giovedì 22 febbraio 2018

Arturo Merzario terzo testimonial di MotorLegendFestival. In pista a Imola anche Alfa Romeo 33 e Tecno


Arturo Merzario sarà il terzo padrino di MotorLegendFestival 2018, in programma dal 20 al 22 aprile all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Il pilota di Civenna si aggiunge a Riccardo Patrese e Giacomo Agostini come testimonial di una manifestazione unica nel suo genere, in cui accanto alle prime gare del FIA Masters Historic Championship riservato alle F.1, sport prototipi, GT e vetture turismo d’epoca ci saranno eventi speciali che coinvolgeranno ogni disciplina del motorismo a quattro e a due ruote.
La presenza di Merzario in qualità di testimonial non è casuale: il pilota italiano ha un rapporto molto stretto con Imola. Nel 1971 regalò la prima affermazione alla Ferrari 512 M che dominò la 300 KM valida per il campionato Interserie mentre l’anno successivo vinse la 500 KM con la Ferrari 312 PB, vettura che in quella stagione trionfò nel campionato mondiale prototipi.

Arturo Merzario non si limiterà a fare il testimonial di Motor Legend Festival ma si calerà nell’abitacolo di una delle Alfa Romeo 33 del Museo Storico Alfa Romeo di Arese, tipologia di vettura con cui il campione italiano ha contribuito a suon di trionfi alla conquista dei campionati del mondo marche 1975 e sport 1977.
A MotorLegendFestival 2018 oltre alle esibizioni già annunciate ci saranno quelle riservate alle Alfa Romeo 33 che scenderanno in pista per una parata. E, novità dell’ultima ora, il Festival renderà omaggio all’epopea della Tecno, l’azienda bolognese di monoposto che divenne un punto di riferimento nel mercato delle auto da competizione negli Anni’60 e ’70. Grazie all’apporto dell’ex pilota Fulvio Maria Ballabio sarà infatti organizzato un vero e proprio Tecno Day, al quale prenderanno parte tra gli altri Nanni Galli, che fu uno dei piloti della Tecno Formula 1, e Gianfranco Pederzani, fondatore del marchio.

L’Alfa Romeo Tipo 33 è una delle vetture sport-prototipo tra le più longeve della storia. Il primo esemplare debuttò nel 1967 nella corsa in salita di Flèron, in Belgio, con Teodoro Zeccoli alla guida. Si trattava di un rivoluzionario prototipo dotato di una carrozzeria leggerissima, caratterizzata da una presa d’aria dinamica sul cofano motore. Il propulsore era un V8 di 2 litri di cilindrata. Da allora fino al 1977 la Tipo 33 ha subìto profonde modifiche che l’hanno portata, nelle sue varie versioni, a salire di cilindrata dapprima a 2500 e successivamente a 3000cc, dagli otto cilindri ai dodici, fino alla sovralimentazione turbocompressa e a passare attraverso differenti tipologie di telaio: dalla monoscocca al traliccio tubolare e viceversa. 
Le 33 hanno conquistato il campionato del mondo nel 1975 e nel 1977 e sono considerate tra le più belle e avveniristiche vetture a ruote coperte mai prodotte. Nel curriculum anche i trionfi alla Targa Florio del 1971 e 1975.

La Tecno è stata la prima azienda italiana a sfidare i costruttori inglesi nel mercato delle monoposto ad alte prestazioni. Nata dalla passione dei fratelli Pederzani, dopo avere dominato nel mondo del karting, Tecno diventò a partire dalla seconda metà degli Anni’60 sinonimo di monoposto di Formula 3 e Formula 2 da primato. Al volante di una delle vetture bolognesi Clay Regazzoni si laureò campione europeo di F.2 del 1970, sbaragliando la concorrenza di marchi importanti come BMW.
Prima di allora la Tecno aveva dominato campionati e gare di F.3 con piloti di importanza mondiale: impossibile citarli tutti. Tra i più noti Ronnie Peterson, Francois Cevert ,Giovanni Salvati, Jonathan Williams, Nanni Galli, Gianluigi Picchi, Giancarlo Naddeo, Francois Mazet Jean Pierre Jaussaud oltre naturalmente a Regazzoni.
Nel 1972 avvenne il grande salto nel mondiale di Formula 1 con una vettura dotata di un motore 12 cilindri boxer che venne guidata da Derek Bell, Nanni Galli e nel 1973 da Chris Amon che ottenne il sesto posto al Gran Premio del Belgio.
Questa magnifica avventura sarà ricordata con la presenza in pista sia dei rarissimi esemplari di Formula 1 esistenti sia di quelli delle categorie inferiori. A pilotarli anche Nanni Galli, mentre Gianfranco Pederzani, uno dei due fondatori del marchio, ha confermato la propria presenza.

In corso la vendita dei tagliandi di ingresso a MotorLegendFestival. I biglietti per uno o due giorni o per l’intero fine settimana sono acquistabili attraverso TicketOne mentre i biglietti speciali Motor Legend Experience e MotorLegend SPEED GOLD & PLATINUM possono essere acquistati direttamente attraverso il sito della manifestazione www.motorlegendfestival.com dove sono previsti anche pacchetti per i gusti più diversi.
Biglietti speciali: MotorLegendFestival dà agli appassionati la possibilità di vivere un’esperienza unica, da protagonisti. A seconda delle tipologie si avrà accesso al paddock, alla pit-lane ed ai box Ferrari, si potranno effettuare giri di pista a bordo di supercar guidate da piloti professionisti o con la propria auto, si avrà accesso a tribune coperte con posti riservati, parcheggio auto riservato e possibilità di pranzare in autodromo. Un evento che con la propria offerta saprà soddisfare anche gli appassionati dai palati più fini.

> foto Vincenzo Zaccaria

"The Monza's gorilla", le foto di Franco Bossi


Le foto di Vittorio Brambilla sono di Franco Bossi. 
Riproduzione riservata

CLICCARE SU UNA FOTO PER APRIRE LA GALLERIA

























Al Salone di Ginevra la nuova Porsche 911 GT3 RS


La divisione motorsport di Porsche presenta al Salone di Ginevra l’ultima “chicca” realizzata dalle officine di Weissach: la 911 GT3 RS con telaio da corsa e motore 4.0 litri ad alta velocità aspirato da 383 kW (520 CV). 

La nuova sportiva ad alte prestazioni si basa sulla 911 GT3, ulteriormente ottimizzata per riuscire ad abbinare un propulsore dalle prestazioni più elevate a uno schema delle componenti di trazione e trasmissione caratterizzato da un asse posteriore sterzante ricalibrato e progettato per garantire un eccellente comportamento dinamico e la massima precisione. La 911 GT3 RS accelera da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi, raggiungendo una velocità massima di 312 km/h. Quest’ultimo modello, che segue il debutto della 911 GT3 e della 911 GT2 RS, rappresenta per Porsche la terza sportiva GT omologata da strada introdotta nel giro di un solo anno. 

Gli elementi aerodinamici hanno decisamente influenzato il profilo della scocca larga, dal peso ottimizzato e contraddistinta dal classico alettone fisso posteriore. L’influsso del mondo delle competizioni si ritrova anche nell’abitacolo, dove i sedili completamente avvolgenti in fibra di carbonio garantiscono un supporto laterale adeguato alle elevate sollecitazioni dinamiche. I pannelli delle portiere ultraleggeri dotati di retine portaoggetti e maniglie apriporta ad anello, l’assorbimento acustico ridotto e il nuovo cofano posteriore extra-light sottolineano una scelta di materiali e dettagli assolutamente coerente. 

Il sei cilindri ad aspirazione naturale da 4.0 litri progettato da Porsche e montato sulla nuova 911 GT3 RS spinge questa sportiva verso limiti del tutto nuovi: il motore piatto sviluppa infatti 15 kW (20 CV) in più rispetto all’unità del modello precedente e della 911 GT3. Per questo motivo, oltre che per la gamma di regimi che si estende fino a 9.000 giri/min, la scelta è caduta su questa unità, ritenuta ideale per una vettura sportiva purosangue. Abbinato al cambio Porsche a doppia frizione (PDK) a sette velocità appositamente calibrato, questo motore ad alte prestazioni assicura una dinamica di guida eccellente. 

Basato su una tecnologia sviluppata per gli sport motoristici, il telaio della 911 GT3 RS vanta un comportamento dinamico eccezionale. Snodi sferici su tutti i bracci delle sospensioni assicurano una precisione addirittura maggiore rispetto al sistema di supporto elastocinematico convenzionale basato su cuscinetti. Cerchi in lega ultraleggera da 20” con pneumatici sportivi 265/35 di nuova concezione sull’anteriore ottimizzano l’agilità della vettura e il comportamento dello sterzo, mentre i cerchi da 21” con pneumatici 325/30 montati sul posteriore contribuiscono a migliorare l’aderenza. 

Come per tutte le sportive GT già presentate, il pacchetto Clubsport è disponibile anche per la 911 GT3 RS senza costi aggiuntivi. Il pacchetto include un roll-bar, un estintore manuale, la predisposizione per l’interruttore per scollegare la batteria e una cintura di sicurezza a sei punti per un’esperienza di guida sportiva più estrema. 

Per i “piloti” particolarmente ambiziosi, la divisione motorsport di Porsche ha sviluppato il pacchetto Weissach, disponibile su richiesta, che consente un’ulteriore riduzione del peso della vettura. Questo pacchetto speciale comprende componenti in fibra di carbonio supplementari per il telaio, gli interni e la carrozzeria, oltre a cerchi in magnesio opzionali. Nella configurazione più leggera, il pacchetto consente di ridurre il peso della 911 GT3 RS a soli 1.430 kg.

> Credit: Ufficio Stampa Porsche

LS2 Helmets pronta per la nuova stagione Racing


LS2 Helmets è pronta per vivere la stagione 2018 sui circuiti di tutto il mondo. L’anno che celebra il decimo anniversario del Brand spagnolo, riparte con interessanti novità sui protagonisti del mondo della velocità, quattro Ambassador e tester ufficiali del modello di punta della collezione: FF323ARROW C EVO. Quattro piloti ufficiali per il 2018, che porteranno i colori LS2 in altrettanti campionati mondiali: Héctor Barberá (Moto2), John McPhee (Moto3), Loris Baz (World Superbike) e Randy De Puniet (World Endurance). 

Héctor Barberá, 31 anni, correrà indossando il casco LS2 per il secondo anno consecutivo. Il pilota spagnolo, dopo otto anni in MotoGP, cambia categoria e ritorna in Moto2 in sella alla Kalex del Team Pons HP 40. 'La MotoGP mi ha dato tanto, ma sono determinato ad affrontare nuove sfide‘ dichiara Héctor. ‘I test ufficiali hanno confermato che ho ottime possibilità di raggiungere il top. E sono anche molto contento di continuare a indossare il mio Arrow C Evo, un casco davvero eccezionale’.

New entry nella famiglia LS2 è lo scozzese John McPhee, 23 anni, pronto per affrontare la stagione in Moto3 con la KTM del Team CIP. ‘Il mio 2018 sarà tutto nuovo, un nuovo team e un nuovo casco per una stagione che si preannuncia davvero eccitante’ dichiara John. ‘Sono molto contento perchè il mio team sta spingendo molto e la mia aspettativa è quella di competere per la conquista del titolo mondiale. Nei test di Valencia ho indossato con orgoglio il mio nuovo Arrow C Evo, ed è un onore per me essere entrato nella famiglia LS2, professionisti e produttori di caschi di assoluto livello tecnologico’. 

Grandi cambiamenti per il pilota francese Loris Baz, 25 anni, che ‘torna alle origini’ affrontando la stagione 2018 nel super competitivo Campionato Mondiale Superbike. Dopo alcuni anni in MotoGP, dove ha fatto tesoro della grande esperienza acquisita, Loris è pronto per affrontare una ‘nuova sfida al podio’ in sella alla BMW del Team Althea Racing. ‘Sono molto contento di tornare in Superbike, un vero incentivo a ripartire con tanta nuova energia’ dichiara Loris. ‘Sarò l’unico pilota del team e questo, oltre a darmi una grande responsabilità, mi rende ancora più competitivo e focalizzato sull’obiettivo. Correrò la stagione, ancora una volta, con il mio Arrow C Evo, sempre più orgoglioso di far parte della grande famiglia LS2’.

Il Campionato Mondiale Endurance vedrà, invece, la presenza di Randy De Puniet, 37 anni, apprezzato pilota francese oramai ‘veterano’ di queste competizioni. Randy correrà la stagione 2018 in sella alla Kawasaki del Team SRC. Nel 2018 Randy sarà anche commentatore tecnico per Eurosport. ‘Dopo molti anni, nella scorsa stagione ho deciso di cambiare casco e non posso che ritenermi molto soddisfatto della scelta’ dichiara Randy. ‘Arrow C Evo è un casco di assoluta qualità, perfetto in ogni condizione climatica e assolutamente performante quando corro in notturna. Io amo molto i colori semplici, monocromatici, e questo nuovo LS2 interpreta perfettamente i miei gusti’.

IL CASCO FF323 Arrow C Evo è il fiore all’occhiello della collezione LS2, che racchiude tutta la tecnologia e il know-how sviluppati dal centro R&D Center di Barcelona, per una qualità superiore e prestazioni che lo posizionano al top della categoria Road Race. LS2 Helmets crede nello sport e, grazie alla costante collaborazione con piloti professionisti nei settori velocità e off-road, trasferisce l’esperienza sviluppata in condizioni estreme ai caschi da indossare tutti i giorni, garantendo massima affidabilità, totale sicurezza e un eccellente livello di comfort.

martedì 20 febbraio 2018

Sic58 Squadra Corse e Motor Valley dell’Emilia Romagna insieme anche nella stagione 2018


> 20 febbraio 2018 – Parte la stagione 2018 della Sic58 Squadra Corse e il Team che porta il nome del campione di Coriano è tornato a Misano World Circuit, a lui intitolato, per accendere il semaforo verde. Nell’occasione è diventato ufficiale il rinnovo dell’accordo di collaborazione fra la Motor Valley dell’Emilia Romagna e tutto ciò che ruota intorno all’esperienza promossa da Paolo Simoncelli, ossia offrire ai giovani piloti la possibilità di mettersi in mostra sui circuiti italiani e internazionali in varie competizioni: l’European Talent Cup ETC (Matteo Bertelle, Mattia Falzone e Matteo Patacca), la Moto3 Junior World Championship (Yuri Montella e Bruno Ieraci) e la Moto3 nel motomondiale (Niccolò Antonelli e Tatsuki Suzuki).

Per la Motor Valley, il cui marchio verrà apposto sui mezzi di trasporto utilizzati dal team Sic58 Squadra Corse, sul sito internet www.sic58squadracorse.it e in tutta la documentazione ufficiale del team durante la sua quinta stagione nei circuiti di tutto il mondo, è l’occasione per promuovere il formidabile network di realtà connesse al motorsport che rappresenta oggi un irripetibile prodotto turistico. Il marchio Motor Valley comparirà anche sulla livrea delle moto in occasione del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini il 9 settembre 2018.

“Motor Valley è un brand d’eccellenza e un grande simbolo dell’Italian Lifestyle - dice l’Assessore regionale al Turismo Andrea Corsini - sintesi della vocazione motoristica dell’Emilia-Romagna. L’accordo con il team Sic58 Squadra Corse rappresenta un’opportunità concreta, sia in termini di awarness che di visibilità, per ribadirne la leadership nel mondo”.

“Questo territorio che si fregia di essere la capitale della Riders’ Land vive sulle gesta dei suoi ambasciatori che portano nel mondo il nostro DNA – il commento di Manuela Tonini, Assessore al Turismo del Comune di Misano Adriatico – Piloti, uomini del paddock, ‘imprenditori’ come Paolo Simoncelli, tutti protagonisti eccezionali e che ci fanno capire quanto siamo fortunati a vivere in luogo come la Motor Valley. Per questo sono onorato di essere qui oggi insieme a voi”.


“Siamo felici di un connubio che sostiene i valori in cui crediamo come Team – spiega Paolo Simoncelli - Presentarci a Misano World Circuit ha certamente un significato forte. Nel pomeriggio manderemo in pista i tre ragazzi, giovanissimi, che correranno l’European Talent Cup ETC. Ringrazio la direzione del circuito per l’opportunità e perché sul sostegno dei giovani piloti mostra sempre una sensibilità da sottolineare”.

La Motor Valley emiliano romagnola è un grande “parco” dei motori unico al mondo, che oltre a vantare i più celebri brand motoristici (da Ferrari a Lamborghini e Maserati, passando per Dallara, Pagani e Ducati), conta quasi 200 team sportivi, 9 musei, un circuito di 21 collezioni private, 4 autodromi, 11 kartodromi, oltre a specialisti del restauro di auto e moto d’epoca, imprese di eccellenza nel design e nella produzione di accessori e componenti, nonché centri di ricerca e sviluppo. Un’offerta che è diventata un prodotto turistico, con tanti pacchetti soggiorno consultabili su www.motorvalley.com

“Stiamo lavorando per rendere sempre più numerosa la governance del prodotto Motor Valley e anche di recente si sono aggiunti nuovi protagonisti – aggiunge Andrea Albani, managing director di MWC e vicepresidente di Motor Valley – Accanto alla concretezza del prodotto turistico, autentico magnete di arrivi da tutto il mondo, vogliamo evidenziare anche la consistenza economica di una realtà che si traduce in prodotti, tecnologia, emozioni. Misano World Circuit è in particolare il luogo fisico nel quale si alimenta questa leggenda. Qui ospitiamo talenti e ne garantiamo l’espressione in sicurezza. Oggi è una giornata importante: si connettono il brand Motor Valley, il circuito intitolato a Marco Simoncelli e il Team Sic58 che manda in pista talenti eccellenti fra i quali Niccolò Antonelli, alfiere della Riders’ Land”.

Dal 22 al 24 Marzo la Coppa Milano-Sanremo


Si scaldano i motori per il ritorno della mitica Coppa Milano-Sanremo che a 112 anni dalla sua prima edizione nel 1906 e a 7 dall’ultima rievocazione storica (2011), torna a correre per la gioia di tutti gli appassionati di auto d’epoca. Dal 22 al 24 marzo 2018, decine di equipaggi italiani e stranieri composti da uomini e donne, percorreranno le strade che da Milano conducono alla Riviera dei Fiori destreggiandosi in 65 prove totali: 52 prove speciali e 6 prove di media (con rilevamenti intermedi). 

Il nuovo percorso, profondamente rivisitato rispetto alle ultime Rievocazioni, toccherà Lombardia, Piemonte e Liguria in un tragitto di oltre 600 chilometri. La partecipazione alla corsa - inserita per la prima volta nel Trofeo Superclassica ACI - è a numero chiuso, solo 100 auto costruite fra il 1906 e il 1976 ammettendo quindi anche le auto che fanno parte del raggruppamento H di ACI Sport. A queste si aggiungeranno le vetture del Tributo Maserati costruite dal 1977 ai giorni nostri quale importante omaggio ai tanti appassionati del Marchio del Tridente, main partner, assieme a Pirelli e IWC official time keeper di questa edizione. Trattandosi della gara più antica d’Italia, e visto il gran numero di richieste pervenute, l’organizzazione ha annunciato che sarà data la precedenza alle auto di maggior interesse storico munite di passaporto F.I.V.A, o di fiche F.I.A. Heritage, o di omologazione A.S.I., o fiche A.C.I. Sport, o appartenenti ad un registro di marca.

L’edizione 2018 sarà corredata da ben 20 titoli d’onore che premieranno i primi 10 equipaggi della classifica generale, i primi 3 classificati per ciascuna categoria, i primi 3 classificati nelle prove di media, la prima scuderia, il primo equipaggio under 30.

Come da tradizione verrà anche premiato il primo equipaggio femminile che oltre al titolo assoluto, potrà gareggiare per l’ambito premio “Coppa delle Dame”. Già nel 1929 erano ben 5 gli equipaggi femminili che concorrevano per il titolo anche chiamato “La perla di Sanremo”.

La manifestazione prenderà il via giovedì 22 marzo 2018 con il ritrovo degli equipaggi presso l’Autodromo di Monza dove si disputeranno le verifiche tecniche e sportive, i giri liberi in pista e la
parata inaugurale delle vetture. Dopo un passaggio nel centro di Monza, le auto partiranno alla volta di Milano con un vero e proprio “defilè” nel cuore del Quadrilatero della moda, passando da via Montenapoleone fino ad arrivare all’ombra della Madonnina, dove verranno presentate al pubblico.

Venerdì 23 marzo, da piazza Castello, gli equipaggi si presenteranno ai nastri di partenza per percorrere gli oltre 600 chilometri di gara. Passando per i territori lombardo - piemontesi, la prima sosta è prevista nella storica cornice di Villa Sparina nei pressi di Gavi, da dove le vetture ripartiranno percorrendo l’entroterra ligure, fino a raggiungere Rapallo.

Sabato 24 marzo è il giorno decisivo dove gli equipaggi affronteranno le ultime prove speciali: da Rapallo sfioreranno La Superba, sosteranno nell’incantevole Villa Ottolenghi di Acqui Terme, e percorrendo le montagne dell’appenino ligure, scenderanno nuovamente verso Sanremo in vista del traguardo che la prima vettura dovrebbe tagliare tra le 18 e le 19.

Si avvicina dunque il momento di scrivere un nuovo capitolo della gloriosa storia di questa corsa che tanto ha affascinato i gentlemen drivers di una volta. Nata come opportunità per pochi facoltosi appassionati, desiderosi di cimentarsi in quella che allora poteva definirsi un’ardimentosa passeggiata verso il mare e i colori primaverili della riviera ligure, la Coppa Milano-Sanremo ha altresì visto correre grandi campioni del volante e illustri personaggi come l’indimenticabile SAR Principe Adalberto di Savoia (vincitore nel 1933). Per rendere omaggio al celebre antenato e proseguire un’antica tradizione di famiglia inoltre, La Real Casa di Savoia ha dato comunicazione che per questa edizione sarà istituito un ulteriore premio al fair play, con la consegna del “Trofeo degli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia” a chi nel corso della gara saprà distinguersi per spirito sportivo e cavalleresco. 
Le iscrizioni alla Milano-Sanremo sono aperte fino al 28 febbraio 2018.

Motocross, Internazionali d’Italia a Mantova: le foto di Davide Stori

Internazionali d’Italia Motocross
Mantova, 18.2.18

foto di ©DAVIDE STORI
riproduzione riservata - cliccare su una foto per aprire la galleria