domenica 20 maggio 2018

1000 Miglia 2018: per la Scuderia Castellotti bilancio positivo con buon piazzamento per Di Leo-Pavesi su Dagrada Sport

Pavesi e Di Leo su Dagrada Sport

E' positivo il bilancio della partecipazione della Scuderia Castellotti alla 1000 Miglia conclusa oggi dopo il passaggio in mattinata, con controllo orario, dal centro di Lodi. Sono 371 gli equipaggi che hanno tagliato il traguardo di Brescia, mentre sono stati ben 95 gli abbandoni.

Enzo Di Leo e Massimo Pavesi, alla seconda partecipazione alla maratona automobilistica bresciana, hanno ben difeso i colori della Scuderia Castellotti, portando al traguardo in 144esima posizione la loro Dagrada 750 Sport. Un risultato importante se si considera che Di Leo e Pavesi erano al debutto con questa vettura e che nella tappa conclusiva sono stati fermati dalla rottura di un semiasse, inconveniente accaduto dopo il passaggio da Lodi e che è stato però risolto in una manciata di minuti dall'assistenza che li ha seguiti come un'ombra lungo tutto il percorso della 1000 Miglia.
Il problema tecnico non ha impedito all'equipaggio lodigiano di recuperare alcune posizioni anche nella tappa finale da Parma a Brescia.

Ercoli e Attardo su Patriarca Giannini 750 Sport
Conclusione in rimonta anche per Luciano Attardo e Pierantonio Ercoli con la Patriarca Giannini 750 Sport, costruita nel 1950 e coetanea della Dagrada di Di Leo e Pavesi.
Anche la Patriarca ha accusato problemi tecnici che sono stati risolti al meglio prima della partenza dell'ultima tappa da Parma, che ha consentito all'esperto equipaggio della Scuderia Castellotti di guadagnare una manciata di posizioni in classifica e di concludere in 350esima posizione.

> foto Giovanni G. Olmo


Lamborghini Super Trofeo | Karol Basz si impone anche a Silverstone in coppia con Vito Postiglione


Dopo la vittoria nell’appuntamento inaugurale a Monza, Karol Basz, in coppia con Vito Postiglione sulla Lamborghini Huracan Evo numero 44 dell’ Imperiale Racing, si è imposto anche a Silverstone teatro del secondo round del Lamborghini Super Trofeo Europa.
Nonostante fosse al debutto sul tracciato britannico, il pilota polacco si è adattato velocemente alle insidie della pista portandosi nelle posizioni di vertice fin dalle prove libere, lavorando intensamente con il team-mate sulla messa a punto della vettura senza tralasciare le prestazioni come dimostra il secondo posto conquistato nel primo turno. L’intenso lavoro portato avanti nella giornata di venerdì è stato ripagato durante la sessione di qualifica con Karol Basz che conquista la seconda fila forte del quarto tempo, bissando il risultato del compagno di box, prima di andare a conquistare la perentoria vittoria nella gara di sabato con una prestazione perfetta.

L’intenso weekend si conclude con punti importanti in ottica campionato grazie al quarto posto conquistato alla fine di gara-2, ma resta il rammarico per aver visto sfuggire un successo che avrebbe reso il fine settimana inglese perfetto. Scattato dalla quarta posizione Karol Basz si era portato al comando della corsa, ma al cambio pilota un problema tecnico alla maniglia della portiera è costato diversi secondi e la vittoria.

“Dopo la vittoria di Monza siamo riusciti a vincere anche qui a Silverstone e questo è certamente molto importante per il proseguo della stagione, anche se resta il rammarico per il problema alla maniglia della portiera che ci è costata il successo in gara-2. Per me è stata la prima volta qui a Silverstone e la pista è veramente fantastica e soprattutto siamo riusciti ad essere veloci fin da subito. Nella giornata di venerdì abbiamo fatto diverse prove di setup raccogliendo numerosi dati che ci saranno utili anche a Misano. Ringrazio sia Vito Postiglione che il team Imperiale per l’ottimo lavoro. Ora aspetto il prossimo round dove proveremo a recuperare i punti persi oggi” il commento di Karol Basz

“La fortuna non è certamente dalla nostra parte perché dopo il successo conquistato sabato avremo potuto vincere anche gara-2. L’episodio al cambio pilota che ci è costato 14”. Avremo potuto lasciare Silverstone in testa al campionato, mentre ci troviamo ad inseguire a sette lunghezze di distacco. Il ritmo gara era veramente buono come dimostra la rimonta messa in atto da Vito Postiglione. Avremo potuto vincere con nove secondo di vantaggio. Ora ci aspettano i test di Misano dove nel Racing-weekend proveremo a conquistare la vittoria in entrambe le gare. Il campionato è molto competitivo e ogni errore lo paghi pesantemente. Anche su una pista impegnativa come Silverstone però Karol non ha commesso errori e si sta confermando tra i protagonisti del Super Trofeo” commentano i manager Giovanni Minardi e Alberto Tonti

Prossima tappa Misano Circuit, in programma dal 22 al 24 giugno

Trionfo Alfa Romeo alla 1000 Miglia 2018 vinta da Tonconogy-Ruffini


> 19 maggio 2018 – Juan Tonconogy e Barbara Ruffini sono i campioni della 1000 Miglia 2018. L’equipaggio argentino, numero 85, a bordo dell’Alfa Romeo 6C 1500 GS “Testa Fissa” del 1933, ha sbaragliato la concorrenza tagliando nel pomeriggio il traguardo di Viale Venezia a Brescia con un attivo di 74108 punti.

In seconda posizione si sono classificati Giovanni Moceri e Daniele Bonetti sull’Alfa Romeo 65 1500 SS del 1928 con 73714 punti. E' lo stesso modello di vettura con cui Giuseppe Campari e Giulio Ramponi vinsero la 1000 Miglia del 1928.
Al terzo posto i campioni uscenti bresciani Andrea Vesco e Andrea Guerini, a bordo dell’Alfa Romeo 6C 1750 Zagato del 1929 con 73327 punti.
Per la coppia Tonconogy-Ruffini si tratta della terza vittoria alla 1000 Miglia, dopo i successi conquistati nelle edizioni del 2013 e del 2015.

La 1000 Miglia a Melegnano: foto di Emilio Ferrari, Otello Orlandi e Luciano Passoni

19 Maggio 2018
La 1000 Miglia a Melegnano
foto di Emilio Ferrari, Otello Orlandi e Luciano Passoni
riproduzione riservata - cliccare su una foto per aprire la galleria









 















GT4 Central European Cup / Scuderia Villorba Corse vince gara-1 al Red Bull Ring


La Scuderia Villorba Corse ha vissuto un grande sabato al Red Bull Ring nel secondo round della GT4 Central European Cup. Romy Dall'Antonia e Giuseppe Fascicolo hanno vinto gara 1 al volante della Maserati GranTurismo MC schierata dal team diretto da Raimondo Amadio, che così, anche grazie a una strategia perfetta al pit-stop obbligatorio per cambio pilota, coglie il primo successo stagionale in campionato. Dal primo gradino del podio l'equipaggio tutto trevigiano, che era scattato terzo sulla griglia di partenza, da par suo rilancia le proprie ambizioni in classifica, visto che il successo assoluto ha significato anche la vittoria nella classe di appartenenza, la Am Cup, e quindi il pieno di punti per la categoria.

Il sabato trionfale di Villorba Corse è stato completato da Antoni e Piotr Chodzen grazie a un'altra rimonta sulla seconda Maserati della squadra veneta. L'equipaggio polacco è risalito dal quinto al terzo posto assoluto e primo nella categoria Pro-Am Cup.

La scuderia ha dunque dominato la corsa del sabato ed entrambe le classi e ora attende gara 2, in programma domenica 20 maggio alle ore 13.00 sempre sulla distanza di un'ora. In griglia Antoni Chodzen scatterà dalla quarta posizione mentre Fascicolo dalla settima.

sabato 19 maggio 2018

Alex Caffi in pista a Franciacorta in NASCAR Whelen Euro Series


> 19 maggio 2018 - Nel secondo appuntamento stagionale della NASCAR Whelen Euro Series 2018, all'Autodromo di Franciacorta, il team Alex Caffi Motorsports è stato stretto in un caloroso abbraccio dal numeroso pubblico accorso a sostenere la squadra. Il Team Manager Alex Caffi ha nuovamente indossato i panni del pilota schierandosi in Elite 1 con la Ford Mustang. Dopo avere ottenuto tempi costantemente nella top ten durante le prove libere, si è però dovuto accontentare del 17° tempo. In una gara neutralizzata per tre volte dalla safety car Caffi, vittima di un contatto nelle fasi iniziali, ha messo a frutto la sua esperienza rimontando posizioni prima di venire definitivamente messo fuori gioco dall'urto di un altro concorrente. 

L'altra vettura del team, la Toyota Camry affidata al giapponese Kenko Miura, scattata dalla decima fila sulla griglia di partenza è stata fermata da un piccolo problema meccanico a metà gara. Nella Elite 2 il veloce pilota veneto Denny Zardo, al rientro nella serie dopo l'esperienza dello scorso anno sul tracciato lombardo, dopo avere ottenuto la seconda prestazione nelle prove libere al volante della Toyota Camry ha migliorato i suoi riscontri cronometrici nonostante il traffico in pista. Il decimo tempo in qualifica gli ha permesso l'accesso alla sessione superpole dove, grazie ad un ultimo giro di rilievo, ha artigliato la settima prestazione. Partito dalla quarta fila ha disputato una gara di attacco, guadagnando posizioni fino ad arrivare a ridosso del podio. Transitato quarto sotto la bandiera a scacchi a soli 0.2” dal bronzo, è stato poi retrocesso 11° da una penalità. 
Carmen Boix ha qualificato la sua Ford Mustang in 23° posizione, prima delle Lady. Un contatto subito da un altro concorrente ed il progressivo affaticamento dei freni non le hanno impedito di conquistare la seconda vittoria di categoria stagionale, consolidando la leadership in solitaria nella speciale classifica. 

Alex Caffi: “Sono contento per la gara di Denny, che ha guidato molto bene dimostrando il potenziale della vettura; i tempi fatti segnare dovrebbero permettergli di partire ancora più avanti in seconda  fila e terza posizione domani in gara 2”

Carmen Boix: “Una gara difficile; dopo essere stata urtata ho dovuto gestire il degrado dei freni. La vittoria tra le Lady mi permette di passare da sola in testa al campionato” 

Domani, Domenica 20 maggio, il programma prevede alle 11:00 Gara 2 della Elite 2, i piloti di Elite 1 saranno in pista alle 14:30. Entrambe le gare saranno trasmesse in diretta streaming sul sito della NASCAR Whelen Euro Series.

La 1000 Miglia a Lodi: foto di Giovanni G. Olmo

1000 Miglia, Lodi 19 Maggio 2018
foto ©Giovanni G. Olmo
riproduzione riservata - cliccare su una foto per aprire la galleria