lunedì 11 gennaio 2021

ADRIA RALLY SHOW 2021 “A PORTE CHIUSE” MA CON DIRETTA TELEVISIVA


La stagione 2021 di rallies si avvia . . . in circuito. Anche quest’anno (come nel 2020) con l’esaltante mix di spettacolo che soltanto i rallisti portati in autodromo possono dare. Ed ecco, quindi, che dopo la fortunata edizione del 2020, torna Adria Rally Show, previsto per il 12-14 febbraio, completamente all’interno delle strutture dell’autodromo, della Regione Veneto. Strutture che paiono fatte ad hoc per ospitare anche un rally, oltre che competizioni di velocità in circuito ed i più disparati eventi, non solo di motorsport.

Tanti stimoli e tanti presupposti nuovi, per l’edizione duemila-ventuno della competizione, che ha aperto le iscrizioni il 3 gennaio, per chiuderle, come è previsto dalle norme ACISport di quest’anno, mercoledì 3 febbraio alle ore 24.00. Iscrizioni che hanno già registrato l’adesione di “nomi” importanti sia come piloti che come vetture. L’organizzazione sarà a cura dal Management dell’ Autodromo, con la collaborazione dei grandi appassionati trevigiani del Motoring Club, confermata la direzione di gara affidata alle “mani esperte” di Gianluca Marotta, ispiratore, oltre dieci anni fa, delle prime vere gare e campionati di rally show.
I concorrenti che accetteranno la sfida di Adria si troveranno di fronte ad un circuito in ampia parte rinnovato, quindi le “piesse” che verranno ricavate saranno diverse dal passato, con ben 70 chilometri di distanza competitiva in due giorni di sfide, al sabato ed alla domenica. In Gran parte è rinnovato ed inedito il tracciato dell’Adria International Raceways ed i primi ad utilizzarlo saranno proprio i rallysti.


L’evento si svolgerà “a porte chiuse”, nel rispetto delle indicazioni normative in vigore in materia di contenimento della diffusione del virus SARS-Cov2. Pertanto, si invitano appassionati e potenziali interessati ad astenersi dal recarsi al circuito, il cui accesso sarà consentito esclusivamente agli addetti ai lavori nelle misure e nei criteri espressi dal protocollo sanitario federale vigente. 
Non saranno comunque disattese le aspettative degli appassionati di motorsport, in quanto l’organizzazione dell’evento ha previsto la diretta televisiva, come per l’edizione 2021.
Sarà attivata parallelamente alla Diretta Televisiva anche una diretta streaming sui canali social; un grande impegno di comunicazione ed lavoro imponente come venne strutturato nella passata edizione, i cui dettagli saranno svelati a breve.

Nella prima settimana di iscrizioni in diversi hanno già garantito la propria presenza. Uno su tutti, Piero Longhi, che sarà in gara in una inedita versione di copilota. Una versione comunque non nuova per il campione novarese, in quanto ha fatto da copilota per dieci occasioni, peraltro debuttando a leggere le note nel 1997 nientemeno che a Valentino Rossi a Monza. Longhi per l’occasione leggerà le note a Gianmaria Santini, il suo abituale copilota dal 2015: “Correremo con una Renault Clio S1600 della Twister Italia – dice Longhi, che ad Adria già ha corso ed anche vinto alcuni anni fa in coppia inedita con Alex Perico - per Gianmaria sarà la prima volta al volante. Sicuramente sarà un impegno importante, cercheremo soprattutto di divertirci. Poi, se capiterà, magari una volta guido anche io! ”

Saranno messe a disposizione degli equipaggi iscritti le “note” redatte da uno dei più grandi copiloti italiani di sempre, Gigi Pirollo, al fine di permettere una migliore valutazione delle “piesse” oltre alle normali ricognizioni che i concorrenti dovranno svolgere come da programma del Rally. (Alessandro Bugelli)

Foto di fotosport