domenica 10 giugno 2018

Balletti Motorsport: primi a Vallelunga, secondi al Campagnolo


Fine settimana ricco di soddisfazioni per la Balletti Motorsport chiamata ad un duplice impegno: il Rally Campagnolo a Vicenza e la gara in pista a Vallelunga.

E' stata proprio la gara sulla pista laziale a regalare una enorme, e attesa, soddisfazione al team di Nizza Monferrato: all'Autodromo Piero Taruffi si è corso il terzo appuntamento del Campionato Italiano Velocità Autostoriche, gara della durata più che raddoppiata rispetto alla tradizionale dei 60 minuti, dovendo per l'appunto percorrere i 300 chilometri. Balletti Motorsport era presente con la Porsche 935 Gruppo 5 affidata a Mario Massaglia e la BMW 3.0 CSI Gruppo 2 di Marcel e Benjamin Tomatis, quest'ultimi costretti al ritiro nelle fasi finali della gara per un surriscaldamento alle pompe della benzina mentre si trovavano in ottima posizione; per Massaglia è stata una giornata indimenticabile grazie alla meritata vittoria assoluta ottenuta guidando per oltre due ore senza cambio pilota in una giornata condizionata anche dal gran caldo. Dopo le brillanti prestazioni delle prime due gare stagionali è finalmente arrivato quel primo posto che il torinese ha dimostrato di meritare con un crescendo di prestazioni gara dopo gara e arrivato nell'evento più difficile della stagione.

Sabato si era svolto nella provincia di Vicenza il 14° Rally Campagnolo, dov'erano tre i mezzi impegnati nella quarta gara valevole per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche: due Porsche 911 RSR Gruppo 4 del 2° Raggruppamento e la Subaru Legacy 4x4 Gruppo A.
Ritornati in gara dopo quasi tre mesi dal precedente impegno, Alberto Salvini e Davide Tagliaferri hanno corso una gara di altissimo livello con la loro Porsche 911 che hanno portato alla vittoria nel 2° Raggruppamento grazie alla seconda prestazione assoluta in una gara lunga e difficile, risultando l'unica vettura di Gruppo 4 tra le prime cinque classificate, tutte appartenenti al più recente periodo J1. Gara conclusa positivamente anche per Edoardo e Franco Valente impegnati sulla seconda 911 RSR, al traguardo buoni terzi di classe e venticinquesimi nella globale.
Manca, purtroppo, all'appello la Subaru Legacy che per l'occasione era stata affidata al pilota locale Nereo Sbalchiero in coppia con Elia Molon; la loro gara è terminata nel corso della prima tappa del venerdì a causa della rottura della frizione che ne ha decretato il ritiro nel corso della quarta prova.

- Foto di Claudia Cavalleri