 2017 tra le vetture del "Gruppo 1". Il gran finale è arrivato col podio dell'assoluta sul terzo gradino del quale sono saliti i campioni uscenti Luigi Battistel e Denis Rech, seguiti da Filippo Fiora e Carola Beretta, secondi classificati, e da Raffaele Scalabrin ed Enrico Fantinato che diventano i più giovani vincitori del Trofeo A112 Abarth Yokohama, i quali hanno voluto sul palco anche Nicolò Marin che ha navigato Scalabrin nell'ultimo decisivo Rallye Elba Storico. Il giovane pilota vicentino, oltre ai tradizionali trofei, si è anche aggiudicato un particolare premio messo in palio da Auto Moto d'Epoca - Fiera di Padova consistente in un corso di guida da tenersi nel 2019 presso la Rally University di Alex Fioro ed Alessandro Bruschetta.

La cerimonia si è chiusa col saluto del Presidente Valerio il quale ha anticipato che per l'edizione 2019, la decima, vi saranno alcune novità che saranno svelate nel mese di gennaio.

Documenti e classifiche su www.trofeoa112abarth.com

- Foto Videofotomax

mercoledì 19 settembre 2018

Trofeo A112 Abarth Yokohama: 21 equipaggi alla sfida finale dell'Elba


E' l'ora del Rallye Elba Storico: la gara che deciderà gli esiti del Trofeo A112 Abarth Yokohama, giunto all'epilogo della nona edizione e che per la sfida finale, vede ventuno equipaggi pronti ad affrontare le tre giornate di gara sull'isola napoleonica. 
Rilanciato dalla vittoria al R.A.A.B. di fine luglio, Raffaele Scalabrin, già virtualmente vincitore della classifica "under 28" si trova al comando con 56 punti, ma anche con un risultato da scartare e per la prima volta sarà navigato da Niccolò Marin; il duo vicentino sarà il primo a lasciare la pedana di Capoliveri, seguito da Filippo Fiora e Carola Beretta, secondi in classifica con 49 punti e sempre a podio nelle quattro gare disputate, quindi senza risultato da scartare. Dietro di loro i detentori del titolo Luigi Battistel e Denis Rech sui quali gravano i due ritiri patiti in stagione ma con 44 punti possono dire la loro; tutti se la dovranno però vedere con l'equipaggio che potrà stravolgere la classifica: quello degli elbani Marco Galullo e Roberto Pellegrini che la matematica tiene ancora in gioco anche se staccati di 20 punti dalla vetta e con un risultato d scartare. Marco sulle strade di strada è sempre andato forte e di sicuro cercherà di onorare al meglio la prima stagione nel monomarca. Al via anche Enrico Canetti, sempre in coppia con Marcello Senestraro, il quale potrà approfittare di qualche passo falso dei battistrada per cercare di entrare nel podio finale dell'assoluta e all'Elba cercheranno di riscattare una stagione con qualche ombra, i veronesi Pietro Baldo e Davide Marcolini, che hanno dimostrato di aver il passo giusto per puntare alla vittoria. Presente anche Nicola Cazzaro che va ad aggiungere una nuova esperienza al proprio bagaglio e ritroverà Giovanni Brunaporto alle note. 

Anche se fuori dai giochi per la classifica finale, all'Elba sarà presente un temibile trio di piloti che vorranno giocarsi la vittoria e anche dalle loro prestazioni potrà dipendere l'esito finale del Trofeo: Maurizio Cochis, Massimo Gallione e Giorgio Sisani, affiancati rispettivamente da Milva Manganone, Anna Ferraris e Cristian Pollini; in mezzo a loro Giacomo Domenighini che gioca la carta dell'esperienza in coppia con Paolo Corinaldesi. Non mancano tra gli iscritti altri due veterani del rally isolano quali Francesco Mearini con Massimo Acciai e Andrea Quercioli navigato da Giorgio Severino e un terzo pilota toscano sarà Andrea Ballerini navigato dal rientrante Angelo Pastorino, mentre dal Veneto saranno presenti Giancarlo Nardi con Paola Costa, Remo Castellan con Alessio Orzati, Riccardo Pellizzari con Emanuele Castegnero e Giuseppe Cazziolato navigato da Daniele Pasqualetto. Timbra il cartellino anche Fabio Vezzola in coppia con Andrea De Pinto e sarà invece al debutto il locale "Lo Ciao" navigato da Sara Mosti. Chiude le fila l'unico equipaggio al via con una "Gruppo 1" di serie: quello formato dai piacentini Marino e Matteo Labirinti.

Come previsto dal regolamento ogni tappa del rally sarà considerata gara a sé dando quindi la possibilità agli equipaggi di accumulare un doppio punteggio ma anche, in caso di ritiro in gara 1, di riuscire a conteggiare i punti di gara 2 una volta arrivati alla fine.
Il programma di gara prevede le verifiche giovedì 20 a Capoliveri e la partenza nella serata dalla stessa località per il prologo che propone due prove speciali; ripartenza il venerdì per disputare altre tre prove tra le quali la duplice, lunga, "Due Mari". Sabato il secondo round con altre quattro impegnative prove speciali e arrivo nel primo pomeriggio sempre nella piazza di Capoliveri.

Info e classifiche al sito web www.trofeoa112abarth.com

Credits:
Ufficio Stampa Trofeo A112 Abarth Yokohama
Andrea Zanovello - www.azetamedia.com